Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il lungo ritorno''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il lungo ritorno”.
  • Titolo originale: "A Suitable Vengeance".
  • Autore: Elizabeth George;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: nel 1991;
  • Editore: TEA;
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 346 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,4 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Il lungo ritorno” di Elizabeth George del 1991, genere Giallo. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il lungo ritorno”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il lungo ritorno” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'':

Elizabeth George è nata il 26 febbraio 1949 a Warren, Ohio, negli Stati Uniti, ma la maggior parte dei suoi romanzi gialli, circa una ventina, sono ambientati nel Regno Unito. Diciannove dei suoi romanzi hanno per protagonista l’ispettore Thomas Lynley, ottavo conte di Asherton e i primi undici sono stati oggetto di trasposizioni televisive da parte della BBC.

Quando aveva solo 18 mesi, i suoi genitori si trasferiscono nella Silicon Valley, in California e in quella zona ha frequentato le scuole fino a laurearsi in inglese e psicopedagogia.

La passione per la letteratura si manifesta fin dall’infanzia e a sedici anni si reca nel Regno Unito sui luoghi legati alla tradizione shakespeariana.

Dopo la laurea, si dedica all’insegnamento, carriera che seguirà per quattordici anni, dedicando il massimo delle sue cure agli studenti in difficoltà. E il suo interesse per chi non ha avuto dalla vita le giuste opportunità, continuerà anche dopo aver raggiunto il successo. Crea infatti la Fondazione Elizabeth George a sostegno dei giovani in condizioni di svantaggio e dei giovani scrittori emarginati.

Il suo esordio letterario risale al 1988 con “E liberaci dal padre” che riceve immediatamente due premi: il Premio Agatha Christie e il Gran Premio Francese della Letteratura Poliziesca.

E si è aggiudicata molti altri premi letterari internazionali per i suoi romanzi successivi ed è stata tradotta in trenta lingue.

Dopo il divorzio dal primo marito Ira Jay Toibin nel 1995, è attualmente sposata con Tom McCabe.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

L’ispettore Thomas Lynley, ottavo conte di Asherton e punta di diamante di New Scotland Yard per la sua straordinaria abilità investigativa, decide di passare un fine settimana in Cornovaglia nella casa di famiglia per presentare la fidanzata Deborah Cotter alla madre vedova.

La ragazza è la figlia del maggiordomo di Simon St. James, il miglior amico di Thomas dai tempi della scuola ed è appena tornata dagli Stati Uniti dove si era recata per dedicarsi alla pittura.

Prima della partenza Deborah e Simon sembravano molto legati, ma il sentimento non è mai stato consumato per la giovane età di Deborah e perché Simon, invalido, non si sentiva all’altezza.

In Cornovaglia viene invitato anche Joseph Cotter, padre di Deborah, e per stemperare l’imbarazzo derivante da presentazioni formali vengono invitati anche Simon e la sua assistente Lady Helen.

Durante la breve vacanza saranno presenti anche il fratello di Thomas, Peter (squattrinato, violento, tossicodipendente, sempre attratto dalla vita dissipata) e la sua ragazza, Sasha Nifford, nonchè la sorella di St. James, Sidney con il compagno, Justin Brooke.

Il weekend si preannuncia tutt’altro che rilassante alla luce delle tensioni che animano le relazioni tra i personaggi: St. James ad esempio è dilaniato tra la sofferenza di perdere Deborah per sempre, la fedeltà all’amicizia per Thomas e la preoccupazione per relazione sentimentale della sorella, con Justin, un uomo poco affidabile.

Giunti in Cornovaglia, nel piccolo villaggio di Howenstow, l’ispettore Lynley e i suoi amici restano però coinvolti nell’omicidio del giornalista locale Mick Cambrey, marito di un’amica di Thomas, Nancy, che viene ritrovato orribilmente mutilato.

Nonostante sia fuori dalla sua sfera giurisdizionale, l’ispettore Lynley si sentirà costretto ad indagare nei frammenti sconnessi della vita e della morte di Mick per motivi personali. Nancy, infatti, gli aveva chiesto aiuto economico e lui lo aveva rifiutato e molte prove puntano sulla famiglia Lynley e ruotano intorno all’identità segreta di una prostituta londinese, vicina di casa di Deborah.

Assistito dall’amico St James e dalle sue scoperte forensi, Thomas Lynley giungerà ad una imprevedibile verità, ma non prima che altre morti colpiscano le tranquille località della Cornovaglia e la sua famiglia.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Tre sono i personaggi principali.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Thomas Lynley, ottavo conte di Asherton, è uno dei migliori investigatori di New Scotland Yard. Ha capelli biondi, occhi castani, zigomi, naso e mascella ben disegnati. Prova rancore nei confronti della madre da quando il padre è morto per malattia e lei ha continuato a vivere spensieratamente.

- Suo fratello Peter gli assomiglia molto, solo con un aspetto più emaciato per gli stravizi e la tossicodipendenza. Tra i due non corre buon sangue e sembrano sempre sul punto di darsi battaglia.

Thomas ha deciso di sposare Deborah Cotter, dagli occhi verdi illuminati da pagliuzze d’oro. La ventunenne è “un’amalgama di calore e affettività, intuito e umorismo, qualità che si rispecchiavano nell’espressione animata, nella massa caotica dei capelli ramati, nelle lentiggini spruzzate sul naso.

- Anche Simon St. James e sua sorella Sidney si assomigliano in modo straordinario: “gli stessi capelli neri e ondulati, i medesimi lineamenti aquilini, gli identici occhi azzurri. Immagini speculari e opposte: la vivacità di una era sostituita nell’altro da una quiete rassegnata.

Simon in particolare è alto, magro con il volto scarno e segnato dalla sofferenza e dalla malattia. Ha una gamba offesa e fatica a mantenersi in piedi in un equilibrio precario. È estremamente generoso, introspettivo e perfezionista nel lavoro. È andato a scuola con Thomas Lynley e da allora la loro amicizia ha retto a tutte le prove, compreso il fidanzamento di Thomas con Deborah, che Simon ama da sempre.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Scrive Elizabeth George nel saggio “Write Away”: “ Non scrivo mai di luoghi in cui non sono stata.

Alla scrittrice piace molto la Cornovaglia e in questa zona radica le radici del suo protagonista. La cittadina di Howenston in particolare sorge in “una zona selvaggia di brughiere desolate, colline rocciose, insenature sabbiose con grotte nascoste che tanto tempo prima erano state il deposito segreto di contrabbandieri, improvvisi boschi lussureggianti là dove il terreno affondava in avvallamenti, e dovunque viluppi di celidonie, papaveri e pervinche a dominare le strette stradine”.

Anche la residenza dei conti di Asherton è descritta minuziosamente: lo stemma sulla massiccia porta d’ingresso in stile Tudor rappresentante un cane da caccia e un leone in lotta, la sala delle armi, l’enorme soggiorno che mette a disagio i visitatori, il soffitto decorato da stucchi e le pareti rivestite da pannelli modanati a cui sono appesi ritratti a grandezza naturale dei conti e delle contesse della casata.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Siamo agli inizi degli anni ’90, periodo in cui si generalizza un “nuovo consumo” di droghe e si comincia a parlare dei problemi finanziari dell’editoria giornalistica.

Negli anni ’70 si era diffusa la tossodipendenza da eroina e negli anni’80 le generazioni più giovani facevano un uso di cannabinoidi che potremmo definire di massa. Sul passaggio del decennio cominciano a diffondersi l’ecstasy e altre droghe di sintesi.

Elizabeth George illustra in episodi indimenticabili gli effetti degli stupefacenti, in particolare di cocaina e cannabis, su alcuni dei suoi personaggi: l’euforia, l’aumento della performance atletica, l’aumento della libido fino all’irritabilità e ai comportamenti antisociali e aggressivi che si mettono in atto dopo l’assunzione di dosi eccessive.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Sono inoltre gli anni che hanno visto l’apice del successo del giornalismo d’inchiesta (fine anni’80), ma anche l’inizio della stagnazione delle vendite e una forte riduzione degli investimenti pubblicitari sui quotidiani e sui periodici con conseguenti problemi finanziari. Esisteva la necessità di aggiornare i macchinari, ma non si riuscivano a trovare forme di finanziamento diverse dalla pubblicità.

Fu proprio negli anni ’90 che Fleet Street a Londra smise di essere realmente la “strada dei giornalisti e dell’inchiostro” con la chiusura o il trasloco in zone più economiche di molte testate.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Il metodo di scrittura della George è preciso, quasi scientifico, come illustra nel saggio “Write Away”.

In partenza la scrittrice ha presente solo l’assassino, la vittima e il movente, cioè l’intelaiatura di massima. Tutto il resto si crea attraverso un procedimento che unisce istinto e razionalità.

Per esempio quando crea un personaggio comincia a digitare al computer la sua descrizione usando il presente e senza selezionare le informazioni, in una sorta di stream of consciousness. Solo quando sente che il personaggio sta prendendo forma, comincia a limare e ad amalgamare.

Nascono così personaggi dinamici e a tutto tondo che evolvono nel corso del romanzo.

La prosa è sottile e delicata e spesso indugia in descrizioni minuziose di ambienti e personaggi

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Il narratore è esterno e onnisciente. Ma non si palesa mai sulla pagina con commenti o giudizi.

La focalizzazione è interna, ma non fissa.

Come abbiamo detto il narratore non si limita ad osservare i personaggi dall’esterno, ascoltandone le parole e osservandone le azioni. Conosce stati d’animo e pensieri dei personaggi, ed esplicita al lettore anche le loro paure più recondite. Ma non si fissa mai su un solo personaggio. Anzi muta continuamente il proprio punto di vista (narratore illimitato).

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

Elizabeth George affronta prima di tutto tematiche sociali di rilevanza nella realtà contemporanea. Primo fra tutti il problema della tossicodipendenza. Molti dei personaggi del romanzo (Peter, Justin, Sasha…) fanno uso di stupefacenti, in particolare di cocaina, che causa in loro comportamenti aggressivi e antisociali.

Indimenticabile è la scena in cui Sydney scopre il fidanzato Justin a sniffare cocaina sulla scogliera con Peter e Sasha. La ragazza lo affronta in preda all’ira perché il ragazzo aveva promesso di smettere. Lui l’aggredisce con una tale violenza che la ragazza riuscirà a salvarsi dallo stupro e forse dalla morte solo grazie all’intervento congiunto di Deborah e Lady Helen, che devono lottare come tigri. Peter e Sasha restano assolutamente immobili, indifferenti alla scena tanto la loro mente è offuscata dalle droghe.

Un’altra tematica legata all’attualità è quella dello sviluppo del giornalismo con le problematiche finanziarie ad esso connesse. Mick Cambrey ha bisogno di soldi per aggiornare i macchinari della rotativa e per pagare le sue fonti del giornalismo d’inchiesta. La moglie Nancy lo sostiene in ogni modo e facendo molti lavori diversi. Arriva anche a chiedere del denaro a Thomas che non vede da tempo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Il padre di Nancy non crede ai problemi finanziari: pensa infatti che il giornalista sperperi il denaro in donne, ma realmente tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 si verificò una recessione economica che colpì il mondo dell’editoria a livello mondiale.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL LUNGO RITORNO'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''

La trama di “Il lungo ritorno” è intricata, ma molto ben congegnata. L’azione presenta alcuni sviluppi imprevisti che disorientano in parte il lettore che prova a risolvere il caso, ma la prosa perfetta e la profondità dell’analisi psicologica che mette a nudo l’animo dei personaggi fa del testo una lettura notevole.

Come è stato recensito dallo “Star Tribune” di Minneapolis il vero piacere e la ricchezza di questo romanzo risiedono nella sensualità della descrizione minuziosa di vite insolite, legate tra loro da relazioni complesse e spesso sofferte.

Più intrigante della trama ordita dall’assassino è l’intreccio delle vite dei personaggi che combattono per tenere celati i segreti dei loro cuori. L’interesse della scrittrice non si concentra tanto su “chi” ha commesso il crimine, ma sul “perché”, sulle ragioni psicologiche che rappresentano il movente del crimine. Elizabeth George è infatti affascinata dal lato oscuro delle personalità umane. .

Inoltre il tema sentimentale del triangolo amoroso Thomas-Deborah-Simon (che talvolta sembra aprirsi anche su Lady Helen) è molto ben inserito nella trama. Le sofferenze, i rimpianti legati al tema dell’amore non corrisposto trovano perfetto inserimento e giusto spazio anche in un thriller incentrato su un delitto efferato e non stonano.

 

+30k Ornella Rizzo

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il lungo ritorno''Indice dell'Analisi del Libro ''Il lungo ritorno''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare