Recensione ''Il collezionista di bambini'' (Libro di Stuart MacBride) - 4.6 out of 5 based on 14 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il collezionista di bambini''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il collezionista di bambini”.
  • Titolo originale: "Cold granite".
  • Autore: Stuart MacBride;
  • Nazionalità Autore: Scozzese;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Scozia nel 2005 e in Italia nello stesso anno;
  • Editore: Newton Compton (collana "Grandi tascabili contemporanei");
  • Genere: thriller poliziesco;
  • Pagine: 397 brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,6 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': 

Stuart MacBride è nato il 27 febbraio 1969 a Dumbarton, in Scozia e cresciuto ad Aberdeen. Ha studiato architettura all'Università a Edimburgo.

Ha fatto vari lavori prima di intraprendere la carriera come scrittore, tra cui: addetto alle pulizie e sviluppatore di applicazioni per l'industria.

MacBride ha affermato che il "genere" che preferisce scrivere è quello fantascientifico; nonostante ciò, è diventato famoso con dei romanzi gialli.

Il suo successo letterario esplode nel 2005, quando pubblica “Il collezionista di bambini”, quello che sarà la prima uscita del filone thriller dedicato al sergente McRae.

Proprio grazie alla serie del sergente Logan McRae, infatti, ha ottenuto un buon contratto editoriale.

Inizialmente, tale accordo prevedeva la pubblicazione di tre libri riguardanti il sergente Logan; successivamente però, vista la popolarità della serie, il contratto è stato esteso a sei libri.

Stuart ha ricevuto nel 2007 il prestigioso premio CWA Dagger in the Library, per l’insieme delle sue opere, e nel 2008 l’ITV Crime Thriller Award come rivelazione dell’anno.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Nel 2009 ha firmato un altro accordo che gli permette di scrivere comunque altri due libri su Logan e due romanzi "autonomi".

Ora vive nel nord-est della Scozia con la moglie, Fiona e il loro gatto Grendel. È un grande appassionato coltivatore di patate, pur dichiarando di avere un "orto pieno di erbacce".

La Newton Compton ha pubblicato in Italia i suoi thriller “Il collezionista di bambini” (Barry Award come miglior romanzo d’esordio), “Il cacciatore di ossa” e “La porta dell'inferno”, con protagonista il sergente Logan McRae.

Nel 2013 Newton Compton ha pubblicato anche "Cartoline dall'inferno", romanzo che ha per protagonista il detective Constable Ash Henderson, e "La stanza delle torture".

È lo scrittore scozzese n. 1 del Regno Unito ed è tradotto in tutto il mondo.

Si può seguire su Twitter @StuartMacBride o su Facebook facebook.com/stuartmacbridebooks

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Dopo il ritrovamento del cadavere (violentato per fortuna dopo la morte) di David Brooklin Reid, un bimbo di meno di 4 anni, scompaiono altri due bambini a distanza di pochi giorni e tutti pensano che ci sia in giro un serial killer di bambini e pedofilo.

Mentre tutti sono alla ricerca dei bambini scomparsi il sergente Logan McRae e l'agente Watson interrogano l'uomo che ha trovato il cadavere del piccolo David e capiscono che mente. In seguito viene trovato un altro cadavere e tutti immaginano che sia il bambino scomparso ma in realtà è una bambina di cui nessuno ha denunciato la scomparsa.

Tuttavia, la bambina potrebbe essere morta in seguito a una caduta accidentale, non è lo stesso assassino di David. Insieme a questo cadavere era stato gettato anche uno scontrino che li porta a trovare il signor Norman Chalmers che però dice di non conoscere la bambina e loro non riescono a trovare prove che lo colleghino a lei.

Logan ripensando alle informazioni raccolte sui vari bambini si ricorda che il padre di uno di loro (che gli avevano detto fosse morto) in realtà non aveva il permesso di vedere il figlio, inoltre aveva un auto dello stesso colore di quella su cui avevano visto salire il bimbo.

Infatti trovano il bambino a casa della nonna ma l'altro rimane ancora scomparso. Dopo viene ritrovato il cadavere di una bambina nel capannone di un uomo, il suo soprannome è Roadkill, che lavorava per il comune raccogliendo carcasse di animali dalla strada.

Roadkill viene arrestato ma ricontrollando l'uomo che aveva trovato il corpo del primo bimbo scoprono una raccolta di foto di bambini che lui consegnava a degli allibratori per minacciare chi non voleva pagare.

Logan non riesce a pensare che Roadkill ha ucciso quella bambina e quando capisce come è stata uccisa (investita per strada) sa anche che Roadkill l'ha solo raccolta dalla strada.

Quando viene trovato il cadavere del bambino scomparso, non ancora mutilato, pensano di avere un ottima occasione di beccare il serial killer quando tornerà per finire il suo "lavoro".

Però il giorno dopo leggono sul giornale un pezzo di Colin Miller (giornalista con una talpa all'interno) sul ritrovamento del cadavere e quindi l'assassino non ci sarebbe tornato.

Nel frattempo Logan si deve occupare anche di un'altra indagine, un uomo è stato buttato in una baia con le rotule tagliate (probabilmente per inviare un messaggio di alcuni allibratori). Sulla vittima trova il morso di un cane che lo spinge a capire chi è l'assassino.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

I personaggi principali sono cinque.

- Il protagonista è il sergente del CID Logan McRae. Un sergente appena tornato in servizio dopo un anno di congedo a causa di un delinquente che ha arrestato ma che lo ha ferito gravemente ( tanto che ancora ne sente gli effetti). Ha la barba ispida, gli occhi azzurri e non vuole mai arrendersi.

- Un altro personaggio importante è l'ispettore Insch. Un ispettore bravo ma abbastanza severo con i suoi subalterni e anche con se stesso. L'ispettore Insch, un omone calvo, indossa sempre un doppiopetto. Mangia sempre caramelle che ripesca sempre dalle sue tasche ma le offre anche agli altri.

- L'agente Jackie Watson è un'agente in divisa che sogna però di entrare presto nel CID. Ha i capelli ricci e bruni, quasi sempre ristretti nel regolamentare chignon, mentre quando non è in servizio le cadono sciolti sulle spalle. È intelligente, carina e tutti la chiamano "Braccio di Ferro".

- Poi c'è Colin Miller, giornalista del "Press and Journal". È muscoloso e indossa molti anelli e un bracciale.

- Per ultimo c'è Isobel MacAlister, il patologo. È una trentatreenne, alta un metro e sessanta, brunetta, capelli a paggetto. È diventata una professionista importante all'interno del dipartimento.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

Il posto in cui questo romanzo è ambientato è una località "inedita". Ci troviamo in generale in Scozia (la Scozia è una delle nazioni che costituisce il Regno Unito.

Occupa più di un terzo dell'isola della Gran Bretagna, confina a sud con l'Inghilterra ed è circondata dall'Oceano Atlantico, in particolare il Mare del Nord a est e il Canale del Nord e il Mare d'Irlanda a sud-ovest.

La sua capitale è Edimburgo che è anche la seconda città della scozia.) e più in particolare nella città di Aberdeen. Aberdeen è la terza città più popolosa della scozia. È situata tra le foci di due fiumi il Don e il Dee.

Ha un clima abbastanza freddo, umido e come si vede dal romanzo spesso è molto piovoso.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

Gli avvenimenti di questo romanzo non durano molto ma i vari giorni che passano sono letteralmente "imprignati" di fatti importanti per il risolversi successivo delle indagini.

La vicenda inizia una domenica notte, poi possiamo seguire l'investigazione che va avanti giorno per giorno fino a concludersi definitivamente nel giovedì della settimana successiva.

Sono, infatti, passati soltanto undici giorni dal reinserimento in servizio del detective McRae. È autunno inoltrato, siamo infatti tra fine novembre e inizio dicembre. Infatti ci viene fatto capire (implicitamente) che siamo prima di Natale.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Dal dialogo tra i vari personaggi e dalle varie battute per quanto riguarda il tempo atmosferico intuiamo che è un tempo molto freddo e che quasi sempre piove. Spesso però nel romanzo vediamo anche che nevica e perfino ci sono delle bufere di neve.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

McBride è un autore dotato di una prosa scorrevole e, nonostante usi parole semplici, capace di descrivere con abilità qualsiasi situazione e qualsiasi luogo.

Tuttavia i suoi personaggi sono descritti fisicamente in modo abbastanza superficiale. Usa un linguaggio crudo e descrizioni abbastanza macabre. Inoltre non è mai noioso e riesce a coinvolgerti completamente.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

Questo romanzo è narrato in prima persona, da un narratore omodiegetico, cioè interno alla storia. Infatti a narrarla sono i vari personaggi presenti (ad esempio il sergente McRae e l'agente Watson).

Inoltre non è un narratore onnisciente, ovvero non conosce le situazioni del presente e del futuro. Non esamina mai i comportamenti dei vari personaggi nè li giudica.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

Le tematiche principali sono fondamentalmente due: quella dei serial killer e quella dei pedofili.

La prima è appunto quella dei serial killer che spesso imperversano nelle città di tutto il mondo. I serial killer sono degli assassini seriali che uccidono solitamente lo stesso "tipo" di persone, hanno quasi sempre lo stesso modus operandi nei loro crimini e perfino seguono sempre lo stesso rituale per ogni crimine commesso. Questo argomento è trattato in molti romanzi anche nel romanzo “La bionda di cemento”.

L'altro tema importante è quello della pedofilia (che vediamo anche nel libro “Il ragno”. Coloro che da grandi diventano pedofili molto spesso sono stati a loro volta molestati e violentati da qualcuno quando erano soltanto dei bambini. Tematica trattata anche in “Il poeta”.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL COLLEZIONISTA DI BAMBINI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''

L'ho praticamente divorato! è il primo libro di MacBride che leggo e mi piace molto come scrive. Il titolo secondo me è un pò forzato, infatti mi aspettavo davvero che il contenuto del libro lo rispecchiasse di più ma vale comunque la pena di leggerlo.

La figura del collezionista, visto il titolo, me l'immagino la figura quasi principale di tutto il libro ma invece a parte i primi capitoli iniziali e quelli finali, tutto il libro, si incentra su altri personaggi finendo in secondo piano.

Spero sicuramente in un miglioramento nei libri successivi. I personaggi sono ben caratterizzati (nonostante le descrizioni fisiche non siano approfondite), e lo stile di MacBride non annoia mai.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

C'è una trama un pò complicata, varie vicende che si inseriscono nella storia principale. E' un romanzo per stomaci forti, sconsigliato ai lettori "sensibili" (per la presenza di termini e descrizioni crude), condito da massiccie dosi di humor nerissimo.

Essendo in cerca di novità Ho deciso di leggere questo libro ma non avevo molte aspattative, mentre per fortuna sono rimasta piacevolmente sorpresa e soddisfatta. Per il resto, ottima ambientazione (Aberdeen, Scozia), bella galleria di personaggi, più che buono l'intreccio Mac Bride rende perfettamente l'atmosfera di una piovosa e tetra cittadina scozzese, con una buona dose di cinismo, mitigato qua e là da qualche scorcio di vita "privata" del protagonista.

Da tempo non leggevo un libro che mi colpisse. Questo ci è riuscito. Unica pecca, forse, la scelta di inserire più indagini all'interno della narrazione.

 

+9k Lucia Raso

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il collezionista di bambini''Indice dell'Analisi del Libro ''Il collezionista di bambini''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare