Recensione ''Le ossa dei perduti'' (Libro di Kathy Reichs) [Serie Temperance Brennan vol 16] - 4.9 out of 5 based on 17 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Le ossa dei perduti''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Le ossa dei perduti”.
  • Titolo originale: "Bones of the lost".
  • Autore: Kathy Reichs;
  • Nazionalità Autore: statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta negli Usa nel 2013 e in Italia nello stesso anno;
  • Editore: Rizzoli (collana “Rizzoli Best”);
  • Genere: thriller medico;
  • Pagine: 425 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,66 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

Recensione del Libro “Le ossa dei perduti” di Kathy Reichs del 2013, genere Thriller medico. Evidenzieremo il riassunto del libro “Le ossa dei perduti”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Le ossa dei perduti” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': 

Kathleen Joan “Kathy” Reichs è nata a Chicago il 7 luglio del 1948.

È una docente, antropologa forense statunitense e autrice di romanzi di genere thriller medico.

Svolge la sua professione tra gli Stati Uniti e il Canada.

È docente di antropologia all'Università del North Carolina, a Charlotte.

Divide il suo tempo tra il lavoro presso l'ufficio di antropologia legale dello stato della Carolina del Nord e presso il laboratorio di scienze giudiziarie e di medicina legale della provincia del Quebec.

Fra il 1972 e il 1975 ha ottenuto diversi diplomi e lauree in antropologia e antropologia medica presso diverse università degli Stati Uniti.

Fa parte dei cinquanta antropologi forensi riconosciuti dall'American Board of Forensic Anthropology e del Board of Directors dell'Accademia Americana di Scienze Forensi. La sua attività la porta a tenere conferenze in molte parti del mondo.

Le conoscenze in campo antropologico di Reichs si sono riflesse nella sua attività di scrittrice soprattutto in rapporto a quello che è probabilmente il suo personaggio letterario di maggiore successo da lei creato: Temperance Brennan (Tempe), infatti anche lei è un'antropologa forense.

La serie "Temperance Brennan" è composta da: "Corpi freddi" (Déjà Dead, 1997), "Cadaveri innocenti" (Death du Jour, 1999), "Resti umani" (Deadly Decisions, 2000), "Viaggio fatale" (Fatal Voyage, 2001), "Il villaggio degli innocenti" (Grave Secrets, 2002), "Ceneri" (Bare Bones, 2003), "Morte di lunedì" (Monday Mourning, 2004), "Ossario" (Cross Bones, 2005), "Carne e ossa" (Break No Bones, 2006), "Skeleton" (Bones to Ashes, 2007), "Le ossa del diavolo" (Devil Bones, 2008), "Duecentosei ossa" (206 Bones, 2009), "Le ossa del ragno" (Spider Bones, 2010), "La cacciatrice di ossa" (Flash and bones, 2011), "La voce delle ossa" (Bones are forever, 2012), "Le ossa dei perduti" (Bones of the lost, 2013), "Le ossa non mentono" (Bones Never Lie, 2014).

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

La sua carriera di antropologa forense l'ha portata in Ruanda a testimoniare al tribunale delle Nazioni Unite sugli episodi di genocidio compiuti in quella nazione.

Per la sua attività professionale si è occupata, quale membro del DMORT (Disaster Mortuary Operational Teams), speciale organismo chiamato ad esaminare le risultanze di eventi catastrofici come ad esempio le indagini sull'attentato alle torri gemelle di New York.

Kathy Reichs è autrice sia di romanzi che di testi tecnici sull'antropologia e l'attività forense.

I suoi romanzi sono stati tradotti in 30 lingue; il primo di essi, “Déjà dead” (in Italia pubblicato con il titolo di “Corpi freddi”), ha vinto nel 1997 il Premio Arthur Elis come migliore opera prima.

Nell'autunno del 2010 è uscito il nuovo libro della dottoressa Reichs, Virals, che ha per protagonista la nipote dell'antropologa forense Brennan, Victoria, soprannominata Tory.

Le avventure di Temperance Brennan nel 2005 hanno ispirato la serie televisiva “Bones” (tradotto letteralmente Ossa), dove l'antropologa è interpretata dall'attrice Emily Deschanel (anche se l'antropologa della serie tv si discosta molto dal personaggio letterario).

La Reichs è tra le produttrici della serie ed è anche apparsa in un piccolo cammeo in un episodio della seconda stagione.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Tempe deve esaminare i resti di 4 esseri (probabilmente cani) mummificati che sono stati importati illegalmente dal Sud America.

Mentre Slidell deve occuparsi del cadavere di una ragazzina che aveva all'incirca quindici anni (secondo il detective, anche se non ci sono prove a sostegno di questa tesi, è una clandestina e faceva la prostituta).

Questa ragazza sembrava vittima di un pirata della strada ma in realtà era stata uccisa.

Però in seguito Slidell deve occuparsi di un caso che era più importante per il sindaco della città.

Nella borsa della ragazzina è stata trovata anche la tessera, di un'area ristoro, di un uomo che ufficialmente era morto sei mesi prima.

Quest'uomo aveva una quota di una società che era passata in seguito al “contrabbandiere” che aveva fatto entrare i 4 cani nel paese.

Poi per fare un favore al suo ex marito, Pete, Temperance deve recarsi in Afghanistan dove deve esaminare i cadaveri di due civili che secondo alcuni sono stati colpiti alle spalle da un soldato americano (nipote di un ex commilitone di Pete).

Così riesce anche a vedere la loro figlia Kathy, di cui non avevano notizie da giorni, che si era arruolata.

Dopo aver esaminato i due scheletri Temperance deve ritornare in North Carolina per testimoniare le sue conclusioni riguardo i civili uccisi in Afghanistan.

Intanto al suo ritorno a Charlotte scopre che sul corpo della ragazza era stato trovato lo sperma di due uomini che erano già stati in carcere.

Scopre inoltre chi era la donna che le aveva telefonato per dirle qualcosa della ragazza sconosciuta e che era molto spaventata.

Le voleva dire che prima di morire era stata in un ristorante “messicano” con altre ragazze e un uomo, che probabilmente faceva il loro protettore.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

I personaggi principali di questo romanzo sono tre: Temperance Brennan, Erskine Slidell e Luther Dew.

- La protagonista è ovviamente Temperance Daessee Brennan.

È un'antropologa forense; insegna all'università del North Carolina, lavora per l'ufficio del capo medico legale di Chapel Hill e dell'ufficio del medico legale della contea di Mecklenburg.

Inoltre collabora anche con il Laboratoire de Sciences Judiciaires et de Medecine Legale di Montreal.

È una donna sopra la quarantina, ha occhi verdi e intensi, delle rughette ai lati degli occhi, il mento e le palpebre che reggono ancora. Ha anche i capelli biondo scuri.

- Poi c'è il detective della Omicidi Erskine <Skinny> Slidell. Fa parte della sezione anticrimine del dipartimento di Polizia di Charlotte-Mecklenburg. Un personaggio dice che pesa all'incirca centottanta chili e il suo peso non è ben distribuito.

- Infine l'ultimo personaggio importante è Luther Dew. È un agente speciale dell'Ice (Servizio immigrazione e controllo doganale) che gestisce in particolare i traffici illegali di antichità. Deve, quindi, fare delle indagini sui resti mummificati che erano stati importati illegalmente nel paese.

È alto circa un metro e ottantasette centimetri e pesa almeno centotrenta chili. Infatti viene definito “Un roseo beluga....non indossava papillon, cappello floscio e bretelle alla Truman Capote...”.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Questo libro è molto dinamico da questo punto di vista. Infatti inizialmente si svolge tutto negli Stati Uniti, in particolare nello stato del North Carolina.

Tutta la vicenda ha inizio nella città di Charlotte (che fa parte della contea di Mecklenburg).

Si fa riferimento anche a un quartiere della città stessa (South End); quartiere a sud del centro di Charlotte, è una zona abbastanza eterogenea.

Poi la protagonista va all'aeroporto di Istanbul, in seguito al Manas International di Bisbek (nello stato del Kirghizistan) dove transitano le forze degli Stati Uniti (da e verso l'Afghanistan).

Poi va a Bagram, in Afghanistan e in un villaggio vicino (Sheyn Bagh).

In seguito rifacendo tutto il viaggio al contrario ritorna in North Carolina, a Jacksonville (per testimoniare) e infine a Charlotte.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Il periodo di tempo in cui tutti i fatti narrati in questo romanzo avvengono non è ben delineato.

L'anno in cui si svolge il tutto dovrebbe essere il 2013 (anche se questo fatto non è esplicitato).

Dopo l'inizio il tutto viene raccontato attraverso un flashback. Sembra il periodo che va tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno.

Ma poi viene specificato che la stagione corrente è l'autunno.

Il giorno dopo l'omicidio della ragazza è un martedì del mese di ottobre (poiché sono passati sei mesi dopo aprile), poi i giorni esplicitati non sono molti: mercoledì, giovedì, sabato, domenica, lunedì.

Dopo si sa che sono passate almeno due settimane (ma non più di un mese) dalla morte della ragazza.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Il linguaggio in cui l'autrice ha scritto questo libro è come sempre tecnico-scientifico anche se poi è reso semplice e comprensibile per tutti coloro che leggono il romanzo.

Le procedure più difficili sono spiegate semplicemente. È molto usato il flashback che serve a spiegare come si sono svolti tutti i fatti.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Anche questo romanzo è narrato in prima persona, da un narratore che è omodiegetico (quindi è interno alla storia narrata).

Inoltre non può essere onnisciente, quindi, non sa cosa è accaduto in precedenza ai personaggi e non sa nemmeno cosa gli accadrà in futuro.

Non commenta mai e non analizza i vari comportamenti dei personaggi.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

In questo libro sono state trattate molte tematiche importanti.

La prima è quella della guerra.

Qui si tratta soprattutto delle prima guerra del golfo e delle guerre in medio oriente (come nel libro “La scatola nera” ) mentre nei romanzi “Il principio del male” si parla in particolare della guerra nella ex Jugoslavia, in “Il villaggio degli innocenti” è trattata la guerra civile e in “Le ossa del ragno” ci sono tutti i problemi che la guerra causa nel mondo e in particolare ai soldati.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Un altro argomento importante è quello delle ragazze che fuggono da qualcosa (ad esempio in “La ragazza di pietra”, le ragazze fuggono dalle famiglie adottive) o che sono alla ricerca di un mondo migliore ma quasi sempre finiscono a fare le prostitute.

Infine l'ultimo argomento importante è quello dei traffici illegali (che possono essere di varia natura) che hanno sempre lo scopo di guadagnare tanto senza fare nulla di faticoso.

Tra i vari traffici c'è oltre a quello degli oggetti antichi c'è anche quello di esseri umani.

Questo tema è già stato trattato nei romanzi “La voce delle ossa”, “Carne e ossa” , “Sangue nero” , in “Ceneri” e in “Il respiro del drago” .

 

COMMENTO DEL LIBRO ''LE OSSA DEI PERDUTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''

Come tutti gli altri romanzi dell'autrice Kathy Reichs anche questo è una vera e propria garanzia.

Questo libro è uno dei migliori tra gli ultimi romanzi usciti, che anche se non hanno deluso non eccellevano.

Anche questo come tutti gli altri suoi libri trae spunto dalle vere vicende di cui l'autrice (antropologa) si è occupata.

Questi fatti vengono perfino spiegati alla fine del libro. Il romanzo mi ha coinvolto dall'inizio fino all'ultima pagina.

Una cosa molto bella è che in questo romanzo non si sta solo in una città ma la protagonista va un po' in giro per il mondo, dal North Carolina arriva fino all'Afghanistan.

Come avviene quasi sempre l'autrice tratta dei temi sociali importantissimi e sempre molto attuali, come ad esempio la guerra e la tratta di persone che poi vengono, ovviamente, sfruttate in vari modi.

Una delle frasi che mi ha più colpito è stata questa: “ ... non ho prevenzioni contro alcun sistema di credenze, orientamento sessuale o colore della pelle che differisca dal mio. Non odio per stereotipi. Ma non ho alcuna tolleranza per un credo religioso che non solo nega l’istruzione alle donne, o assolve o persino incoraggia l’abuso nei loro confronti; per un dogma che permette agli uomini di picchiare, mutilare, o addirittura giustiziare membri del mio sesso...”

 

+9k Lucia Raso

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Le ossa dei perduti''Indice dell'Analisi del Libro ''Le ossa dei perduti''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare