Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il risveglio della signorina Prim”.
  • Titolo originale: " El despertar de la señorita Prim".
  • Autore: Natalia Sanmartin Fenollera;
  • Nazionalità Autore: Spagnola;
  • Data di Pubblicazione: 8 Aprile 2014;
  • Editore: Mondadori (collana ''Omnibus'');
  • Genere: Narrativa straniera;
  • Pagine: 256 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,93 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Il risveglio della signorina Prim” di Natalia Sanmartin Fenollera dell’aprile 2014, genere Biografie e autobiografie. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il risveglio della signorina Prim”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il risveglio della signorina Prim” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'':

Natalia Sanmartin Fenollera è nata in Galizia nel 1970.

Giornalista e autrice spagnola, Natalia Sanmartín Fenollera ha studiato la legge presso l'ULC prima di fare il salto alla comunicazione dopo aver completato il prestigioso Master in Giornalismo di El País.

Inoltre, si è specializzata in giornalismo economico grazie al suo PIDD ESDP, che lavora da diversi anni nel quotidiano Cinco Días, dove è responsabile della sezione Opinione.

Nel 2013 ha pubblicato il suo primo romanzo, “Il risveglio della signorina Prim”, un'opera situata in una strana città che rifiuta i progressi del mondo moderno. Nonostante sia un'opera prima, ha ottenuto un grande successo di pubblico, ed è stato tradotto in più di cinque lingue.

È stato avviato anche un progetto dedicato al lancio di una versione del libro per il grande schermo.

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

È una giovane donna di trent'anni, molto colta, con svariate lauree in suo possesso che però si trova costretta a vivere in un ambiente di lavoro che la soffoca, in un mondo troppo frenetico, nel quale è impossibile godere delle piccole bellezze e gioie che la natura ci offre.

Quando legge una domanda di lavoro in un giornale, alquanto particolare, decide subito di accettare. La sua strada la conduce a Sant'Ireneo, un paese un po' fuori dal mondo, e ben presto viene assunta come bibliotecaria presso la casa di un Gentiluomo di cui non conosceremo mai il nome.

La sua permanenza a Sant'Ireneo non è però facile, soprattutto inizialmente. Quel luogo è così particolare, così lontano dai suoi modi, da ciò che ha studiato, che si ritrova spesso in imbarazzo o sconcertata. In questo villaggio tutti si conoscono, sanno tutto di tutti, e hanno un modo di lavorare alquanto bizzarro. Qui, infatti, non occorrono titoli accademici, ma ognuno è chiamato a compiere il lavoro che occorre, che non è fatto da nessuno.

Lo stesso datore di lavoro appare come una figura quasi misteriosa, preso con i suoi libri antichi, e la volontà di riportare alla luce la bellezza antica. Il suo modo di insegnare ai bambini risulta anche molto strano, basti pensare che i bambini del villaggio, sanno riconoscere gli autori greci e latini, al suon di una frase, sanno ricreare l'arte solamente osservandola, insomma, sembrano molto particolari, non è vero?

Sant'Ireneo è una piccola roccaforte per esiliati dalla confusione e dalla frenesia della modernità.

Tra discorsi filosofici, scontri di pensieri con il suo datore di lavoro, questo misterioso "uomo dello scranno" che ha molte somiglianze con l'orgoglioso Mr Darcy della mia amata Jane Austen, la Signorina Prim avrà una sorta di "risveglio", capirà ben presto come è bello fermarsi un attimo a contemplare e godere delle piccole cose che la vita ci riserva, a non dover per forza di cose misurare tutto, ma lasciarsi andare alla propria creatività, beandosi della cultura che la circonda. Quello della signorina Prim è una sorta di viaggio di formazione che la porterà a modificare i suoi pensieri e a rivedere molte delle sue certezze, e a cambiare.

Non mancherà, comunque, una sorta di affetto/amore tra i due, anche se... ecco, non aspettatevi nulla di romantico o sdolcinato, né scene di baci o altro.

A Sant'Ireneo sembra di tornare indietro, in una sorta di mondo ottocentesco. I piani spaziali e temporali si fanno più evanescenti. In effetti, nel corso della lettura non si comprende moltissimo in che epoca si vive.

Sicuramente quella attuale, come si evince dalla precedente vita della Bibliotecaria, ma questa connotazione temporale sembra svanire in questo quasi "fiabesco" villaggio.

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

- Protagonista principale del romanzo è la signorina Prudencia Prim, una giovane donna di trent'anni, molto colta, con svariate lauree in suo possesso che però si trova costretta a vivere in un ambiente di lavoro che la soffoca, in un mondo troppo frenetico, nel quale è impossibile godere delle piccole bellezze e gioie che la natura ci offre.

La sua strada la conduce a Sant'Ireneo, un paese un po' fuori dal mondo, e ben presto viene assunta come bibliotecaria presso la casa di un Gentiluomo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

La sua permanenza a Sant'Ireneo non è però facile, soprattutto inizialmente infatti si ritrova spesso in imbarazzo o sconcertata. In questo villaggio tutti si conoscono, sanno tutto di tutti, e hanno un modo di lavorare alquanto bizzarro. Qui, infatti, non occorrono titoli accademici, ma ognuno è chiamato a compiere il lavoro che occorre, che non è fatto da nessuno.

Lentamente, settimana dopo settimana, diventerà parte integrante di questa bizzarra comunità, che nonostante la chiusura verso l'esterno, accoglierà la giovane donna con una naturalezza e una umanità inaspettate.

- Altro personaggio fondamentale del romanzo “Il risveglio della signorina Prim” è il titolare della protagonista, non ha un nome, ma solo il soprannome che lei gli ha dato: “uomo dello scranno”. Appare come una figura quasi misteriosa, preso con i suoi libri antichi, e la volontà di riportare alla luce la bellezza antica. Il suo modo di insegnare ai bambini risulta anche molto strano, basti pensare che i bambini del villaggio, sanno riconoscere gli autori greci e latini, al suon di una frase, sanno ricreare l'arte solamente osservandola, insomma, sembrano molto particolari.

Sono molti anche i personaggi secondari e tutti ben caratterizzati, è quindi facile provare simpatie o antipatie nei loro confronti:

- I bambini tratteggiati dalla penna dell'autrice spagnola mi hanno colpita. Certo, risulta strano notare che abbiano tutta questa cultura in relazione alla loro tenera età, ma saranno proprio loro, spesso ad aprire gli occhi alla nostra protagonista. Con la loro sincerità, la loro "esperienza", la meraviglia e il mistero nei loro occhi e nelle loro parole.

- Tra i tanti personaggi, una che spicca in particolare è sicuramente l'anziana Lulù Thiberville, che cercherà con i suoi modi, forse un tantino bruschi ma veri, di aprire gli occhi e concorrere al risveglio della signorina Prim. In particolare le sue parole, verso la fine del romanzo, mi hanno spinta a riflettere, e mi hanno colpita.

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

Il risveglio della signorina Prim” è interamente ambientato a Sant’Ireneo, una colonia di esiliati dal mondo moderno che hanno deciso di rinunciare alla carriera e al successo per vivere una vita semplice e rurale, ispirata ai più alti valori filosofici e morali e decisi a recuperare lo splendore dell'antica cultura europea.

Le regole e le abitudini di questo paese, così come i suoi anticonformisti e arguti abitanti, aiuteranno la signorina Prim a ristabilire un contatto con la bellezza delle piccole cose e la accompagneranno lungo un cammino di crescita personale che la porterà molto più lontano di quanto lei stessa avesse immaginato e le daranno la forza di aprirsi all'amore...

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

Non è facile stabilire una collocazione temporale per “Il risveglio della signorina Prim”, il modo di vivere degli abitanti di Sant’Ireneo induce infatti il lettore a credere di trovarsi in un’altra epoca, intorno alla fine dell ‘800 quando invece siamo, molto probabilmente, molto più vicini ai giorni nostri.

L'autrice è stata davvero brava a creare una sorta di indeterminazione temporale, così da non avere troppa differenza tra l'esterno e l'interno della comunità di Sant' Ireneo.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

Il risveglio della signorina Prim” è un tripudio di citazioni letterarie, dialoghi illuminanti, conditi con una giusta dose di ironia, il tutto narrato con uno stile leggiadro, che ne fa una lettura molto femminile ma apprezzabile anche da lettori di sesso maschile dotati di sensibilità, cultura letteraria e senso dell’umorismo.

Il pezzo forte della narrazione sono senz’altro i dialoghi. i duelli verbali tra i due tengono il lettore incollato al libro, come se assistesse a una partita di ping pong.

NARRATORE DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

La narrazione ne “Il risveglio della signorina Prim” è affidato alla voce della protagonista, possiamo quindi dire di trovarci di fronte ad un narratore interno. Questa narrazione permette di conoscere in modo più approfondito Prudencia Prim e scoprirne i sentimenti anche più nascosti.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

Quello a cui assisteremo durante la particolarissima lettura di questo romanzo, non sarà altro che, appunto, un risveglio sensoriale della signorina Prim che calandosi nelle abitudini di questa colonia di gente stanca dell’estrema modernità dei tempi odierni ha deciso di ritagliarsi il proprio spazio vitale ristabilendo le priorità della propria vita andandole a ricercare nella semplicità dei piccoli gesti quotidiani adeguandoli ognuno alle proprie necessità senza vincoli sociali.

Sarà come vivere in una bolla in cui il tempo si è fermato alla fine dell’ottocento e la mancanza di descrizioni e di piccoli dettagli, volutamente evitati dall’autrice a mio avviso, tipo l’abbigliamento, fanno si che non sia difficile immaginarsi i personaggi in abiti d’epoca anziché con l’abbigliamento dei giorni nostri.

La forza del romanzo sta proprio nel continuo errare del lettore, tra un dialogo e l'altro, senza mai riuscire ad afferrare totalmente il nucleo dello scambio tra i due protagonisti, proprio come accade alla signorina Prim, che per tutta la narrazione avrà la sensazione di non riuscire ad afferrare qualcosa di indefinito, soprattutto ogni qualvolta disquisisce con il suo affascinante quanto irragiungibile principale.

Proprio la differenza di pensiero tra i due, porterà la signorina Prim a chiedersi cosa vuole dalla vita, cosa sta cercando e se l'essere così diversi possa rendere impossibile e incompatibile l'evolversi di un sentimento che potrebbe essere amore.

COMMENTO DEL LIBRO ''IL RISVEGLIO DELLA SIGNORINA PRIM'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''

L'autrice ha dato alla storia un tono del tutto surreale, perfettamente verosimile ma senza alcun vero contatto con la realtà, a partire dall'ambientazione in uno pseudo- villaggio che io ho immaginato immerso nei Pirenei.

Questa è decisamente una lettura non convenzionale, forse direi anche “di nicchia” se vogliamo, per i numerosi riferimenti alla grande letteratura e ad una forma linguistica quasi aulica con la quale i vari personaggi interagiscono fra di loro; ma sarà soprattutto un viaggio interiore della protagonista che pian piano riuscirà a vedere aldilà delle sue convinzioni e che permetterà al suo cuore di aprirsi e di cedere ai propri sentimenti senza paura.

Il risveglio sarà lungo e graduale e il mio unico rammarico è non aver potuto assistere infine agli effetti di questo risveglio mentale che ha permesso alla nostra infaticabile bibliotecaria di arrendersi a ciò che il cuor comanda senza opporsi!

Si respira amore, libertà, tanta, tanta filosofia e cultura con riferimenti a molti autori. Lasciatevi trasportare dallo stile dell'autrice, non vi deluderà. Almeno secondo me.

In conclusione, lo consiglio a chi ha voglia di una lettura delicata e coinvolgente. Chi ha voglia di ritrovare se stesso e di ricordarsi che la bellezza e la felicità sgorgano dalle piccole cose che spesso non riusciamo a vedere in questo mondo sempre in corsa.

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''Indice dell'Analisi del Libro ''Il risveglio della signorina Prim''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare