Recensione ''Postmortem'' (Libro di Patricia Cornwell) - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Postmortem''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Postmortem”.
  • Titolo originale: "Postmortem".
  • Autore: Patricia Cornwell;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima negli Stati Uniti nel 1990, in Italia nel 1994;
  • Editore: Oscar Mondadori; 
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 310 p, brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,37 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': 

Patricia Cornwell è nata a Miami, in Florida, il 9 giugno del 1956.

Dopo un’infanzia difficile e una degenza in un ospedale psichiatrico, si laurea al Davidson College in Nord Carolina e nel 1980 sposa il suo ex professore di inglese Charles L. Cornwell, di diciassette anni più anziano di lei.

Divorzierà nel 1989 e da quel momento inizierà una serie di relazioni omosessuali fino al matrimonio nel 2005 con la psichiatra Staci Ann Gruber.

Per quanto riguarda le esperienze lavorative precedenti la carriera di scrittrice, la Cornwell è stata reporter di cronaca nera per il Charlotte Observer, poi è diventata analista informatico presso l’Ufficio di Medicina Legale della Virginia.

Ha esordito in ambito letterario nel 1990 con “Postmortem” e già con questo primo romanzo ha vinto l’Edgar Award americano e il premio per l’opera prima della British Crime Writer Association.

Il successo mondiale arriva con “Oggetti di reato” del 1992.

Della serie incentrata sull’anatomopatologa Kay Scarpetta fanno parte le opere (in ordine cronologico): “Postmortem” (1990), “Oggetti di reato” (1992), “Quel che rimane” (1993), “Insolito e crudele” (1993), “La fabbrica dei corpi” (1994), “Il cimitero dei senza nome” (1995), “Causa di morte” (1996), “Morte innaturale” (1997), Punto di origine (1998), Cadavere non identificato (1999), L'ultimo distretto (2000), Calliphora (2003), La traccia (2004), Predatore (2005), Il libro dei morti (2007), Kay Scarpetta (2008), Il fattore Scarpetta (2009), Autopsia virtuale (2010), Nebbia rossa (2011), Letto di ossa (2012), Polvere (2013), Carne e sangue (2014).

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Di minor successo altri due filoni:

- quello incentrato sui personaggi di Judy Hammer e Andy Brazil di cui fa parte “Il nido dei calabroni ” (1997), Croce del Sud (1999), L'isola dei cani (2001).

- e quello incentrato sul personaggio di Win Garano.

Nonostante il grande successo, soffre sempre più frequentemente di attacchi di depressione, fa abuso di farmaci fino a quando nel 1993 ha un brutto incidente di macchina ed è costretta ad una terapia di disintossicazione.

Risale invece al 1997 la sua prima relazione omosessuale con la moglie di un agente dell’FBI. La storia entrerà nella cronaca perché l’agente, Eugene Bennett, sarà condannato a ventitre anni di carcere per l’omicidio della donna e per l’occultamento del suo cadavere.

Nel 2004 o 2005 (la data non è certa perché allora in Massachussetts le unioni gay erano illegali) la scrittrice sposa la psichiatra Staci Gruber.

Tradotta in trentasei lingue, la Cornwell è Membro Emerito dell’Accademia Internazionale del John Jay College di Giustizia Penale dedicato allo studio delle scene del crimine.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

La città di Richmond è terrorizzata da un serial killer che sceglie le sue vittime senza che tra esse esista alcun legame apparente.

Ciò che accomuna i delitti è che le vittime sono tutte donne, violentate e strangolate nelle loro camere da letto e che gli omicidi si verificano tutti tra la mezzanotte del venerdì e le tre del sabato mattina.

Perciò la dottoressa Kay Scarpetta, nominata da due anni direttrice del Centro di Medicina Legale del Commonwealth della Virginia, decide di occuparsi personalmente del caso piuttosto che lasciare le autopsie delle diverse vittime al medico legale di turno.

Il killer lascia dietro di sé pochi indizi; una sostanza misteriosa che diventa fluorescente alla luce del laser, tracce di sperma e un insolito odore. L’analisi del DNA è una nuova tecnica e non esiste ancora un database del DNA dei criminali, quindi l’indizio dello sperma conduce a un vicolo cieco.

Il sergente Pete Marino è convinto che l’assassino sia il marito della quarta vittima, ma la dottoressa non è convinta perché contro di lui esistono solo prove indiziarie. Perciò i due chiedono la collaborazione dell’agente dell’FBI Benton Wesley per cercare di tracciare un profilo.

Nel frattempo una serie di informazioni trapelano alla stampa dal Centro di Medicina Legale e la dottoressa si ritrova in una difficile situazione professionale.

Convinti che il killer desideri attirare su di sé l’attenzione dei media, Kay, Marino e la cronista Abby Turnbull (sorella della quinta vittima) diffondono la notizia che il corpo del killer ha un odore particolare dovuto ad un raro disturbo metabolico e, durante le indagini, la dottoressa Scarpetta scopre che tutte le vittime, qualche giorno prima di essere uccise, avevano contattato il 911.

Una delle due piste ha sicuramente colpito nel segno e Kay Scarpetta diventa una potenziale vittima.

Riuscirà a salvarsi? E come?

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

I personaggi nel libro sono descritti minuziosamente, già pronti, direi, per una trasposizione cinematografica. Tre sono quelli principali:

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Kay Scarpetta, direttrice del Centro di Medicina Legale del Commonwealth della Virginia, è nata a Maimi, in Florida, nel 1954. Di origine italiana (discende infatti da emigranti di Verona), ha una vera passione culinaria e una cucina attrezzata come quella di un ristorante.

È bionda e indossa sempre vestiti attillati, ma è molto professionale e competente. Sei anni dell’azione narrata nel romanzo ha divorziato dal marito Tony Benedetti. Guida una Mercedes ed è molto legata alla nipote Lucy di dieci anni.

Quando aveva la stessa età che ha ora la nipote, ha visto il padre morire lentamente di leucemia e l’esperienza l’ha segnata, spingendola a diventare medico legale, lasciandosi circondare dalla morte.

- Benton Wesley era un agente della “FBI dalla punta dei capelli fino alle scarpe Florsheim; un uomo dai lineamenti affilati, con capelli prematuramente bianchi che potevano suggerire una dolcezza che non gli era propria. Secco e duro, sembrava un avvocato nel suo abito beige tagliato con precisione e la cravatta azzurra a disegnini.

Non ricordavo di averlo mai visto con una camicia che non fosse bianca e leggermente inamidata. Aveva un master in psicologia e prima di arruolarsi nell’FBI era stato preside di una scuola di Dallas. Nell’FBI aveva lavorato come agente operativo e poi come infiltrato per incastrare i mafiosi, prima di finire dove aveva cominciato”: cioè a fare il profiler.

- Pete Marino ha una faccia “su cui la vita ha sputato”, e capelli che stanno ingrigendo e che riporta in vari modi per coprire un’incipiente calvizie. Ha l’addome molto pronunciato, segno inequivocabile della sua tendenza a lasciarsi andare a Bourbon e birra.

... “era cresciuto povero nei quartieri poveri della città. Era a disagio con il tipo di gente che lo aveva sempre messo in difficoltà (come Wesley e Scarpetta). Le cheerleadesr e le reginette della scuola non lo guardavano mai una seconda volta perché era un emarginato, perché suo padre aveva le unghie nere, perché era di bassa estrazione sociale”.

Apparentemente sembra il peggior tipo di detective, un ubriacone malato di machismo, pieno di pregiudizi razziali e omofobi, che non riuscirà a cavare un ragno dal buco. Invece è un investigatore attento e capisce Kay meglio di quanto non sembri.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

Il romanzo è ambientato a Richmond, in Virginia. Kay Scarpetta vive in uno dei quartieri residenziali della città e la sua casa, elegante e dotata di tutti i conforts, è circondata dal verde.

In una città dominata dalla violenza e dall’aggressività, dalla lotta per il potere e da quella per la sopravvivenza questa zona del West End rappresenta un angolo di paradiso.

I vicini sono silenziosi e gli atti di vandalismo talmente rari che Kay a stento ricorda quando è stata l’ultima che ha sentito passare un’auto della polizia. Qui “l’unica forma di violenza era rappresentata da un scoiattolo e da una ghiandaia azzurra che litigavano sulla mangiatoia”.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

L’azione si svolge negli anni ’80, anni centrali nella storia dello spirito pioneristico e libertario degli Stati Uniti. Sono anni di scoperte tecnologiche e di conquiste sociali.

Sono gli anni che vedono l’ascesa di Bill Gates e la nascita di tutti i maggiori sistemi informatici, IBM e Microsoft. Nel 1986 la Microsoft per la prima volta viene quotata in Borsa, facendo di Bill Gates l’uomo più ricco del mondo.

Le relazioni omosessuali cominciano a venire alla luce e ad ottenere una qualche forma di riconoscimento sociale, in quell’America di matrice puritana, piena di pregiudizi e contraddizioni.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

La narrazione è al passato e in prima persona. Intorno all’anno 2000 lo stile dell’autrice si trasformerà: tutto verrà narrato al presente e in terza persona, con una maggiore oggettività.

La terminologia scientifica specifica rivela le competenze acquisite dalla scrittrice durante il suo lavoro presso l’Istituto del Medico Legale della Virginia, ma la soluzione del caso è affidata all’indagine sul campo e al confronto dei sospettati più di quanto normalmente non avvenga in altri romanzi simili. Qui gli indizi scovati durante l’autopsia delle vittime sono solo uno degli elementi che conducono allo scioglimento.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

Siamo davanti ad un narratore interno; infatti il racconto dell’indagine è reso in prima persona dalla dottoressa Scarpetta.

Fin dalle prime pagine vengono registrati minuziosamente gli stati d’animo della protagonista che per esempio non ama stare al centro dell’attenzione dei media e difatti si legge una frase che cita:

Mi ha sempre profondamente disgustato vedermi ripresa nel notiziario della sera”.

Addirittura, la dottoressa Scarpetta viene colta dal panico quando scopre che il servizio del suo Istituto è stato violato rendendo di dominio pubblico delle informazioni riservate.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

Come sempre nei thriller, tema centrale del romanzo è la morte e il conseguente tentativo di esorcizzarla. La dottoressa Kay Scarpetta ha deciso di diventare legale perché all’età la lunga e devastante malattia del padre, la leucemia, l’ha immersa nella morte lasciandola impregnata del suo odore caratteristico.

Ora passa la maggior parte delle sue giornate in obitorio, ma poi torna a casa e nella sua cucina iperattrezzata e lussuosa si versa un bicchiere di Chablis e comincia a cucinare piatti italiani ricchi di spezie, proprio per togliersi quell’odore di dosso.

Altro tema fondamentale è l’uso delle nuove tecnologie che ha portato ad un’accelerazione generale del mondo e fa sentire tutti i cinquantenni di oggi prematuramente obsoleti. Il romanzo, pubblicato nel 1990, è stato certamente scritto precedentemente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Ad un certo punto nel romanzo qualcuno auspica che prima o poi la prova del DNA sia accettata nei tribunali e che diventi comprensibile per i giurati. Ampio spazio è dedicato alla violazione del computer del Centro di Medicina Legale e Lucy, la nipote di 10 anni di Kay Scarpetta, è un genio del computer con cui riesce a fare cose che la zia non riesce neppure ad immaginare.

Per comprendere il romanzo è poi necessario calarsi nell’atmosfera degli anni’80 e in alcuni atteggiamenti propri del periodo. Tutti fumano e lo fanno dappertutto. Il fenomeno dell’omosessualità è ancora qualcosa di difficile comprensione, sicuramente per poliziotti old style come Marino, ma anche per la stessa Kay Scarpetta che talvolta rasenta pensieri che oggi definiremmo omofobi.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''POSTMORTEM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''

La trama di questo primo romanzo della Cornwell è lineare e ben costruita. L’azione è avvincente e il libro si divora di slancio. Forse la conclusione potrebbe essere più complessa, ma sicuramente per gli amanti del genere, il romanzo è degno di diventare un classico.

Ciò che affascina di più e che ha reso il romanzo un best seller negli Stati Uniti è sicuramente il personaggio di Kay Scarpetta, più che la trama in sé e per sé. Donna complessa, dalle mille contraddizioni, forte e vulnerabile a un tempo, determinata e competente nel proprio lavoro, senza mai trascurare la propria femminilità, è amata da chi sembra denigrarla come il sergente Pete Marino e al tempo stesso è circondata da burocrati che invidiano la sua sensibilità, le sue capacità e il suo successo.

Inoltre il romanzo ci offre un’interessante panoramica sulla società americana negli anni ’80, fondamentali nella costituzione dell’identità nazionale statunitense odierna, pioneristica e fondata sulla difesa dei diritti fondamentali, individuali e collettivi.

Kay deve fare i conti con la diffusione delle nuove tecnologie che le risultano estremamente ostiche come a tutti i suoi coetanei, ma che risultano di facilissima comprensione alla nipote Lucy di dieci anni. Deve farsi largo come donna in carriera in un mondo che recalcitra ad offrire pari opportunità alle donne e che con la sua impronta machista ancora tende a considerare il sesso femminile come un ornamento.

Insomma ce n’è per tutti i gusti. Buona lettura!

 

+30k Ornella Rizzo

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Postmortem''Indice dell'Analisi del Libro ''Postmortem''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare