Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Le assaggiatrici''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Le assaggiatrici”.
  • Titolo originale: " Le assaggiatrici".
  • Autore: Rosella Postorino; 
  • Nazionalità Autore: Italiano; 
  • Data di Pubblicazione: 2018; 
  • Editore: Feltrinelli;
  • Genere: Narrativa; 
  • Pagine: 285 p; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,87 su 5

 

DOVE COMPRARLO

Recensione del Libro “Le assaggiatrici” di Rosella Postorino del 2018, genere narrativa. Evidenzieremo il riassunto del libro “Le assaggiatrici”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Le assaggiatrici” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': 

Rosella Postorino è nata a Reggio Calabria nel 1978, è cresciuta a San Lorenzo al Mare (IM) e attualmente vive a Roma.

Ha esordito con il racconto In una capsula (nell’antologia Ragazze che dovresti conoscere, Einaudi Stile libero 2004) ed ha poi pubblicato alcuni racconti e un saggio di critica letteraria, Malati di intelligenza (nell’antologia Duras mon amour 3, Lindau 2003).

Il suo primo romanzo, La stanza di sopra, uscito a febbraio 2007 per Neri Pozza Bloom, è entrato nella rosa dei tredici finalisti del Premio Strega e ha vinto il Premio Rapallo Carige Opera Prima e il Premio Città di Santa Marinella.

Collabora con le pagine romane del quotidiano «la Repubblica» e scrive su «Rolling Stone».

Ha pubblicato inoltre L’estate che perdemmo Dio (Einaudi Stile Libero, 2009; Premio Benedetto Croce e Premio speciale della giuria Cesare De Lollis) e Il corpo docile (Einaudi Stile Libero, 2013; Premio Penne), la pièce teatrale Tu (non) sei il tuo lavoro (in Working for Paradise, Bompiani, 2009), Il mare in salita (Laterza, 2011) e Le assaggiatrici (Feltrinelli, 2018).

È fra gli autori di Undici per la Liguria (Einaudi, 2015).

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

“Le assaggiatrici”, il nuovo romanzo di Rosella Postorino, pubblicato nel 2018, è ambientato nella Germania Nazista.

In particolare, la storia è ambientata nell’autunno del 1943 in un piccolo villaggio tedesco, molto vicino alla famosa “tana del Lupo”, ossia il nascondiglio di Hitler.

La protagonista è la ventiseienne Rosa Sauer, una giovane donna di Berlino che si è appena trasferita nella piccola fattoria dei suoceri a Gross-Partsch. Suo marito Gregor, infatti, è un militare ed è appena stato inviato al fronte tedesco per proteggere la nazione.

Dopo poco il suo arrivo, Rosa viene scelta, insieme ad altre donne tedesche, dal governo tedesco per compiere un grande ed importante compito: assaggiare il cibo che successivamente verrà servito al Führer. Svolgendo questo ardito compito, Rosa diventa a tutti gli effetti una delle assaggiatrici di Hitler.

Ogni giorno avviene la stessa routine: le assaggiatrici vengono prelevate dalle loro abitazioni e portate alla mensa militare.

Dopo aver consumato il pasto completo, le donne vengono tenute sotto osservazione dalla squadra delle SS per un’ora, affinché possano accertarsi che il cibo da servire ad Hitler non sia avvelenato.

Entrammo una alla volta. Dopo ore di attesa, in piedi nel corridoio, avevamo bisogno di sederci. La stanza era grande, le pareti bianche. Al centro, un lungo tavolo di legno su cui avevano già apparecchiato per noi. Ci fecero cenno di prendere posto. Mi sedetti e rimasi così, le mani intrecciate sulla pancia. Davanti a me, un piatto di ceramica bianca. Avevo fame.

In questo modo la mensa diventa il luogo in cui Rosa passa la maggior parte del proprio tempo, forzatamente reclusa assieme ad altre donne a lei sconosciute.

Man mano che passano i giorni, tra di loro iniziano a crearsi rapporti di amicizia e di rivalità ed iniziano a venire a galla segreti e misteri sulla loro vita passata.

La svolta della storia avviene nella primavera del ’44, quando in caserma giunge un nuovo comandante, Albert Ziegler. Il comandante Ziegler è un uomo severo ed autoritario ed instaura, fin da subito, un clima di terrore e paura tra le assaggiatrici.

Nonostante tutto, fra lui e Rosa si crea un legame speciale e totalmente inaspettato, che sconvolgerà le carte in tavola.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

- Rosa Sauer: la protagonista del racconto. Rosa e nata e cresciuta a Berlino, ma per amore di Gregor, suo marito, si ritrova costretta a ritirarsi nel piccolo villaggio di Gross-Partsch. Proprio qui, verrà scelta per diventare una delle assaggiatrici di Hilter. Rosa è una donna dal carattere massiccio e combattivo; nonostante abbia solo ventisei anni, la vita le ha già sottoposto numerosi ostacoli. Non è facile vivere nella Germania nazista, che le ha portato via gli affetti più cari.

- Gregor Sauer: marito di Rosa. È un soldato cstretto a partire improvvisamente per il fronte. È una figura piuttosto schiva e riservata, che appare nel romanzo solo attraverso i racconti della moglie.

- Otto Günther: è il cuoco ufficiale di Hitler. È soprannominato da tutti Krümel, briciola, per il suo aspetto piccolo e mingherlino. Si rivela un uomo gentile ed onesto, pronto ad aiutare le assaggiatrici.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Albert Ziegler: nuovo comandante della caserma. Un uomo dal carattere severo e rigido, che incute un clima di terrore tra le assaggiatrici. Ma forse il suo atteggiamento ostile nasconde un cuore più tenero.

- Leni: la più giovane tra le assaggiatrici. Fin dal primo giorno stringe un legame di amicizia con Rosa, che perdura per tutto l’evolversi degli eventi. È una ragazza timida e schiva, dal carattere remissivo ed immaturo.

- Elfriede: una tra le assaggiatrici. È una donna dal carattere forte e combattivo, pronta a tutto, anche allo scontro. Sebbene all’inizio abbia un rapporto ostile con tutte le altre donne, soprattutto con Rosa, Elfriede riuscirà a mostrarsi per quello che vale.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Il racconto ha luogo nella Germania Nazista, nell’autunno del 1943. In particolare, gli eventi si svolgono a Gross-Partsch, un villaggio piccolo, ma famoso, in quanto molto vicino al nascondiglio di Hitler, la cosiddetta “tana del Lupo”.

Proprio da questo villaggio, Rosa viene prelevata dalla squadra delle SS per renderla una delle assaggiatrici ufficiali di Hitler. Tra gli altri luoghi citati, troviamo la città di Berlino, luogo natio di Rosa.

In contrapposizione al piccolo villaggio, Berlino è una grande città, in cui vive anche gente ricca e potente. Proprio grazie alla propria provenienza, Rosa verrà sempre definita “la berlinese” dalle altre donne del gruppo.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Il racconto ci porta dritti nella Germania Nazista, nell’autunno del 1943 a Gross-Partsch, un villaggio molto vicino al nascondiglio di Hitler. La collocazione temporale è di fondamentale sviluppo per la storia: il clima cupo che si respira per tutto il racconto e le atrocità ivi descritte, rappresentano in pieno ciò che si è realmente verificato in quell’epoca e in quei villaggi.

La storia copre un arco temporale di alcuni mesi, tutto il periodo in cui Rosa ricopre il ruolo di assaggiatrice ufficiale di Hitler.

Tuttavia, nel romanzo sono presenti flashback che ricostruiscono la storia di Rosa prima del suo arrivo al villaggio. Di Gross-Partsch.

In ultimo, è presente un salto temporale in avanti di alcuni anni, che il lettore potrà scoprire leggendo il romanzo stesso.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Il romanzo narra le avventure di Rosa Sauer, una delle assaggiatrici ufficiali di Hitler.

Nonostante la cruda tematica trattata ed il clima cupo che pervade tutto il romanzo, lo stile di scrittura è asciutto ed essenziale.

Rosella Postorino è dotata di una penna leggera, fluente ed intrigante, in grado di catturare prontamente l’attenzione del lettore.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Nel romanzo troviamo una narrazione in prima persona, in quanto siamo di fronte ad un narratore interno. Infatti, è la stessa Rosa a raccontare l’evolversi degli eventi secondo il proprio punto di vista.

Tale peculiarità permette la creazione di un legame esclusivo e privilegiato tra la protagonista ed il lettore.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

Il romanzo “Le assaggiatrici” è ambientato nella Germania Nazista del 1943. Pertanto, la tematica cardine è rappresentata dalla vita della popolazione tedesca sotto il dominio del nazismo.

Il romanzo racconta in modo delicato, ma asciutto e semplice, di come sia cambiata l’esistenza della popolazione durante quegli anni. Rosa, che ha sempre vissuto nella pomposa città di Berlino, è costretta a lasciare la città. Per colpa della guerra, Rosa ha perso i suoi genitori ed i suoi amici più cari. Ed ora sta per allontanarsi anche da suo marito Gregor, un giovane soldato chiamato al dovere affinché combatta al fronte per la nazione.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Poco dopo essere arrivata nella misera casa dei suoceri a Gross-Partsch, Rosa viene scelta dal Governo per svolgere l’ingrato compito di assaggiare il cibo che successivamente sarà servito ad Hitler, diventando ufficialmente una delle assaggiatrici.

Tuttavia, nel romanzo è racchiuso anche un altro tema: i rapporti interumani. Costrette ad una convivenza forzata, tra le assaggiatrici di Hitler cominciano ad affiorare i primi sentimenti: tra alcune nascono sentimenti di amicizia, mentre tra le altre iniziano rapporti di odio e malvagità.

In questo romanzo, viene teneramente raccontato il delicato intreccio di emozioni e relazioni che si crea tra queste giovani donne.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''LE ASSAGGIATRICI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''

“Le assaggiatrici”, il nuovo romanzo di Rosella Postorino, pubblicato nel 2018, è ambientato nella Germania Nazista del 1943. Questo romanzo, toccando tematiche delicate e scabrose, ha raggiunto fin da subito la popolazione di lettori, raggiungendo in breve tempo la cima di numerose classifiche letterarie.

La Postorino riesce a raccontare, a mò di favola, la realtà cruda e difficile a cui è stata costretta la popolazione tedesca, durante l’era nazista. Servire la Patria ed adorare il Führer erano gli unici precetti che ogni buon Tedesco doveva rispettare ed onorare, giorno dopo giorno, senza riserva alcuna.

Quello che si ricava dal romanzo è una favola a tratti dolci e a tratti amara, che vede come protagonista una donna forte e coraggiosa, Rosa Sauer. Il lettore si può chiedere come la mente di Rosella Postorino abbia potuto partorire un romanzo come questo. È la stessa autrice a raccontare come sia nata questa sua idea.

A settembre del 2014 lessi su un giornale italiano un trafiletto a proposito di Margot Wölk, l’ultima assaggiatrice di Hitler ancora in vita. Frau Wölk aveva sempre taciuto riguardo alla sua esperienza, ma all’età di novantasei anni aveva deciso di renderla pubblica. Il desiderio di fare ricerche su di lei e la sua vicenda fu immediato. Quando, qualche mese dopo riuscii a trovare il suo indirizzo di Berlino, con l’intenzione di inviarle una lettera per chiederle un incontro, appresi che era morta da poco. Non avrei mai potuto parlarle, né raccontare la sua storia. Potevo però provare a scoprire perché mi avesse colpito così tanto. Così ho scritto questo romanzo.

In conclusione, ci troviamo davanti ad un romanzo dalla trama intrigante e scorrevole e dal ritmo serrato ed asciutto, che riesce a catturare, fin dalle prime pagine, l’attenzione del lettore.

Il mio consiglio è quello di immergervi a tutto tondo in questa lettura: la storia di Rosa riuscirà ad emozionare anche gli animi più severi.

 

Flavia Pigliacelli

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Le assaggiatrici''Indice dell'Analisi del Libro ''Le assaggiatrici''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare