Recensione ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza'' (Libro di Thalia Kalkipsakis) - 4.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza”.
  • Titolo originale: "Silhouette".
  • Autore: Thalia Kalkipsakis;
  • Nazionalità Autore: Austaliana;
  • Data di Pubblicazione: 16 Giugno 2015;
  • Editore: Piemme (collana Freeway);
  • Genere: Youn Adult;
  • Pagine: 263 p., rilegato.
  • Voto del Pubblico (IBS): 3 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza” di Thalia Kalkipsakis del giugno 2015, genere Young Adult. Evidenzieremo il riassunto del libro “Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'':

Thalia è cresciuta in una fattoria alla periferia di Melbourne, con un piccolo bosco sul retro perfetto per le fughe e le esplorazioni.

Suo padre ha lavorato come chimico industriale, mentre la coltivazione di fragole, carote e gli alberi di Natale erano l’azienda di famiglia.

Quando Thalia era piccola non era raro trovare germogli di piante nel congelatore, o il phon mancante perché era necessario per riscaldare uno degli esperimenti di suo padre.

L'infanzia di Thalia le mostrò la magia che può accadere quando la scienza e la natura si fondono con la creatività umana.

Dopo un’esperienza nella danza, ha lavorato come web editor e autrice di guide turistiche, ma la sua grande passione è sempre stata la scrittura.

Attualmente vive nello stato di Victoria, Australia, con il marito, due figli e due gatti neri.

I suoi libri di Thalia sono stati venduti in paesi in tutto il mondo, tra cui Brasile, Stati Uniti, Canada, Turchia, Cina e Corea.

La serie “Go Girl!” è stata molto popolare tra le ragazze di età scolare e include “The Worst Gymnast”, “Sister Spirit”, “Dancing Queen” e “Basketball Blues”.

Un’altra avventura di Thalia, oltre la serie “Go Girl!” è una raccolta di racconti chiamata “Head Spinners: six stories to twist your brain”, sei racconti per arrovellare il cervello. Una storia della serie, “It Began with a Tingle”, è stato finalista nella Fiction dei Bambini 2011 Aurealis Awards.

Nel 2012, Thalia ha pubblicato il suo primo romanzo Young Adult, “Silhouette”, tradotto in Italia nel 2015 con il titolo “Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza”.

Il secondo libro della trilogia Young Adult “Lifespan of Starlight” è stato pubblicato di recente.

Il primo capitolo della trilogia, omonimo della serie, è stato pubblicato nell’Aprile 2015 ed è ancora inedito in Italia.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Scarlett è bella, ambiziosa ed è la migliore alla National Academy of Performing Arts.

Danza sempre con passione e spirito di sacrificio e, se non fosse per il carattere ribelle, sarebbe sicuramente una ballerina perfetta.

A un mese dal diploma, però, durante un provino al quale si è iscritta di nascosto, conosce Moss Young, giovane e carismatica stella del rock al quale sembra sia concesso tutto.

Scarlett inizia a mettere in discussione la propria vita, piena di sacrifici e privazioni, dieta e male ai muscoli.

All'improvviso sperimenta uno stile di vita molto eccitante, dove è invidiata e fotografata, dove i rimproveri della madre e gli avvertimenti degli amici sembrano dissolversi in un'ininterrotta sequenza di feste e incontri divertenti.

Divisa fra la dedizione alla danza e il fascino di una vita senza restrizioni, Scarlett si spinge al limite, ma la sua caduta e conseguente rinascita, aiutata dagli adulti che la sostengono e dagli amici che non la abbandonano, la porterà alla maturità, artistica e personale.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

La protagonista del romanzo, come dice il titolo è Scarlett.

- Scarlett, fedele al suo nome con quella cascata di capelli rossi selvaggi, nasce e cresce in un mondo che la circonda di musica, di scarpette consumate, di poster di ballerine che la sorvegliano appese al muro della sua cameretta.

Dopo la prematura morte del padre la ragazza ha fatto dell’impegno e della danza i suoi motori della vita: vuole diventare come lui. Vuole entrare alla National Ballet Company e proseguire le orme del padre.

Scarlett è un personaggio che starebbe antipatico a molti lettori, perché si allontana dal ruolo da eroina. È testarda, fa di testa sua, si comporta male con gli amici, tratta malissimo la madre punendola. Perché lei è Scarlett Stirling, quella che tutti invidiano, quella che è il modello di chiunque dell'ambiente, quella che può farcela, quella che ha già il futuro programmato.

- Paige è la migliore amica di Scarlett, anche lei una ballerina. Le due ragazze si conoscono da anni e sono cresciute insieme, anche come artiste. Paige purtroppo non ha lo stesso fisico perfetto dell’amica e questo le provoca un po’ d’invidia, cosa tipica in questo ambiente. In realtà l’unico aspetto negativo della ragazza è l’altezza, infatti è un po’ troppo alta rispetto alla media.

- Moss Young è il protagonista maschile del romanzo e rappresenta tutto l'opposto della disciplina e dello stile di vita di Scarlett.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Lui è una bellissima rock star, capelli biondo scuro, basette sexy, jeans neri. Tutto gli è concesso, feste a base di droghe e alcool, notti intere a fare baldoria con gli amici, nessuna regola, nessuna restrizione. Per lui l’unica tregola della vita di un artista è la libertà... e lui la interpreta a modo suo!

- Jack è uno degli insegnanti di Scarlett e una delle sue figure adulte di riferimento. Pur essendo giovane ci tiene molto alla carriera della ragazza e cerca in tutti i modi di guidarla a fare le scelte giuste, sia per la carriera che per la sua vita.

- La mamma di Scarlett, Celeste, è un’insegnante di musica. Da ragazza sognava di diventare una pianista famosa ma, una volta rimasta sola, ha dovuto modificare il suo sogno in funzione della figlia. Ha un atteggiamente un po’ strano nei confronti di Scarlett, alle volte è piuttosto rigida nei suoi confronti e altre è molto rilassata e le lascia fare ciò che vuole... Solo su una cosa non transige, non vuole che la figlia frequenti la National Ballet Company e glielo proibisce, nel modo sbagliato; ma è una madre e, come tutte le madri, vuole proteggere sua figlia.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

“Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza” è ambientato in Australia ma l’autrice non specifica in quale città ci troviamo.

Gli unici riferimenti particolari che fa sono gli studi MPG, nei quali Scarlett e Paige vanno a fare la loro prima audizione e la National Ballet Company ma nessuno dei due ci aiuta a precisare dove vive la protagonista.

Per quanto riguarda le descrizioni dei luoghi della vita quotidiana di Scarlett, l’autrice li descrive in modo piuttosto sommario, preferendo concentrarsi sulla danza e sui setimenti della ragazza.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

Durante la lettura di questo Young Adult, grazie a vari riferimenti ci rendiamo conto di leggere un romanzo contemporaneo, ambientato ai giorni nostri, anche se l’autrice non lo specifica.

Riusciamo però a capire che la storia di Scarlett dura alcune settimane, infatti il romanzo inizia a poche settimane (circa un mese) di distanza dal saggio di fine anno all’accademia e finisce esattamente la sera dell’esibizione.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

Lo stile di Thalia Kalkipsakis è certamente molto semplice ma allo stesso tempo elegante. Con la sua semplicità riesce a coinvolgere grazie ai dettagli sulla protagonista. I personaggi secondari non sono così ben delineati ma nonostante questo sanno farsi apprezzare.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

NARRATORE DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

La narrazione di “Scarlett” è affidata alla protagonista, quindi possiamo parlare di narrazione interna.

Con questo tipo di narrazione solitamente risulta più facile immedesimarsi nel protagonista e comprenderne le scelte, forse in questo caso è un po’ più difficile perchè si parla di un ambiente particolare, quello delle ballerine classiche, che non tutti riescono a comprende non conoscendo la rigidità di quell’ambiente.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

La storia di Scarlett descrive un mondo che ci è lontano. Chi mai, quando va a vedere un balletto, si sofferma a riflettere a quello che c'è dietro le quinte, a chi c'è, al lavoro e ai sogni che ci sono? Ci soffermiamo sulla superficie.

Non vediamo i crampi, i sacrifici, le ginocchia sbucciate, le nocche arrossate, le vesciche ai piedi, gli ematomi nascosti, le diete forzate, quegli amici che possono essere anche dei nemici. Non vediamo che dietro ad una piccola gioia c'è un complesso di sacrificio. Un complesso di elementi che annebbiano la gioia della danza, anche ad una diciassettenne.

Una nebbiolina che diviene più fitta con il rapporto che lega Scarlett alla rockstar del momento Moss Young, il quale rappresenta tutto l'opposto della disciplina e dello stile di vita di Scarlett.

Lei si ritroverà a vagare in questa nebbiolina con le mano protese verso i suoi sogni, li cercherà, li vorrà afferrare e, alla fine, che vi si aggrappi o no, Scarlet troverà le due cose più importanti di tutte: se stessa, la vera se stessa, e il suo immenso amore per le scarpette, il suo vero amore.

Un altro tema importante che l’autrice riesce ad affrontare è l’utilizzo delle droghe da parte dei giovani e come possano cambiare per sempre le nostre vite.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''SCARLETT. QUALCUNO HA UNA VITA, IO HO LA DANZA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''

“Scarelett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza” mi ha sorpresa. Pensavo che al centro della storia ci fosse la storia d'amore tra la protagonista Scarlett e il famoso cantante Moss Young, invece mi sbagliavo perché al centro della storia c'è soltanto Scarlett e il suo amore per la danza.

Mentre leggevo, pensavo: come può nascere un'amore vero tra i due se Moss, snob, arrogante e poco rispettoso, spinge Scarlett ai limiti del baratro?

Mi sono chiesta, come può Scarlett, concedersi per la sua prima volta, ad un quasi estraneo?

Ed ancora, come faccio a dare un voto positivo al romanzo, se mentre leggevo lo avrei scaraventato dalla finestra?

Ma andando avanti con la lettura ho capito: la parte romance non è altro che una delle tante nuove esperienze, dei tanti errori che porteranno la protagonista a crescere e capire cosa sia giusto per lei. È proprio per questo motivo che Scarlett, dopo averla odiata per tre quarti di libro, alla fine riesce a farsi perdonare. Impara dai suoi errori.

Alla fine sci capisce che ciò che l’autrice vuole raccontare davvero è la travolgente storia d' amore tra una ballerina e il suo sogno, quel sogno che accelera i battiti del suo cuore, che la fa sentire viva, appagata, e che le fa superare tutti gli ostacoli, LA DANZA.

L'argomento danza e le varie difficoltà che le ballerine devono affrontare non sono soltanto citate, come spesso accade nei libri, ma sono approfondite quanto basta, senza andare troppo a fondo sull'argomento (stiamo pur sempre parlando di una lettura poco impegnativa) Consigliato, dunque a chi volesse leggere la storia di una rivincita e di crescita.

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''Indice dell'Analisi del Libro ''Scarlett. Qualcuno ha una vita, io ho la danza''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare