Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il cane che arrivò per Natale”.
  • Titolo originale: "The Puppy That Came For Christmas".
  • Autore: Megan Rix pseudonimo di Ruth Symes;
  • Nazionalità Autore: Inglese;
  • Data di Pubblicazione: 31 Ottobre 2016;
  • Editore: Piemme (collana ''Piemme Voci'');
  • Genere: Biografie e autobiografie;
  • Pagine: 258 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 5 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Il cane che arrivò per Natale” di Megan Rix pseudonimo di Ruth Symes dell’Ottobre 2016, genere Biografie e autobiografie. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il cane che arrivò per Natale”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il cane che arrivò per Natale” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'':

Megan Rix, pseudonimo di Ruth Symes, è nata a Londra nel 1962.

Ha una sorella e due fratelli.

Ha sempre amato i libri e scrivere storie così come le avventure e viaggi.

A 18 anni (non essendo mai stata al di fuori del Regno Unito) è partita da solo per gli Stati Uniti e ha viaggiato intorno America e Canada su un autobus, prima di diventare uno studente di scambio a Kutztown, in Pennsylvania.

Megan Rix ha insegnato ai bambini con difficoltà di apprendimento nel Regno Unito per alcuni anni prima di andare a insegnare a Singapore. Mentre era una studentessa ha anche lavorato in un kibbutz in Israele.

Un paio di anni più tardi, mentre si trovavo in Tasmania, la sua prima storia è stata accettata per la pubblicazione, anche se ha dovuto attendere fino al 1997 che il suo primo libro “The Master of Secrets” fosse pubblicato da Puffin sotto il suo vero nome.

Per i successivi 10 anni ha scritto libri per gli editori Orion, Piccadilly, Andersen e Chicken House ed ha scritto per la radio, la TV e il cinema.

Nel 2006 si è sposata alle Hawaii con Eric Wainwright e l'anno successivo hanno deciso di diventare genitori di un cucciolo in addestramento per l’assistenza dei disabili.

Emma e Freddy sono diventati le due stelle del suo libro di memorie “Il cane che arrivò per Natale” pubblicato da Penguin (in Italia grazie a Piemme).

Ha scritto il libro con lo pseudonimo di Megan Rix per proteggere la privacy della famiglia, ma in seguito Puffin (parte di Penguin) le ha chiesto se le sarebbe piaciuto scrivere libri di per bambini sotto lo stesso pseudonimo.

Ruth dice che le piace scrivere libri come Megan Rix, tutti basati sugli animali.

Ha anche scritto una serie di libri su una streghetta chiamato Bella Donna per Piccadilly Press come Ruth Symes e sta attualmente scrivendo una serie chiamata “The Secret Animal Society” sempre con il suo vero nome.

Il suo primo libro per bambini, scritto come Megan Rix è stato pubblicato nel 2012.

Ora Ruth e suo marito hanno 2 cani, due golden retriever: Traffy (abbreviazione di Trafford) che è l’ultimo cucciolo del libro “Il cane che arrivò per Natale” e Bella (dal nome della sua serie Bella Donna) che non ha ancora un libro dedicato a lei - ma probabilmente accadrà presto.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

La storia inizia qualche anno fa, in America, con una coppia composta da Megan ed Ian, i quali non riescono ad avere figli. Provano con tutte le tecniche necessarie ma il bebè tarda ad arrivare.

Mentre aspettano che il miracolo si compia Megan e Ian decidono di diventare "genitori" in affido di cani che diventeranno poi fondamentali per la vita di tutti i giorni, per tutte quelle persone che hanno una qualche disabilità, che impedisce loro di spostarsi autonomamente, con sicurezza, o che comunque trova benefici dall'assistenza di un amico a quattro zampe che gli dia una mano.

È così che Emma, un incrocio di labrador e golden retriever, e poi Freddy entrano nella loro casa come un raggio di sole.

È tutto così semplice come sembra?

Non proprio, in realtà, perchè allevare cucciolotti per 6 mesi, affezionarsi a loro per poi darli via, perchè il loro compito è quello di essere addestrati a divenire cani da "supporto", non è poi così facile.

Perchè provare un sentimento spontaneo per quegli esseri morbidosi e bellissimi è facile, ma trovare il coraggio di lasciarli andare è davvero più complicato, e il sentimento di perdita può tornare prepotente e importante per una donna come Megan, che prova già molte difficoltà nell'accettare una delle perdite più dure da accettare: quella di non poter diventare madre...

Con il Natale che si avvicina e un vuoto sempre più grande da colmare, Megan spera che un cane tutto loro arrivi a completare la famiglia...

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Protagoniti si “Il cane che arrivò per Natale” son Megan e Ian insieme a Emma e Freddy.

- Megan è una donna intorno ai quarant’anni, lavora come sceneggiatrice e scrittrice. Inizialmente lei e il marito decidono di non avere figli visto che entrambi hanno superato i quaranta ma poi ci ripensano e decidono di lasciar fare al destino... o almeno questo è quello che dicono a loro stessti anche se Megan inizia subito a covare un profondo desiderio di maternità.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Questo desiderio presto si rivelerà difficile da realizzare e la donna ne soffrirà molto. È una donna molto in gamba ma il suo senso dell’orientamento ha qualche problema... si perde sempre! Così è costretta ad uscire di casa sempre con largo anticipo e spesso rischia di fare tardi ugualemnte!

- Ian è l’anima gemella di Megan, lavora in banca a Londra e fa il pendolare.

È un uomo molto affettuoso, altruista e paziente nonostante la difficile infanzia che ha vissuto. Sul suo passato sappiamo poco, proprio come Megan che decide di lasciare al marito la decisione di raccontarle cosa gli è accaduto se e quando se la sentirà.

Nel presente lo conosciamo come un uomo molto generoso e affettuoso, si presenta sempre a casa con un regalino per la moglie o un giocattolo per il cucciolo di turno.

- Emma, incrocio tra golden retriver e labrador, è la prima “piccola di casa”. Arriva in famiglia pochi giorni prima di Natale e si dimostra subito una cucciolotta tranquilla e socievole. È bellissimo vedere come impara velocemente tutto ciò che le viene insegnato, dal ritrovare le chiavi di casa al ritirare il bucato dalla lavatrice.

- Il secondo cucciolo che arriva in famiglia è Freddy.

Si scoprono presto le differenze tra i due, infatti lui è molto più esuberante e giocherellone. Il suo apprendimento è svelto come quello di Emma ma Freddy è un testone e va convinto con una voce dolce a fare ciò che gli si chiede.

Per lui l’inserimento nella nuova famiglia sarà un po’ più complicato... finchè non incontrerà Beverly, una donna affetta da sclerosi multipla, alla quale si donerà completamente.

- Molti sono anche i personaggi secondari, da Jamie e Frank, responsabili del centro Helper Dogs a tutti gli altri volontari del centro stesso fino a tutti gli altri cani in addestramento e i disabili cui sono destinati che la coppia conosce.

Ognuno di loro svolge un ruolo fondamentale nella vita dei due protagonisti.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Il cane che arrivò per Natale” è ambientato nelle East Midland, una regione dell’Inghilterra, le cui città principali sono Nottingham, Derby e Leicester.

Non viene mai specificato il nome della cittadina in cui vivono i protagonisti, forse per lo stesso motivo per cui l’autrice ha deciso di scrivere questo libro con uno pseudonimo, proteggere la privacy della famiglia.

Questo non le impedisce però di descrivere meravigliosamente, anche se con poche parole, i luoghi che circondano la sua casa, dal parco al fiume dove porta a giocare i cuccioli.

Le passeggiate di Emma si allungavano di settimana in settimana e presto riuscimmo ad arrivare, rispettando i tempi, al sentiero lungo il fiume e infine al campo, una vasta radura piatta che d’estate si riempiva di fiori e gente a passeggio, ma a febbraio era territorio esclusivo dei cinofili con i loro beniamini.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Il cane che arrivò per Natale” ci racconta il primo anno di matrimonio di Megan e Ian, ci troviamo perciò tra il 2006 e il 2007. Possiamo quindi dire che si tratta di un romanzo contemporaneo.

Il libro inizia poco tempo prima di Natale e finisce con il Natale dell’anno successivo.

La storia è raccontata in modo lineare senza flashback particolari, tranne quando Megan ci racconta come lei e suo marito si sono conosciuti.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

La Rix, che ha esperienza come sceneggiatrice,in “Il cane che arrivò per Natale” dosa bene i momenti drammatici, stemperandoli con quelli più dolci e tranquilli, descrive bene molte differenti situazioni dolorose, che contengono sempre tanta speranza e voglia di tenerezza.

Qualcuno potrebbe però trovare il ritmo un pochino lento, di quando in quando, ma è comprensibile, nel panni della Rix, trasmettere l'organizzione di quello che fa, per far capire cosa vuol dire allevare animali per scopi decisamente specifici e tecnici ma poi doverli lasciare andare, con tutte le problematiche e le soddisfazioni del caso.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Essendo “Il cane che arrivò per Natale” una biografia, l’autrice ha deciso di raccontarci un anno della sua vita in prima persona. Possiamo quindi parlare di narratore interno.

Questo tipo di narrazione ci permette di immedesimarci completamente con lei e di condividerne appieno le gioie così come i dolori.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Il cane che arrivò per Natale” è un libro dolce, che infonde dolcezza e speranza, ed è un buonissimo spunto di riflessione per capire cosa implica, nel bene e nel male, occuparsi di un altro essere vivente. Molti infatti adorano l'idea romantica e dolce di avere un cane, ed hanno in mente un tenero e soffice e amabile esserino che sembra non volere che crocchette ed amore... ma in realtà non è proprio così. Un cane è una responsabilità, che necessita di cure e di attenzioni, vuole compagnia ed affetto e quando andiamo via soffre.

Un altro aspetto importante che affronta la Rix è il concetto più nobile di amicizia, amore e compassione e che non vi deluderà se amate gli animali e considerate il loro affetto necessario ed importante.

Questo argomento porta poi a riflessioni più profonde in quanto l’amicizia, l’amore e la compassione non vanno dedicati solo ai nostri amici a quattro zampe ma anche alle persone che ci circondano.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

I cuccioli possono essere un collante e aiutarci a stringere nuove amcizie, come succede a Megan ma, e soprattutto, come succede a tutte quelle persone che lei incontra sulla sua strada e alle quali vengono assegnati i cani una volta finiro l’addestramento.

Ero l’uomo invisibile, presente e assente allo stesso tempo. I colleghi hanno cominciato a “vedermi” la prima volta in cui ho portato Callum con me. Hanno fatto a gara per salutarlo e chiedermi la sua storia. Adesso impiego dieci minuti a raggiungere la mia scrivania perché tutti si fermano a fargli una grattatina e scambiare due chiacchiere con me.

La Rix riesce inoltre a trasmettere con empatia e toccante sentimento sia la tragica condizione di una coppia che è stremata dai tentativi di concepire un bambino, quanto la frustrazione e il dolore di vedere questiti tentativi fallire, e anche quando si decide di prendere il considerazione l’adozione, le difficoltà da affrontare sono davvero molte.

Questo li obbliga a prendere sempre più consapevolezza del fatto che il loro sogno non è destinato a realizzarsi e che occorre accettare un'amara realtà.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL CANE CHE ARRIVÒ PER NATALE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''

Se avete un animale da compagnia, cari lettori, troverete questo romanzo a dir poco necessario.

La Rix, infatti, racconta la storia vera - che è uno lo spaccato di un periodo della sua vita - di una coppia e del loro amore per i cani.

Il cane che arrivò per Natale” è un romanzo perfetto per il Natale che si sta avvicinando, semplicemente perchè i primi cani che Megan ed Ian dovranno addestrare entreranno nei loro cuori (e nel loro nucleo famigliare) nel periodo natalizio: prima Emma e poi Freddy, che faranno il loro ingresso proprio risollevando due cuori spezzati e ridando loro un'inaspettata fiducia.

Ho adorato leggere la storia di Megan e Ian, con tutte le difficoltà che hanno dovuto affrontare ma soprattutto per tutto l’amore che straripa dalle pagine.

Esilaranti e drammatiche al tempo stesso le disavvenutre che gli capitano quando i cuccioli sono piccolissimi.

Teneri e dolcissimi nel loro modo di vedere la vita, i cuccioli non potranno non conquistarvi!

Molto belli gli articoli che Megan scrive per il giornale locale, nei quali racconta l’esperienza dell’affido con gli occhi della piccola Emma o dell’esuberante Freddy.

Una lettura davvero consigliata per tutti!

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''Indice dell'Analisi del Libro ''Il cane che arrivò per Natale''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare