Recensione ''Harry Potter e la Maledizione dell’Erede'' (Libro di J.K. Rowling) - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Harry Potter e la Maledizione dell’Erede”.
  • Titolo originale: "Harry Potter and the Cursed Child".
  • Autore: J.K. Rowling;
  • Nazionalità Autore: Inglese;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Gran Bretagna il 24 settembre 2016;
  • Editore: Salani (collana ''Romanzo'');
  • Genere: Fantasy;
  • Pagine: 368 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,42 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Harry Potter e la maledizione dell’erede” di J.K. Rowling del 2016, genere Fantasy. Evidenzieremo il riassunto del libro Harry Potter e la maledizione dell’erede”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro Harry Potter e la maledizione dell’erede”con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'':

La scrittrice J. K. Rowling nasce a Chipping Sodbury, vicino Bristol, nel Regno Unito, il 31 luglio del 1965.

Già da piccola manifesta una fervida immaginazione e comincia a scrivere racconti.

Durante gli studi si appassiona alle lingue, mentre trova più ostico l’ambito scientifico.

Deve la sua fama alla saga di Harry Potter, un giovane mago che combatte contro le forze della Magia Nera.

Nel 1997 pubblica il primo volume della saga del giovane mago, intitolato “Harry Potter e la pietra filosofale”.

Il successo del romanzo, che viene inizialmente accettato solo da una piccola casa editrice, la Bloomsbury, dopo essere stato rifiutato da vari editori, supera di gran lunga ogni aspettativa. L’autrice è praticamente sconosciuta e il genere fantasy è considerato letteratura minore, ma la storia affascina subito milioni di lettori di tutte le età.

Nel 1998 compare il secondo volume, “Harry Potter e la camera dei segreti ” e nel 1999 il terzo libro, “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban ”, con cui la Rowling vince tre volte di fila lo Smarties Prize.

Nel 2000 compare il quarto dei 7 volumi di cui è composta l'intera saga, ossia “Harry Potter e il calice di fuoco ”, che vende tre milioni di copie già solo negli Stati Uniti, senza contare tutte quelle acquistate nel mondo dai milioni di fans.

Ormai la saga di Harry Potter è un fenomeno mondiale e nel 2003 vede la luce “Harry Potter e l’ordine della fenice ” e nel 2005“Harry Potter e il principe mezzosangue ” . Nel 2007 viene pubblicato il settimo ed ultimo volume della saga con il titolo “Harry Potter e i doni della morte ”, che viene definito dal Telegraph il miglior libro scritto nel decennio 1999-2009.

Tutta l’idea della saga epica è concepita in un breve viaggio in treno da Manchester a Londra e per nove anni la scrittrice tesse i fili di questa trama superba del genere fantasy senza dimenticare fatti o personaggi, anzi dando loro la consistenza della vita reale.

Al termine della saga, la scrittrice si è cimentata in altri generi: una raccolta di fiabe, “Le fiabe di Beda il Bardo” nel 2008, e gialli “Il seggio vacante” del 2012, “Il richiamo del cuculo” del 2013 e “Il baco da seta” dove, con lo pseudonimo maschile di Robert Galbraith, crea l’investigatore Cormoran Strike.

Sposata due volte, madre di tre figli, è nota per le sue opere di beneficenza e nel 2011 è stata inserita nella classifica di Forbes tra le donne più ricche più ricche del Regno Unito.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Alla stazione di King’s Cross Albus Severus Potter, figlio del celebre Harry Potter e di Ginny Weasley, e Rose Weasley- Granger, figlia di Ron e Hermione, si preparano a partire per Hogwarts.

Albus fa subito amicizia con Scorpius Malfoy e a scuola i due ragazzi vengono inseriti dal Cappello Magico tra i Serpeverde.

Nei primi tre anni di scuola sia Albus che Scorpius non riescono a stringere altre amicizie: Albus perché è uno studente mediocre, Scorpius per le dicerie che circolano sulla sua famiglia di ex Mangiamorte.

Durante il viaggio che li porterà ad Hogwarts per il quarto anno Albus e Scorpius decidono di scappare, rubare un Giratempo e salvare Cedric Diggory, rimediando ad un errore commesso secondo loro da Harry in “Harry Potter e il calice di fuoco ”.

Albus pensa che il modo migliore per salvare Cedric sia di impedirgli di vincere il Torneo Tremaghi. Ma tornando nel passato i due ragazzi scoprono che il Giratempo ha una durata limitata: solo cinque minuti. Inoltre la loro decisione ha portato ad una serie disastrosa di alterazioni del presente.

Harry, Hermione e Draco Malfoy cercheranno di ripristinare lo status quo, unendo i loro sforzi. Ma senza successo. Cercheranno di allontanare Albus e Scorpius ed effettueranno vari viaggi nel tempo, ma ogni tentativo porterà alla vittoria di Voldemort e all’instaurarsi del suo Regno Oscuro.

Durante uno dei tentativi Albus e Scorpius restano addirittura bloccati nel passato, la notte del 30 giugno 1981, quella dell’uccisione di James e Lily Potter e sarà solo grazie ad un sacrificio estremo di Harry Potter che la situazione comincerà ad evolvere verso un epilogo positivo.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

- Protagonista della storia è Albus Severus Potter, figlio minore del celebre mago della saga di J. K. Rowling e ragazzo irrequieto, in perenne conflitto con il padre che ama e stima ma da cui si sente schiacciato. E’ un ragazzo molto brillante ed escogita sempre nuovi espedienti per trarsi d’imapaccio.

- Il suo migliore amico alla Scuola di Magia di Hogwarts è Scorpius Malfoy, figlio del nemico giurato del padre, Draco, e nipote di uno dei più temibili Mangiamorte. Scorpius è un ragazzo studioso e sensibile, che soffre enormemente per i sospetti di cui la sua persona è perennemente circondata.

- Ma soprattutto ritroviamo il celebre Harry Potter, ormai marito e padre di tre figli. Ora lavora al Ministero della Magia, nell’Ufficio per l’Applicazione della Legge, lui che da adolescente aveva sempre faticato a sottostare alle regole.

Ma la sua vittoria su Voldemort su cui nessuno avrebbe scommesso e il suo successo personale non riescono a pacificare il suo animo inquieto e assetato d’amore. Soprattutto continua a mancargli quell’amore genitoriale che non ha potuto avere per la morte prematura di James e Lily. Nel suo animo c’è un vuoto che i vari sostituti come Sirius e Silente non sono riusciti a colmare per mancanza di tempo o pensando erroneamente di proteggerlo.

Inoltre non riesce a liberarsi del suo ingombrante passato che non riesce a rimanere tale e lo perseguita il rimorso per la morte di tutti i maghi caduti in battaglia che non è riuscito a salvare.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

Il libro si apre alla stazione di King’s Cross a Londra, sul binario 9 e ¾ dove si era concluso l’ultimo romanzo della sagra di Harry Potter, “Harry Potter e i doni della morte”.

Trattandosi della trascrizione di un copione teatrale l’ambientazione è sommaria, ma le parole dei personaggi evocano molti dei luoghi centrali nella saga: la scuola di Hogwarts, la Foresta Proibita, Godric’s Hollow in cui hanno trovato la morte i genitori di Harry in “Harry Potter e la pietra filosofale”…

Tutti luoghi di grande suggestione che hanno profondamente impressionato la mente dei lettori appassionati della Rowling che ora riescono senza difficoltà ad evocarli davanti ai loro occhi.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

L’opera copre diversi anni della vita di Albus Potter e si apre diciannove anni dopo la fine della sagra che aveva per protagonista suo padre.

Ma si tratta di un viaggio nel tempo, e i diversi Giratempo di cui vengono in possesso i personaggi permettono spostamenti temporali che ci riportano indietro ad incontrare personaggi e a rivivere situazioni come se gli anni non fossero passati, lasciando nel lettore quel gusto amaro della nostalgia. Spesso più piani temporali scorrono in parallelo.

Inoltre i Giratempo non sono precisi e i salti nel tempo riescono ad essere seguiti in tutte le sfumature ed implicazioni solo dai lettori più scaltriti e più esperti della saga. Per gli altri resta la fatica di abituarsi ad un mondo magico dove tutto, sempre più prendere una svolta imprevista.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

Il libro è la trascrizione di uno spettacolo teatrale messo in scena a Londra nel giugno del 2015 su copione della Rowling, di Jack Thorne e John Tiffany. E’ quindi una lunga sequenza dialogica che copre diversi anni e che rinuncia alla complessità narrativa dei romanzi precedenti.

Trattandosi di un viaggio nel tempo l’espediente narrativo più frequente è l’analessi.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

L’opera è la trascrizione di un copione teatrale quindi il narratore è assente e la narrazione si dipana attraverso i dialoghi dei personaggi.

Il punto di vista non è univoco, e spesso i personaggi non sanno ciò che sta avvenendo agli altri perché non c’è un personaggio con funzione di narratore che tiri i fili dell’azione. Il tutto inoltre si complica perché spesso l’azione si muove su due piani temporali sovrapposti e paralleli. span>

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

Centrale è il tema del conflitto generazionale padre-figlio che si interseca con quello dell’amore genitoriale. Quest’ultimo spesso acceca, spingendo i genitori a dare ai figli quello che per loro è una necessità, ma di cui i loro discendenti non sentono il bisogno. Anzi molto spesso i giovani si sentono soffocati e incompresi. Ogni genitore ama il proprio figlio di un amore speciale, unico, che lo porta a fare di tutto perché il figlio resti protetto da qualsiasi forma di pericolo. .

E’ un amore che spesso non viene esplicitato perché il genitore dà quel sentimento per scontato. Ma per i figli quell’amore immenso, incommensurabile, che nella saga è riuscito a sconfiggere l’Avada Kedavra di Voldemort non ha nulla di scontato. Hanno bisogno di sentirsi dire “Ti voglio bene” e ogni tentativo di proteggerli è visto come una mancanza di stima e fiducia nei loro confronti, non come la manifestazione del terrore di perdere ciò che dà un senso alla nostra vita. Da qui il conflitto generazionale.

Ma ritroviamo anche i temi dell’amicizia, della responsabilità delle proprie azioni, della possibilità di imparare dai propri errori che erano stati centrali nei sette libri della saga di Harry Potter.

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

COMMENTO DEL LIBRO ''HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''

In un’opera teatrale ambientata diciannove anni dopo la sconfitta di Voldemort, J.K. Rowling fa riprendere vita ai personaggi letterari più amati dell’ultimo secolo. Harry è ormai un uomo di mezz’età, impiegato ministeriale, impegnato nel difficile compito di padre di un adolescente. Soprattutto suo figlio Albus, oltre alle normali problematiche adolescenziali, non riesce a fare i conti con l’eredità ingombrante e a volte soffocante di un genitore famoso.

E ciò spinge il ragazzo ad inoltrarsi nelle pieghe del tempo e riporterà il lettore in luoghi e situazioni della saga che tanto ha amato, come il Torneo Tremaghi in “Harry Potter e il calice di fuoco”.

Speculare rispetto al duo Harry-Albus sarà quello Draco- Scorpius.

La suspense è sempre ai massimi livelli e l’atmosfera è piuttosto noir.

Non mancano interessanti indagini nell’animo di Harry, Silente e Voldemort che gettano luce sulla dinamica edipica padre-figlio, centrale nell’opera.

Ancora una volta la Rowling ci stupirà con la sua maestria nel penetrare i moventi dell’animo umano, dandoci prova del suo genio letterario in un nuovo genere.

 

+30k Ornella Rizzo

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''Indice dell'Analisi del Libro ''Harry Potter e la maledizione dell’erede''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare