Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il bosco dei cuori addormentati (trilogia El Bosque #1)”.
  • Titolo originale: "El bosque de los corazones dormidos".
  • Autore: Esther Sanz;
  • Nazionalità Autore: Spagnola;
  • Data di Pubblicazione: 17 Settembre 2013;
  • Editore: Piemme (collana Freeway);
  • Genere: Young Adult;
  • Pagine: 272 p., rilegato.
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,9 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Il bosco dei cuori addormentati” di Esther Sanz, primo volume della serie “El Bosque”, pubblicata in Italia dalla Piemme nella collana Freeway, il 17 settembre 2013, genere Young Adult. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il bosco dei cuori addormentati”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il bosco dei cuori addormentati” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'':

Esther Sanz è nata a Barcellona nel 1974.

Laureata in giornalismo, ha lavorato per riviste femminili e come redattrice per una casa editrice.

Lettrice e appassionata di romanzi d’amore fin dall’infanzia, ha sempre sognato di diventare una scrittrice.

“Il bosco dei cuori addormentati” è il suo primo libro pubblicato in Italia dalla Piemme.

Fanno parte della serie “El Bosque”:

“Il bosco dei cuori addormentati”,

“El jardín de las hadas sin sueño”,

“La ciudad de la luna eterna”.

È possibile seguirla su Twitter con il nick @esanzca ...

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Clara ha appena compiuto diciassette anni e la sua vita è a pezzi. Non ha mai conosciuto suo padre, sua madre si è suicidata e due mesi dopo è morta anche la nonna che l’ha cresciuta. L’assistente sociale decide di affidarla all’unico parente, zio Alvaro, che vive in un minuscolo paesino in montagna, isolato dal mondo, per un anno, cioè il tempo che occorre a Clara per diventare maggiorenne.

Decisa a rimanere da sola e a crogiolarsi nel suo dolore distanziandosi da uno zio che non vuole sapere nulla di lei, Clara si rifugia nella casa ereditata dai nonni situata nel mezzo di un bosco stregato e popolato da strane leggende.

Quando inizia a vivere nella vecchia casa isolata nel bosco, la Dehesa, la giovane inizia ad essere vittima di strane apparizioni e fenomeni inspiegabili che la spaventano giorno e notte.

Victor, un ragazzo conosciuto in paese, sembra l' unico a volerla conoscere veramente e l'unico che cercherà di diventarle amico.

Frustrata ma decisa a continuare la sua permanenza in quella casa, Clara inizia ad avventurarsi temeraria nel bosco spaventoso, un luogo che nasconde segreti gelosamente custoditi da secoli.

Ma un giorno Clara si ritrova in una parte del bosco dove nessuno dovrebbe andare, secondo le leggende che circolano in paese, e dove incontra Rio, un ragazzo bellissimo…

È un immortale, che da oltre cinquecento anni custodisce il segreto del bosco: la fonte della giovinezza. E presto diventerà l’angelo personale di Clara.

La ragazza si innamora perdutamente del giovane immortale e all’improvviso tutti i nodi vengono al pettine: Victor si rivela per quello che è, un demone che si occupava di Clara solo per tenerla sotto controllo e capire quanto e cosa sapesse.

Con l’aiuto di Rio, Clara lo sconfiggerà, ma dopo un dolcissimo incontro d’amore i due ragazzi, disperati, si rendono conto che l’angelo non può sottrarsi al proprio compito né rinunciare alla propria immortalità e sono costretti a separarsi…

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

I protagonisti de “Il bosco dei cuori addormentati” non sono tutti ben caratterizzati anche se alcuni sono indubbiamente piacevoli.

- La protagonista principale è Clara, un'adolescente che dopo aver perso la mamma e la nonna si trova costretta a trasferirsi in un paesino di montagna di poche anime, insieme allo zio scorbutico e scontroso.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Clara ha le caratteristiche tipiche delle protagoniste dei romanzi YA, un po' imbranata, non consapevole della sua bellezza, triste e malinconica. Nonostante queste caratteristiche “tipiche_” ne ha anche alcune più “originali”, infatti è una ragazza che nonostante tutto il dolore che ha dovuto sopportare, non cede nell’autocommiserazione e alla tristezza.

La protagonista mi ha spiazzato spesso con alcune scelte a volte discutibili. Quello che mi sono chiesta io all' inizio è come riuscisse ad abitare in una casa isolata, in mezzo al niente, tra scassinatori e strane apparizioni e a non fuggire a gambe levate. Ma quello che più mi ha lasciato davvero perplessa è stata la reazione alla vera natura di Rio. Senza batter ciglio ha appreso tutto ciò che di soprannaturale lo riguardava.

- Rio è il protagonista maschile, ha diciannove anni da cento anni ed è bellissimo.

Vive da solo nel bosco da moltissimo tempo e non è abituato a rapportarsi con gli altri. È un personaggio che si fa apprezzare per la sua semplicità e la dolcezza con cui si approccia a Clara è davvero particolare.

- Victor è “il bello” del paese “Mi voltai e mi torvai di fronte un ragazzo sui vent’anni. Aveva un taglio di capelli moderno – ciocche sfilate e frangia da una parte- e occhiali con la montatura nera.”.

È uno studente di veterinaria che decide, inizialmente dietro richesta delo zio, di prendere Clara sotto la sua ala protettrice... anche se poi di protezione in realtà ne fornirà davvero poca.

- Berta è uno dei miei personaggi preferiti. Già dal primo incontro tra le due ragazze si capisce che Berta ha un bel caratterino! È intrepida, coraggiosa e ha un cuore grande.

Una delle sue peculiarità è il colore degli occhi che passa da verde ad azzurro in base all’umore.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

“Il bosco dei cuoiri addormentati” è ambientato nel paesino di Colmenar.

La storia si svolge nei pressi di un bosco, luogo solitario e affascinante, spaventoso e consolante, dove la natura è insieme qualcosa che riempie e qualcosa che svuota.

Una foresta misteriosa che non rappresenta solo uno sfondo in cui succedono i fatti ma è essa stessa così presente da diventare un personaggio del libro. Una selva piena di segreti che devono essere tenuti nascosti.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

“Il bosco dei cuori addormentati” narra una storia contemporanea. Non abbiamo indicazioni molto precise ma possiamo intuire che i fatti raccontati percorrono alcune settimane della vita di Clara.

Dall’arrivo della ragazza, presumibilmente intorno a fine settembre/inizio ottobre, ci troviamo con lei fino a Natale. Il romanzo si conclude pochi giorni prima di capodanno.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

Esther Sanz ha uno stile senz' altro morbido e scorrevole e mi auguro, visto che il libro è il primo di una trilogia, acquisti maggior sicurezza e più carattere nei volumi a seguire.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Lo stile di questa autrice spagnola è una delle note davvero positive del romanzo, infatti sa mixare alla perfezione atmosfere inquietanti e urban fantasy con una spiccata e realistica sensualità.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

La narrazione de “Il bosco dei cuori addormentati” è una narrazione interna, affidata direttamente alla voce della protagonista.

Con questo tipo di narrazione possiamo conoscere tutti i sentimenti più profondi di Clara, conoscrene le paure, i desideri e i sogni.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

Entrando nel vivo della storia, si delinea quella tipica aura di mistero che circonda le leggende paesane e le reazioni di disagio comune le volte in cui un'estranea come Clara tenta di fare domande.

Lei pare essere l'unica in grado di andare fino in fondo alla faccenda senza la reticenza degli altri, col tipico atteggiamento avventuriero e spavaldo di chi non sa ancora cosa c'è in fondo al percorso che ha imboccato.

Diverse sono le rivelazioni che l'accompagneranno fino alla fine- sullo zio, la madre, su Victor e Berta, su ciò che c'è intorno alla Dehesa, su quello che Colmenar ha nascosto al mondo fino a quel momento, e tutte le storie che vanno a comporre il romanzo stesso più in grande.

Nostalgiche storie d'amore perse nel tempo, l'importante facoltà delle api di fiutare la paura e il dolore, la perfetta bellezza di un giovane destinato a custodire un segreto così grande che potrebbe mettere sottosopra il mondo e divenire uno strumento pericoloso nelle mani delle persone sbagliate.

Un grande tocco di originalità è dato dalla presenza delle Api e da tutto ciò che le riguarda... Ovviamente non posso svelarvi nulla ma è un bel presupposto di originalità ed il filo conduttore del romanzo.

La storia d’amore in questo caso viene lasciata un po’ sullo sfondo, per dare più importanza alle leggende e alla storia di Rio.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL BOSCO DEI CUORI ADDORMENTATI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''

“Il bosco dei cuori addormentati” è il primo libro di una trilogia young adult scritta dall' autrice spagnola Esther Sanz.

Leggere questo libro è stato come andare sulle montagne russe: da una parte la storia colpisce per alcuni elementi davvero molto particolari e originali, dall’altra, invece, finiti i primi capitoli, il libro cade nelle banalità tipiche degli Young Adult.

Ammetto, però, di essermi sentita un pochino ingannata perché, diversamente da come potrebbe sembrare dalla trama o dalla copertina, il libro non parla di angeli o di demoni o di qualsiasi altra creatura supernatural.

Rio, il misterioso e attraente ragazzo sconosciuto che vive nei boschi, è infatti un ragazzo assolutamente umano. Certo, riesce a sentire l’odore della paura e invecchia lentamente, ma non ha le ali e non è assolutamente un angelo.

Lo stesso vale anche per Victor che, nonostante alcuni suoi gesti da psicopatico e da stalker, all’interno della storia non viene mai raffigurato come un demone.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Vale però l'intero libro il tratto relativo alla leggenda del "cimitero delle anime", in cui si trovano lapidi apparentemente di bambini (poiché riportano solo in nome e la giovane età del defunto) ma poi si scopre che l'età riportata corrisponde alla somma dei soli momenti di vera felicità del defunto in tutto l'arco della sua vita... unici momenti in cui il defunto ha "vissuto" realmente. Bella metafora.

Nonostante tutto resta un libro che si legge piacevolmente e che, nonostante la presenza di alcuni collaudati cliché del genere, presenta i suoi bei spunti di originalità.

C'è qualcosa nell'ambientazione, nell'atmosfera, nel magnetismo e nel mistero del protagonista maschile che tiene attaccati alle pagine lasciando addosso la piacevole sensazione, una volta chiuso il libro, di aver letto qualcosa di "buono" e di "nuovo".

Ma forse la vera carta vincente di questo romanzo, oltre all'intreccio misterioso e al sostrato mitologico (immortalità e magia), è proprio lo stile di questa autrice spagnola, che sa mixare alla perfezione atmosfere inquietanti e (urban) fantasy con una spiccata e realistica sensualità.

Tirando le somme, quindi, non è una lettura così "scontata" ma anzi sono convinta che porterà molti di voi su una strada diversa da quella che vi sareste potuti aspettare.

Un altro goal di un'autrice spagnola portata in Italia. Credo davvero che sia arrivato il momento di lasciare più spazio alle tante brave autrici iberiche perchè stanno dimostrando di saperci fare alla grande!

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''Indice dell'Analisi del Libro ''Il bosco dei cuori addormentati''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare