Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore”.
  • Titolo originale: "All mistery, nightmare and horror tales".
  • Autore: Edgar Allan Poe;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: raccolta di racconti comparsi per la prima volta su periodici statunitensi a partire dal 1831 fino al 1849;
  • Editore: Newton Compton (collana ''I MiniMammut'');
  • Genere: Classici;
  • Pagine: 480 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,6 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore” di Edgar Allan Poe del 1831-1849, genere Classici. Evidenzieremo il riassunto del libro “Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'':

Edgar Allan Poe, una delle figure di primo piano del Romanticismo americano, nacque a Boston il 19 gennaio 1809.

Rimasto orfano da bambino venne adottato da una famiglia della Virginia, gli Allan, con cui entrò in conflitto, al raggiungimento della maggiore età per ragioni economiche.

Il padrigno infatti si rifiutò di pagargli gli studi universitari e di mantenerlo durante un tentativo di intraprendere la vita militare, stanco dei debiti contratti continuamente dal giovane.

Si stabilì a casa di una zia a Baltimora, ne sposò nel 1836 la figlia Virginia e intraprese la carriera di scrittore e critico letterario nella città.

Ma la sua prima raccolta di poesie nel 1827 “Tamerlano e altri poemi” ricevette una fredda accoglienza dal pubblico e dalla critica.

Nel 1838 scrive “Le avventure di Gordon Pym”. Il successo fu immediato quando nel 1845 pubblicò “Il Corvo”.

Alla morte di Virginia per tubercolosi nel 1847, i problemi di depressione e alcolismo che affliggevano lo scrittore peggiorarono.

Morì il 3 ottobre 1849, dopo quattro giorni di coma. Le cause furono incerte, ma è probabile che morì perché logorato nel fisico dall’alcolismo e cui si abbandonava sempre più.

L’influenza di Poe è stata enorme, non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Basti pensare a Baudelaire e Mallarmè: i due scrittori francesi ne tradussero rispettivamente i racconti e le poesie e lo fecero conoscere al mondo.

Ne assorbirono però contemporaneamente le atmosfere noir pervase dal senso della morte e ne condivisero la fascinazione del male che fece di loro “poeti maledetti”.

L'opera per conoscere al meglio Edgar Allan Poe è “Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore”.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

La raccolta contiene tutti i racconti dello scrittore americano Edgar Allan Poe, divisi in tre sezioni.

Riassumerli tutti sarebbe un’impresa titanica. Perciò mi soffermerò su quelli più significativi per ogni sottogenere.

Tra i racconti del mistero s’impongono “La lettera rubata”, “Il mistero di Marie Roget” e “Il delitto della Rue Morgue” in cui il detective Auguste Dupin applica le sue capacità deduttive per risolvere dei casi apparentemente insolubili.

In particolare in “Il delitto della Rue Morgue”, del 1841, un narratore senza nome e Monsieur Dupin leggono sul giornale dell’uccisione di Madame L’Espanaye e di sua figlia Camille. Il corpo della vecchia signora è stato rinvenuto con la gola recisa nel cortiletto sul retro dell’abitazione delle due donne; quello di Camille viene trovato incastrato nella canna del caminetto con profonde echimosi ed escoriazioni. Il tutto in una stanza chiusa dall’interno, in cui i mobili sono stati rotti e sparsi in ogni direzione.

Analizzando le informazioni contenute sui quotidiani, Dupin riesce a ricostruire la dinamica degli avvenimenti che hanno condotto alla morte delle due donne, fornendo al prefetto che sta indagando sul caso l’imprevedibile, sconcertante conclusione.

Nelle altre sezioni, di particolare interesse sono:

- “Il gatto nero”, del 1843, in cui il narratore descrive le sofferenze a cui egli sottopone il suo animale domestico, un gatto nero di nome Plutone, e la terribile vendetta messa in atto dalla bestia;

- “La caduta della casa Usher” del 1839 dove il crollo di un’imponente abitazione è anticipata dalla morte immotivata dei due fratelli che vi risiedono, Roderick e Madeline Usher. Ma si tratterà veramente di morti immotivate o la casa contiene un terribile segreto?

”- “Il cuore rivelatore”, del 1843, in cui un altro narratore senza nome decide, senza alcuna ragione apparente, di uccidere un anziano che per una settimana ha spiato dormire, recandosi nel suo appartamento di notte. Ma dopo l’omicidio la storia prenderà una svolta assolutamente imprevista ed onirica.

-E infine “Ligeia”, del 1838, in cui il narratore descrive la storia del proprio amore per la prima moglie Ligeia e la relazione con la seconda consorte, Rowena, fino al momento della loro morte e oltre.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Ogni racconto propone al lettore personaggi affascinanti o inquietanti, che meriterebbero di diventare oggetto di una monografia. Mi limiterò ad analizzare quelli che hanno maggiormente colpito la mia immaginazione, lasciando al lettore il piacere di scoprire interamente gli altri.

- Auguste Dupin è un investigatore anticonvenzionale che sperimenta metodi di indagine molto diversi da quelli delle forze dell’ordine. Dotato di un’eccezionale abilità analitica, come un matematico, considera la scena del crimine un problema da risolvere attraverso il calcolo. E prova un vivo piacere a dimostrare la sua abilità. È disposto ad esporsi politicamente per risolvere un caso, come dimostra in “la lettera rubata”.

Proveniente da una famiglia illustre, ha però perso gran parte del proprio patrimonio e vive in grandi ristrettezze. L’unico lusso che si concede sono i libri. È inoltre vendicativo e non perdona le offese ricevute.

- Ligeia è la più affascinante tra le molte donne che, nei racconti di Poe, ritornano dal regno dei morti. Dotata di rara cultura ed eloquenza, ha una voce musicale, un portamento calmo e un’incomprensibile leggerezza nell’incedere.

Alta e, negli ultimi giorni di vita, alquanto magra, appare e sparisce come un’ombra anche quando è in piena salute. La bellezza del suo viso è senza uguali, seppure i suoi lineamenti non siano regolari. Ha una fronte pallida e spaziosa, la pelle del colore del puro avorio, i capelli corvini pettinate in trecce, gli occhi grandi con pupille del nero più lucente.

A questa donna incredibile si contrappone la seconda moglie del narratore del racconto, Lady Rowena, dai biondi capelli e dagli occhi azzurri: una donna fredda e razionale che soffre nella sua camera nuziale, cupa e dalle decorazioni pesanti.

- Degno di nota è anche il personaggio di Roderick Usher, dalla pelle di un pallore spettrale, ma con occhi splendenti fino al miracoloso.

La lettera che invia al narratore, amico d’infanzia, per invitarlo a trascorrere alcuni giorni da lui rivela subito segni evidenti di agitazione nervosa probabilmente aggravata da una qualche malattia fisica. È estremamente abile a suonare la chitarra. Forse per una malattia del nervo acustico le sue esecuzioni hanno un carattere fantastico

- La sorella, Madeline Usher, è affetta da una malattia sconosciuta che nessun medico è riuscito a spiegare: un’apatia costante, un graduale sfiorire della persona, e crisi frequenti, benchè transitorie, di natura quasi catalettica. Muore molto presto nel racconto, ma la sua presenza continua a fluttuare, indimenticabile, nell’immaginazione del lettore.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

L’ambientazione dei racconti fantastici è prevalentemente surreale, come avviene nei sogni.

Altre volte, nei racconti dell’orrore, ci troviamo di fronte a scenari cupi , soffocanti, claustranti.

A parte i racconti del mistero incentrati sul personaggio di Auguste Dupin e ambientati a Parigi, nessuna città è riconoscibile. E comunque anche in questo caso si tratta di una città straniera, ben lontana dall’immediatezza della realtà americana.

La suggestione è altissima e il lettore viene catturato dall’atmosfera onirica o paurosa dei luoghi. Alcuni hanno assunto fama mondiale.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Basti pensare alla Casa Usher.

La sua caratteristica principale è un’eccessiva antichità che però non ha portato ad alcun deterioramento evidente. La consistenza ancora perfetta delle parti appare stranamente in contrasto con la condizione delle singole pietre frantumate.

Corridoi oscuri e complicati conducono vero lo studio di Roderick, le cui pareti sono tappezzate con stoffe scure. I pavimenti sono di nero ebano. La mobilia è scomoda, antica e malandata. Numerosi libri e strumenti musicali sono sparsi qua e là ma non riescono a dare alcuna vitalità alla scena.

Sentivo di respirare un’atmosfera d’affanno; un’aria di acuta, profonda e irrimediabile tristezza incombeva su tutto, penetrava tutto”.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

La stesura e la pubblicazione dei racconti risale alla metà dell’800, durante il cosiddetto Romanticismo americano. La sensibilità del tempo è l’humus di cui sono impregnate tutte le atmosfere.

I riferimenti temporali sono rarissimi (p.es. il periodo dell’Inquisizione in Spagna nel XIV secolo in “Il Pozzo e il Pendolo”) e generici. Poe infatti era convinto che l’ambientazione dovesse essere vaga e indefinita per alienare il lettore dalla realtà quotidiana e poterlo portare verso il mondo dell’ideale.

Perciò gli indicatori temporali presenti nei racconti lasciano volontariamente vaga la collocazione nel tempo della vicenda:

- “alcuni anni or sono” il protagonista di “La cassa oblunga” compie il suo viaggio da Charleston a New York;

- a “Molti anni or sono” risale l’amicizia tra il narratore e William Legrand in “Lo scarabeo d’oro”.

Tutto è fuori dal tempo e questo permette nel lettore la sospensione dell’incredulità, unico escamotage che rende verosimili le situazioni narrate nei racconti gotici o fantastici.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

In generale, per commentare lo stile di Poe, è necessario partire dall’assunto che lo scrittore aveva elaborato una propria teoria letteraria: ogni opera letteraria di successo deve creare un’unità d’effetto sul lettore e questo effetto non si deve realizzare per caso, ma attraverso un meticoloso lavoro sulla forma e sui termini ricercati e mai banali.

Ogni parola ha una sua connotazione. Quindi l’aderenza di Poe ai requisiti formali del puro Estetismo coincide con i suoi ideali filosofici.

Ma come ogni grande scrittore, Poe non può essere racchiuso da un’etichetta e vista la complessità e la ricchezza della sua opera narrativa, è necessario cercare dei fili conduttori.

In “Ligeia”, “Morella” e “Berenice” Poe cerca di fondere la struttura della storia d’amore tradizionale con il grottesco gotico-romantico. Ligeia proviene da una misteriosa regione vicino al Reno, in Germania e perciò in lei il richiamo al Romanticismo è ancora più evidente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Ogni racconto comunque, anche quello più razionale e meticolosamente costruito, è caratterizzato come tratto distintivo dall’intensità della componente psicologica.

Poe sa essere anche profondamente simbolico e questo lo collega ai suoi contemporanei Nathaniel Hawthorne e Herman Melville. Può essere inoltre considerato l’iniziatore di molti generi letterari dalla letteratura horror alla detective story.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

Quasi tutte le trame sono narrate in prima persona da narratori senza nome, interni alla storia che partecipano alle vicende in maniera più o meno attiva. Questo è il caso di “Il delitto della Rue Morgue”, “Il cuore rivelatore”, “Ligeia” , “La caduta di Casa Usher” e molti altri racconti.

Un’eccezione è rappresentata da “La maschera della morte rossa” in cui un narratore omnisciente racconta in terza persona gli eventi fuori dal tempo connessi alla pestilenza diffusasi nel regno del fantomatico Principe Prospero.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

Moltissimi sono i temi sottesi ai racconti di Edgar Allan Poe.

Come tutti gli scrittori, pur non potendo essere inquadrato rigidamente in una corrente, è comunque un figlio del suo tempo: il Romanticismo.

Di conseguenza è sempre centrale il rifiuto dell’elemento razionale e intellettuale a favore di tutto ciò che è intuitivo e irrazionale. Persino Auguste Dupin risolve i misteri che gli vengono sottoposti entrando intuitivamente nella mente del criminale piuttosto che analizzando le scene del crimine.

Una tematica ricorrente è lo stretto legame che unisce i sentimenti opposti di odio e amore, quasi ad anticipare le teorie di Sigmund Freud e della moderna psicoanalisi. I due sentimenti, apparentemente in opposizione, non sono che le due facce dell’emozione umana portata all’apice.

C’è poi il tema opprimente della possibilità per la natura umana di modificarsi completamente: il protagonista di “Il gatto nero” si trasforma ad esempio da amante degli animali in uno spietato e immotivato assassino del suo animale domestico preferito, il gatto Plutone.

O è il caso di “William Wilson” in cui il protagonista si protegge dalla consapevolezza della propria insanità mentale creando un alter-ego immaginario.

Poe dà anche spesso concretezza e aulicità letteraria al tema più popolare degli zombie. Lo scrittore attribuisce prevalentemente alla memoria il potere di riportare i morti tra i vivi. È il caso di Ligeia e Lady Rowena.

Siamo davanti alla distorsione di uno stereotipo letterario. Qui è l’amore alla base del ricordo dell’uomo innamorato che permette alle donne di risuscitare e quel che rimane nel lettore non è tanto la paura per il superamento della barriera tra vita e aldilà, quanto una piacevole sensazione data dalla consapevolezza che l’amore ha il potere di sopravvivere alla morte.

Nei racconti c’è poi la stretta associazione omicidio-animalità. Gli animali uccidono, gli animali vengono uccisi, immagini di animali provocano e pervadono i crimini commessi dagli uomini.

In “Il gatto nero”, l’uccisione del gatto Plutone genera la pazzia nella mente del suo assassino; la vittima nel racconto “Il cuore rivelatore” ha occhi da avvoltoio. E questo solo per fare alcuni esempi.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''TUTTI I RACCONTI DEL MISTERO, DELL’INCUBO E DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''

Ogni racconto di questa raccolta è un cammeo. Lo stile è perfetto, curato e ricercato. Le atmosfere noir bloccano il respiro.

Ogni storia meriterebbe una recensione a parte per la ricchezza culturale di background e per il coinvolgimento emotivo in cui attanaglia il lettore. Poe fa leva sulle paure ancestrali dell’uomo e le sublima in arte.

La morte, la paura di impazzire, magari perdendo il dominio delle proprie azioni e compiendo gesti efferati, l’anima venduta al diavolo o posseduta dal diavolo a prescindere dalla nostra volontà sono temi ed elementi comuni nella letteratura romantica.

Poe dà loro una forma perfetta e dosata e delle trame originali. Anche qui siamo di fronte ad una sfida contro Dio da eroe byroniano.

Basti una citazione per tutte, tratta da “L’uomo della folla”:

Vi sono segreti che non si possono dire. Vi sono uomini che di notte muoiono nei loro letti torcendo le mani di spettri che raccolgono le loro confessioni e fissandoli pietosamente negli occhi; vi sono uomini che muoiono con la disperazione nel cuore, con la gola serrata dalle convulsioni, per l’orrore dei misteri che non vogliono esser rivelati.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

A volte, ahimè, la coscienza dell’uomo porta un fardello d’orrore così pesante che non può deporlo che nella tomba

E vi sono uomini come Poe che sanno dare forma aulica e raffinata a questa materia ancestrale.

Il fatto poi che si tratti di racconti, e quindi di narrazioni brevi, concentra l’effetto emotivo. I racconti di Poe si leggono “d’un sorso”, trattenendo il respiro come se si fosse ricevuto un pugno nello stomaco.

Ma attenzione a non leggerli prima di andare a dormire! Lo scrittore ha il dono di rendere perfettamente verosimili anche le situazioni più assurde e le nostre notti potrebbero popolarsi di incubi.

 

+30k Ornella Rizzo

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''Indice dell'Analisi del Libro ''Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare