Recensione ''Vox'' (Libro di Christina Dalcher) - 3.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Vox''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Vox”.
  • Titolo originale: "Vox".
  • Autore: Christina Dalcher; 
  • Nazionalità Autore: Italiana; 
  • Data di Pubblicazione: 2018; 
  • Editore: Casa Editrice Nord; 
  • Genere: Romanzo distopico;
  • Pagine: 312 p., ebook; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 4 su 5

 

DOVE COMPRARLO

Recensione del Libro “Vox” di Christina Dalcher del 2018, genere Romanzo distopico. Evidenzieremo il riassunto del libro “Vox”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Vox” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''VOX'': 

Christina Dalcher ha la cittadinanza inglese e americana. Ha studiato presso l'Università di Charlottesville, in Virginia, per poi specializzarsi in Linguistica alla George Mason University. I suoi studi sono proseguiti con il conseguimento di un dottorato sulle variabili fonetiche, fonologiche, lenitive e sociolinguistiche e sulla lingua italiana presso la Georgetown University, a Washington.

Dal 2000 scrive saggi di carattere accademico che, fino a quattro anni fa, costituivano la sua unica esperienza di pubblicazione. Oltre ad una straordinaria esperienza di ricercatrice (ha ottenuto anche una lunga serie di riconoscimenti premi), la Dalcher insegna prevalentemente fonologia, fonetica e italiano.

“Vox” è il suo romanzo d'esordio, la cui stesura è iniziata nel 2014, per poi essere pubblicato nel 2018. Per la sua realizzazione, la Delcher ha ammesso di essersi ispirata in primis a Stephen King (di cui è una grande ammiratrice) e a Margaret Atwood (soprattutto al romanzo “Il racconto dell'ancella”).

Altra fonti di ispirazione sono stati “1984” di George Orwell che rilegge ogni 5 anni e “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury.

Attualmente la Dalcher è a lavoro per il suo nuovo romanzo che sarà incentrato sull'eugenetica.

Intanto, segnalo qui il suo sito ufficiale: https://christinadalcher.com/ e un'interessante intervista rilasciata a “IlLibraio”:https://www.illibraio.it/intervista-christina-dalcher-vox-871392/ .

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Jean McClellan è una neurolinguista dotata e di successo. Ha una famiglia e una carriera soddisfacente; un marito molto buono – Patrick, medico – e degli scheletri nell'armadio.

La sua vita, tuttavia, è cambiata radicalmente da quando il reverendo Karl ha fondato il Movimento della Purezza, accogliendo sempre più adepti. La sua ideologia abbraccia precetti di stampo prettamente religioso, bigotto, antiquato, che vedono l'uomo come un essere superiore, degno di questa Terrra, insomma. La donna, invece, dovrebbe tornare al suo ruolo di “costola” dell'uomo, privandola di ogni tipo di influenza che essa esercita nella società e riducendola a pura ombra del proprio marito.

Come ridimensionare - o meglio, annullare – il ruolo femminile? Togliendole la parola, naturalmente. Per questo motivo a ogni bambina e adulta di sesso femminile è stato imposto l'uso di un braccialetto elettronico che conta il numero di parole pronunciate ogni giorno. Una volta che si superano le 100 parole, scatta un impulso elettrico piuttosto doloroso.

Jean è disperata, repressa. Ormai è relegata in casa, ha rinunciato al suo lavoro ed è preoccupata per sua figlia Sonia, di sei anni, così piccola e timorosa.

Suo figlio maggiore Steven, invece, ormai adolescente, si sta avvicinando al Movimento e, proprio in nome di quella “purezza” tanto decantata, fa arrestare la sua ragazza Julia, “colpevole” di aver avuto rapporti sessuali.

Intanto Jean viene ingaggiata, assieme ad una squadra di scienziati, dal governo per cercare una cura per l'afasia di Wernicke. Nel team c'è anche Lorenzo, una sua vecchia fiamma, con cui ha tradito in passato suo marito Patrick. Tuttavia, Jean ci ricasca nuovamente, non ponendosi troppi problemi, ma mettendo in primo piano la sua felicità.

Il rapporto con Steven, intanto, si è incrinato, anche se il ragazzo inizia a mostrare segni di pentimento, mentre la scienziata scopre che Patrick in realtà sta complottando contro il governo.

Tuttavia, il team di Jean si troverà dinnanzi ad una terribile scoperta: in realtà, l'obiettivo del governo è trovare un modo per innescare l'afasia...

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

I personaggi principali del romanzo “Vox” sono ben delineati, tanto che il lettore inevitabilmente prende le parti di alcuni di loro, schierandosi.

- Jean: protagonista indiscussa. Donna di grande cultura, dalla formazione culturale ibrida (linguistica e neuroscienza, dunque neurolinguistica), Jean cambia e muta la sua personalità gradualmente. Ai tempi dell'università, infatti, Jean non ha il coraggio di schierarsi, di difendere i propri diritti e la propria libertà. Si fidanza con un ragazzo gentile e intelligente, insomma, tutto secondo i piani. Fino a quando non incontra Lorenzo e la sua vita cambia...

- Lorenzo: scienziato italiano. Lorenzo riveste un ruolo fondamentale nella vita di Jean: innanzitutto è l'antitesi del marito Patrick, in quanto è più sicuro di sé, coraggioso, impulsivo, focoso. Sarà lui a supportare Jean in ogni sua scelta o battaglia.

- Patrick: marito di Jean, medico. Patrick, contrariamente a Lorenzo, è un uomo paziente, pacato che spesso metabolizza i brutti momenti con l'alcool. Ma questo non gli impedisce di essere un buon marito e un buon padre. Inoltre, comprende l'infelicità del suo matrimonio e continua ad amare sua moglie nonostante l'adulterio.

- Steven: figlio maggiore di Jean e Patrick, il ragazzo si lascia abbindolare dalle teorie del reverendo Karl, perdendo totalmente la ragione. Per fortuna, l'amore trionferà e lo riporterà sulla retta via.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Il romanzo è ambientato in America, precisamente nei pressi di Washington. In realtà, spesso più che riferimenti precisi, rileviamo accenni all'America in generale, quasi a voler sottolineare la portata del Movimento della Purezza. Inoltre, non mancano riferimenti continui all'Italia: Jean – non a caso chiamata affettuosamente da Lorenzo “Gianna” - ha origini italiane e questo è senza dubbio uno dei punti di contatto con il suo amante.

Altri riferimenti sono all'Europa in generale, vero obiettivo di “conquista” del reverendo Karl: egli, infatti, brama la diffusione delle sue folli idee a livello globale e non solo ristretto all'America.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Il romanzo è ambientato in un'epoca in realtà non definita, in quanto non sono presenti riferimenti temporali assoluti.

Tuttavia, possiamo dedurre che si tratti di un'epoca contemporanea alla nostra o comunque in un futuro non così lontano, sia per i progressi tecnologici e scientifici cui si fa riferimento (le modalità di ricerca medica, il tipo di approccio,ecc...) sia per la tipologia di società tanto rimpianta, ovvero una società in cui la donna riveste un ruolo importante quanto quello di un uomo e in cui svolge il doppio ruolo di madre e donna in carriera senza intralci o pregiudizi.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Lo stile della Dalcher è scorrevole, seppur piuttosto tecnico. Dal momento che l'autrice è una linguista, ricorre una terminologia di carattere scientifico, spesso medico. Infatti, la protagonista è una neurolinguista che lavora a stretto contatto con medici (il marito stesso è un medico).

Tecnicismi a parte, il romanzo si legge fluentemente.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Il narratore è interno: a narrare la vicenda è infatti Jean stessa. La Dalcher ha la capacità di proiettare i sentimenti e le emozioni di Jean all'esterno, verso il lettore che, quindi, ha la percezione di essere coinvolto. Infatti, durante la lettura non mancano momenti di inquietudine e insofferenza.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Questo romanzo, per quanto possa essere distopico, è in realtà pregno di tematiche che inducono inevitabilmente alla riflessione, dal momento che sono terribilmente attuali.

In primis, il maschilismo. Ciò che porta alla realizzazione dei braccialetti elettronici è un'ideologia importante: la donna è inferiore all'uomo, è una tentatrice, il suo lavoro non è produttivo. Cosa fare quindi, come alternativa ad un vero e proprio sterminio, per ridimensionare notevolmente la loro posizione sociale ed economica? Zittirle. Riportarle al loro ruolo originario di tutrici del focolare domestico, di ombre dei propri uomini.

Tuttavia, parlare di maschilismo è anche riduttivo, poiché è il reverendo Karl a prendere il potere e sono le sue convinzioni religiose a persuadere uomini e ragazzini. In questo onestamente vedo una provocazione molto interessante da parte dell'autrice.

Un altro tema, strettamente connesso al precedente, è la rivendicazione dei propri diritti. L'amica di Jean, Jackie, ribadisce spesso quanto sia importante tutelare la propria libertà, la propria indipendenza e quanto sia fondamentale reagire, far sentire la propria voce quando questa incorre nel pericolo di censura.

Non è facile ribellarsi al sistema, ma è necessario, insomma, e, anche se non si ottengono risultati, è importante averci provato, aver dimostrato di avere un'opinione, un'idea e di averla protetta in qualche modo.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''VOX'': Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''

Questo romanzo è stato una piacevole sorpresa. Innanzitutto, ho apprezzato molto i continui riferimenti all'Italia, alla nostra cultura, alla nostra lingua, senza cadere nella banalità di molti stereotipi del tipo “uomini italiani focosi” o “pizza e mandolino”; ecc...

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

In secondo luogo, è stato interessante per me tornare a immergermi in una lettura distopica come questa, considerate le mie letture di qualche anno fa (“1984” di Orwell in primis, ma anche “Il mondo nuovo” di Huxley). Questa volta però, le protagoniste sono le donne e leggere questo romanzo in un periodo come questo, in cui si parla spesso di femminicidio e violenza di genere, fa pensare.

Fa pensare il fatto che in fondo questa storia tanto distopica non è e che se non ci stanno zittendo con un braccialendo lo stanno facendo con il coltello o l'acido – adesso; magari in un futuro prossimo i mezzi di “tortura” saranno più sofisticati -.

Dunque, per quanto il finale non possa essere stato di mio gradimento (magari la Dalcher avrebbe potuto concedere più spazio ad un personaggio che ho apprezzato tanto, come Patrick, e che ha mostrato lealtà e coerenza dall'inizio alla finale), il romanzo è chiaramente originale, provocatorio sia nei confronti degli uomini, sia delle donne che ignorano il problema maschilismo.

Senza dubbio un bell'esordio.

 

Marigiusy Digregorio

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Vox''Indice dell'Analisi del Libro ''Vox''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare