Recensione ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)'' (Libro di Virginia Bramati) - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)”.
  • Titolo originale: "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)".
  • Autore: Virginia Bramati;
  • Nazionalità Autore: Italiana;
  • Data di Pubblicazione: 14 Gennaio 2014;
  • Editore: Mondadori (collana Omnibus);
  • Genere: Contemporary Romance;
  • Pagine: 260 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,2 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': 

"Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)", è il romanzo d'esordio di Virginia Bramati, una giovane autrice che vive e lavora a Milano. Nato all'inizio “per tenersi compagnia” nei momenti difficili dell’esistenza, poi pubblicato con grandissimo successo su una piattaforma di self-publishing e via via modificato seguendo i suggerimenti delle amiche e dei lettori online.

In un'intervista rilasciata a Mondadori Virginia ha detto:

Per lunghi anni io ho sentito l’esigenza di un posto caldo dove rifugiarmi, di un luogo in cui stare bene; la scrittura era una mia avventura privata, che ho scoperto che mi rendeva felice e mi ridava l’energia che la vita assorbiva…

Non scrivo tanto quello che vorrei essere, ma quello che vorrei leggere: un comfort-book, squisito e confortante come una fetta di pane e nutella…

Virginia Bramati all’università si è avvicinata controvoglia a Jane Austen e alla letteratura “al femminile”, un genere contro cui nutriva profondi “pregiudizi” ma dal quale, con grande sorpresa, è rimasta conquistata. A conquistarla è stata soprattuto l’intelligente ironia della Austen tanto da farla diventare una addicted (le mezze misure, di certo, non le appartengono!).

Si è ritrovata poi a a rifare la pubblicazione dentro una casa editrice ed è stata per lei un’esperienza gratificante! Molti professionisti al servizio del suo libro per aiutarla a raggiungere un maggiore livello di precisione e veridicità e che hanno fatto la sifferenza fra il libro autopubblicato e l'edizione di Mondadori.

Le sessioni di editing sono state per lei come una vera e propria scuola di scrittura.

Virginia Bramati è stata aiutata molto anche dalle fan che la possono sempre contattare su facebook.

www.facebook.com/Bramati.Virginia

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Il primo giorno di lavoro: uno di quei momenti della vita, unici, in cui l'ansia sale inevitabilmente a mille e le preghiere, parimenti, salgono al cielo con tutta fretta affinché di gaffes se ne facciano il meno possibile e tutto fili liscio come l'olio...

Ma chissà perchè, anche le peggiori e le più infauste tra le previsioni non sono quasi mai neanche lontanamente corrispondenti a ciò che poi accade in realtà... perchè accade sempre il peggio...!

È così che inizia questa simpatica storia: Annalisa deve recarsi nello studio d'avvocati, tra i più illustri a Milano, presso il quale dovrà fare praticantato ed è comprensibilmente nervosa....!

E a complicare le cose ci si mette una fastidiosa ed imprevista neve, che la costringe a rivedere all'ultimo momento il proprio abbigliamento...; e come se non bastasse, neanche più le preghierine in chiesa (giusto per ingraziarsi qualche santo) si possono fare, perchè l'unico "fedele" presente - un uomo elegante e dallo sguardo duro - le lancia occhiatacce poco rassicuranti...!

Ma non è finita qui: essendo morto il socio avvocato più vecchio, ora la direzione dello studio è nelle mani del di lui figlio, Maximilien Bauser (che Annalisa scoprirà essere "l'uomo della chiesa"!!), che licenzia la donna che avrebbe dovuto far da mentore e tutor alla spaesata Annalisa, la si ritroverà a dover subire, nel giro di qualche giorno, qualche umiliazione e commenti di scherno da parte dei nuovi colleghi e dallo stesso "capo", Max, che non smette di lanciarle occhiatacce poco benevole.

Questo è il contesto lavorativo in cui si ritrova Annalisa, la quale però, lo capiamo da subito, sarà pure un po' ingenua, semplice e genuina, ma non è una sciocca, anzi!

Sassi (questo il suo soprannome, con cui la chiamano parenti ed amici intimi) comprende subito con chi ha a che fare e non si lascia intimorire, nè dall'assistente di Bauser - l'isterico ed antipatico Filippo Maiorca, che desidera solo sfruttare il lavoro preciso e accurato della nuova arrivata - nè dallo stesso Max, che però le incute un certo "timore" misto ad interesse...

Interesse che lei cercherà di mettere a tacere, anche perchè i suoi pensieri sono tutti concentrati sulla sua personale missione da compiere nello studio in cui lavora.

Una missione che affonda le proprie radici nel passato della sua famiglia, che coinvolge persone che lei ha amato/ ama, la cui reputazione Annalisa è determinata a riscattare...!

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Seguiamo le vicende della nostra eroina e sorridiamo davanti ai simpatici guai in cui si infila senza volerlo, ma ci piace anche il suo carattere così tenace e caparbio, ma dolce allo stesso tempo, le sue osservazioni acute, la sua ironia, i suoi palpiti d'amore quando si renderà conto che forse Max Bauser non è solo il capo burbero, altezzoso e precisino che era sembrato all'inizio, ma è anche capace di essere gentile e... appassionato!!!

Certo, la speranza che il bel "capo", Max, nutra un qualche interesse per lei, a Sassi sembra quanto mai improbabile, eppure alcuni particolari dell'atteggiamento di lui.... fanno ben sperare!

Certo, a complicare le cose ci si mette un'ex di lui (bella e perfetta) o qualche pretendente che vuol metter su famiglia proprio con Annalisa...., ma chissà!, forse la neve, con la complicità di un'affascinante New York, potrebbe divenire lo scenario adatto perchè nasca un sentimento, di quelli di cui Annalisa finora ha letto solo nei romanzi?

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

- La protagonista di "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)" è Annalisa Molinari, "Sassi" per gli amici, ha 26 anni e da Verate, in Brianza, si è trasferita a Milano dove condivide un appartamento con due amici. Intelligente, ironica e sincera fino all'autolesionismo, spesso finisce per cacciarsi in situazioni imbarazzanti ai limiti dell'harakiri.

Sotto il suo fare un po' distratto, però, si nasconde una grande tenacia: quella che le ha permesso di laurearsi in giurisprudenza e di iniziare a lavorare in uno dei più importanti studi legali di Milano.

- Il protagonista maschile di questa frizzante storia d'amore è Maximilian, il nuovo socio dirigente dello studio. Un arrogante, glaciale, indisponente, ma affascinante avvocato newyorkese.

Già il primo incontro è il preludio al disastro, Maximilian è un uomo che ti fulmina con lo sguardo e ti taglia con la lingua, e lei sembra alimentare la sua cattiveria, come il vento per un principio di incendio.

- Ma a vivacizzare la sua vita ci sono anche i colleghi: la frizzante Eugenia, indaffarata a stilare la propria lista di possibili fidanzati; il "morbido" e simpatico Edoardo.

Abbiamo occasione di conoscere bene anche i coinquilini della protagonista, gli adorabili Federica e Francesco: amici fedeli, sostenitori irriducibili anche nelle situazioni più difficili e altra fonte di comicità assicurata; dei personaggi che non si possono davvero definire secondari, perché il libro non sarebbe lo stesso senza di loro.

- Alessandra è una ragazza dolcissima, cresciuta sotto la campana di vetro con cui i genitori hanno sempre cercato di proteggerla e il cui unico difetto serio è il fidanzato, l'insopportabile Carlo Maria

- Francesco di Altamura, si trova a Milano per completare l'ultimo anno di studi. È lui ad occuparsi in modo molto premuroso delle due ragazze ed è anche un ottimo cuoco (cosa che non guasta mai!);

- Un ruolo fondamentale ha anche la famiglia di Sassi, la mamma e i cari vicini di casa, Alberto - un conte ricco, gentile e buono - e suo figlio Marco (un medico che però incontreremo alla fine).

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

La storia narrata in "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)" è ambientata a Milano, nello specifico ci spostiamo tra l'appartamento di Annalisa ed il prestigioso studio legale persso il quale ha appena iniziato a lavorare.

Vivremo una Milano ammantata di bianco che, oltre a qualche disagio sa regalre anche incontri inaspettati...!

Poi, però, vivo un momento di pura felicità quando all'arrivo mi appare il Castello a cui la nevicata ha già regalato venti centimetri di orlatura bianca.

Inoltre ho trovato che splendidi gli scenari con cui ci delizia l'autrice quando Sassi torna nella sua amata Brianza, a Verate (delizioso comune immaginario della Brianza), a casa di sua madre che vive nell'ex casa del custode del conte Aleardi.

Come è facile intuire dal titolo la storia si sposta a tratti anche nella magnifica New York della quale scopriremo un po' poco per i miei gusti, l'ufficio della società vicino a Wall Street e l'hotel in cui alloggiano i due protagonisti.

Ovviamente non mancano riferimienti ad alcuni luoghi noti della città come Sturbucks e il MOMA.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

Con la sua ambientazione contemporanea, "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)" inizia alla fine del mese di Novembre, più precisamente il 28, data che coincide con il primo giorno di lavoro della protagonista.

La storia si protrarrà per i mesi successivi, fino a concludersi nel mese di Aprile con un bellissimo matrimonio!

In questi mesi impareremo a conoscere al meglio Annalisa ma soprattutto sono utili per creare la storia d'amore che, rispetto ad altri romanzi nasce con calma e non con un colpo di fulmine seguito da passione esagerata.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

Virginia Bramati, in "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)" oltre ad una scrittura veloce, fluida e frizzante ha saputo creare una storia assolutamente impeccabile, dolce romantica, fiabesca e realistica allo stesso tempo. In alcuni passaggi mi ha ricordato un po' lo stile di Amabile Giusti in “Trent'anni... e li dimostro” con il suo stile dolce, sferzante e grintoso come la protagonista, morbido e auto-ironico, ma determinato e pieno di carattere.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

In "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)" la narrazione è affidata direttamente ad Annalisa, la simpatica e adorabile protagonista.

La sua cronaca franca e spregiudicata di tutti gli eventi li rende ancora più realistici e coinvolgenti.

...volendo in qualche modo "godere" della situazione, sollevo la faccia al cielo, chiudo gli occhi, allargo le braccia e (non ci posso credere) comincio a girare su me stessa, aprendo la bocca, tirando fuori la lingua e lasciando che i fiocchi vi cadano sopra

In questo modo, Annalisa (o meglio la Virginia Bramati) riesce a far calare nella parte anche il lettore.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

In "Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)", a tempo debito, sarà la storia d'amore, romantica e di sorprendente dolcezza, a far da padrona in questo romanzo però non sarà l'unico tema presente.

Si tratta sempre di tematiche semplici e non troppo profonde, verrà infatti evidenziata l'importanza del rapporto di amicizia tra la protagonista ed i suoi coinquilini.

Inoltre, ciò che infine completa perfettamente questo libro è un' innovativo pizzico di "giallo", che vede Annalisa alla ricerca di un'importante verità sul suo passato: la voglia della protagonista di riscattarsi a causa dell'ingiustizia subita da suo padre, che lo ha portato poi alla morte in giovane età, ha tinto il romanzo di mistero dandogli un tocco diverso rispetto alla solita commedia romantica.

I pregiudizi che purtroppo fanno parte del nostro mondo e con cui ci scontra ogni giorno, condizionano la vita della nostra protagonista che lotterà con i denti e con le unghie pur di riportare a galla la verità.

La ricerca della verità però si tradurrà più in una ricerca di se stessa, e si rivelerà una grande lezione i vita per la protagonista stessa, che con la sua giovane età ha certamente ancora da imparare dalla vita; ma per fortuna gli errori fanno crescere, maturare… e a volte ci costringono ad accettare sentimenti non facili da riconoscere.

Infine la storia d'amore tra Max e Sassi che nasce lentamente con tutti i suoi dovuti tempi. Ci sarà un periodo di crisi dove verrà alla luce il passato di Sassi che tanto cercava di tenere nascosto, ma l'amore perdona e redime.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''TUTTA COLPA DELLA NEVE! (E ANCHE UN PO' DI NEW YORK)'': Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''

Era da un po' di tempo che non leggevo una storia così completa, coinvolgente, perfettamente bilanciata tra divertimento, romanticismo, cameratismo e persino giallo.

Un romanzo la cui lettura è un assoluto piacere e in cui non riesco a trovare una sola nota negativa! L'ironia nel raccontare eventi quotidiani, disavventure, e piccole sfide comuni nella vita di una giovane donna, è perfettamente e soprattutto realisticamente, intrecciata ad una storia romantica, che tanto comune invece non è, anzi è quasi una fiaba, di una dolcezza che colpisce al cuore e crea un intreccio perfetto che fa innamorare di questo romanzo.

"tu mi piaci... tu mi piaci molto e credo... credo di essermi innamorata di te e, davvero, amare qualcuno... amare te non è facile, eppure è meraviglioso... un regalo troppo prezioso per buttarlo via" Annalisa

Voglio anche farvi notare un'altra nota positiva di questa lettura: Annalisa e Max conducono certamente vite molto diverse, e rispettando questa premessa, l'autrice non ci propone strane quanto inspiegabili apparizioni del tenebroso avvocato in inaspettati momenti della vita quotidiana della protagonista.

Sembrerà un'osservazione banale, ma riuscire a far scattare le prime scintille di questa relazione mantenendosi realisticamente solo in un ambito lavorativo è certamente una prova di pregevoli capacità narrative.

"Sono tornato a New York sperando di dimenticare. Ho cercato, sai, di dimenticare, ho aspettato giorno dopo giorno che il dolore diminuisse, ma tu mi hai preso il corpo e l'anima e io non posso più pensare di vivere senza di te" Max

Vorrei infine precisare che la versione da me letta non è quella della Mondadori, ma "l'originale" privo dell'editing e autopubblicata dall'autrice, quindi non so di quanto differisca da quella poi rivista e pubblicata dalla Casa Editrice.

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''Indice dell'Analisi del Libro ''Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare