×

Messaggio

Failed loading XML...

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Piccole donne crescono''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Piccole Donne crescono”.
  • Titolo originale: "Little Women (Good Wives)".
  • Autore: Louisa May Alcott;
  • Nazionalità Autore: Inglese; 
  • Data di Pubblicazione: 1869;
  • Editore: Giunti editore;
  • Genere: Classici per ragazzi;
  • Pagine: 224 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 2,71 su 5

 

DOVE COMPRARLO

Recensione del Libro “Piccole Donne crescono” di Louisa May Alcott del 1869, genere Classici per ragazzi. Evidenzieremo il riassunto del libro “Piccole Donne crescono”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Piccole Donne crescono” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': 

Louisa May Alcott nasce a Germantown il 29 novembre del 1832.

Scrittrice statunitense, è principalmente conosciuta come l'autrice della tetralogia di libri per ragazzi "Piccole donne".

La Alcott ha scritto anche sotto lo pseudonimo A. M. Barnard.

Secondogenita di una famiglia numerosa, Louisa riceve un'istruzione privata ed è figlia di Amon Bronson Alcott, filosofo trascendentalista e educatore, e Abigail May.

Tra il 1843 e il 1844 gli Alcott si trasferiscono, per un breve periodo, in una comunità chiamata Utopiah Fruitlands.

Questa comunità si avvia verso il fallimento e presto la famiglia, con il sostegno dell'amico di famiglia Emerson, compra un cottage in Massachussets, nella città di Concord.

La giovane cresce e vive nella cittadina del Massachussets. A causa della difficile situazione economico-finanziaria della famiglia, Louisa inizia a lavorare fin da giovanissima come governante, insegnante, sarta, aiutante e solo in seguito svolge l'attività di scrittrice.

La donna trae spunto dai suoi scrittori preferiti: le sorelle Brontë e Goethe e nel 1848 legge con grande attenzione e ammirazione "La dichiarazione dei sentimenti" elaborata dalla Seneca Falls Convention, in cui si descrivono i diritti delle donne.

Sei anni dopo pubblica la sua prima novella intitolata "Flower Fables".

La felicità per la pubblicazione del suo romanzo però dura poco: la sorella Lizzie, nel 1858, muore a causa della scarlattina e la sorella Anna si sposa. La Alcott percepisce questi avvenimenti come la definitiva rottura della sorellanza.

La scrittrice, in età adulta, sostiene il movimento a favore dell'abolizione della schiavitù e il movimento femminista collaborando come giornalista nel "The Woman's Journal".

Si batte per il diritto di voto alle donne ed è la prima donna a votare nella cittadina di Concord.

Il decennio successivo si rivela molto duro per la Alcott: nel 1857 non riuscendo a trovare lavoro medita il suicidio.

Tuttavia nel 1865 conduce un viaggio in Europa in compagnia di un amico invalido ed è qui che ha occasione di conoscere molti scrittori.

Tra il 1862 e il 1863, durante la Guerra di Secessione americana, presta servizio come infermiera volontaria nell'ospedale di Georgetown.

In questa circostanza sfortunatamente contrae il tifo, riuscendo però a sopravvivere.

In questo periodo scrive "Racconti dall'ospedale", ottenendo un ottimo giudizio dalla critica e un grande successo letterario.

L'anno seguente scrive un'altra novella, "Moods", che viene pubblicata.

Tra il 1868 e il 1869 la Alcott scrive il suo più grande successo letterario, "Piccole donne".

L'opera viene pubblicata dall'editore americano Thomas Niles che chiede alla scrittrice di scrivere altri romanzi: "Piccole donne crescono", "I figli di Jo", "Buone mogli" e "Piccoli uomini".

Della sua vita amorosa non si sa nulla tranne che non contrarrà mai matrimonio.

Dopo la morte della madre, nel 1879 muore anche la sorella minore May, in questa circostanza Louisa adotta la nipote Louisa May Nieriker.

Nel 1882 il padre viene colpito da paralisi e Louisa diventa la sua fedele assistente.

Louisa May Alcott muore a Boston il 6 marzo 1888 a causa di un ictus, due giorni dopo aver visitato il padre sul letto di morte.

La morte fu attribuita ad un avvelenamento da mercurio, contratto durante la Guerra Civile Americana.

Le sue ultime parole furono: "Is it not meningitis?" (Non è meningite?).

La sua produzione conta oltre trecento opere letterarie.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

"Piccole Donne crescono" è il secondo romanzo, scritto dalla sua autrice Louisa May Alcott, che continua a raccontare le vicende delle sorelle March, esattamente dopo tre anni dagli avvenimenti descritti nel primo libro della scrittrice dal titolo "Piccole Donne".

In questo romanzo ritroviamo la maggiore delle sorelle March, Meg, sposata con John Brooke.

I due novelli sposi vivono modestamente in una casa comprata da loro stessi e soprannominata, da Laurie, "la Piccionaia" o "la Colombaia".

Meg bada alla casa e si occupa dei loro figli mentre John continua a lavorare come istitutore per altri ragazzi.

Jo, la ribelle della famiglia, invece è ancora fermamente decisa a diventare una vera scrittrice e, con la sua valigia in mano, decide di partire per New York in cerca di fortuna e con la voglia di realizzare i suoi sogni.

Beth invece, che non si è mai ripresa completamente dalla scarlattina, vive con la sua famiglia.

Dolce e timida il suo unico sogno è quello di rimanere nella sua casa natale con la sua adorata famiglia, fino a quando le forze lo consentiranno.

Amy, la più piccola delle quattro sorelle March, è cresciuta diventando una splendida ragazza e, con sua zia, compie un viaggio nella grande Europa, con la speranza di realizzare i suoi sogni.

La giovane desidera diventare una grande pittrice ma, con il passare del tempo, si accorge che non possiede il talento necessario per realizzare il suo sogno.

Durante una visita in Francia, la ragazza, incontra Laurie, amico di infanzia innamorato da sempre di Jo ma non contraccambiato, di cui si innamora perdutamente.

Nel romanzo vediamo come le famose sorelle March crescono e  si affacciano alla vita.

Le quattro sorelle si allontanano, inevitabilmente, per vivere in modo autonomo e indipendente la loro vita, rimanendo comunque legate all'amore famigliare e ai ricordi che le hanno aiutate a diventare le donne che sono.

Un libro consigliato a giovani fanciulli che non sarebbe male rileggere con qualche anno in più.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

- Margaret Curtis March è la madre delle quattro sorelle March.

Donna conosciuta per la sua dolcezza e saggezza, adora le sue figlie e cerca di prepararle nel loro cammino di vita grazie ai suoi consigli.

- Robert March è Cappellano nell'esercito degli Stati Uniti ed è il padre delle quattro sorelle.

- Meg è la maggiore delle sorelle March.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Meg viene generalmente presentata come la più matura e giudiziosa, pur essendo, ogni tanto, un po' vanitosa e superficiale.

Ha un carattere molto socievole ed è dolce e materna nei confronti delle sue sorelle più piccole.

La ragazza sposa John Brooke, il tutore di Laurie, con cui ha due gemelli.

- Josephine, detta Jo, è la secondogenita delle sorelle.

È una ragazza schietta, coraggiosa, determinata, ribelle e irrequieta. Possiede un carattere scontroso e il suo temperamento impulsivo la porta ad arrabbiarsi spesso.

Jo sogna di diventare una famosa scrittrice ed è contraria al matrimonio, e al romanticismo in generale, fino a quando si innamora di un professore tedesco, Friederich Bhaer, un uomo molto più grande di lei.

- Elizabeth è la terza delle quattro sorelle.

Beth è dolce, sensibile e altruista, ma e anche timidissima e per questo fa fatica a socializzare con chiunque.

Ha una grande passione per la musica e per il pianoforte, adora i suoi gattini e le sue bambole ed è legatissima alla sua famiglia.

Beth non desidera altro che stare in casa e aiutare nelle faccende domestiche. Purtroppo però finisce per ammalarsi gravemente, e convive con un debole stato di salute.

- Amy è la più piccola delle quattro sorelle e risulta essere l'esatto opposto di Jo in quanto a eleganza e femminilità.

Amy ha innate doti artistiche nel disegno e viene definita dalle sorelle "Piccolo Raffaello".

Diventata una bellissima e raffinata ragazza, suscitando l'ammirazione di molti. Amy è bionda, snella con grandi occhi azzurri, il suo unico suo difetto è il naso un po' schiacciato, che lei pizzica di continuo.

Una volta arrivata in Europa, viene in seguito raggiunta da Laurie, un vecchio amico di famiglia.

- Laurie è un ragazzo che vive nella casa vicino a quella della famiglia March. Laurie è orfano di padre e di madre.

Un po' timido, simpatico, divertente e burlone è come un fratello per le sorelle March, che frequenta assiduamente.

Laurie è molto ricco ed è un po' più grande di Jo.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

Con la scrittrice  Louisa May Alcott grazie al suo libro "Piccole Donne Crescono" il lettore viaggia, oltre che nel tempo, anche nel mondo.

All'inizio della storia troviamo Meg, la più grande delle sorelle March, sposata che vive modestamente in una casa modesta, soprannominata "la Piccionaia" o "la Colombaia".

Nel corso della storia lasciamo Meg e Beth nella casa situata nella loro città natale per viaggiare con Jo alla volta di New York, con il sogno di diventare scrittrice.

Amy, la piccola della famiglia, trascina con sé il lettore verso la bella Europa: un tour europeo insieme alla zia March, dove gli agi e la cultura europea la rendono, finalmente, una donna.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

La storia raccontata nel libro "Piccole Donne Crescono" è ambientata durante gli anni del 1800, esattamente tre anni dopo le vicende narrate nel precedente libro scritto della stessa scrittrice Louisa May Alcott, dal titolo "Piccole Donne".

La storia raccontata nel romanzo si svolge durante gli anni della Guerra di Secessione americana.

La Guerra di Secessione nota negli Stati Uniti anche con il nome di Guerra Civile americana, fu combattuta dal 12 aprile del 1861 fino al 9 aprile del 1865, fra gli Stati Uniti d'America e gli Stati Confederati d'America, un'entità politica sorta dalla riunione confederale di Stati secessionisti dall'Unione.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

Il romanzo di Louisa May Alcott, "Piccole Donne crescono", viene narrato grazie alla penna della sua scrittrice, con uno stile molto semplice e diretto decisamente adatto alle ragazze più giovani, ma perfettamente orientato anche verso gli adulti.

Il linguaggio parlato, della prima stesura, rispecchia perfettamente l'American Idiom, ed è proprio grazie a questo che il lettore può facilmente immedesimarsi nei personaggi descritti.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

Louisa May Alcott scrive il suo romanzo "Piccole Donne crescono" come sequel del primo volume "Piccole Donne".

In entrambi i volumi la scrittrice usa la terza persona.

Nel 1880 i due volumi furono riuniti in uno solo, con il titolo "Little Women".

Tuttavia questa edizione presenta alcune modifiche nel linguaggio: l'autrice scrive il suoi testi usando l'American Idiom, che rispecchiava pienamente il parlato dei personaggi, ma poco conveniente in una prosa letteraria.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

Il primo libro scritto dalla scrittrice Louisa May Alcott, "Piccole Donne", punta tutta la sua attenzione sul tema dell’unità familiare e sulla forza che i membri di una famiglia riescono a trasmettersi a vicenda, in ogni momento.

In questo libro "Piccole Donne crescono", ambientato tre anni dopo gli avvenimenti del primo romanzo, la scrittrice fa crescere le sue ragazze e cambia le carte in tavola.

La Alcott affronta temi più maturi come l’indipendenza, il matrimonio e l’affermazione lavorativa.

L'atmosfera del caldo focolare non c'è più, ogni signorina March ha scelto la sua strada e tutte affrontano le gioie e i dolori della crescita, del matrimonio e della realizzazione dei propri sogni.

Meg, la più grande delle sorelle, si sposa e la vediamo nei problemi quotidiani di moglie e di madre.

Jo parte, lascia la sua casa, per essere indipendente, per diventare una scrittrice e si ritrova alle prese con un sentimento nuovo, un sentimento chiamato amore che la spaventa e che la coglie impreparata, perché si è sempre ritenuta tanto forte da riuscire a rimanere sola per sempre, capace di non innamorarsi mai.

Beth la troviamo dolce e timida, proprio come l'avevamo lasciata. Purtroppo la scarlattina ha lasciato segni evidenti nel suo piccolo corpo ormai fragile ed esile.

L'ultima delle sorelle March, invece, la piccola Amy è cresciuta: è diventata una ragazza a modo, educata e graziosa, pronta a girare l'Europa alla ricerca del suo talento come pittrice e alla ricerca del vero amore.

Una storia semplice che sa di crescita, una crescita che compie qualsiasi ragazza che si affaccia alla vita.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''PICCOLE DONNE CRESCONO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''

La famiglia March ha subito qualche piccolo cambiamento dopo tre anni dagli episodi descritti nel primo libro, scritto da Louisa May Alcott, "Piccole Donne".

In questo romanzo "Piccole Donne crescono" troviamo le sorelle March dirette verso la ricerca della strada che le condurrà verso il loro futuro.

Il fulcro della storia non è più la famiglia, non è più l’unità ma, come è giusto che sia, l’attenzione del lettore viene posta sull’indipendenza e sulla crescita di ogni personaggio.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

La narrazione comincia dal matrimonio di Meg e John Brooke. Un momento felice che darà il via ad una serie di cambiamenti.

Meg è la prima delle sorelle March a lasciare la famiglia ed è anche la prima a cambiare, a crescere e a diventare più matura.

Poco dopo Jo, la più ribelle tra le sorelle, nonché la più autonoma, parte verso New York con la voglia di fare carriera nel mondo della scrittura, una carriera iniziata in passato, una carriera che la porterà verso il successo e l'autoaffermazione, (non a caso questo personaggio altri non è che l’alter ego della Alcott).

Beth invece, che nel primo libro è ammalata di scarlattina, non riesce mai a riprendersi del tutto.

Il sogno della giovane è quello di vivere nella sua bella casa di famiglia, circondata dal calore dei suoi cari, per tutto il tempo che le sarà concesso.

Diverso è invece il destino della piccola Amy: la più piccola delle sorelle March è cresciuta e con sua zia comincia il suo tour a spasso per l'Europa.

Durante il suo viaggio incontra il suo vecchio amico di infanzia Laurie, di cui si innamora perdutamente.

In questo romanzo la Alcott non fa altro che raccontare il processo di una normale famiglia in cui i figli crescono e cercano di intraprendere la strada che li condurrà verso la vita che desiderano vivere.

Un libro per ragazzi che racconta la crescita in maniera semplice e brillante.

Ancora oggi il libro riscontra grande successo tra i lettori ed è considerato un classico della letteratura per l'infanzia, consigliato dagli insegnanti e amato dai bambini.

 

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Piccole donne crescono''Indice dell'Analisi del Libro ''Piccole donne crescono''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare