Recensione ''Quando amore non mi riconoscerai'' (Libro di Vincenzo Di Mattia) - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Quando amore non mi riconoscerai”.
  • Titolo originale: "Quando amore non mi riconoscerai".
  • Autore: Vincenzo di Mattia;
  • Nazionalità Autore: Italiana;
  • Data di Pubblicazione: 2014;
  • Editore: Piemme (collana ''Piemme Voci'');
  • Genere: Biografia e autobiografie/Salute;
  • Pagine: 273 pagine;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Quando amore non mi riconoscerai” di Vincenzo di Mattia del 2014, genere Biografie e autobiografie. Evidenzieremo il riassunto del libro “Quando amore non mi riconoscerai”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Quando amore non mi riconoscerai” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'':

Vincenzo di mattia è nato nel 1932, ha lavorato a lungo in Rai e ha collaborato alla produzione degli sceneggiati tratti da classici della letteratura.

È scrittore e autore teatrale di opere pluripremiate e rappresentate in importanti teatri, dal Piccolo di Milano al Teatro di Roma.

Vincenzo e la moglie Silvana, si conoscono nel 1961 e dopo alcuni anni decidono di sposarsi.

Quando amore non mi riconoscerai”, nato come testimonianza di un’esperienza personale, si è trasformato in un progetto familiare in cui Vincenzo e la figlia Francesca si sono ritrovati, accomunati nell’impegno di trasmettere il loro vissuto e le loro emozioni.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

"Il rossetto nel frigo, l'arancia tra la biancheria, lo spazzolino nelle posate, le calze sul piatto. D'improvviso il caos. Fraseggi senza logica, domande infantili, scambio del sole con la luna, apatia e attivismo, Venere nell'Ave Maria, Gesù in Catullo, spavento per la luce, fobia per i balconi. Mi chiedo perché, cerco di capire."

Tra amore infinito, dolore, impotenza e rabbia trascorrono le giornate di Vincenzo.

La sua vita ormai è fatta di gesti ripetuti, di sguardi attenti rivolti alla sua metà, di attenzione a tutti i bisogni sempre più infantili della donna che per anni ha tenuto in piedi perfettamente i rapporti che contano.

Era lei a trovare il modo di essere sempre presente per il marito con gesti d’affetto e attenzioni, lei che amava leggere, fotografare, fare il suo lavoro d’insegnante, organizzare al meglio il tempo e lo spazio per non lasciare il vuoto da nessuna parte.

Poi però un giorno si presenta il primo segnale dell’Alzheimer a cui il marito non dà il giusto peso: il rossetto è nel frigo. Da quel momento in poi il vuoto nella testa si allarga sempre più, cancellando i ricordi, i pensieri e tutto ciò che ha valore per vivere.

La prigione che vive la donna da quel momento in poi a causa dell’Alzheimer sembra essere più dura per il marito che ha la consapevolezza di ciò che sta accadendo e vede appassire ogni giorno quel fiore prezioso.

Anche se sembra che a nulla servano i giochi, i racconti, le foto e le attenzioni che il marito mette in piedi per la moglie, ogni istante narrato in questo libro mostra la forza, il coraggio e l’amore non solo di Vincenzo, ma anche di sua moglie, perché è evidente che quell’amore è stato corrisposto per tanti anni. Ed è questa la qualità più intensa del libro “Quando amore non mi riconoscerai”.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

I protagonisti della biografia “Quando amore non mi riconoscerai” sono Vincenzo e la moglie Silvana.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Silvana era una donna forte, sicura e colta. Docente di storia medievale all’univeristà “La Sapienza” di Roma.

È lei a tenere insieme sia la famiglia che il rapporto con il marito, è lei a trovare il modo di rendersi presente al marito con gesti d’affetto. Silvana è appassionata di libri, fotografie e del suo lavoro.

D’improvviso cominciano i primi sintomi, ai quali nessuno in famiglia ha dato peso, presi per distrazioni o stanchezza come ad esempio mettere il rossetto nel frigorifero o trovare un’arancia tra la biancheria.

Dopo poco Silvana scopre di soffrire di Alzheimer e da li la sua vita cambia. Inizia a perdere coscienza di se.

- È Vincenzo che si rende più conto di tutti i cambiamenti e che deve fare i conti con la nuova vita che lo aspetta.

La malattia di Silvana ha cambiato anche lui: la sua mente non si ferma mai, non smette di chiedersi cosa avrebbe potuto fare di più, di diverso; cosa ha provocato la malattia, se si fosse comportato diversamente sua moglie si sarebbe ammalata comunque?

Viviamo con Vincenzo quell’abisso che è l’Alzheimer “appena mi vede: «Ah, c’è papà!» esclama. E io che vorrei urlare: «Non sono tuo papà». Non vedi? Sono tuo marito, l’uomo che ti ha amato, il padre di tua figlia.” ma lui non si stanca mai di stare accanto alla moglie, nonostante le difficoltà iniziali continua a provare e sperare facendole ascoltare musica, parlandole di storia e proponendole giochi.

- Anche la figlia Francesca ha un ruolo importante, sia nella scrittura che nelle decisioni prese per la madre. Tanto che decide di smettere di lavorare all’estero per poterle stare più accanto e aiutare il padre ad accudirla.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

Quando amore non mi riconoscerai” è ambientato a Roma. Splendida capitale italiana. É qui che vivono Vincenzo e Silvana, qui che hanno la maggior parte dei loro ricordi. Anche la casa di cura dove, con il tempo decideranno di ricoverare Silvana, si trova in città.

Le descrizioni in questa biografia sono distribuite in modo molto “pratico”, cioè sono inserite quando servono per far capire al lettore, ad esempio, le modifiche che sono state apportate alla casa di famiglia. Non sono mai eccessive o pensanti e non infastidiscono la lettura.

La prima cosa che ci fu detta fu di smantellare la casa, di dare un diverso assetto ai mobili, di spogliare le stanze di suppellettili, di togliere le chiavi dalle porte, di sigillare farmaci, alcol, detersivi, di nascondere fiammiferi, accendini, eventuali inneschi di fuoco, di elevare le ringhiere dei balconi, di coprire specchi o superfici riflettenti, di serrare le uscite, di cucire sui vestiti etichette con nome e telefono, di dipingere le pareti di segnaletiche.

Disseminare l’appartamento di luci di cortesia, mantenere gli ambienti privi di rumori, incollare dovunque biglietti promemoria, colorare la porta del bagno, creare contrasti policromi tra pavimenti, soffitti e pareti per evidenziare gli oggetti, installare corrimano, usare tovaglie di plastica.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

In “Quando amore non mi riconoscerai” ci troviamo qualche anno prima della pubblicazione del libro ma non c’è una precisa scansione temporale.

I ricordi e il presente si alternano senza un ritmo preciso durante la narraizone. Questo apsetto però non disturba perchè risulta comunque abbastanza facile seguire il corso dei pensieri del narratore.

Non abbiamo riferimenti precisi di quanto durano le vicende che coinvolgono Vincenzo e Silvana, ma possiamo intuire che si tratti di alcuni anni, i primi tempi dopo la diagnosi e gli anni successivi, approssimativamente fino al 2012.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

La scrittura di “Quando amore non mi riconoscerai” è insolita, come un diario trasformato in romanzo. Ed è effettivamente così che è cominciato, come un diario, una raccolta di pensieri da parte di Vincenzo.

Inoltre è ricco di riferimenti culturali, di personaggi e opere classiche, baglio dell’esperienza dell’autore che emergono durante la scrittura.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

In “Quando amore non mi riconoscerai” possiamo parlare di un narratore interno. Il libro è stato scritto da Vincenzo di Mattia, marito e co-protagonsta di Silvana.

La narrazione interna in questo caso è fondamentale, così cruda e a volte dura, che ci permette di scoprire i pensieri, le paure e le frustrazioni di Vincenzo, così come i suoi desideri e i suoi sogni.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

Tema principale di “Quando amore non mi riconoscerai” è l’Alzheimer, quel maledetto accumulo extracellulare di placche senili costituite principalmente dal peptide β-amiloide (Aβ) e ammassi neuro fibrillari intraneuronali, formati da proteina tau iperfosforilata, se lo vogliamo descrivere morfologicamente con terminologia ineluttabilmente scientifica,fredda, cruda, atarassica ed apatica ma è molto di più.

E Vincenzo Di Mattia lo descrive molto bene con una prosa lirica da cui vengono fuori magistralmente ricordi, riflessioni, forti emozioni.

È tutto scritto, tremendamente lapalissiano ma nello stesso tempo accettabile, perché segnato nelle pagine della loro vita auspicabile e ideale.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Ma se come in “Le pagine della nostra vita” di Nicholas Sparks proprio la patologia neurodegenerativa per eccellenza s’insinua violentemente come un’invasione barbarica non solo nel cervello ma anche nel corpo, non solo nella memoria, nella perdita delle storie del passato e della vita presente, ma anche nel misconoscimento delle persone che popolano queste storie, allora si assiste alla perdita delle cellule cerebrali, alla dismissione della mente, all’inizio di una vita priva di competenze senza sollecitazioni interne, senza coordinazione, in balìa degli effimeri impulsi, senza progetto, alla deriva.

Recentemente vi ho parlato anche di “Still Alice. Perdersi”, che tratta lo stesso tema, da un diverso punto di vista, quello della paziente. È bello avere la possibilità, pur trattandosi di storie di pazienti diverse, di vedere i due punti di vista: quello del paziente e quello di chi lo accudisce.

Un altro tema che traspare da questo libro è quello dell’amore. Un amore puro e molto forte, un marito che non si arrende e che decide di stare accanto alla moglie sia “nella buona che nella cattiva sorte”.

Stare insieme è già il massimo dei doni e non serve fare il clown, il saltimbanco, il cabarettista. Stare insieme e riconoscersi. Basta questo. Almeno fino a quando mi riconoscerà”

lo dice lui aggiungendo

“Quando non mi riconoscerà più lei morirà per me. E quel corpo che continuerò a vedere sarà come un fantasma, come un vestito che mi è sfuggito dall’armadio. Ma accadrà che mi smentirò, perché se lei non mi riconoscerà, la riconoscerò io e sarà più tenero l’amor mio non ricambiato

 

COMMENTO DEL LIBRO ''QUANDO AMORE NON MI RICONOSCERAI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''

In questo libro si racconta l'arduo percorso dell'autore nel prendersi cura della moglie malata di Alzheimer dove si dibatte nel continuo conflitto dello stare accanto alla propria compagna pur vivendo una grande dolore misto a rabbia e impotenza.

Una vita che potremmo definire "donata" alla moglie, per esaudire i suoi bisogni che divenivano col tempo sempre più infantili ribaltando la situazione affettiva fino ad all'ora vigente: in passato era lei a trovare il modo di essere sempre presente per il marito con gesti di affetto e attenzioni, lei che amava leggere, fotografare, fare il suo lavoro d’insegnante, organizzare al meglio il tempo e lo spazio per non lasciare il vuoto da nessuna parte.

Il libro racconta una storia di coraggio senza riserve, anche di sua moglie, nonostante la sua "assenza", solo perché tanto è stato dato e tanto amore è stato versato in questo rapporto. Questa è una delle qualità più forti del libro “Quando amore non mi riconoscerai”.

È una testimonianza di tutto l’amore che si può, una dichiarazione in extremis che non siamo fatti per restare soli, un grazie di essere esistita nonostante la malattia abbia trasformato il rapporto, nonostante la rabbia, nonostante col perderla abbia perso se stesso… io lettrice esprimo sottovoce, per non disturbare e con timidezza la mia gratitudine a Vincenzo e Francesca Di Mattia perché se mi è battuto forte il cuore fino all’ultima riga, il vostro mettervi a nudo è servito a tanto.

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''Indice dell'Analisi del Libro ''Quando amore non mi riconoscerai''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare