Recensione ''Quota 1222'' (Libro di Anne Holt ) [Serie Hanne Wilhelmsen vol.8] - 4.9 out of 5 based on 30 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Quota 1222''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Quota 1222”.
  • Titolo originale: "1222".
  • Autore: Anne Holt;
  • Nazionalità Autore: Norvegese;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Norvegia nel 2007 e in Italia nel 2015;
  • Editore: Einaudi (collana “Einaudi. Stile libero big”);
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 353 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 2,9 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

Recensione del Libro “Quota 1222” di Anne Holt del 2007, genere Giallo. Evidenzieremo il riassunto del libro “Quota 1222”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Quota 1222” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': 

Anne Holt (Larvik, 16 novembre 1958) è una scrittrice, avvocato e giornalista norvegese.

È cresciuta a Lillestrøm e Tromsø per poi trasferirsi ad Oslo nel 1978 dove vive con la compagna Anne Christine Kjær (nota anche come Tine Kjær) e la figlia Iohanne.

Anne Holt si è laureata in legge all'Università di Bergen nel 1986, ha lavorato per la Norsk rikskringkasting (NRK), l'azienda radiotelevisiva di stato norvegese, nel periodo fra il 1984 ed il 1988.

Successivamente ha lavorato per due anni al dipartimento di polizia di Oslo per poi diventare avvocato. Nel 1990 è tornata alla NRK dove ha lavorato per un anno come giornalista ed anchor woman per il notiziario Dagsrevyen.

Anne Holt ha iniziato la sua carriera di avvocato nel 1994 ed è stata ministro della giustizia norvegese dal 1996 al 1997.

La sua carriera di scrittrice inizia nel 1993 con la pubblicazione de “La dea cieca” la cui protagonista è l'ufficiale di polizia Hanne Wilhelmsen. Fra i libri successivi non ancora tradotti vi sono “ Løvens gap” (1997) e “Uten ekko” (2000), scritti in collaborazione con Berit Reiss-Andersen.

Anne Holt è uno degli autori di noir e libri gialli più famose della Norvegia. In Italia Hobby & Work nel 1999 ha pubblicato “Sete di giustizia” mentre tutti gli altri sono usciti da Einaudi: tra questi il suo libro più famoso, “Quello che ti meriti”, e “La porta chiusa”, in cui si assiste all'improvvisa e misteriosa sparizione del primo presidente donna degli Stati Uniti.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Dopo il deragliamento di un treno (è morto solo il conducente) tutti i passeggeri del treno sono costretti a restare in un hotel a causa di una bufera di neve terribile che si sta trasformando velocemente in una sorta di uragano.

In quell'hotel in seguito viene ucciso un prete che era tra i numerosi passeggeri del treno.

Quando qualcuno afferma che in quello stesso hotel ci siano stati degli spari Hanne vede qualcosa che le sembra molto strano.

Infatti un uomo e una donna con indosso degli abiti tipicamente musulmani hanno estratto delle armi e hanno cominciato a sparare.

Durante quello scontro a fuoco un uomo muore di infarto.

Inoltre nessuno sa chi ci potesse essere sull'ultima carrozza del treno, anche perché subito dopo lo schianto chiunque ci fosse su quella carrozza viene messo lontano dagli altri passeggeri.

Dopo molte ore che sono costretti a stare in quell'hotel un altro uomo di chiesa risulta scomparso.

Poco dopo trovano il suo corpo, nella stanza in cui era stato rinchiuso il cane da combattimento di uno dei passeggeri, eppure quell'uomo non è stato ucciso dal cane.

Quello stesso cane è stato ucciso in seguito perché stava per attaccare Hanne.

In più un uomo è morto mentre cercava di fuggire dall'hotel.

Dopo qualche altra ora coloro che si trovavano sull'ultima carrozza chiedono un posto dove stare e vengono ospitati in una stanza in cantina.

Con il passare di qualche altro giorno anche il tempo meteorologico sta cambiando e qualcuno potrebbe venire a salvarli già il giorno successivo.

Quindi adesso Hanne deve scoprire chi è stato a commettere quegli omicidi così tutti potranno andare via dell'hotel.

Hanne inizia a mettere insieme tutti gli elementi che piano piano ha iniziato ad “avere in mano” per cercare principalmente di scoprire chi avesse un movente per uccidere i due preti.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

I personaggi principali di questo romanzo sono fondamentalmente quattro: Hanne Wilhelmsen, Geir Rugholmen, Magnus Streng e Berit Tverre.

- La protagonista è decisamente Hanne Wilhelmsen, è ormai sulla sedia a rotelle da alcuni dopo una sparatoria in cui le sono stati recisi i nervi della schiena.

È sposata con Nefis e insieme hanno una bambina di nome Ida. Dopo la sua paralisi Hanne ha lasciato la polizia per vivere molto isolata dal mondo tranne che per la sua famiglia. È una donna di mezza età e di aspetto normale.

- Geir Rugholmen ha gli occhi di un colore non decifrabile, potrebbero essere grigi, castani o grigiastri.

Ha la r moscia ed è un avvocato civilista che si occupa di proprietà immobiliari. È sposato con un avvocato che sembra essere una penalista.

- Un altro personaggio importante è Magnus Streng, un dottore che si trovava nel treno coinvolto nell'incidente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Raggiunge appena un metro e quaranta di altezza ma ha quasi la stessa circonferenza. La testa è troppo grande rispetto al corpo e le braccia sono tozze e corte. Ha una voce cupa.

- Infine l'ultimo personaggio importante è Berit Tverre, la responsabile del Finse 1222. Ha i capelli biondi, raccolti in una coda di cavallo, gli occhi azzurri.

È una direttrice d'albergo pronta, bella sui trentacinque anni.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

“Le costruzioni... erano state edificate in un'epoca in cui le cose richiedevano il loro tempo, e da uomini che conoscevano la montagna e gli umori degli dèi meglio di quanto non conoscessero i propri figli”.

L'intera vicenda si svolge in Europa, e più precisamente in Norvegia. Il treno stava viaggiando da Oslo per arrivare a Bergen. In realtà i fatti hanno luogo quasi interamente (tranne un piccolissimo accenno al momento in cui erano sul treno) in un hotel, il Finse 1222.

Si parla anche di Finsenut e del lago di Finsevann. Inoltre vengono nominati anche il dorso montuoso di Hallingskarvet e il ghiacciaio di Hardangerjøkulen.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

I tempi sono decisamente ben precisati e esplicitati in modo dettagliato anche se le vicende narrate in questo libro non durano effettivamente molto. Il giorno in cui il treno è partito da Oslo è il mercoledì 14 febbraio del 2007.

Trascorrono almeno 36 ore e gli unici altri due giorni precisati sono venerdì 16 febbraio e sabato 17 febbraio (ovviamente dello stesso anno, il 2007). Anche se i giorni non sono molti, spesso si vede quasi trascorrere il tempo ora per ora ( sia durante le ore di giorno ma anche di notte).

Nonostante tutto però il lettore a volte perde la cognizione del tempo.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

La scrittura è fluida e scorrevole. Il linguaggio pur essendo per la maggior parte del romanzo semplice, è in alcuni casi inframmezzato da termini tecnici e specifici come quando si parla della scala di Beaufort ( è una “scala” con cui viene misurata la forza del vento in un determinato luogo).

 

NARRATORE DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

Il romanzo, in questo caso, è narrato da un narratore interno alle vicende narrate; dunque il narratore è omodiegetico.

Cioè il narratore è in prima persona. Quindi il narratore non è onnisciente, in quanto non sa cosa è accaduto in passato ai personaggi e non sa nemmeno cosa gli accadrà in futuro.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

In questo romanzo ci sono alcune tematiche che sono molto importanti.

La prima è quella della religione, argomento già trattato in altri libri quali: “Corpi senza volto” , “Le ossa del diavolo” , “Ossario” , “Io confesso” , “Carne e ossa” e “Viaggio fatale” . In molti casi alcuni vogliono far prevalere una religione su tutte le altre o comunque su alcune delle altre religioni.

Infatti spesso questo porta ad avere dei sentimenti di diffidenza nei confronti ad esempio di musulmani.

Un altro tema ben esaminato, anche se in parte marginalmente, è quello del razzismo.

Come nel libro “La cacciatrice di ossa” , anche in questo caso il razzismo è nei confronti di coloro che sono ritenuti “diversi” sia per il colore della pelle sia per la religione professata.

Infine l'ultimo argomento fondamentale è quello del terrorismo, come si vede in “Caos” , “Sparizione” e “Atlantis genesi” . Anche se in questo caso è soltanto marginale, in quanto si pensa che un terrorista viene trasportato su un treno da alcuni agenti segreti.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Inoltre un'altra cosa che si può notare in questo romanzo è che quando numerose persone sono costrette a stare insieme in un luogo chiuso spesso diviene difficile conviverci, in quanto si “trovano” sempre i modi per litigare con gli altri.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''QUOTA 1222'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''

Questo è l'ottavo romanzo di Anne Holt che ho letto ed è anche l'ottavo romanzo della serie Hanne Wilhelmsen.

Nonostante tutto ciò questo è sicuramente il libro che ho preferito su tutti quelli della stessa autrice. Infatti non solo questo risulta abbastanza originale (anche nella trama) ma è quello che ho letto in minor tempo soprattutto perché il lettore è in qualche modo “spinto” a voler conoscere il modo in cui va a finire la vicenda.

Inoltre il modo di indagare qui a causa della situazione strana in cui si trovano i personaggi è totalmente diverso da quello che abbiamo visto negli altri libri.

Anche perché in questo caso la protagonista non è più una poliziotta e non ha molti mezzi con cui può svolgere le indagini.

Lungo tutto il romanzo viene sempre mantenuta la suspense nel lettore. I colpi di scena nel libro sono decisamente molti. È inoltre difficile per il lettore scoprire chi è il colpevole prima della fine e prima che l'investigatore stesso lo scopra e ce ne spieghi il motivo.

Inoltre viene messa in risalto dall'autrice in questo caso l'introspezione psicologica della protagonista del romanzo stesso.

Soprattutto perché deve esaminare la propria vita dopo essere finita su una sedia a rotelle dopo una sparatoria.

 

Articolo scritto da Lucia Raso

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Quota 1222''Indice dell'Analisi del Libro ''Quota 1222''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare