Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Papà Goriot''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Papà Goriot”.
  • Titolo originale: "Le Père Goriot".
  • Autore: Honoré de Balzac; 
  • Nazionalità Autore: Francese; 
  • Data di Pubblicazione: 1834; 
  • Editore: BUR; 
  • Genere: Classico; 
  • Pagine: 318 pagine; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 5 su 5

 

DOVE COMPRARLO

QUI INSERISCI LA STESSA IDENTICA DESCRIZIONE CHE SCRIVERAI A FONDO PAGINA

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': 

Honoré de Balzac è probabilmente, con Victor Hugo ed Alexandre Dumas, il più grande scrittore francese mai nato e, di sicuro, uno fra i più grandi di tutti i tempi e di tutte le nazioni.

Le sue vicende personali (sempre in corsa contro i debiti che lo soffocavano e prolificissimo dal punto di vista letterario) e la sua immensa opera, la “Commedia Umana”, ne sanciscono l'ingresso di diritto nel grande panthèon dei più grandi artisti di ogni tempo, egli ha saputo restituirci una visione disincantata, spesso amara e tragicamente reale di un'età – quella della Restaurazione all'indomani della caduta di Napoleone e dell'ascesa della borghesia – che ha trovato in lui il suo migliore interprete. Nei suoi romanzi la borghesia, con i suoi vizi, i suoi peccati e le sue illusioni, è dipinta con l'abilità di un pittore, attraverso la narrazione di storie indimenticabili e la creazione di personaggi che resteranno immortali, come Papà Goriot, Eugènie Grandet, Lucien de Rubemprè, ecc.

Honoré de Balzac nacque a Tours nel 1799. Trascorse una difficile infanzia, lontano dalla famiglia e soprattutto dall'adorata sorella Laure, nel Collegio di Vendome, uscito dal quale, a causa di un forte esaurimento nervoso, si trasferì con l'intera famiglia a Parigi. Avviatosi dapprima con scarso coinvolgimento verso la carriera legale, decise di abbandonarla per dedicarsi totalmente alla letteratura, decisione che lo pose in aperto contrasto con la madre, che gli garantì una pensione minima, appena sufficiente per la sopravvivenza.

Ma Balzac non smetteva di sognare in grande e trascorse la vita a tentare imprese enormi, tutte fallimentari, e a compiere spese folli che poi non riusciva a coprire. L'intera sua esistenza è caratterizzata da questi alti e bassi economici e dalla continua fuga dai creditori che lo perseguitavano (fu anche in prigione per poco tempo) ed ai quali non riusciva a pagare interamente i propri debiti nonostante l'immenso successo delle sue opere e la fama che lo accompagnava ovunque arrivasse.

Amò moltissime donne, ma il suo più grande amore fu una nobildonna ucraina che gli scrisse con lo pseudonimo di "straniera" per complimentarsi della sua opera e che si rivelò poi essere la Contessa Eva Hanska. Con la donna Balzac iniziò una lunghissima relazione, per alcuni anni soltanto epistolare nonostante sporadici incontri in Svizzera ed in Austria, che lo scrittore si ostinò caparbiamente a portare avanti anche quando aveva al suo fianco a Parigi altre donne e che si concluse finalmente nel 1850 con il matrimonio dei due, visto che nel frattempo Eva era rimasta vedova. Ma il matrimonio, celebrato in Russia, dove lo scrittore aveva raggiunto la donna, giunse troppo tardi. Rientrato a Parigi nel giugno dello stesso anno, Balzac iniziò a stare male ed in breve tempo la sua avventurosa esistenza si consumò. Morì il 18 agosto 1850 fra atroci sofferenze nella bellissima casa che aveva allestito e preparato lui stesso per l'amata moglie.

Fra le sue maggiori opere, più di cento raccolte nella monumentale “Commedia Umana”, si ricordano: “Eugènie Grandet”, “Papà Goriot”, “Le illusioni perdute”, “La cugina Bette”, “Il cugino Pons”, “Un tenebroso affare”.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Il romanzo, probabilmente il più bello ed il più celebre di Balzac, narra, in modo inaspettatamente partecipato, la storia di Papà Goriot, un anziano pastaio, giunto dalla provincia a Parigi e ritiratosi, poichè oramai in pensione, a vivere in una locanda condotta da una donna, curiosa e pettegola, Mamma Voquer.

Goriot vorrebbe confondersi fra gli altri pensionanti e portare avanti la sua anonima esistenza trincerandosi dietro una parvenza di miseria quasi pidocchiosa, che fa sì che il pover uomo sia sempre al centro dei discorsi e della curiosità della locanda. In verità Goriot è ricchissimo, ma le ricchezze acccumulate durante tutti gli anni sono destinate alle sue due adoratissime figlie, Anastasie e Delphine, che solo di rado e sempre di nascosto vengono a trovarlo e la cui esistenza il vecchio padre vuole tenere segreta. Le due donne, ben sposate ed entrate nel mondo dorato dei salotti parigini, vanno avanti tra spese folli che spesso non possono sostenere e devono rivolgersi continuamente all'anziano padre, che non è in grado di negare loro nulla.

All'interno della locanda di Mamma Voquer vi sono poi almeno altri due personaggi notevoli che occupano pagine importanti di questa storia: Vautrin, un uomo carismatico e affascinante, abile oratore, dal passato oscuro, che si rivelerà essere in realtà un galeotto, ed Eugène de Rastignac, un giovane studente di legge giunto dalla provincia, ricco di sogni e di ideali, ma in realtà affamato di successo.

Rastignac conosce le due figlie di Goriot, restandone affascinato e divenendo l'amante di una delle due. Così si avvicina anche al vecchio pastaio, il quale usa il giovane per avere notizie delle figlie, che altrimente ignorerebbe, in quanto le due donne usano presentarsi al padre solo al momento del bisogno.

Così Rastignac, improvvisamente catapultato nel mondo che ha sempre sognato, comincia ad alimentare inconsciamente la propria ambizione ed insieme inizia a conoscere meglio il vecchio pastaio e la sua intima tragedia e si troverà, lui solo, ad accompagnarlo verso il suo trgico epilogo.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

I personaggi principali del romanzo sono:

- Papà Goriot, protagonista assoluto del libro e frutto immortale ed indimenticabile del genio di Balzac. Pastaio in pensione, padre di Anastasie e Delphine, vive nella locanda di Mamma Vaquer ostentando una paurosa miseria, in verità l'uomo è ricchissimo e nasconde la sua fortuna – soprattutto oggetti di argento che è in grado di stritolare con le sue forti mani – nella sua stanza e che adopera unicamente per coprire le spese folli delle due sorelle ed i loro debiti. Ma la dedizione assoluta per le due figlie non verrà ripagata con la loro gratitudine e riconoscenza. L'uomo morirà solo, invocandole inutilmente, ed assistito soltanto da Rastignac.

- Eugène de Rastignac, giovane studente di legge alloggiato nella stessa pensione in cui vive Papà Goriot. Affascinato da entrambe le figlie del vecchio pastaio, diverrà l'amante di Delphine. E' uno dei personaggi di Balzac destinati a ricomparire in altri romanzi della Commedia Umana

- Anastasie e Delphine, figlie di Papà Goriot, sposate rispettivamente ad un conte e ad un banchiere.

- Mamma Vaquer, proprietaria della locanda in cui è ambientato in gran parte il romanzo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Vautrin, pensionante nella locanda di Mamma Vaquer. All'apparenza misterioso e intelligente gentiluomo, in verità è un galeotto e verrà arrestato nella stessa locanda al cospetto degli altri pensionanti.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Il romanzo si svolge in una Parigi soltanto apparentemente dorata. I bei palazzi dalle belle sale ricche di mobilia preziosa ed i salotti in cui Anastasie e Delphine vivono sono in realtà una copertura per quella che è la vera ambientazione del libro, quella in cui vive il protagonista con la sua intima tragedia, ovvero la terribile locanda di Mamma Vaquer, frequentata da povere fanciulle ingenue dal cuore ricolmo di speranze, giovani studenti ambiziosi e delinquenti in cerca di un luogo in cui nascondersi.

Bellissima è poi la scena finale, che merita un appunto a parte: Rastignac ha accompagnato alla sua estrema dimora Papà Goriot ed ora dall'alto del Père Lachaise, con l'immensa città di Parigi che pare stendersi ai suoi piedi, contempla quel mare di case e persone e dichiara a gran voce guerra ad essa ed a tutti i suoi abitanti.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Il libro è ambientato in piena restaurazione. L'azione parte all'indomani della caduta napoleonica e rappresenta nelle sue pagine alla perfezione l'epoca durante la quale la storia si svolge.

Balzac, che ha vissuto quegli anni in prima persona e, pertanto, sceglie un'ambientazione per lui assolutamente contemporanea (ricordiamo che il romanzo è del 1834) è di bravura insuperabile nel rappresentare l'inarrestabile ascesa della borghesia – la nuova nobiltà dell'epoca – qui rappresentata alla perfezione dal marito di Delphine, banchiere, e dalle stesse due figlie di Goriot, che pur non essendo di nobili natali assurgono ad un'apparente posizione di benessere e ricchezza grazie ai loro matrimoni, in virtù dei quali sono entrate a far parte del mondo dorato parigino.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Lo stile è del migliore e più grande Balzac. Ricco, a tratti prezioso, sempre profondo, maturo e all'occorrenza tristemente amaro.

Meravigliosa la descrizione degli ambienti, in particolare della locanda in cui vive Papà Goriot, ma assolutamente indimenticabili le descrizioni dei personaggi come Goriot, Rastignac e Vautrin, vere perle del genio di Balzac che rendono il romanzo un vero capolavoro.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Il narratore è esterno, ma è onnisciente e ci fa vivere letteralmente la storia mettendoci a conoscenza di pensieri e sensazioni che passano nella mente e nel cuore dei protagonisti. La narrazione è così veramente ricca e completa, ma non ci sono anticipazioni di ciò che il lettore andrà a scoprire.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Il tema fondamentale del libro è il dramma umano dell'amore e dell'ingratitudine che il protagonista, Papà Goriot, vive sulla propria pelle. L'uomo, dopo avere dedicato la sua intera esistenza alle due figlie ed avere consegnato loro tutte le propria ricchezze condannandosi alla miseria più nera, si vedrà abbandonato proprio dagli oggetti del suo folle amore.

Il romanzo è ricco di monologhi e dialoghi in cui il protagonista, anche falsando volutamente la verità, con le sue parole e con il suo comportamento enfatizza quello che è il senso proprio della storia, la sua tragedia più intima alla quale siamo tutti chiamati a partecipare.

Accanto a questo, particolarmente interessante è il tema dell'ambizione umana legata alla figura di Rastignac. Il giovane, a Parigi per studiare legge e alloggiato nella stessa locanda in cui vive Papà Goriot, è inizialmente un personaggio positivo, con degli ideali che sembra seguire.

Ma dopo essere divenuto amante di una delle figlie di Goriot ed avere spiato in quel mondo in cui desidera vivere, si lascia andare alle più sfrenate ambizioni ed in chiusura del romanzo, dopo le ultime lacrime versate per Papà Goriot, lo troviamo più che mai deciso a conquistare il mondo dorato di Parigi.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

COMMENTO DEL LIBRO ''PAPA' GORIOT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''

Papà Goriot” è senza alcun dubbio un capolavoro, forse il migliore romanzo dell'immortale scrittore francese. Se Balzac è generalmente grande, in quest'opera è stato immenso consacrando sulle pagine e regalandoci figure indimenticabili come il triste protagonista o l'ambizioso Rastignac, che troveremo ancora nella “Commedia Umana”, ma soprattutto creando e narrando una storia drammaticamente umana, in cui per qualche verso ognuno di noi potrebbe ritrovarsi, quella di Goriot appunto, tragicamente profonda, triste, ma straordinariamente vera.

La figura di questo padre che si priva di tutto, perfino del pane, per regalare la felicità ed il benessere alle proprie figlie, per accontentarne i capricci ed alimentarne i vizi, e finisce per morire da solo, completamente abbandonato da loro, e nella più oscura povertà, non solo tocca le corde più profonde dell'anima, ma invita soprattutto alla riflessione e fa di “Papà Goriot” un romanzo non solo da leggere con vero piacere e partecipazione, ma anche da meditare.

Non posso, pertanto, fare altro che consigliare la lettura e la rilettura di questo romanzo che è un grande classico e che, come tale, è destinato a non passare mai di moda ed a restare sempre incredibilmente attuale.

 

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Papà Goriot''Indice dell'Analisi del Libro ''Papà Goriot''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare