Recensione ''Morty l’apprendista'' (Libro di Terry Pratchett) (Mondo Disco - Morte 1) - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Morty l’apprendista''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Morty l’apprendista”.
  • Titolo originale: "Mort".
  • Autore: Terry Pratchett; 
  • Nazionalità Autore: Inglese; 
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta nel 1987, la 2° edizione il 22 gennaio 2009; 
  • Editore: TEA (collana Teadue); 
  • Genere: Fantasy umoristico; 
  • Pagine: 249 p., brossura; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,33 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': 

Terry Pratchett nasce nel 1948 a Beaconsfield, nella contea del Buckinghamshire, Inghilterra.

I suoi primi interessi includono l'astronomia, collezionava le figurine del tè Brooke Bond riguardo allo spazio, e possedeva un telescopio e voleva diventare un astronomo, ma mancava della necessaria abilità matematica.

Comunque, questo lo portò a leggere fantascienza britannica e statunitense. a sua volta questo lo portò a partecipare da circa il 1963/4 alle convention di fantascienza, fino a quando dovette smettere per gli impegni di lavoro qualche anno più tardi.

Le sue prime letture includono i lavori di H. G. Wells e di Arthur Conan Doyle trovati nella libreria della nonna materna, «Era una libreria molto piccola, ma conteneva ogni libro che deve essere letto» e ora lo considera come «avergli dato un'educazione».

Mostra precocemente una notevole attitudine alla scrittura, tanto che a tredici anni pubblica il suo primo racconto, The Hades Business nel giornale della scuola. Il racconto verrà ripubblicato commercialmente sulla rivista Science Fantasy due anni dopo, nel 1961.

La prima scelta di carriera di Pratchett fu il giornalismo e lasciò la scuola a 17 anni per iniziare a lavorare per il Bucks Free Press dove, tra le altre cose, scriveva diverse storie per la sezione Children's Circle firmandosi con lo pseudonimo Uncle Jim.

Il suo primo romanzo, “Il popolo del tappeto”, venne pubblicato nel 1981. 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

È principalmente noto per la sua lunga serie di romanzi ambientati nel Mondo Disco, il primo romanzo della serie, “Il colore della magia” fu pubblicato dal 1983 da Colin Smythe in un'edizione a copertina rigida, mentre i diritti di pubblicazione per il tascabile furono acquistati dalla Corgi, un marchio della Transworld, l'editore corrente. 

Di "Mondo Disco" serie "Morte" fanno parte (in ordine): "Morty l'apprendista" (prima parte), "Il Tristo Mietitore" (seconda parte), e "All'anima della Musica" (terza parte). 

Ha scritto in media due libri all'anno, il suo ultimo romanzo Snuff è stata il terzo romanzo per rapidità di vendite nel Regno Unito, con 55.000 copie vendute nei primi tre giorni.

Nel 1990 ha scritto "Buona Apocalisse a tutti!" in collaborazione con Neil Gaiman, uno dei pochi romanzi di questo autore a essere staccato dall'universo di Mondo Disco.

Pratchett è stato l'autore più venduto degli anni novanta e al 2010 ha venduto complessivamente 65 milioni di copie dei suoi libri, tradotti in 37 lingue.

Terry Pratchett ha sposato sua moglie Lyn nel 1968. La loro figlia Rhianna Pratchett, a sua volta una scrittrice, nacque nel 1976. Nel 1993 la famiglia si trasferì in un villaggio a nord-ovest di Salisbury, Wiltshire, dove vivono dal 2012. Tra le sue attività ricreative elenca scrivere, camminare, usare il computer, vivere.

Nel dicembre 2007 ha pubblicamente annunciato di soffrire dei primi sintomi della malattia di Alzheimer. Successivamente ha fatto una sostanziale donazione pubblica all'Alzheimer's Research Trust e ha registrato un programma che racconta la sua esperienza con la malattia per la BBC.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Morty è un ragazzo apparentemente non troppo sveglio e sicuramente non troppo prestante, cresciuto in un villaggio di contadini.

Nessuno riesce a trovare un mestiere per lui, e il tentativo del padre di metterlo in piazza perché qualcuno lo scelga come apprendista fallisce miseramente, almeno finché non inizia a rintoccare la mezzanotte.

A quel punto nel villaggio irrompe a cavallo uno strano figuro scheletrico, che tutti si ostinano a visualizzare come un uomo fin troppo normale, e designa Morty come suo apprendista: Morte, infatti, ha deciso di prendersi un piccolo aiutante.

La maggior preoccupazione di Morty sembra quella di assumere le caratteristiche fisiche del suo maestro, ma Morte lo tranquillizza a riguardo. Il ragazzo decide allora di seguirlo: quante altre persone hanno avuto la possibilità di diventare apprendisti di Morte?

La vita nella strana dimensione in cui Morte abita scorre tranquillamente, se non fosse che il tristo mietitore continua ad ammiccare curiosamente al fatto che tutto ciò che possiede un giorno apparterrà alla sua figlioletta adottiva Ysabell.

Le allusioni sono accompagnate da maliziosi occhiolini - per quanto possa occhieggiare uno scheletro senza palpebre - e allegre sgomitate, ma Morty continua a non cogliere.

Presto viene il momento di seguire le orme del maestro: Morty dovrà tagliare il legame tra corpo e anima di un’anziana strega, di un monaco col vizio di reincarnarsi continuamente, e di un’avvenente principessa quindicenne già incontrata durante un giro dimostrativo culminato con la morte del padre regnante.

Peccato che, con quest’ultima, Morty sbagli il colpo e uccida involontariamente l’assassino che avrebbe consegnato il trono nelle mani del malvagio zio della ragazza. E peccato che il regno del malvagio zio sarebbe stato seguito da anni di abbondanza e prosperità.

Peccato, inoltre, che il Mondo non abbia accettato la non-morte di Keli, che si ritroverà ignorata da tutti. Peccato, soprattutto, che il paradosso rischi di degenerare in catastrofe, e Morty, dal momento che il maestro ha deciso di prendersi una vacanza, dovrà risolvere il pasticcio da solo.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

Il protagonista di “Morty l’apprendista”, primo libro del ciclo di Morte, è appunto la personificazione antropomorfa della Morte. Uno scheletro alto più di due metri, vestito con una tunica nera e con in pugno una falce. Ha sviluppato una propria personalità, tanto da crearsi un'abitazione nella propria dimensione personale.

In questo romanzo troveremo il protagonista che affronta una “crisi di mezza età”, se così la si può definire e che, un po’ depresso, cercherà la “botta di vita”… il trenino, la pesca, l’ubriacatura, l’ufficio di collocamento, il lavoro in cucina!

Il nostro protagonista decide di prendersi un apprendista, Mortimer detto Morty o “ragazzo” come lo chiamano quasi tutti con suo grande disappunto.

Il povero Morty è un ragazzo con la testa tra le nuvole e poco senso pratico. Con il tempo imparerà molto dal suo nuovo lavoro anche se combinerà qualche guaio bello grosso che si porterà dietro degli “strascichi fastidiosi”. Proprio per rimediare a questi guai ne creerà altri in un crescendo...

Nella casa di Morte vivono anche su figlia Ysabell, una ragazza all’incirca della stessa età di Morty, i capelli argentati, gli occhi dal bagliore perlaceo e il classico tipo di abito lungo molto interessante, ma anche ben poco pratico, che tendeva a essere indossato dalle eroine tragiche, in perfetto stile “pre-Raffaellita”.

E Albert, servitore nella dimensione di Morte ed ex mago, fondatore dell’Università Invisibile di Ankh-Morpork.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

La principessa Keli, principessa del regno di Sto Lat, è una ragazza dai capelli rossi, non proprio bellissima, in quanto eccessivamente dotata nel reparto lentiggini e leggermente troppo magra, ma con un atteggiamento molto fiero e regale.

La non-morte della ragazza, di cui Morty s'invaghisce, provoca inoltre un cambiamento della realtà, alla quale si oppone l'altra realtà, quella in cui la principessa è stata uccisa.

In “Morty l’apprendista” l’unico mago con una certa importanza è Cutwell, (tradotto in Bentagliato), che aiuterà la principessa e Morty. Al contrario di ciò che comunemente si pensa lui è giovane, ha vent’anni, non ha la barba ed ha una faccia tonda, paffutella e simpatica.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

In “Morty l’apprendista” le ambientazioni principali sono due: la dimensione di Morte e il Mondo Disco.

Mondo Disco è piatto e sta appoggiato sulla schiena di quattro elefanti giganti che si trovano in piedi sul guscio dell'enorme tartaruga spaziale Grande A'Tuin ed è circondato da una cascata che riversa le sue acque all'infinito nello spazio.

Di questo mondo conosceremo in particolare Ankh-Morpork, una frenetica metropoli abitata da ogni tipo di creatura e la regione di Sto, con la città di Sto-Lat, “ammassata attorno ad un castello costruito su un affioramento roccioso che spuntava dalla pianura come una pustola geologica”.

La dimensione di Morte invece è molto diversa, l’ha creata lui stesso e presenta varie stranezze e qualche problemino di proporzioni.

Il giardino della Morte era grande, pulito e davvero ben tenuto. Era anche molto, molto nero.

L'erba era nera. I fiori erano neri. Nere mele spuntavano tra le nere foglie di un nero albero di mele. Perfino l'aria sembrava color inchiostro…

Al di là della recinzione del giardino, il terreno scivolava verso una profonda vallata e poi si rialzava in una brughiera scura che arrivava fino a distanti montagne, aguzze quanto denti di gatto.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

Come ne “Il Tristo Mietitore” e in “All’anima della musica!”, anche in “Morty l’apprendista” non abbiamo una collocazione temporale precisa. Questo accade anche perché Morte, può essere ovunque e in qualunque momento, sempre. Comunque se dovessimo ipotizzare quanto durano i fatti raccontati da Pratchett nel romanzo potremmo dire qualche settimana.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

Come sempre Pratchett non delude e in “Morty l’apprendista” troviamo situazioni paradossali e dialoghi assurdi, tanta fantasia nei personaggi e nella storia che rendono sempre più particolareggiato il Mondo Disco e il mondo di Morte. La prosa semplice e gioiosa ma soprattutto la caratterizzazione dei personaggi esaltano in questo romanzo il talento di Pratchett.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

NARRATORE DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

In “Morty l’apprendista” abbiamo un narratore esterno, che però ci racconta i fatti principalmente dal punto di vista di Morty.

Così facendo riesce a coinvolgere il lettore nella storia rendendolo completamente partecipe nelle vicende del protagonista.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

La caratteristica principale dei romanzi di Pratchett è l'ironia dissacrante che non salva nessuno, nè i canoni tradizionali del genere fantasy nè le paure e debolezze della gente comune. Come sempre straordinaria la capacità di quest'autore di affrontare temi importanti e profondi in una cornice parodistica.

In “Morty l’apprendista” affronta il tema della crescita e il raggiungimento della maturità. Questo processo che avviene in Morty, lo si nota non soltanto dal suo comportamento ma anche nel suo aspetto, che nel corso del romanzo cambia in modo importante.

Notò che il ragazzo sembrava meno male in arnese di quanto non si ricordasse, che stesse un po' più dritto con la schiena e che, senza troppe cerimonie, fosse in grado di usare un termine del tipo "prospettiva di vita".

Dipendeva tutto da quella biblioteca.

Potrebbe anche valere la pena di soffermarsi un attimo sull'aspetto di Morty, in quanto esso è parecchio mutato durante gli ultimi capitoli.

Tanto per dirne una, sebbene egli continui ad avere una gran quantità di gomiti e ginocchia sulla sua persona, essi sembrano essere migrati nelle loro residenze normali, inoltre il ragazzo non si muove più come se le sue giunture fossero legate insieme a casaccio con degli elastici.

Prima sembrava avere l'aspetto di chi non sa assolutamente nulla: adesso sembra invece che sappia anche troppo.

Qualcosa nei suoi occhi fa intuire che lui abbia visto cose che la gente comune non vede mai, o almeno, non vede mai più di una volta.”

 

COMMENTO DEL LIBRO ''MORTY L’APPRENDISTA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''

Ammetto di aver letto questa serie di Morte al contrario, per una serie di eventi. Posso però dirvi che non ne risente assolutamente in quanto ogni libro è autoconclusivo e, certo sarebbe meglio leggerli nel giusto ordine, ma si comprendono bene ugualmente.

Per me questo è uno il più bello dei tre libri di Pratchett che ho letto. Divertente e ben scritto, non lascia altra scelta se non quella di continuare a leggere senza più chiuderlo. Insomma per un appassionato del Mondo Disco un libro da acquistare e gustare. Subito dopo metto in classifica “All’anima della musica!”.

Pratchett ha un modo di scrivere davvero divertente. Mi torna il buonumore ogni qualvolta leggo un suo libro, e sento una sorta di malinconia quando termino di leggerlo!

Lo consiglio anche ai meno amanti del genere fantasy, io per prima non lo amo particolarmente ma Pratchett mi ha davvero conquistato con il suo umorismo British!

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Morty l’apprendista''Indice dell'Analisi del Libro ''Morty l’apprendista''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare