Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Un po’ di follia in primavera''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Un po’ di follia in primavera”.
  • Titolo originale: "Un po’ di follia in primavera".
  • Autore: Alessia Gazzola;
  • Nazionalità Autore: Italiana;
  • Data di Pubblicazione: 26 Settembre 2016;
  • Editore: Longanesi;
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 298 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,88 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Un po’ di follia in primavera” di Alessia Gazzola del 2016, genere Giallo. Evidenzieremo il riassunto del libro “Un po’ di follia in primavera”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Un po’ di follia in primavera” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'':

Alessia Gazzola nasce a Messina nel 1982. Figlia unica, i suoi genitori si sono separati due anni dopo la sua nascita e lei cresce con la madre e i nonni materni che abitano nello stesso palazzo.

Da bambina, Alessia, andava molto bene a scuola e amava la lettura. Dopo la maturità classica, decide di coltivare la passione per la scrittura solo come hobby, e di perseguire, invece, un altro tipo di carriera.

Si laurea,infatti, in Medicina presso l'Università di Messina e si dedica in seguito alla medicina legale di cui diventa medico specialista nell'anno 2011.

Il suo primo romanzo è " L'allieva" nel 2011, un libro tra il giallo e la commedia. Alessia Gazzola ha dichiarato che la prima avventura di Alice Allevi, la protagonista del libro "L'allieva" fosse nata inizialmente solo come valvola di sfogo alle sue difficoltà del primo anno da specializzanda all'Istituto di Medicina legale di Messina. Terminato il romanzo, ha però deciso di pubblicarlo.

Dopo "L'allieva" Alessia Gazzola ha scritto altri cinque romanzi con la stessa protagonista, Alice Allevi: "Un segreto non è per sempre" (2012), "Sindrome da cuore in sospeso" (2012), "Le ossa della principessa" (2014) , "Una lunga estate crudele" (2015) e " Un po’ di follia a primavera" (2016).

Tutti questi libri hanno ottenuto un ottimo successo di vendite, oltre 370 mila copie in Italia dal 2011 al 2016 e Endemol Shine Italy e Rai Fiction hanno acquistato i diritti per fare una serie televisiva che è andata in onda proprio verso la fine dell'anno 2016. La scrittrice è stata coinvolta sin dall'inizio dalla produzione della serie tv, visionando i provini e collaborando alla supervisione dei dialoghi.

Il suo ultimo libro, uscito a novembre 2017 è "Arabesque", sempre con protagonista Alice Allevi.

Alessia Gazzola è sposata dal 2010 e vive a Verona con il marito medico conosciuto durante il periodo universitario e con le loro due bambine: Eloise nata nel 2013 e Bianca nata nel 2015.

Il sito internet di Alessia Gazzola è: www.allieva.it

RIASSUNTO DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

E' primavera e la vita di Alice Allevi è in pieno fermento, sta completando la tesi di specializzazione in Medicina Legale e il pensiero di non frequentare più l’Istituto la rattrista moltissimo.

Un giorno in sala autoptica arriva un poveretto ritrovato cadavere in un capannone nella periferia est di Roma. Claudio e Alice decidono di fare qualche domanda allo psichiatra che lo aveva avuto in cura, Ruggero D’Armento, un professore universitario conosciuto e ammirato da Alice ai tempi dell’Università.

Purtroppo, qualche giorno più tardi, il professore D’Armento muore nel suo studio con una ferita al collo che gli ha reciso la carotide. La morte del professore è alquanto strana, nessuno ha visto niente, nessuno ha notato qualcuno uscire dallo studio o nei corridoi della Villa delle Dalie, la clinica privata nella quale il professore lavorava.

Tutti erano conquistati dal suo fascino, dal suo ruolo e dal modo di imporsi sugli altri con convinzione e determinazione, ma durante il corso dell’indagine dell'Ispettore Calligaris, vengono alla luce elementi che fanno pensare che il professor D’Armento non fosse l’uomo che tutti credevano di conoscere.

Sono tante le persone che potrebbero essere coinvolte e i sospetti si allargano sempre più. Alice, come al solito non resiste alla curiosità e finisce per collaborare con l’ispettore Calligaris. Cominciando a scavare nel passato dello psichiatra e della sua famiglia, Alice, viene a sapere di un' adozione poco chiara. Secondo Alice,ci sono molte "pedine" fuori posto e il caso sembra più complicato del solito.

Nel frattempo Alice sta per sposarsi con il suo fidanzato Arthur, sempre in giro per il mondo per lavoro, ma lo ama veramente? E' riuscita a dimenticare veramente il tenebroso Claudio Conforti? E chi è che ha ammazzato il professore Ruggero D'Armento?

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

- Alice Allevi 28 anni, giovane, ironica, molto dolce, intelligente e acuta. Al tempo stesso estremamente goffa, sognatrice e ha buone doti investigative.

- Claudio Conforti chiamato CC dannatamente bello, attraente, passionale, libertino, arrogante, sprezzante e pure insensibile, carnagione scura, capelli bruni. E' il superiore di Alice presso l'Istituto di Medicina legale.

- Arthur Malcomess figlio del "Supremo", biondo, capelli ricci, fumatore, vegetariano, reporter giramondo, fidanzato di Alice, le chiede di sposarlo.

Personaggi secondari:

- "Supremo" padre di Arthur ex capo dell'istituto di Medicina Legale. Ora è in pensione.

- Cordelia sorellastra di Arthur, coinquilina di Alice, lavora nell'ambiente del teatro.

- Wally il nuovo capo dell'istituto di medicina legale, capelli biondi. Crudele soprattutto con Alice.

- Lara collega di Alice, ha sempre la testa sulle nuvole.

- Nonna Amalia nonna di Alice, impicciona,ma amorevole, l'unica persona che la capisce veramente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Calligaris ispettore di polizia, collabora con Alice e Claudio.

- Erika Lastella studentessa modello, specializzanda rampante, cocca della Wally.

- D'Armento Ruggero psichiatra, alto,prestante, vestito con classe, Alice è stata una sua studentessa all'università.

- Eleonora D'Armento moglie del defunto Ruggero, occhi grandi, folta chioma bionda.

- Mathilde Sartori psichiatra, assistente di Ruggero D'Armento fortemente credente, è una donna dalle mille facce.

- Azzurra Cardinali capelli neri, ricci, pelle chiara, si veste molto dark, paziente del dottor D'armento.

- Kate madre di Arthur, vive in Florida, bionda, severissima, pratica yoga e jogging, ex hostess.

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

Il libro "Un po’ di follia in primavera" è ambientato a Roma dove si trova l'Istituto di Medicina legale dell'Università dove Alice Allevi si sta specializzando.

L' ambientazione comunque si sposta dall'Italia all'America e poi a Vienna. Infatti, Alice, la protagonista va in America, a Washington, insieme alla collega di lavoro Lara, e ai suoi superiori Claudio e la Wally per un congresso e poi va a Vienna insieme ad Arthur, il suo fidanzato, ad una Conferenza Internazionale sui Diritti Umani.

Il racconto si sposta anche a Spoleto, il paese dove ci abita Nur, la bimba palestinese che Arthur ha trovato in una casa sventrata a Gaza. Nur è stata portata in Italia da Arthur, proprio a Spoleto perchè è lì che ci abita il padre.

L 'ultimo luogo descritto è Sacrofano, un luogo molto importante per Alice perchè è il paese in cui è cresciuta e dove vive ancora sua nonna.

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

La storia di "Un po’ di follia in primavera" è ambientata ai giorni nostri, senza però avere una data ben precisa.

Il racconto, però, inizia in primavera, a marzo e ha una durata di due mesi. La storia, infatti, finisce nel mese di Maggio.

Nelle ultime pagine del libro Alice ha deciso di andare a vivere di nuovo nel bilocale in Piazza Cavour dove viveva prima con Yukino. Inoltre Alice ha finito la specializzazione e diventa finalmente specialista in Medicina Legale.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

Il libro "Un po’ di follia in primavera" è ben scritto e il racconto è sempre scorrevole.

Lo stile è quello tipico della scrittrice Alessia Gazzola, frizzante e ironico, infatti, il sorriso del lettore è sicuramente assicurato.

La scrittura è semplice e piena di mistero, le storie sono interessanti e gli intrecci sono molto simpatici.

NARRATORE DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

La storia di "Un po’ di follia in primavera" viene raccontata in prima persona dalla protagonista femminile: Alice Allevi.

Questo libro è un giallo che riesce a tenere con fiato sospeso il lettore che fino all’ ultimo non capisce in effetti chi sia il colpevole. Forse la differenza del libro di "Un po’ di follia in primavera" con i precedenti è che in quest’ultimo romanzo c’è più spazio per la vita privata di Alice.

La protagonista femminile, Alice, è piena di insicurezze e di paure, ma è anche dolce e romantica e il lettore non può che affezionarsi a lei, alle sua dissacrante ironia, alla sua curiosità estrema e alla sua predisposizione a cacciarsi nei guai.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

La storia nel romanzo "Un po’ di follia in primavera" appare più articolata dei precedenti libri di Alessia Gazzola, anche perché qui troviamo un’indagine che affronta un tema delicato come quello del rapporto paziente-terapeuta in psichiatria.

Questo libro nasce dall’interesse verso la psichiatria. La scrittrice, Alessia Gazzola,ha voluto affrontare il rapporto tra paziente e terapeuta, in chiave "mistery." Le sue storie sono costruite molto bene con la giusta dose di ogni elemento: C'è l'amore, la follia, e c è il giallo.

Questi tre elementi viaggiano di pari passo, portando il lettore all'ultima pagina già con la voglia di scoprire cosa succederà ad Alice nel prossimo libro.

Non manca, certo, anche in questo libro della Gazzola, il tema dell'amore. Il cuore di Alice è sempre in bilico fra due uomini: uno dolce e attento, ma troppo innamorato del suo lavoro di reporter, e l'altro tremendamente attraente, ma troppo libertino e troppo arrogante. Alla fine Alice sceglie di stare da sola, per concentrarsi solo su se stessa e sul proprio futuro lavorativo.

COMMENTO DEL LIBRO ''UN PO' DI FOLLIA IN PRIMAVERA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''

Il libro "Un po’ di follia in primavera" mi è piaciuto molto, come d'altronde mi sono piaciuti tutti gli altri libri di Alessia Gazzola. Mi piace lo stile di scrittura della Gazzola, così fresco e leggero nonostante abbia scritto argomenti di vita drammatici.

I colpi di scena in questo racconto non mancano, tanto nell’indagine quanto nella storia personale di Alice che, come sempre, costituisce buon parte della vicenda.

Il personaggio di Alice non è da sottovalutare: la sua figura si impone nella vita di tutte le persone che la circondano, è una persona sensibile e sa ironizzare su se stessa. Alice è riflessiva e idealista e sicuramente sarebbe un'ottima amica che tutti vorremmo al nostro fianco.

L’unico momento del libro in cui ho meno apprezzato questo personaggio, è stato quando insiste troppo nel convincere il fidanzato Arthur che l’unica alternativa per stare bene è quella di lasciarsi.

Nella vita reale una donna che ha appena scoperto un tradimento da parte del fidanzato non è così comprensiva e tanto amorevole come succede nel libro, a meno che la persona tradita non abbia in mente anche lei di rompere il fidanzamento.

A parte questo, il libro lo consiglio vivamente, si legge benissimo e ti distoglie per qualche giorno dai problemi della vita reale.

Jlenia Barsotti

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Un po’ di follia in primavera''Indice dell'Analisi del Libro ''Un po’ di follia in primavera''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare