Recensione ''L'istinto del predatore'' (Libro di James Patterson) (Serie Alex Cross Vol 14) - 3.7 out of 5 based on 3 votes

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''L’istinto del predatore''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “L’istinto del predatore”.
  • Titolo originale: "Cross Country".
  • Autore: James Patterson;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta negli Stati Uniti nel 2008; in Italia nel 2012 edito da Longanesi;
  • Editore: TEA;
  • Genere: Thriller;
  • Pagine: 318 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “L’istinto del predatore” di James Patterson del 2008, genere Thriller. Evidenzieremo il riassunto del libro “L’istinto del predatore”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “L’istinto del predatore” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'':

James Patterson è nato il 22 marzo 1947 a Newburgh (New York). Dopo gli studi nel Massachusetts e Tennessee si è trasferito a New York dove ha lavorato per l'agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson, diventando il presidente della filiale americana.

Dopo il successo di “Ricorda Maggie Rose” si ritira dal settore pubblicitario, iniziando l'attività di scrittore a tempo pieno.

Ha pubblicato il suo primo romanzo nel 1976. Nel 1977 vince il prestigioso premio Edgar per il miglior romanzo d'esordio.

È considerato uno dei più importanti autori di thriller di oggi; è noto soprattutto per la serie di Alex Cross, Womens Murders Club, Michael Bennett e Witch e Wizard.

Scrive anche, spesso avvalendosi della collaborazione di altri autori, libri romantici. Nella sua carriera ha venduto oltre 300 milioni di copie dei suoi libri diventando lo scrittore più ricco del mondo.

È il primo autore a raggiungere le 10 milioni di copie ebook vendute e detiene il record del Guinness per la maggior # 1 New York Times bestseller.

La sua fama è legata soprattutto al personaggio di Alex Cross, lo psicologo cacciatore di serial killer interpretato sul grande schermo da Morgan Freeman. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Attualmente vive in Florida con la moglie e il figlio.

Della Serie “Alex Cross” ricordiamo (in ordine) i volumi:

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- "Ricorda Maggie Rose" (Along came a spide, 1993),

- "Il collezionista" (Kiss the girls, 1995),

- "Jack & Jill" (Jack & Jill, 1996),

- "Gatto & Topo" (Cat and Mouse, 1996),

- "Il gioco della donnola" (Pop Goes the weasel, 1999),

- "Mastermind" (Roses are red, 2000),

- "Ultima mossa" (Violets are Blue, 2001),

- "Il caso Bluelady" (Four Blind Mice, 2002),

- "La tana del lupo" (The Big Bad Wolf, 2003),

- "Ultimo avvertimento" (London Bridges, 2004),

- "Sulle tracce di Mary" (Mary, Mary, 2005),

- "La memoria del killer" (Cross, 2006),

- "Il regista di inganni" (Double Cross, 2007),

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

- "L'istinto del predatore" (Cross Country, 2008),

- (Alex Cross's Trial, 2009) (con Richard DiLallo),

- "Il segno del male" (I, Alex Cross, 2009),

- "Il ritorno del killer" (Cross Fire, 2010),

- "Uccidete Alex Cross" (Kill Alex Cross, 2011),

- (Merry Christmas, Alex Cross, 2012),

- (Alex Cross, Run, 2013),

- (Cross My Heart, 2013),

- (Hope to Die, 2014).

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Alex Cross viene chiamato sulla scena del crimine più raccapricciante che abbia mai visto: un’intera famiglia di cinque persone è stata trucidata con inaudita ferocia e crudeltà. I corpi sono stati lasciati l’uno sull’altro con gli arti amputati in un’enorme pozza di sangue.

Avvicinandosi Alex scopre con raccapriccio che una delle vittime è Ellie Cox, sua fidanzata ai tempi dell’università a Georgetown. La donna stava scrivendo un libro “Deathtrip. La criminalità come stile di vita e come modo di gestire gli affari nell’Africa centrale”.

Coinvolto personalmente, Cross comincia ad investigare insieme con la sua fidanzata, l’agente Brianna Stone.

Ma ben presto altre due famiglie vengono trucidate. Inoltre il caso ha sicuramente una portata più ampia di quanto si possa pensare e vi è coinvolta anche la CIA.

Gli indizi suggeriscono che i moventi e i mandanti degli omicidi si celano in Africa ed Alex decide pertanto di partire per la Nigeria per seguire le tracce di un sospettato soprannominato “Tigre”. Qui viene arrestato dalla polizia corrotta che lo sottopone a terribili violenze e solo dopo tre giorni viene liberato dall’agente della CIA Ian Flaherty.

Ian gli consiglia di tornare in America, ma Alex preferisce seguire una pista che lo porta in Sierra Leone. Qui conosce il veterano Mosè e solo grazie al suo aiuto riesce a sfuggire ad un’imboscata che gli viene tesa dalla gang della Tigre.

Poco dopo Padre Bombata, un prete conosciuto in aereo, mette in contatto Alex con sua cugina Adanne Tansi, una reporter che era stata amica di Ellie Cox. Flahertynel frattempo gli rivela che il vero nome della Tigre è Abidemi Sowande.

Dopo innumerevoli avventure, Adanne viene stuprata e uccisa dalla Tigre, mentre Alex viene rilasciato.

Sconvolto dagli orrori a cui ha assistito e demoralizzato per gli esiti delle indagini, Cross decide di tornare a Washington. La Tigre ha vinto? O Cross riuscirà a concludere l’indagine? E se si, a quale prezzo?

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Alex Cross, il protagonista, criminologo afro-americano della Polizia Metropolitana di Washington e consulente del governo, svolge anche l’attività privata di psico-analista.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Se prendiamo in considerazione solo “L’istinto del predatore”, senza fare riferimento ad altri romanzi della serie, di lui sappiamo che la prima moglie, Maria, il grande amore della sua vita, è stato uccisa quando i loro figli erano molto piccoli. Cross ha dedicato anni a cercare il suo assassino e ha chiuso il caso solo in tempi recenti, dopo anni e anni di tormenti e sensi di colpa.

Ora vive a Washington con la nonna ottantenne Nana, e i figli Ali e Jannie, mentre il figlio maggiore Damon, è fuori città a studiare. Ha una compagna, Brianna Stone, sua collega in polizia, che spesso si ferma a dormire da lui.

Ha studiato alla Georgetown University e ha fatto il suo internato al Sibley Memorial Hospital. Guida una Mercedes R350.

In questo romanzo la Tigre è il suo antagonista diretto, anche se la tela in cui si inseriscono gli omicidi su cui indaga è molto più ampia e coinvolge interessi internazionali e numerosi personaggi corrotti.

La Tigre, soprannome di Abidemi Sowande, assassino prezzolato, è un “nero di due metri di statura e centodieci chili di peso”. Aspetta che l’istinto gli suggerisca il momento migliore per partire all’attacco, nelle sue “missioni” di una crudeltà e violenza inaudite, dove non c’è spazio per nessuna forma di umanità. La Tigre:

era un enigma da tutti i punti di vista, un mistero che nessuno aveva mai risolto. A onor del vero, in Africa non c’erano tigri e proprio per questo era soprannominato così. Era diverso, unico nel suo genere, superiore a tutti gli altri animali, umani compresi. Prima di andare a studiare in Inghilterra, la Tigre aveva vissuto in Francia un paio d’anni e aveva imparato il francese e l’inglese.

Aveva scoperto di essere portato per le lingue e di avere un’ottima memoria. Durante la prima estate in Francia si era mantenuto vendendo uccellini meccanici ai bambini nei parcheggi davanti alla reggia di Versailles. Lì aveva ricevuto una lezione preziosa: aveva imparato a odiare l’uomo bianco, e soprattutto le famiglie bianche”.

Molto interessante è il personaggio di Adanne Tansi, giornalista al Guardian, il quotidiano più importante di Lagos. Bella come una star del cinema “era impossibile non notare gli zigomi alti, gli occhi scuri da cerbiatta eil portamento eretto, da persona che non ha paura di nulla…. Aveva molto da perdere, eppure sembrava tranquillissima”.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

L’azione si sposta dalla città di Washington negli Stati Uniti, dove hanno luogo i primi delitti su cui indaga Alex Cross, all’Africa, passando dalla Nigeria alla Sierra Leone, al Darfur e al Sudan. Il detective torna poi in Nigeria e il cerchio finalmente si chiude con il suo ritorno a Washington.

L’autore concentra la maggior parte delle sue descrizioni all’ambiente africano.

Appena arrivato all’aeroporto di Murtala Muhammed di Lagos, Cross è sopraffatto dal vociare, dal frastuono, dalla ressa e dal senso di frustrazione. Dappertutto regna una gran confusione.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

C’è odore di gasolio nell’aria provocato dai tubi di scappamento di vecchie auto e autobus gialli. Gente di ogni età vende di tutto.

Il traffico è infernale e talvolta le macchine restano senza carburante negli ingorghi interminabili. Bande di giovanissimi delinquenti rapinano le persone rimaste imbottigliate.

Gli alberghi sono sporchi, con qualche scarafaggio che tiene compagnia agli ospiti e le pareti scrostate. Gli autisti dei taxi cercano di imbrogliare i clienti che devono perciò fingere di sapersi orientare.

Gli stessi funzionari dell’immigrazione e la i poliziotti sono corrotti e gli stranieri possono sparire nelle prigioni locali senza nessun motivo valido per l’arresto o solo perché possono raccontare al mondo segreti imbarazzanti. La violenza impera nelle carceri dove non esiste alcuna forma di rispetto dei più elementari diritti umani.

La Sierra Leone è un paese ancora più inquietante.

Negli ultimi trenta anni i ribelli vi avevano massacrato oltre 300.000 persone, a volte tagliando loro mani e piedi prima di ucciderle.

Spesso davano fuoco alle case con gli abitanti addormentati, strappavano i feti dal grembo della madre e incidevano messaggi sulla schiena delle persone che decidevano di risparmiare per mandarle in giro a diffondere il terrore”.

Cross si reca prima di tutto ad indagare nelle miniere di diamanti. La prima è la Running Recovery, più che altro un giacimento alluvionale simile a un canyon in miniatura: largo come due campi da calcio e profondo una decina di metri, presenta molti buchi scavati nella terra gialla.

I minatori, armati di picconi e setacci, lavoravano chini nella calura. Quasi tutti erano immersi fino alla vita nell’acqua marrone, fangosa. Alcuni erano piccoli come scolaretti delle elementari”.

Le misure di sicurezza sono scarse.

In tutta la nazione, i diamanti vengono scambiati con petrolio, gas, armi, droga e altre merci illegali.

Washington invece è delineata solo con rapidi schizzi, quasi non avesse importanza nella trama. Ripetuti sono i riferimenti al traffico, e ci sono brevi descrizioni di luoghi centrali, come l’ex casa colonica in cui viene tenuto prigioniero Alex Cross nel corso del rapimento finale.

Ma si tratta di ben poca cosa e queste descrizioni acquistano importanza solo per le ripercussioni che hanno sull’animo del protagonista e sono influenzate da esso.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Il libro è ambientato nei primi anni del nuovo millennio.

Fabula e intreccio non coincidono. Infatti gli indicatori temporali sono frequenti e viene spesso precisata la durata di alcuni eventi, ma ci sono nella narrazione dei salti che corrispondono ai momenti di prigionia di Alex Cross in Africa.

Il primo efferato omicidio viene scoperto il 3 novembre, probabilmente del 2002. Veniamo a sapere che Alex e una delle vittime sono stati insieme all’Università di Georgetown quindici anni prima e hanno avuto una storia d’amore. Gli eventi sono oggetto di un flashback, evocato da un’istantanea, quando il detective si reca nello studio della donna.

Una parte della trama ha per setting la Sierra Leone, lacerata dalla Guerra Civile tra il 1991 e il 2002, con la popolazione divisa tra Fronte Rivoluzionario Unito e truppe governative. Il tutto era stato provocato da interessi economici legati alla scoperta di pietre preziose nel territorio.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Le pagine dedicate a questo evento ci forniscono un quadro storico di grande attualità e scioccante violenza.

Negli ultimi anni i ribelli vi avevano massacrato oltre 300.000 persone, a volte tagliando loro mani e piedi prima di ucciderle. Spesso davano fuoco alle case con gli abitanti addormentati, strappavano i feti dal grembo della madre e incidevano messaggi sulla schiena delle persone che decidevano di risparmiare per mandarle in giro a diffondere il terrore”.

Anche lo stupro diventa un’arma di guerra.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Ogni capitolo presenta sequenze miste. L’azione è incalzante: quindi le parti narrative sono numerose e prevalenti, ma non mancano sequenze descrittive, riflessive e dialogiche.

L’impianto narrativo è quello tradizionale.

C’è un prologo che vede la Tigre in agguato.

Quando Cross arriva sulla prima scena del crimine si riconosce la struttura tipica dell’esordio in cui vengono presentate alcune circostanze e i personaggi e in cui si rompe l’equilibrio che mette in moto la fabula.

Il protagonista Alex Cross deve affrontare delle peripezie, che secondo la migliore tradizione danno al lettore l’impressione tangibile che la storia si evolva.

Tutta la parte centrale, ambientata in Africa, coincide con la Spannung, il momento di massima tensione. Al termine di ogni vicissitudine si ricreano nuovi precari equilibri destinati a rompersi nuovamente e a generare nuove peripezie.

C’è infine la soluzione o scioglimento: Alex Cross supera, direi quasi miracolosamente, le prove, rimuove gli ostacoli che hanno portato al suo allontanamento dalla situazione iniziale a Washington e risolve il caso, affidando tutti i colpevoli alla giustizia o alla tomba.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Il narratore è interno e il punto di vista coincide dunque con quello del protagonista Alex Cross.

La narrazione è infatti in prima persona. Perciò il lettore riesce ad entrare nella mente del detective, condivide i suoi dolori e le sue ansie.

Trattandosi però di un giallo, solo alcuni dei suoi pensieri ci vengono rivelati e le sue deduzioni finali restano celate fino all’ultimo.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Centrale è l’analisi della situazione politico-economica nell’Africa centro-occidentale. Qui la scoperta delle ricchezze del sottosuolo (pietre preziose in Sierra Leone e petrolio in Nigeria) ha scatenato gli interessi delle maggiori potenze e l’avidità di stranieri corrotti, producendo sfruttamento, guerra civile, violenza inaudita.

Tutto è disumanizzato e non c’è più spazio per sentimenti e valori. Coloro che ancora li posseggono e li praticano sono destinati a soccombere, come Adanne, tra indicibili sofferenze.

Altra tematica fondamentale è quella incentrata sui sentimenti del protagonista Alex Cross. Fin dall’inizio, quando viene chiamato sulla scena dell’efferato delitto in casa di Ellie Cox, la relazione sentimentale avuta con la donna ai tempi del College risveglia nel detective sentimenti devastanti.

Eleonor è stato il suo primo amore e il dolore per la sua perdita si sovrappone a quello ormai sopito, dopo anni di rimorsi e sensi di colpa, per la morte della moglie Maria. Lo nota subito la sua nuova compagna Bree, compagna fedele e affidabile nella vita e sul lavoro. Infine prova una forte attrazione per la giornalista Adanne Tansi quando si trova in Africa.

Ma non sono solo i sentimenti di Cross nei confronti di donne più o meno importanti nella sua vita ad imporsi sulla pagina. Ci sono anche i sentimenti che lo legano ai figli e alla madre. Di fronte all’orrore provocato in lui dall’omicidio di Ellie, Alex decide di non andare a lavorare e di accompagnare i figli a scuola.

Ha bisogno di sentire ridere Ali, il figlio più piccolo, appena entrato nel mondo della scuola. Ha bisogno di abbracciare la figlia adolescente Jannie quando l’accompagna a scuola, tenendola stretta un po’ più del solito.

Ed è distrutto quando Nana e i due figli vengono rapiti, così come considera il momento del loro ritrovamento il più emozionante della sua vita.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

COMMENTO DEL LIBRO ''L’ISTINTO DEL PREDATORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''

Sicuramente il quattordicesimo romanzo di James Patterson, “L’istinto del predatore” è stato pensato per la trasposizione cinematografica e qua e là il testo presenta delle esagerazioni.

Ma lo stile è scorrevole e preciso, la trama procede agilmente con la coerenza propria di una sceneggiatura, il protagonista è accattivante. In effetti, rispetto ad altri romanzi, in cui Alex Cross si connota per il suo metodo d’indagine lento, metodico, meticoloso, psicoanalitico, qui il protagonista è molto più dinamico e attivo: un vero eroe che deve fronteggiare prove esterne, ma anche il proprio modo di essere e i propri sentimenti.

Inoltre l’ambientazione è curata e di innegabile attualità. La violenza delle scene di tortura, per cui è stato criticato da alcuni critici, non è attribuibile a Patterson, ma alla realtà internazionale.

Infine il ritmo adrenalinico tiene il lettore incollato alla pagina fino all’imprevedibile soluzione finale. “L’istinto del predatore” non è un capolavoro, ma è sicuramente una lettura amena a cui dedicarsi nei momenti di relax sotto l’ombrellone o comodamente sdraiati su un divano.

Non a caso il Diario delle Biblioteche statunitensi lo riporta come il secondo romanzo più preso in prestito nel 2009 ed è stato al primo posto tra i bestsellers indicati dal New York Times per varie settimane.

 

+30k Ornella Rizzo

COMMENTA questa Recensione del Libro ''L’istinto del predatore''Indice dell'Analisi del Libro ''L’istinto del predatore''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare