Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il castello del terrore''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il Castello del terrore”.
  • Titolo originale: "The secret of Terror Castle".
  • Autore: Alfred Hitchcock e Robert Arthur; 
  • Nazionalità Autore: Americana; 
  • Data di Pubblicazione: 1964; 
  • Editore: Arnoldo Mondadori;
  • Genere: Giallo per Ragazzi;
  • Pagine: 143; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 3 su 5

 

DOVE COMPRARLO

Recensione del Libro “Il Castello del Terrore” di Alfred Hitchcock del 1964, genere Giallo per Ragazzi. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il Castello del Terrore”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il Castello del Terrore” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': 

Robert Arthur, nome d'arte di Robert Paul Arthaud, è nato ad Aberdeen il 18 giugno 1925.

Robert Arthur è stato un attore statunitense che apparve in numerosi film negli anni '40 e '50. Noto per le sue interpretazioni in ruoli di adolescenti o di giovani adulti, Arthur debuttò alla metà degli anni quaranta e fece una delle sue prime apparizioni di rilievo nel film bellico Cielo di fuoco (1949), nel ruolo del "diversivo comico", il Sgt. McIllhenny.

Successivamente apparve nel film L'asso nella manica (1951) di Billy Wilder, e nella serie TV anni cinquanta Il cavaliere solitario.

Nei suoi ultimi anni, Arthur divenne un attivista per i diritti dei gay a nome degli anziani, e collaborò con i Log Cabin Republicans.

Non si sposò mai, ma ebbe relazioni con le attrici Jane Russell, Rhonda Fleming, Jan Sterling, Faith Domergue, Jane Greer, Ava Gardner e Zsa Zsa Gabor.

Robert Arthur è morto ad Aberdeen (Washington), il 1º ottobre 2008, per un arresto cardiaco.

Sir Alfred Joseph Hitchcock è nato a Londra il 13 agosto 1899 e morì a Los Angeles il 29 aprile 1980.

Hitchcock è stato un regista britannico naturalizzato statunitense ed è stato considerato una delle personalità più importanti della storia del cinema.

Lo spartiacque nella carriera di Hitchcock è rappresentato dal suo trasferimento da Londra a Hollywood, avvenuto nel 1940.

In base a questa data, gli studiosi suddividono la sua produzione in due grandi periodi: il periodo britannico, dal 1925 al 1940, durante il quale ha diretto ventitré film, di cui nove muti; il periodo americano, dal 1940 al 1976, durante il quale ha diretto trenta film, fra i quali si annoverano i più conosciuti. Il suo ultimo film è stato Complotto di famiglia diretto nel 1976.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

“Il Castello del Terrore” è un romanzo scritto da Robert Arthur, con la prefazione del grande Alfred Hitchcock. È il primo della serie de “I tre investigatori”, una collana di romanzi gialli per ragazzi.

Jupiter Jones, Peter Crenshaw e Bob Andrews sono tre giovani amici, che vivono a Rocky Beach, cittadina situata sulla costa del Pacifico, vicino Hollywood. I tre giovani decidono di fondare l’agenzia de "I 3 Investigatori", una agenzia con lo scopo di risolvere piccoli misteri quotidiani, avvenuti nella loro cittadina.

Il primo incarico della loro agenzia vede come protagonista un grande regista hollywoodiano: Alfred Hitchcock.

Casualmente i tre giovani vengono a scoprire che il regista britannico è alla ricerca di un castello infestato da veri fantasmi, da poter utilizzare come location per il suo nuovo film.

Dopo una dura prova di convincimento, prendendo per sfinimento il regista, i tre giovani ottengono l’incarico ed iniziano la ricerca di un vero Castello del Terrore. Tramite un duro lavoro di ricerca di Bob nella Biblioteca, "I 3 Investigatori" trovano il posto ideale per il film, identificandolo con il Castello del Terrore fatto costruire da un famoso attore di cinema muto, Stephen Terrill.

Il castello, situato vicino Hollywood, in una stretta gola detta “Black Canyon”, è costruito in stile medioevale ed è riempito di oggetti antichi ed inquietanti: sarcofaghi, armature, amuleti, mummie. Si narra che, dopo la morte del suo possessore, il castello sia stato invaso da fantasmi: nessuno è riuscito a passare più di una notte al Castello, senza scappare a gambe levate. Addirittura si narra che una famiglia di cinque persone è scomparsa nel nulla dopo aver soggiornato la prima notte al Castello.

I ragazzi provano ripetute volte ad avvinarsi al castello, ma senza ottenere grande successo: il castello è veramente invaso da fantasmi ed è impossibile passare più di una notte in quel luogo, senza morire di paura.

Almeno finché Jupe, il capo, non scopre il segreto del fantasma ed assieme ai suoi amici riesce a risolvere il mistero del castello.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

- Jupiter Jones: il leader del gruppo degli investigatori. Un ragazzino dall’aspetto “tracagnotto”, conosciuto anche come Ciccio-Baby, ma dalla mente brillante. Divora ogni libro che gli capita a tiro e studia come un matto, dalla letteratura alla storia, dalla scienza alla psicologia. Un ragazzo intelligente, scaltro e dalla mente rapida ed intuitiva, tanto che i suoi amici lo paragonano spesso al famoso Sherlock Holmes.

- Bob Andrews: è un ragazzo dalla corporatura esile e minuta. Lavora alla biblioteca civica e adora la lettura. È lo studioso del gruppo.

- Peter Crenshaw: un ragazzo alto e muscoloso. Si differenzia dai suoi amici non tanto per l’agilità mentale, quanto per la prestanza fisica e per la propria corporatura forte e massiccia.

- Stephen Terrill: famoso attore ai tempi del cinema muto, proprietario del Castello del Terrore. Era un attore specializzato nel recitare nei film del terrore, interpretando il ruolo di mostro, vampiro o lupo mannaro. Per tale motivo era definito l’uomo dai mille volti.

- Edmund Skinny Norris: coetaneo dei tre investigatori. È un ficcanaso, sempre in giro a combinare guai e a denigrare gli altri, facendo il possibile per apparire come il migliore. È un tipo spocchioso e sicuro di sé solo perché proveniente da una famiglia benestante e ricca, tanto da potersi permettere di possedere una macchina tutta sua.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Zia Mathilda e zio Titus: sono gli zii di Jupiter Jones. Lavorano nel negozio del rigattiere, il quartier generale dei tre investigatori.

- Alfred Hitchcock: famoso regista americano. È alla ricerca di un vero castello abitato da fantasmi, da sfruttare come luogo di ambientazione per il suo nuovo film.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

Il romanzo è ambientato nella cittadina di Rocky Beach, dove vivono i tre giovani investigatori.

La cittadina è situata sulla costa del Pacifico e alle sue spalle si elevano le montagne di Santa Monica, percorse da innumerevoli “canyons”, ossia gole profonde scavate nella roccia.

Un altro luogo di fondamentale importanza per l’evolversi degli eventi è rappresentato dal Castello del Terrore, fatto costruir dall’attore cinematografico Stephen Terrill. Il castello è situato vicino Hollywood, in una stretta gola detta “Black Canyon”.

È un castello in stile medioevale, riempito di oggetti antichi ed inquietanti: sarcofaghi, armature, amuleti, mummie. Si narra che, dopo la morte del suo creatore, il castello sia infestato da fantasmi: nessuno è riuscito a passare più di una notte al Castello, senza scappare a gambe levate. Addirittura, una famiglia di cinque persone è scomparsa nel nulla dopo aver soggiornato la prima notte al Castello.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

Il romanzo è ambientato nella cittadina di Rocky Beach, dove vivono i tre giovani investigatori, ma non vi sono indicazioni precise circa l’anno in cui si svolgono gli eventi.

Tuttavia, si può affermare che sia contemporaneo all’epoca di scrittura del romanzo stessa, ossia attorno al 1960, epoca in cui visse il grande regista Alfred Hitchcock.

Gli eventi, ovvero il primo caso per l’agenzia dei tre investigatori, si svolgono in un arco temporale di alcuni giorni.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

“Il castello del Terrore” è un romanzo di narrativa gialla per ragazzi, il primo di una lunga serie.

È un romanzo dedicato ai ragazzi che vede tre giovani investigatori alla prime armi come protagonisti. Il romanzo presenta uno stile di scrittura semplice e dalla scrittura abbastanza elementare.

Sebbene sia un romanzo di narrativa gialla e l’ambientazione sia un castello del terrore, il linguaggio utilizzato è lineare, delicato e banale, adatto al pubblico a cui è dedicato.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

“Il castello del Terrore” è un romanzo raccontato in terza persona: infatti, presenta un narratore esterno che racconta l’evolversi degli eventi e la successione dei fatti dall’esterno, in ordine cronologico.

Tuttavia, il narratore esterno è di tipo onnisciente, ovvero conosce circostanze ed eventi inerenti al racconto ed esprime giudizi personali sui protagonisti, in particolar modo nei confronti di Jupiter.

Non sono presenti flashback, ad eccezione di quello che narra le origini del Castello del Terrore di Terrill.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

“Il Castello del Terrore” è un romanzo di narrativa gialla dedicata ai ragazzi ed è il primo della serie de “I tre investigatori”. Pertanto la tematica principale è rappresentata da un mistero da risolvere, che varia da racconto a racconto.

In questo primo romanzo tre giovani ragazzi fondano una agenzia investigativa e prendono in carico la loro prima missione: cercare un castello infestato da veri fantasmi, da poter utilizzare come location per il nuovo film di Alfred Hitchcock.

Dopo qualche ricerca condotta in biblioteca, i ragazzi scovano il Castello del Terrore appartenuto a vecchio attore cinematografico, Stephen Terrill.

Si narra che il castello, situato vicino Hollywood in una stretta gola detta “Black Canyon”, sia infestato da fantasmi veri: nessuno è riuscito a passare più di una notte al Castello, senza scappare a gambe levate. Addirittura, una famiglia di cinque persone è scomparsa nel nulla dopo aver soggiornato la prima notte al Castello.

I ragazzi provano ripetute volte ad avvinarsi al castello, ma senza ottenere grande successo. Almeno finché Jupe non scopre il segreto che si cela dietro ai fantasmi del Castello.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Caratteristica comune di questi romanzi è quella di mescolare la storia gialla con elementi soprannaturali, che, a seguito delle indagini condotte dai protagonisti, vengono svelati come messe in scena perfettamente razionali, da parte del colpevole di turno.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL CASTELLO DEL TERRORE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''

“Il Castello del Terrore” è un romanzo di narrativa gialla dedicata ai ragazzi ed è il primo della serie de “I tre investigatori”.

La caratteristica comune di quasi tutti i romanzi della serie è quella di mescolare la storia gialla con elementi soprannaturali, che, a seguito di indagini condotte dai protagonisti, vengono svelati come messe in scena perfettamente razionali, da parte del colpevole di turno.

Questo meccanismo è già noto al pubblico dei più giovani; infatti tale meccanismo è tipico delle storie di Scooby Doo e dei modelli classici di Arthur Conan Doyle.

Sebbene sia un romanzo dedicato ai più giovani, il romanzo presente una trama intrecciata ed intrigante, tanto da suscitare curiosità e suspense anche negli adulti.

La prefazione del romanzo è a cura di Alfred Hitchcock. Interessante notare come Hitchcock faccia la sua comparsa in questo romanzo nei panni di sé stesso, diventando, a tutti gli effetti, un protagonista secondario del racconto. Tale peculiarità ha contraddistinto alcuni dei suoi film più famosi, in cui il regista effettuava fugaci apparizioni in alcune scene.

Un’ultima peculiarità del libro sta nel fatto che possiamo definirlo un romanzo nel romanzo. All’inizio del racconto Jupe ha un’idea brillante: perché non tramutare in romanzo la loro prima indagine investigativa e magari far scrivere la prefazione al loro primo committente, ovvero il grande regista Alfred Hitchcock?

In conclusione, ci troviamo davanti ad un romanzo per ragazzi, del genere narrativa gialla; tuttavia, lo stile di scrittura ed il ritmo sono incalzanti, intriganti e rapidi, tanto da colpire ed attirare un pubblico adulto. Una lettura assolutamente consigliata.

 

Flavia Pigliacelli

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il castello del terrore''Indice dell'Analisi del Libro ''Il castello del terrore''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare