Recensione ''La solitudine dei numeri primi'' (Libro di Paolo Giordano) - 4.9 out of 5 based on 9 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''La solitudine dei numeri primi''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “La solitudine dei numeri primi”.
  • Titolo originale: "Dentro e fuori dall'acqua".
  • Autore: Paolo Giordano.
  • Nazionalità Autore: Italiana.
  • Data di Pubblicazione: In Italia nel 2008.
  • Editore: Mondadori.
  • Genere: Romanzo.
  • Pagine: 300p.,
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,51 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “La solitudine dei numeri primi” di Paolo Giordano del 2008, genere Romanzo di formazione. Evidenzieremo il riassunto del libro “La solitudine dei numeri primi”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “La solitudine dei numeri primi” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'':

Paolo Giordano nasce a Torino il 19 Dicembre 1982.

Figlio di un ginecologo di nome Bruno e di un'insegnate di inglese di nome Iside, ha una sorella maggiore di nome Cecilia, di tre anni più grande di lui.

Nel 2001 si è diplomato al liceo scientifico “Gino Segrè” di Torino.

Si è laureato con lode nell'anno accademico 2005-2006. 

Ha vinto una borsa di studio per frequentare il corso di dottorato di ricerca in fisica delle particelle.

In questo periodo scrisse “La solitudine dei numeri primi”, pubblicata nel 2008 da Arnoldo Mondadori Editore.

Questo romanzo riceve entrambi i due riconoscimenti più ambiti da uno scrittore italiano: il Premio streghe e il Premio Campiello.

Successivamente, il 10 Settembre 2010, il best seller arriva nelle sale cinematografiche.

Ha pubblicato anche “Il corpo umano” (Mondadori, 2012) e “Il nero e l’argento” (Einaudi, 2014), tutti tradotti o in corso di traduzione in molti paesi stranieri.

Paolo Giordano collabora con Il Corriere della Sera ed è possibile seguirlo su Twitter con il nick @IlPaoloGiordano.

 

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Il romanzo si apre con due vicende che hanno caratterizzato i protagonisti, Alice della Rocca e Mattia Bassolino, durante la loro infanzia, e che porteranno con loro per tutta la vita.

Alice aveva sette anni, e odiava molto la scuola di scii, ma il padre che esercitava un lavoro giudiziario,come il giudice, la obbligava a frequentare la scuola di scii regolarmente. Ogni mattina malvolentieri lei seguiva il maestro e i suoi compagni, ma tutte le volte, che doveva fare una discesa se la faceva addosso.

Una mattina di nebbia fitta, speranzosa del fatto che il maestro Eric non li facesse sciare a causa del brutto tempo, abbandonò i compagni per poter liberarsi e per poter fare i suoi bisogni, senza essere vista dai compagni cercò di scendere da sola il pendio, ma finì fuori pista e cadendo si procurò una frattura alla gamba, perdendo conoscenza.

Mattia,invece, era un bambino molto intelligente e aveva una sorella gemella di nome Michela, la quale però aveva dei problemi a livello mentale e quindi un handicap.

Mattia considerava Michela, come un peso per potersi relazionare con tutti i suoi coetanei e compagni di classe; veniva, così sempre escluso da tutto e da tutti in quanto stare con lui voleva dire stare anche con l'imbarazzante sorella gemella.

Un giorno un suo compagno di classe, costretto dalla madre, li invita alla sua festa di compleanno, avendo la certezza, che sarebbe venuta anche Michela. Mattia, volendosi godere questa opportunità, mentrei due fratelli si recavano alla casa dell'amico, dice alla sorella di aspettarlo al parco, con a promessa che sarebbe tornato presto a riprenderla.

Ma prima che la festa finisca, Mattia inizia a sentirsi in colpa, sapendo che Michela era sola,infreddolita e spaventata. Lascia così la casa, ringraziando l'amico e la madre dell'invito, e si reca al parco, ma quando arriva non ci trova nessuno e inizia ad urlare il suo nome, senza risposta e dopo molti tentavi torna a casa.

Alice cresce con il padre, ma in seguito all'incidente rimane zoppa. A scuola è una ragazza ben accettata, ma lei non riesce a vedersi bella, come tutte le altre compagne di classe sua, in particolare Viola. Inizia cosi a preoccuparsi del suo aspetto fisico diventando anoressica; questa sua solitudine attira molto Viola e grazie a lei poi conoscerà Mattia.

Mattia cresce con il dolore di aver perso sua sorella,diventando così autolesionista, e appassionandosi molto allo studio. Questa colpa che ,però si porta dietro lo ha reso molto introverso estraniandosi da tutti i suoi coetanei. I dirigenti del liceo che frequenta consigliano, così, di iscriverlo ad un'altra scuola con la speranza,che in un altro ambiente riesca ad allacciare qualche rapporto.

I genitori di Mattia lo iscrivono allo stesso liceo di Alice, ed è qui che si conosco e diventano amici. Un giorno Viola, volendo far entrare nella sua cerchia di amiche anche Alice, le propone una disgustosa sfida, nello spogliatoio della palestra; Alice vince la sfida mangiando una caramella disgustosa e guadagnando così la sua amicizia.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Man mano i due ragazzi si conoscono, sentono di essere simili tra di loro e stringono un'amicizia particolare che li porta sempre a cercarsi a vicenda senza un apparente motivo. Continuano a vedersi anche dopo aver finito la scuola quando Mattia frequenta l'università e Alice si appassiona alla fotografia.

Intanto Fernanda, la madre di Alice, viene ricoverata in ospedale per un tumore. Lì Alice conosce Fabio, un giovane medico che la consola dopo la morte della madre. Successivamente Alice e Fabio si sposano mentre Mattia si trasferisce in Scandinavia e lavora in un'università.

Cerca di dimenticare Alice di cui è innamorato ma non ci riesce. Nel frattempo Alice e Fabio si separono perché a causa dell'anoressia Alice non può restare incinta e Fabio vuole un figlio a tutti i costi. Alice decide di andare in ospedale a cercare Fabio e chiarire il loro rapporto ma incontra una ragazza che assomiglia molto a Mattia e ricorda la sua gemella scomparsa. Allora Alice decide di chiamare Mattia e gli chiede di tornare in Italia.

Lui accetta l'invito e i due passano un pomeriggio insieme scoprendo che sono entrambi innamorati uno dell'altro. Nonostante ciò per qualche motivo i due non riescono ad amarsi del tutto e Mattia riparte per la Scandinavia ed entrambi continuano la loro vita in solitudine.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

I personaggi principali sono Alice della Rocca e Mattia Bossolino; non sono descritti dall'autore fisicamente, ma di alice viene solo detto che dopo essere stata influenzata da Viola inizia a dimagrire fino a diventare anoressica. Matti invece, in seguito alla scomparsa di sua sorella diventa un ragazzo molo estroverso e autolesionista.

I personaggi secondari, invece, sono:

• Oledad Galienas: è la domestica ecuadoriana di casa Della Rocca. Dimostra una materna affettuosità nei confronti di Alice, sebbene lei non sempre contraccambi e arrivi addirittura a ricattarla per farsi fare il tatuaggio.

• Viola Bai: è una compagna di classe di Alice. Ricca e corteggiatissima, ma dai comportamenti molto discutibili (una volta, per ridere, rinchiude una compagna di classe nello spogliatoio dei maschi; un'altra volta porta Alice a marinare la scuola), diviene un modello per la protagonista che riesce ad entrare nel suo "giro". Viola, alla sua festa di compleanno, fa conoscere Alice e Mattia. Come omaggio, Alice si farà tatuare una violama "l'amica" finisce poco dopo per scaricarla con la scusa che il dolce portato da Alice alla festa di compleanno di Viola era avvelenato e quindi Viola e le sue compagne si sono sentite male , forse gelosa dell'amicizia appena nata dalla quale rimane esclusa.

• Denis: è il compagno di banco di Mattia e probabilmente il suo unico amico, se così si può definire. Di tendenze omosessuali, ma "l'amica" finisce poco dopo per scaricarla con la scusa che il dolce portato da Alice alla festa di compleanno di Viola era avvelenato e quindi Viola e le sue compagne si sono sentite male (forse invece è accaduto per il fatto che Viola e il suo "giro" alla festa hanno bevuto troppo), forse gelosa dell'amicizia appena nata dalla quale rimane esclusa.

• Fabio Rovelli: è il giovane medico che cura la madre di Alice. Dopo un lungo corteggiamento, con il quale mette in mostra tutta la sua sicurezza, riesce a sposare la protagonista, ma la abbandona pochi anni dopo, in seguito ad una lite riguardante l'anoressia di lei, la quale testardamente non vuole farsi curare.

• Alberto Torcia: è un collega italiano che Mattia incontra all'università all'estero. È sposato e ha un figlio di nome Philip.

• Nadia: un'amica di Alberto che Mattia conosce ad una cena e con la quale passerà una notte di sesso.

• L'avvocato Della Rocca: il padre di Alice il cui nome di battesimo è sempre taciuto. Lui e Alice non hanno un buon rapporto, dopo l'incidente. Nel film, però, è chiamato Umberto.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

• Fernanda: la madre di Alice che, verso la fine del libro, muore di tumore.

• Giada Savarino, Federica Mazzoldi e Giulia Mirandi: amiche di Viola con la quale formano il gruppo chiamato "le quattro stronze".

• Marcello Crozza: il fotografo presso cui Alice lavora e che la considera quasi una figlia.

• Pietro e Adele Balossino: i genitori di Mattia, che convivono duramente con il ritardo mentale di Michela (il primo soprattutto, la prima con meno problemi) e il cui rapporto si incrina dopo la scomparsa di Michela.

• Riccardo Pelotti: il bambino che invita alla sua festa Mattia e, controvoglia, Michela.

• Walter: cugino di Alice.

• Davide Poirino: compagno di classe di Alice in terza media, a cui dà il suo primo bacio

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Giordano non fa mai riferimento ad un luogo preciso dove si svolge la vicenda, si limita a raccontare che si svolge in Italia. Parte della vicenda di Mattia si svolge del nord Europa, probabilmente in una delle città più prestigiose che ospitano un' importante Università.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Le indicazione temporali sono più precise. Esse presentano un ordine cronologico. Le storie di Alice e Mattia sono intrecciate e avvengono nello stesso tempo. La narrazione presenta molte elissi: tra una vicenda ed un'altra trascorrono molti anni e all'inizio di ognuna di essa viene trascritto l'anno preciso.

Le date più importanti sono:

- 1983, Alice cade nel burrone, diventando zoppa;

- 1984, scompare Michela, sorella gemella di Mattia;

- 1991, Mattia conosce Alice;

- 2007, Mattia rientra in Italia.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Il linguaggio utilizzato dallo scrittore è forte, incisivo in alcuni passaggi e descrizioni. La forma lessicale è sempre corretta e non presenta alcuna particolarità. Il discorso diretto e indiretto sono presenti in un costante equilibrio, e la loro alternanza serve a sottolineare i momenti più rilevanti della storia.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Il narratore è esterno come anche la focalizzazione, questo lo possiamo vedere maggiormente dallo stile di scrittura e dal fatto, che è sempre lui a raccontare la storia e le vicende dei vari personaggi compresi i pensieri e le loro varie intenzioni.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Essendo “La solitudine dei numeri primi” un romanzo, esso tratta di tematiche adolescenziali che tutt'oggi ricorrono nella nostra vita; come ad esempio l'autolesionismo, pratica ormai molto usata e che oggi si sta sempre di più divulgando; oppure l'anoressia, per il fatto di non piacersi fisicamente. Ma il tema principale è l'amore.

Un amore che nasce al liceo e che va avanti durante la loro crescita, un amore molto contrastato e mai detto, mai rivelato. Anche un amore da parte di Alice che lascia andare, lo perde per tornare alla sua vita solitaria, dopo non aver provato nulla per Fabio.

Sempre sul tema ricordiamo la raccolta poetica “Solitudine” di Antonio Azzerlini.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI'': Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''

Questo libro oltre ad essere stato un successo tra tutte le persone adulte, è stato un successo anche tra noi adolescenti; infatti Giordano inserisce tutte le tematiche che viviamo al giorno di oggi per poi intricarle fra di loro.

È un libro davvero bello, libro che si legge facilmente e che ti fa spesso sfarfallare lo stomaco per l’intensità dei sentimenti che lega i protagonisti in cosi poco tempo. Lo leggi e ti ci appassioni subito con la curiosità di veder come finisce, se questo amore continua o se si lasceranno per sempre.

è un libro adatto per grandi e piccini in quanto non ci sono termini troppo spinti e in quanto si possa leggere in breve tempo divorando ogni singola pagina.

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''La solitudine dei numeri primi''Indice dell'Analisi del Libro ''La solitudine dei numeri primi''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare

Avatar di melissa
melissa ha risposto alla discussione #279 3 Anni 5 Mesi fa
Recensione molto bella, ho già letto questo libro anni fa ma forse non l'ho compreso appieno...
Dopo aver letto la tua recensione credo che ci riproverò ;)
Avatar di dinu
dinu ha risposto alla discussione #282 3 Anni 5 Mesi fa
grazie mille che gentile spero che ti piaccia il mio stile di scrittura e scusa per il ritardo ma ho visto solo ora il commento :) :kiss: