Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il gabbiano Jonathan Livingston”.
  • Titolo originale: "Jonathan Livingston Seagull".
  • Autore: Richard Bach;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: 1977;
  • Editore: Bur Rizzoli;
  • Genere: Romanzo breve;
  • Pagine: 103;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,5 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': 

Il pilota statunitense Richard Bach, nasce il 23 giugno 1937 nell’Oak Park dell’Illinois. la sua fama è dovuta alle sue due grandi passioni: l’aviazione e la narrativa.

Egli è stato infatti pilota riservista e acrobatico dell’aeronautica statunitense.

Nella sua produzione letteraria possiamo notare la traccia di questa parte della sua carriera che lo ha portato ad identificare il volo come metafora della vita.

Bach inizia il suo percorso di scrittore con tre racconti sull’aviazione, ““Straniero alla terra””, ““Biplano””, ““Niente per caso””, rispettivamente pubblicati nel 1963, 1966, 1969.

Lo straordinario successo mondiale lo raggiunge poi con la pubblicazione de ““Il gabbiano Jonathan Livingston”” che verrà anche tradotto in diverse lingue.

Nel 2012 lo scrittore subisce un incidente con il proprio idrovolante che lo porterà in ospedale per quattro mesi.

Quest’esperienza inciderà sull’autore tanto da trarne ispirazione per scrivere la quarta parte del romanzo ““Il gabbiano Jonathan Livingston””, non presente nell’edizione originaria.

L’autore ha avuto sei figli dalla sua prima moglie, Bette, da cui divorzierà per risposarsi altre due volte, prima con l’attrice Leslie Parrish, poi nel 1999 dopo un secondo divorzio, con Sabryna Nelson Alexopoulos.

Attualmente lo scrittore vive a Seattle dedicandosi alle sue attività.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Il romanzo narra la storia di un gabbiano, Il gabbiano Jonathan Livingston, che a differenza dei suoi simili, ama l’arte del volo. Se i gabbiani utilizzano quest’arte solo per procacciarsi il cibo e per soddisfare gli elementari bisogni vitali tipici della loro specie, Jonathan vuole di più.

Trascorre infatti il tempo isolandosi dal resto del gruppo e sperimentando nuove tecniche, spinto dal desiderio di migliorarsi sempre più.

Ma il resto del gruppo non lo capisce e, pensando che Jonathan si comporti così soltanto per capriccio, mettendo in pericolo il resto del gruppo con i suoi atteggiamenti, lo caccia.

Jonathan si trova così a trascorrere il suo tempo esule in volo, dedicandosi a sperimentare le tecniche alari più efficaci e a godere del piacere del volo, finché non fa la conoscenza di alcuni gabbiani che la pensano come lui.

Lontano dalla terra fa amicizia con Sullivan, che diventa per un periodo suo istruttore di volo e con il quale comunica telepaticamente, sviluppando anche la consapevolezza della forza del pensiero e apprende alcune lezioni di saggezza da Ciang, il gabbiano più anziano.

Più il tempo trascorre, più cresce la voglia di Jonathan di insegnare a chi voglia seguirlo gli importanti valori che ha potuto imparare, come l’importante segreto confidatogli da Ciang secondo il quale “«Il segreto consisteva nel sapere che la sua vera natura viveva, perfetta come un numero non scritto, contemporaneamente dappertutto, nello spazio e nel tempo»”.

Così dopo esser diventato insegnante di un piccolo gruppo di gabbiani a loro volta esuli, lascia il testimone ad uno di loro, Fletcher Lynd, il quale a sua volta prende sicurezza e comincia a insegnare.

Una delle cose che il gabbiano cerca di insegnare ai suoi discepoli è l’imparare ad amare, giorno per giorno oltre i limiti, come gli era stato insegnato da Jonathan.

«[...] bisogna esercitarsi a discernere il vero gabbiano, a vedere la bontà che c’è in ognuno, e aiutarli a scoprirla da se stessi, in se stessi. È questo che io intendo per amore. E ci provi anche gusto, una volta afferrato lo spirito del gioco””.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Jonathan Livingston è un gabbiano che si evidenzia tra lo stormo di suoi simili per la sua passione e dedizione alle tecniche di volo.

Egli vuole sviluppare quest’arte perché intuisce che può essere molto di più che un semplice mezzo di sopravvivenza.

Capisce che imparare a volare equivale a imparare a vivere, apprezzando e valorizzando quello che si ha, con l’obiettivo di trasmettere questo valore ai più giovani e a chi si dimostra pronto ad ascoltare.

- Sullivan è un gabbiano che si pone da guida e da amico a Jonathan.

Con lui egli migliora la tecnica e l’arte di volare, ma sarà proprio Jonathan a fargli comprendere la necessità del suo ritorno tra i gabbiani per insegnare gli importanti valori che ha appreso, nonostante il rischio di non esser compreso.

- Ciang è il gabbiano anziano che prima di morire insegna a Jonathan come l’unico limite alla nostra realizzazione sia spesso costituito dall’esser prigioniero di limiti e che “«[...] per volare alla velocità del pensiero, verso qualsivoglia luogo, [...] devi innanzitutto persuaderti che ci sei già arrivato»“.

- Fletcher Lynd è un giovane gabbiano che, esule e reietto com’era stato Jonathan, decide di seguire i suoi insegnamenti. Questo lo porterà a crescere, maturare e diventare un insegnante continuando ad imparare insieme ai suoi discepoli.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Il romanzo fantastico si svolge tra le scogliere sul mare dove gli stormi di gabbiani trascorrono gran parte del loro tempo. I paesaggi che vengono evocati, anche grazie alle fotografie presenti nel libro, sono caratterizzati da una bellezza naturale nonostante non vengano descritti molto precisamente.

Veniamo a conoscenza delle Scogliere Remote, alcune rocce distanti dallo stormo e come indica il nome Remote, luogo lontano, adatto ad un gabbiano reietto come Jonathan.

Riguardo ai luoghi vi è poi spesso la contrapposizione tra la terra, dove troviamo lo stormo e i gabbiani comuni, che trascorrono la vita con il solo obiettivo di nutrirsi senza ricercare altro, e il riferimento al paradiso, che viene pensato e mentalmente creato da Jonathan, quando si trova presso le Scogliere Remote.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

La storia è raccontata al passato in un tempo non ben definito. Alcuni nomi di riferimento come quello delle Scogliere Remote, ci fanno capire come l’ambientazione sia localizzata in un contesto al di fuori di una collocazione spazio-temporale precisa.

Anche i riferimenti al paradiso e il richiamo anche se in modo non esplicito né diretto, alla morte, contribuiscono alla creazione di un’ambientazione in un tempo e luogo che è ovunque e al contempo da nessuna parte.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Lo scopo dell’opera è quello trattare il tema della ricerca di una dimensione che sia al di fuori di limiti e numeri e la scelta del tempo ne favorisce la creazione.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Lo scrittore utilizza uno stile semplice con cui raccontare la storia.

I nome sono spesso evocativi di una caratteristica del luogo, del personaggio o dell’oggetto che devono rappresentare. Ne è un esempio lo stesso nome utilizzato per lo stormo “Buonappetito” che evidenzia subito il carattere principale che poi lo andrà a definire.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Il narratore è esterno alla vicenda ed è onniscente, racconta la storia in modo oggettivo senza commentare o esprimere pareri.

Il protagonista è il gabbiano Jonathan e il lettore è portato ad identificarsi con lui, ma questo non toglie importanza agli altri personaggi di grande importanza, primo tra tutti Fletcher su cui si chiude la vicenda, in quanto prosecutore dell’opera di Jonathan.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Il personaggio del gabbiano Jonathan si presenta come modello da seguire per lo stormo che invece pensa soltanto a cercare cibo e sopravvivere.

Essendo un personaggio innovativo, gli intenti del gabbiano Jonathan non vengono compresi e anzi, vengono fraintesi, al punto da causargli l’esilio lontano dallo stormo.

La figura di Ciang è importante perché con i suoi insegnamenti permette all’amore di Jonathan per il volo di radicarsi e prendere consapevolezza di sé.

Ma non basta capire cosa siano l’amore e la libertà, occorre insegnarlo anche agli altri.

È questo che Jonathan si prefigge come scopo e non solo lo raggiunge, ma riesce ad indirizzare sulla sua stessa strada anche il giovane gabbiano Fletcher, il quale sarà l’eredità dell’insegnamento di Jonathan e continuerà ad insegnare a sua volta.

Sono presenti nel libro alcuni momenti che possono essere letti come il sopraggiungere della morte ma questa acquista il valore e il senso di passaggio; il passaggio da uno spazio e tempo ad un altro spazio e tempo.

Ciò su cui vuole far riflettere il libro infatti, e che affida agli insegnamenti del saggio Ciang, è che l’essenza della vita va al di la di numeri scritti ma è in ogni luogo e tempo, facendo emergere un concetto di eternità dietro la fugacità della vita.

La saggezza dell’individuo, e in questo caso nelle figure metaforiche dei gabbiani, sta nel comprenderlo, per avvicinarsi alla libertà.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Ray Bradbury dice a commento dell’opera “Il gabbiano Jonathan Livingston”:

«Con questo libro Richard Bach mi ha procurato due gioie: mi ha fatto volare e mi ha fatto sentire giovane. Per entrambe gli sono profondamente grato»”.

Sono d’accordo con questo commento: questo libro permette di aprire una finestra sull’aria limpida e fresca che solo con la libertà si può percepire.

Inoltre permette la riflessione sulla consapevolezza che un semplice gesto, come quello per un gabbiano di volare, può dare molta soddisfazione ed essere fonte di gioia se apprezzato per il volo stesso e non per l’utilità di esso al procurarsi il cibo.

Il libro offre un modello di perseveranza ben evidente nella metafora dell’insegnamento e nelle prove di volo, impegno che non deve venire meno neanche quando l’allievo è diventato insegnante; c’è sempre qualcosa da imparare anche quando sembra di aver raggiunto la conoscenza.

Ed è in questo senso che la lettura del libro fa sentire giovani; lo stimolo alla crescita ed al raggiungimento della libertà è qualcosa che riguarda l’individuo in tutte le fasi della sua esistenza, e sebbene lo spirito della ricerca e dell’avventura siano tipiche della giovinezza, il libro è un invito a ricercare questi sentimenti e ad alimentare ancora la “voglia di volare”.

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''Indice dell'Analisi del Libro ''Il gabbiano Jonathan Livingston''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare


Avatar di admingat
admingat ha risposto alla discussione #144 6 Anni 9 Mesi fa
Il primo libro non si scorda mai proprio come il primo amore... anche perché, almeno per me, la lettura è una forma di amore con tutti i suoi alti e bassi, aspetti positivi e non, pianti del cuore e risa sul volto... tutto insomma!
Questo libro mi ha permesso di comprendere il gusto nel trasmettere e nel ricevere emozioni tramite le parole scritte, aspetto che poi ho riportato anche su quelle riportate per via orale.
Spero che altrettanto possa aver generato in voi. ;)