Recensione ''Nella notte un grido'' (Libro di Mary Higgins Clark) - 4.6 out of 5 based on 11 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Nella notte un grido''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Nella notte un grido”.
  • Titolo originale: "A cry in the night".
  • Autore: Mary Higgins Clark;
  • Nazionalità Autore: statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta negli Usa nel 1984 e in Italia nel 1992;
  • Editore: Sperling & Kupfer (collana" Super bestseller");
  • Genere: Giallo; 
  • Pagine: 328 p., copertina flessibile;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,53 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': 

Mary Theresa Eleanor Higgins Clark è nata a New York (nel Bronx) il 24 dicembre 1927.

È una scrittrice statunitense, di origine irlandese, di libri gialli.

Ha pubblicato 42 libri, ognuno dei quali è stato un bestseller e tutti i suoi libri sono ancora in stampa.

Solo nell'anno 2007 e solo negli Stati Uniti i libri di Mary Higgins Clark hanno venduto 80 milioni di copie.

La sua famiglia era composta da sua madre, suo padre e due fratelli.

Dopo la morte del padre il fratello maggiore della Higgins ebbe un incidente e si salvò per miracolo.

Quando Mary finì la Saint Francis Xavier Grammar School riceve una borsa di studio per la Villa Maria Academy. Dove i docenti la incoraggiano a dedicarsi alla scrittura.

In seguito lavorò come baby-sitter ma il denaro non bastava e così la famiglia fu costretta a trasferirsi in un appartamento di sole tre stanze.

Una volta diplomato il fratello della Higgins si arruola nella marina per aiutare la famiglia ma dopo essere partito in guerra morì. A causa della morte del figlio in guerra alla madre viene garantita la pensione a vita che le permette di non aver più bisogno degli aiuti finanziari della figlia.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Lavorò per un periodo come segretaria e poi come hostess. Nel 1949 Mary sposò Warren Clark e per un periodo lasciò il lavoro per iscriversi a un corso di scrittura presso la New York University.

La Clark ebbe 5 figli. La situazione economica è più agiata. Il marito però muore nel 1964. dopo la sua morte la Clark si iscrisse alla Fordham University del Lincoln Center. Nel 1979 si laureò in filosofia.

Due dei suoi figli sono giudici mentre Carol attualmente è una scrittrice di gialli ma non gode della stessa fama di sua madre. Dopo la laurea la Clark scrisse il romanzo “Dove sono i bambini?”.

Nel 1974 scopre che i diritti sul suo libro valevano 100.000 dollari. La Clark si è risposata nel 1996 con John J. Conheeney, con cui è ancora sposata. Nel 2000 vince il “Mistery Writers of America” e nel 2010 vince il “Premio Agatha” alla carriera.

Alcuni libri che ha scritto sono: “Uno sconosciuto nell'ombra” (1977), “La culla vuota” (1980), “Nella notte un grido” (1984), “Incubo” (1984), “Non piangere più, signora” (1987), “Mentre la piccola dorme” (1989), “Le piace la musica, le piace ballare” (1991), “La notte ritorna”.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Jenny MacPartland (curatrice della mostra di un nuovo pittore) conosce Erich Krueger durante questa mostra e subito tra loro nasce una certa affinità. Tanto che poco tempo dopo si sono fidanzati. Dopo le nozze Jenny e le sue figlie (Beth e Tina) nate dall'uomo da cui è divorziata, vanno a vivere nella fattoria di Erich.

Lei comincia a conoscere tutti i dipendenti del marito. Erich gli racconta sempre della sua famiglia, soprattutto di sua madre (Caroline). Di come era e anche di come è morta quando lui era solo un bambino. Un giorno mentre Erich è via per una mostra si rifà vivo il suo ex marito (Kevin), Jenny per non rovinare tutto lo incontra lontano dalla fattoria e gli dice di sparire.

Mentre è in giro per la tenuta inizia a scoprire delle cose sulla famiglia di Erich che lui però non gli ha detto. Scopre infatti che i genitori stavano per divorziare e che il giorno che la madre è morta lei sarebbe dovuta partire senza il figlio.

Poco tempo dopo Jenny scopre di essere incinta ma ancora non lo dice a Erich, intanto durante una cena lo sceriffo la informa della scomparsa del suo ex marito Kevin che aveva detto ai colleghi che sarebbe venuto a trovarla perché lei lo voleva vedere ma Jenny dice di non saperne nulla.

Viene aperta un'inchiesta sulla morte del suo ex marito, si scopre che qualcuno gli ha telefonato dalla fattoria e che probabilmente è stata lei anche se continua a dire di no.

Ufficialmente Kevin viene dichiarato morto per annegamento ma tutti pensano che lo abbia ucciso lei. Qualche settimana dopo il cavallo di Erich impazzisce e ferisce gravemente Joe, uno dei dipendenti alla fattoria. Tutti pensano così che sia stata Jenny a fargli mangiare della stricnina consapevole dell'effetto che avrebbe avuto. Solo perché non voleva che Joe dicesse a qualcuno di averla vista salire in macchina di Kevin.

Alla nascita del bambino tutti erano felice ma poi Jenny scopre che il nome che Erich gli ha dato era Kevin MacPartland Krueger. Lui gli dice che gli ha dato quel nome perché il bambino sembrava troppo fragile per poter sopravvivere a lungo. Dopo alcune settimane, il bambino aveva superato da poco un'influenza, viene trovato morto e Tina dice di aver visto Caroline (che è uguale a Jenny) tappare la bocca al bambino.

Quindi tutti credono che sia stata Jenny ma lei sa di non averlo fatto. Viene ordinata la riesumazione del neonato ma Mark (veterinario e amico di Erich) dice che se c'è qualche livido sul viso del bambino glielo ha fatto lui facendogli la respirazione bocca a bocca. Jenny decide di tornare a New York con le bambine mentre erano a Houston ad una mostra di Erich, ma deve fare tutto senza che lui se ne accorga.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Il giorno della partenza però Erich le porta via le bambine e dopo un po' le telefona dicendole di scrivere una lettera dove si accusa di tutte quelle cose che gli altri sono sicuri che lei abbia fatto. Dopo aver saputo che anche altri vedevano Caroline in giro Jenny si accorge di star impazzendo così decide di considerare i fatti uno per uno.

Arriva alla conclusione che a “travestirsi” da Caroline sia la moglie di uno dei collaboratori di Erich, che da quando è scomparsa la figlia non sta molto bene. Però parlando con Joe scopre che non può essere stata lei.

Ma allora chi era che stava facendo di tutto per farla sembrare pazza? E per fare in modo che tutti pensassero che Caroline fosse tornata? Forse può scoprire la verità trovando lo chalet in cui Erich si recava a dipingere per molto tempo?

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

I personaggi principali sono quattro: Jenny, Erich, Joe e Mark.

- Jenny Mac Partland è una donna di 27 anni divorziata, con due bambine di 3 e 2 anni. È laureata in storia dell'arte e prima di conoscere Erich lavorava in una galleria d'arte di New York. Ha i capelli castani quasi neri molto lunghi, gli occhi tra il verde mare e l'azzurro, le guance incavate.

- Erich Krueger è un bravissimo pittore scoperto di recente. È figlio unico nato da una generazione di Krueger che vivevano tutti in una fattoria del Minnesota dove abita anche lui quando non è in giro per le sue mostre.

Era molto attaccato alla madre che è morta quando lui era un bambino di 10 anni e sembra di non aver mai superato questo trauma. È alto circa 1 metro e 75. Il volto abbronzato e i lineamenti marcati sono dominati da occhi azzurri. Ha i capelli biondo scuro e le sopracciglia folte e ben disegnate.

- Uno dei personaggi importanti è Joe Ekers. È un dipendente della fattoria Krueger. Oltre a fare lo stalliere quando capita fa anche l'autista per Erich. Ama gli animali. È un giovane di una ventina d'anni, con una folta capigliatura bionda, snello, con grandi occhi innocenti e guance rosee.

- L'ultimo personaggio importante è Mark Garrett. È il veterinario e amico di Erich. Ha spalle dritte e robuste, occhi azzurri, capelli folti biondo cenere, viso abbronzato e lineamenti marcati.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Tutta la vicenda di questo libro ha inizio in una galleria d'arte a New York dove Jenny lavora e dove Erich fa una delle sue prime mostre. È il luogo in cui si conoscono e dove inizia la loro storia d'amore.

Poi dopo le loro nozze l'ambiente in cui si trovano è, la fattoria di famiglia di Erich, a Granite Place, un piccolo paesino del Minnesota. La fattoria è molto grande proprio come la casa che supera di molto l'immaginazione di Jenny. Ci sono le stalle, i pascoli per il bestiame, perfino il cimitero e confina con il bosco in cui si trova lo chalet di famiglia.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

La storia ha inizio un inizio di settimana di gennaio. Il giorno della mostra nella galleria d'arte. Passa qualche giorno e poi ci ritroviamo al giorno dell'appuntamento di Erich e Jenny.

E dopo neanche una settimana dal giorno in cui si sono conosciuti lui le chiede di sposarlo. Infatti si sposano il 3 febbraio. Passano ancora dei mesi che nel libro sono ben scanditi, si arriva a dicembre infatti si fa riferimento ai regali di natale delle bambine.

Si va avanti ancora di qualche mese fino ad arrivare ai primi di febbraio dell'anno dopo e poi i giorni si vedono passare lentamente dal 15 febbraio fino al 1 marzo. Mentre alla fine si fa un salto in avanti per arrivare ad aprile e alla primavera.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Nella scrittura di questa autrice sono presenti dei flashback e parecchi riferimenti della protagonista al passato in cui viveva ancora a New York. È inoltre una scrittura ricca di dettagli e particolari raccontati in modo che sembra che il lettore si trova lì con i personaggi. Sa creare la suspense talmente tanto bene che non si riesce a comprendere quasi fino alla fine chi è il “colpevole”.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Il narratore di questo romanzo non è onnisciente ma è interno al romanzo stesso, infatti viene narrato in prima persona dai protagonisti: Erich e Jenny. Questo narratore non analizza né commenta i comportamenti e gli stati d'animo dei vari personaggi. Non commenta mai gli avvenimenti che accadranno o che sono accaduti.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Le tematiche presenti in questi libri sono principalmente 2. La prima è quella che tratta di pittori che iniziano la loro carriera quando vengono “scoperti” da critici e vengono portati alle mostre. Infatti una parte molto importante e centrale in questo romanzo è quella che riguarda i quadri venduti e dipinti dal pittore.

Questo argomento lo abbiamo già visto nel romanzo “Il buio oltre la notte” anche se con una differenza perché lì vi erano descritti quadri di pittori veramente esistiti.

L'altro tema è quello delle persone che sembrano le migliori del mondo mentre alla fine risulta che quella è solo una facciata, una maschera ben portata, infatti nessuno potrebbe mai immaginare chi c'è veramente sotto. Tematica trattata anche ne “Il poeta”.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''NELLA NOTTE UN GRIDO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''

Questo libro di Mary Higgins Clark all'inizio ha un ritmo abbastanza lento che rischia perfino di annoiarti ma pian piano il ritmo aumenta diventando sempre più incalzante.

Man mano che si procede andando avanti nella lettura aumenta la curiosità di comprendere le cose che succedono nella vicenda. È il primo libro che leggo di questa grande autrice, mi hanno colpito soprattutto le scene rappresentate in modo molto minuzioso e il comportamento dei vari personaggi è esplicato molto attentamente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

La descrizione dell'ambientazione provoca nel lettore un senso di inquietudine e in ogni momento sembra che debba succedere qualcosa di pericoloso alla protagonista. È un libro che consiglierei a tutti di leggere anche e forse soprattutto mi rivolgerei a coloro che amano i thriller ma a cui non piacciono molto le scene di sangue.

È anche consigliato per coloro che hanno bisogno di un romanzo totalmente coinvolgente e appassionante senza veder sempre coinvolti i serial killer. È un libro ben scritto, l'autrice riesce a mantenere la suspense durante tutta la vicenda aiutandosi con colpi di scena inseriti al loro posto.

Inoltre in questo libro si vede chiaramente come l'autrice si sia avvalsa di un certo numero di esperti per spiegare e argomentare sulle “malattie” psicologiche che affliggono molte persone.

 

+9k Lucia Raso

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Nella notte un grido''Indice dell'Analisi del Libro ''Nella notte un grido''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare