Errore
  • Il template per questa pagina non è disponibile. Contatta l'amministratore del sito.

Recensioni Libri aventi come iniziale del titolo la lettera ''I''

Recensione ''Il momento di uccidere'' (Libro di John Grisham)

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il momento di uccidere''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il momento di uccidere”.
  • Titolo originale: "A time to kill".
  • Autore: John Grisham;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta negli USA 1988 e in Italia nel 1992;
  • Editore: Mondadori (collana ''Oscar bestsellers'');
  • Genere: Giallo Giudiziario;
  • Pagine: 530 p., copertina flessibile;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,19 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Il momento di uccidere” di John Grisham del 1992, genere Gialli Giudiziari. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il momento di uccidere”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il momento di uccidere” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'':

John Grisham è nato nel 1955 a Jonesboro nell’Arkansas, secondo di 5 fratelli. Proviene da una famiglia molto modesta ed, infatti, per trovare lavoro sono spesso costretti a spostarsi, fino a quando arrivano a Southeven nel Mississipi nel 1967, dove si fermano in modo stabile.

La sua passione per la lettura gli è stata trasmessa dalla madre ottima consigliera di libri da leggere, Grisham risulta particolarmente attratto dal lavoro di John Steinbeck. Molto bravo negli studi si iscrive all’università, e si laurea in legge nel 1981 esercitando la professione di avvocato per circa 10 anni nella città in cui vive, Southeven.

Nel 1983 viene eletto per i democratici alla camera del Mississipi, contempraneamente continua a fare l’avvocato, professione che ama molto. Durante il tempo libero inizia a scrivere, in principio questo è solo un hobby ma poi si appassiona così tanto, che capisce di dover trovare per forza un modo per farsi pubblicare.

Il suo primo romanzo è “Il momento di uccidere” che viene pubblicato nel 1988 dalla Wynwood Press dopo aver ricevuto numerosi rifiuti, con una tiratura di sole 5000 copie. Grisham inizia subito un nuovo romanzo “Il socio”, che fu il settimo romanzo più venduto nel 1991, grazie al quale si è fatto conoscere al grande pubblico.

A questi libri ne sono seguiti molti altri, al punto che, la rivista statunitense “Publisher Weekly”, dichiarò Grisham lo scrittore più venduto degli anni 90, con 60 milioni di copie. I suoi romanzi sono definiti Gialli Giudiziari, il cui successo è dovuto anche alla sua esperienza come avvocato. Molti libri sono stati anche utilizzati per la realizzazione di alcune opere cinematografiche di grande successo.

Tra i suoi romanzi ricordiamo:

Il rapporto Pelican (1992)

Il cliente (1993)

L’uomo della pioggia (1995)

La giuria (1996)

Il re dei torti (2003)

Il broker (2005)

Innocente (2006)

Io confesso(2010)

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Siamo nel Mississippi, una sera come tante Carl Lee Hailey, nero in una comunità di bianchi e razzisti, manda la sua bimba di 10 anni, Tonya, al negozio di famiglia da sola; lei è una bambina molto giudiziosa ed inoltre il tragitto casa negozio è breve, quindi non corre pericoli, ma si fa tardi e Tonya non ritorna.

Due balordi, ubriaconi, bianchi, uno dei quali ha già avuto problemi con la legge, la prendono, la violentano e la picchiano barbaramente come due selvaggi, poi la gettano da un ponte convinti così di ucciderla, ma Tonya si salva.

La bimba verrà ritrovata, e con fatica riuscirà a fai comprendere quello che ha subito, diventa subito facile per lo sceriffo, Ozzie, un nero amico di Carl Lee, incriminarli e farli confessare. Il processo inizia, ma molto probabilmente i due avranno una condanna leggera, almeno questo è ciò che, il brillante avvocato amico di Carle Lee, Jake Brigance, gli dice.

Non è giusto, Carl non ci sta a farla fare franca a quei due bastardi, così decide di farsi giustizia da solo. Dopo una prima fase del processo, in presenza di numerosi testimoni, gli spara, davanti a tutti, uccidendoli e ferendo anche un agente.

Cosa accadrà adesso? Le carte in tavola sono cambiate, Carl è nero e ha ucciso due bianchi, per giunta davanti ad altre persone e, per il reato di omicidio, in questo stato del sud America è prevista la pena capitale. Un uomo può farsi giustizia da solo in una società civile?

Anche se a quell’uomo hanno stuprato e quasi ucciso la figlia di 10 anni? Deve essere giustiziato per aver fatto quello che, probabilmente, qualunque padre nei suoi panni farebbe?

Riuscirà Jake Brigance, scelto da Carl come suo difensore, con l’aiuto della studentessa di legge Ellen Roark a fargli evitare la condanna?

Questo caso farà molto clamore e scatenerà un vero e proprio scontro razziale tra la popolazione afroamericana, ed i seguaci del famoso Ku Klux Klan; ormai non si parla più di decidere se un uomo è colpevole oppure no, ma di abbattere le barriere del razzismo che rendono un bianco meno colpevole di un nero per lo stesso reato.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

- Carl Lee Hailey: operaio afro americano, sposato con Gwen hanno 4 figli tre maschietti ed un’unica femminuccia di 10 anni. Ha combattuto in Vietnam ed ha molti amici, uno di questi è sicuramente lo sceriffo della comunità Ozzie anch’egli nero.

Sicuramente vittima di razzismo, ma razzista a sua volta in quanto si considerava nemico dei bianchi ed i bianchi sono suoi nemici ed, a differenza di Jake, lui ha una visione molto fatalista. Non contempla la possibilità che in un futuro non molto lontano bianchi e neri possano essere amici.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Jake Brigance: 32 anni, sposato con Carla con cui ha una figlia Hanna che adora. Ha anche un cane, un bastardino di nome Max e vive con la famiglia in questa cittadina immaginaria “Ford County” in una residenza vittoriana dell’ottocento.

Avvocato brillante abile e di successo, sicuramente un bell’uomo, alla sua età ancora nessun capello grigio ma ha la stempiatura alta ereditata dalla famiglia, di professione fa l’avvocato ed è anche piuttosto bravo ed abile.

La caratteristica che spicca maggiormente nel libro rispetto alla tematica principale trattata è la visione ottimistica che ha del problema del razzismo. Infatti spera e crede in un futuro in cui le barriere razziali verrano abbattute.

- Billy Ray Cobb: 23 anni, un giovane teppista che aveva già trascorso 3 anni della sua vita in carcere, per possesso di droga e spaccio. Dopo essere stato rilasciato ha allargato l’attività ed è diventato uno dei malavitosi più ricchi della Ford County.

- James Louis “Pete” Willard: 4 anni in più dell’amico ma ne dimostrava una dozzina in meno, un tipo innocuo, non mai avuto un guaio serio e neppure un lavoro serio.

Si spacciava per taglialegna ma a causa di un dolore forte alla schiena in realtà nei boschi nn ci andava mai. Si era fatto male quando lavorava su una piattaforma petrolifera ed aveva avuto anche un cospicuo risarcimento che la moglie si era presa dopo la separazione.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Tutto il racconto è ambientato negli USA nello stato del Mississippi, nella cittadina immaginaria di Ford County. Il caso sin da subito desta molto scalpore e coinvolge tutta la comunità ma pian piano l’interesse mediatico si estende a livello nazionale coinvolgendo quindi tutto lo stato. La storia si svolge quasi del tutto nelle aule del tribunale.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

La storia si svolge in una decina di giorni in tutto, ed è ambientata verso la fine degli anni ’80, eccezion fatta per qualche flash-back nel passato.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Lo stile di scrittura adottato, consiste nella descrizione e presentazione dei vari personaggi che faranno parte della storia per poi intrecciarli man mano all’interno della trama. Grisham ha un tratto distintivo, evidente in questa opera in particolare, sin dall’inizio la situazione risulta ben chiara e delineata, arrivando a dare quasi la sensazione che il libro sia già finito e che non ci sia altro da aggiungere, ma dura solo un attimo.

È soprendente infatti come il suo modo di scrivere abbia la capacità di coinvolgere lentamente ma in maniera inesorabile, perchè scorrevole, fluida, fatta di frasi ed espressioni bene articolate, con periodi ben costruiti ed un linguaggio linguaggio molto appropriato.

È uno stile capace di trascinare, parola dopo parola, pagina dopo pagina, sempre più dentro la vicenda, con un miscuglio di emozioni e sensazioni che andranno a placarsi solo quando si troverà la parola fine.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Il romanzo è narrato in terza persona da un narratore esterno alla vicenda raccontata. Sono presenti numerosi dialoghi virgolettati soprattuto tra i due protagonisti Carl Lee e Jake, dei quali viene ben descritto il punto di vista.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Le tematiche principali trattate ne “Il momento di uccidere” sono due: la pena di morte e lo scontro razziale tra bianchi e neri, che risultano profondamente legate tra loro in questa vicenda processuale.

Riguardo la prima tematica emerge quasi sin da subito che, se da un lato bisogna fidarsi della giustizia rispettando la legge e le regole che la società civile impone, dall’altra risulta chiaro che, le pene comminate durante quegli anni, non venivano applicate in maniera equa perchè influenzate dal colore della pelle, dell’accusato.

Dal libro traspare in maniera piuttosto evidente che, se da un lato è vero che un uomo non ha il diritto di togliere la vita ad un altro essere umano, dall’altra ci si mette anche nei panni di questo padre, la cui figlia ha subito delle nefandezze inenarrabili che rendono inaccettabile solo il pensiero che due individui così spregevoli possano in qualche modo cavarsela con poco, e quindi si è portati quasi a legittimare la giustizia fai da te, propendendo in questo caso per l’assoluzione di Carl Lee.

La differenza tra bianchi e neri, invece, è ben descritta durante l’arringa finale fatta dall’avvocato difensore Jake Brigance, che pone l’attenzione sul colore della pelle di Tonya tutta la giuria composta da bianchi a fermarsi per riflettere prima di emettere il verdetto finale.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL MOMENTO DI UCCIDERE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''

Il momento di uccidere è sicuramente tra i miei libri preferiti, e pensare che rappresenta la primissima opera di John Grisham. Avvincente, non banale, emozionante, toccante e ricco di colpi di scena, la storia è coinvolgente e ti da modo di entrare in perfetta sintonia con i personaggi, facendone percepire con chiarezza i vari stati d’animo che li attraversano.

Il ritmo è giusto e senza fretta sono presentati tutti i protagonisti, che vengono ben intrecciati nella storia facendoti desiderare di volerne sapere sempre di più. La differenza, di questo libro rispetto ad altri del suo genere, la fa sicuramente una delle tematiche trattate, quale lo scontro razziale, che, con l’evolversi della storia, non andrà più a riguardare soltanto i personaggi direttamente coinvolti sul caso, ma avrà forti ripercussioni sull’interà comunità.

I cittadini troveranno in questo caso giudiziario la motivazione per scendere in piazza, manifestare e schierarsi palesemente da una parte o dall’altra (bianchi contro neri), facendolo diventare un caso di propozioni inimmaginabili fino a qualche tempo prima, arrivando a destare l’interesse dell’intera nazione.

Questo libro merita davvero di essere letto ed è, a mio avviso, una delle opere migliori di questo scrittore (di cui ho letto molto altro). Pagina per pagina si è conquistati dalla scorrevolezza e dalla fluidità del racconto, lo si legge in maniera avida, con la smania di proseguire per conoscere gli sviluppi e di terminarlo per arrivare alla parola fine.

È un libro che lascia il segno, infatti, ancora oggi a distanza di anni dall’averlo letto, non sono in grado di schierarmi ne da una parte ne dall’altra con convinzione. Dal romanzo è stato tratto anche un film, ben fatto e piuttosto fedele alla trama originale, con attori del calibro di Sandra Bullock, Kevin Spacey e Matthew McConaughey.

 

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il momento di uccidere''Indice dell'Analisi del Libro ''Il momento di uccidere''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare

Questo sito utilizza/invia i Cookie

Continuando nella navigazione, chiudendo questo avviso o scorrendo la pagina, ne acconsenti all'uso. Per saperne di piu'

Approvo