Recensione ''Le avventure di Tom Sawyer'' (Libro di Mark Twain) - 4.7 out of 5 based on 20 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Le avventure di Tom Sawyer”.
  • Titolo originale: "The Adventures of Tom Sawyer".
  • Autore: Mark Twain, pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: 1876;
  • Editore: Einaudi;
  • Genere: Classici per ragazzi;
  • Pagine: 298 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Le avventure di Tom Sawyer” di Mark Twain del 1876, genere Classici per ragazzi. Evidenzieremo il riassunto del libro “Le avventure di Tom Sawyer”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Le avventure di Tom Sawyer” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'':

Samuel Langhorne Clemens, vero nome di Mark Twain, nacque ad Hannibal, nel Missouri il 30 novembre 1835, sesto di sette figli.

Suo padre morì di polmonite quando Mark aveva solo 11 anni e il ragazzo dovette lasciare la scuola per cominciare l’apprendistato da un tipografo. Collaborava anche con l’ Hannibal Journal nella stesura di brevi articoli.

A 18 anni, lasciò la cittadina natale per trasferirisi a New York, Philadelphia, St. Louis e Cincinnati. Il giorno lavorava come tipografo e la sera si recava nelle biblioteche pubbliche a studiare.

Poi divenne pilota di battello a vapore. Lo pseudonimo letterario trae origine proprio da questa attività. “Mark Twain” era infatti il grido lanciato sui battelli quando si raggiungevano acque sicure.

Nel 1858 convinse il fratello Harry a lavorare con lui, ma il ragazzo morì per un’esplosione a bordo, episodio di cui Samuel non si perdonerà mai.

Comunque lo scrittore continuò a lavorare sul fiume fino allo scoppio della Guerra di Secessione nel 1858. Divenne in quel periodo segretario del Territorio del Nevada e cominciò l’attività di giornalista professionista. Poi si trasferì a S. Francisco.

Il suo primo successo letterario fu “La famosa rana saltatrice di Calavelas County” del 1865. Il Sacramento Union gli sovvenzionò dei reportage di viaggio nelle isole Hawaii e nel Mediterraneo.

Nel 1868 Twain sposò Olivia Langdon. La coppia , che restò legata per 34 anni, fino alla morte della moglie, si interessava di battaglie liberali, come i diritti delle donne e l’uguaglianza sociale interraziale. Ebbero tre figlie e un bambino, ma quest’ultimo morì di difterite a 19 mesi.

Gli ultimi della sua vita furono segnati da lutti e depressione. Perse prima una delle figlie, poi la moglie, poi un’altra figlia. Per crearsi dei surrogati di questi affetti perduti creò il Club Acquario dei Pesci Angelo, per ragazze di età compresa tra i 10 e i 16 anni, con cui scambiava delle lettere come se fossero sue nipoti.

Nel 1907 l’Università di Oxford gli conferì la Laurea in Lettere ad honorem.

Morì di un attacco di cuore nel Connecticut nel 1910. Faulkner lo definì il “padre della letteratura americana”.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Tom Sawyer vive con la Zia Polly, che fa disperare con le sue marachelle. Fin dall’inizio del romanzo dimostra tutta la sua furbizia: per esempio riesce a persuadere i suoi amici a verniciare la staccionata al suo posto e a farsi pagare per questo “privilegio”.

Tom si innamora di una ragazza appena arrivata in città, Betty Thatcher e la convince a dargli “il primo bacio”. Ma ben presto litigano perché la ragazza scopre che in realtà Tom era già stato fidanzato con Amy Lawrence.

L a stessa notte del litigio, Tom accompagna Huckleberry Finn al cimitero e i due ragazzi assistono ad un omicidio. Injun Joe l’Indiano pugnala a morte il Dottor Robinson, ma riesce a gettare la colpa su Muff Potter, un ubriacone, che viene arrestato.

Tom ed Huck si nascondono su un’isola disabitata sul fiume Mississippi. Tutta la popolazione cerca i loro corpi, ma i due ragazzi si palesano solo il giorno del funerale per ottenere il massimo dell’effetto con la loro ricomparsa.

Tornato a scuola, Tom rientra nelle grazie di Becky, prendendosi la colpa del danneggiamento di un libro al posto della ragazza.

Al processo per l’omicidio del Dottor Robinson, Tom testimonia contro Injun Joe, ma l’uomo riesce a fuggire.

Arriva l’estate: Tom e Huck vanno in cerca di tesori in una casa abbandonata e considerata infestata. Mentre sono al piano superiore, sentono delle voci provenire dal basso: è il fuggiasco che sta pianificando con un complice di seppellire gli oggetti che ha trafugato nella sua carriera da ladro. Tom e Huck decidono di seguirlo per poi disseppellire i tesori e impossessarene.

Mentre attendono il momento opportuno, Tom va ad un picnic con la sua classe, ma si allontana con Becky e i due ragazzi si perdono nella grotta MCDougal.

Quella stessa notte, Huck scopre che Joe l’Indiano ha intenzione di assalire la Vedova Douglas, riesce a prevenire il crimine e diventa un eroe. La Vedova decide di adottarlo.

Tom e Becky restano dispersi nella grotta per giorni e solo quando sono ormai allo stremo delle forze Tom trova una via d’uscita.

Come misura preventiva contro ulteriori incidenti, il Giudice Thatcher, fa murare l’ingresso alla grotta. Injun Joe, che si trova all’interno, resta intrappolato. Tom, dopo qualche giorno, avverte di averlo intravisto nell’antro, ma quando la popolazione si reca a cercare l’indiano, trova ormai solo il suo corpo senza vita. Ma il delinquente aveva già nascosto il tesoro? E riusciranno Tom ed Huck a trovarlo?

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

- Il protagonista è Tom Sawyer, un ragazzino furbo, monello, ricco di immaginazione, sempre pronto a fare birichinate.

All’inizio del romanzo invidia lo stile di vita ozioso e libero da costrizioni di Huckleberry Finn. Ragazzino orfano, impertinente e dispettoso, che non si cura della scuola né degli insegnamenti religiosi sarebbe un emarginato se non fosse per la posizione sociale e per l’impegno della zia Polly.

Ma, man mano che la storia procede, le disavventure in cui incappa lo porteranno fuori dall’infanzia inducendolo ad assumere decisioni mature e responsabili.

La trama ha un carattere picaresco: infatti il ragazzo non ha un’età precisa. La sua credenza nelle superstizioni tradizionali sembra collocarlo nel pieno dell’infanzia, ma altri aspetti (come il suo interesse romantico per Becky e il fascino che esercita su di lui la possibilità di fumare) ci fanno pensare ad un adolescente.

Tom ha due amici del cuore: Joe Harper e Huckleberry Finn.

- Joe Harper all’inizio del romanzo è l’anima gemella di Tom. Ma a differenza del protagonista non evolve: per esempio è il primo a soccombere alla nostalgia di casa sull’Isola di Jackson. Perciò il suo posto come “miglior amico” sarà preso da

- Huckleberry Finn, figlio dell’ubriacone del paese. Il ragazzo incarna il desiderio di libertà senza freni proprio dell’adolescenza. Ha sempre dovuto badare a se stesso e ciò lo ha dotato di uno spiccato senso pratico che fa da contrappeso all’idealismo di Tom.

Fino all’ultimo non è convinto che valga la pena rinunciare alla libertà in nome del benessere e della rispettabilità offertagli dall’adozione della Vedova Douglas. Solo Tom riuscirà a convincerlo.

Il personaggio antagonista nel romanzo è Joe l’Indiano. Sappiamo che ha subito dei soprusi in infanzia, ma la crudeltà con cui medita e concretizza la vendetta contro tutta la comunità fa si che il lettore non riesca mai a giustificare le sue azioni.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Il romanzo è ambientato in una cittadina d’immaginazione, St Petersburg, che trae ispirazione dalla città di Hannibal, in Missouri, in cui Mark Twain visse da ragazzo.

La cittadina è letta da molti critici come un microcosmo, come una metafora della società degli Stati Uniti in generale. Tutte le istituzioni sociali sono presenti in piccolo e a nessuna Twain risparmia la propria ironia.

Altri luoghi dell’azione sono l’Isola di Jackson, sul fiume Mississippi, tre miglia a sud del villaggio e la grotta McDougal, sul fianco della collina poco distante.

L’Isola di Jackson è:

lunga e stretta, fitta di boschi, con un bassofondo sabbioso all’estremità, ottimo come rifugio e luogo di ritrovo. É disabitata; e si trova di fronte ad una foresta anch’essa fitta e deserta”.

La Grotta di Mc. Dougal contiene una grande sala interna dal cui soffitto pendono stalattiti grandi come gambe d’uomo. Passando attraverso una stretta galleria, si arriva ad una sorgente “che getta le sue acque in un bacino incrostato di cristalli”, “nel mezzo di una grotta si trovano fantastiche colonne formate dalla congiunzione di stalattiti e stalagmiti”.

Al soffitto sono aggrappati migliaia di pipistrelli, che, quando vengono disturbati dalla luce, cominciano a volare stridendo.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Non ci sono indicazioni specifiche sul periodo storico in cui è ambientata la storia, ma nella prefazione l’autore la fa risalire a “trenta o quarant’anni prima” della stesura: quindi tra il 1836 e il 1846.

Siamo quindi nella metà del XIX secolo, un periodo in cui gli schiavi di colore erano presenti in quasi ogni abitazione degli Stati Uniti del Sud, i bambini erano costretti da una sorta di supervisione comunitaria ad andare a scuola ad imparare versetti della Bibbia, le superstizioni proliferavano nella puritana che aveva alimentato la caccia alle streghe.

La gerarchia sociale è rigida e la descrizione della tipical “small town” della tradizione letteraria americana è perfetta.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Mark Twain fa un uso massiccio dell’ironia e della satira per tracciare il ritratto della società rurale del Missouri, semplice ed ignorante, ma genuina. E’ quello che normalmente negli Stati viene definito lo “humor del Sud-Ovest”.

Esso è caratterizzato da linguaggio semplice e quotidiano, realistico, aderente alla realtà, talvolta triviale e i personaggi sono in genere dei truffatori che riescono a mettere a segno le loro truffe.

Lo scrittore è considerato uno dei più grandi umoristi della letteratura Americana. Egli inserisce in genere delle battute argute o delle osservazioni sagaci nel corso di lunghe sequenze descrittive o tra sequenze dialogiche serie ottenendo un impatto fortemente ironico con la massima naturalezza.

Un altro elemento distintivo del suo stile è l’uso del dialetto. Twain è il primo ad introdurre il vernacolo nel romanzo americano come fece Walt Whitman in poesia.

L’uso del dialetto è anche indicativo del realismo dello stile. Ogni gruppo sociale e locale parla un particolare dialetto e Twain li registra tutta con estrema precisione.

Siamo negli anni del Realismo Americano.

Ma per Twain il realismo non era meramente una tecnica letteraria: era un modo per dire la verità e fare un atto di denuncia sociale delle convenzioni ormai datate ma non per questo sradicate dall’ambiente.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

La narrazione avviene in terza persona. Il narratore è onnisciente e si inserisce a volte nel testo con osservazioni metanarrative, ma tende anche ad assumere il punto di vista del protagonista di cui capisce motivazioni, pensieri e sentimenti. Ciò avviene fin dall’inizio. Al termine dell’episodio della staccionata nel cap. 2 il narratore dice: >”

Si era divertito tutto il giorno e sulla staccionata erano state passate tre mani di bianco. Se a un certo punto la vernice non fosse terminata, Tom avrebbe spogliato tutti i ragazzi del villaggio.

Gli venne spontanea alla mente la riflessione che in fin dei conti il mondo non è poi tanto insulso. Senza volerlo aveva scoperto una delle grandi leggi che governano le azioni umane: cioè che per far desiderare fortemente qualcosa a un uomo o a un ragazzo, basta fargli credere che è difficile ottenerla.

Se Tom, al pari dell’autore del presente libro, fosse stato un grade e profondo pensatore, avrebbe compreso che è lavoro tutto ciò che siamo obbligati a fare, mentre è divertimento tutto ciò che facciamo senza averne l’obbligo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Questo particolare punto di vista della narrazione suscita l’ammirazione divertita del lettore per un protagonista tutt’altra che eroico, secondo i canoni della letteratura classica.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Centrale nel romanzo è la maturazione morale e sociale del protagonista. Potremmo quasi dire che si tratti di un romanzo di iniziazione.

Nelle prime pagine, Tom è un ragazzino vivace che commette una serie di marachelle. A volte si mette nei guai e coinvolge i suoi amici.

Ma quando comincia a mettere il benessere degli altri davanti al proprio interesse, acquista progressivamente maturità, competenza ed integrità morale.

I suoi momenti di isolamento, sull’isola di Jackson e nelle Grotte MC Dougal servono a farlo crescere ed ogni volta che rientra in seno alla comunità ha acquisito una maggiore maturità nella gestione delle relazioni sociali.

All’inizio del romanzo, Tom guarda ad Huck come un modello perché lo considera più saggio e più maturo. Ma alla fine, Tom dimostra tutta la sua maturità impedendo all’amico di fuggire ancora dai legami sociali: lo convincerà infatti a lasciarsi adottare dalla Vedova Douglas e a farsi “civilizzare”.

Un’altra tematica presente nel romanzo è l’ipocrisia di alcune istituzioni sociali: la scuola, la chiesa, la giustizia…Contro di esse si scaglia l’ironia tagliante dell’autore. Mark Twain dimostra che non sempre le autorità sociali operano con saggezza.

Il rapporto con le istituzioni sociali è ambivalente. Nei confronti di ambiti più ristretti, come la famiglia, l’autore è più “morbido”: i limiti imposti dai genitori sono sempre controbilanciati dall’amore. Anche la comunità è pronta a dimostrarsi indulgente quando Tom torna sano e salvo dalle sue pericolose avventure.

Ma poi l’autore ironizza, attraverso gli occhi di Tom, sul perdono accordato dalla comunità a Joe l’Indiano dopo la sua morte.

I giochi dei bambini sembrano tentativi di sovvertire l’autorità e la convenzionalità della società che viene sfidata continuamente: si salta la scuola, si esce di nascosto di notte, si fanno scherzi agli insegnanti.

Ma poi i travestimenti rientrano in un clichè determinato: clown, pirata, Robin Hood. E sia Tom che Huck sono superstiziosi; elemento che ne fa un controcanto dell’importanza attribuita dalla società alla religione

C’è poi la tematica della libertà che sembra possibile solo nell’esclusione sociale. Huckleberry Finn è figlio di un ubriacone. Molti bambini non hanno il permesso di giocare con lui. Non riceve un’istruzione e spesso non ha cibo da mangiare o un luogo in cui dormire. Però può fumare, dormire all’aperto e fare tutte le attività sognate, ma vietate agli altri ragazzi.

C’è infine un motivo ricorrente: quello del crimine. Si passa dalle piccole trasgressioni dei bambini ai reati veri e propri e l’identificazione di Tom con Robin Hood avvicina i due piani. Robin Hood rubava ai ricchi per dare ai poveri e il messaggio che passa nell’identificazione è che il crimine difenda i valori autentici e sia fondamentale per alterare la struttura della società.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''LE AVVENTURE DI TOM SAWYER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''

Le avventure di Tom Sawyer” è un classico della letteratura per ragazzi, ma anche una pietra miliare della letteratura americana.

È un affresco meraviglioso del folklore dell’area circostante il fiume Mississippi nel XIX secolo. Ma le credenze legate a fantasmi, case infestate e stregoneria, così come le birichinate del protagonista, tengono il lettore adolescente incollato alla pagina e divertono il lettore più maturo.

L’essenza del piccolo centro americano è catturata in pieno dalla sintassi colloquiale e dall’uso del dialetto. I diversi critici hanno più volte sottolineato l’orecchio di Twain per i diversi di parlare che diventano connotativi dei personaggi.

Degno di nota è anche il modo con cui Twain sottolinea l’importanza e il fascino della libertà dalle convenzioni senza mai diventare eversivo o eccessivo. Lo scrittore trova infatti nelle trame dei suoi romanzi il modo di fuggire, di evadere da una realtà in cui si sente alienato, per poi accettare saggiamente di rientrarvi come faranno Tom Sawyer e Huckleberry nella storia.

C’è del magico in questo romanzo: avvicina generazioni di lettori che si divertono e si distendono davanti alla lettura di un cameo della letteratura classica internazionale.

 

+30k Ornella Rizzo

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''Indice dell'Analisi del Libro ''Le avventure di Tom Sawyer''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare