Recensione ''Fattori di morte'' (Libro di Andrea H. Japp, pseudonimo di Lionelle Nugon-Baudon) - 4.6 out of 5 based on 18 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Fattori di morte''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Fattori di morte”.
  • Titolo originale: "Dans l'oeil de l'ange".
  • Autore: Andrea H. Japp pseudonimo di Lionelle Nugon-Baudon;
  • Nazionalità Autore: Francese;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Francia nel 1998 e in Italia nel 2001;
  • Editore: Mondadori (“Il giallo mondadori”);
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 203 p., copertina flessibile;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': 

Andrea H. Japp è lo pseudonimo di Lionelle Nugon-Baudon; è nata il 17 settembre del 1957 a Parigi. È una scrittrice e traduttrice francese. Come traduttrice ha usato anche lo pseudonimo di Hélène Narbonne.

Ha studiato sia a Parigi che a Boston. Ha un dottorato in biochimica, è una tossicologa di professione e una ricercatrice famosa. È un'esperta presso la NASA ed è anche responsabile della ricerca presso l'INRA dove guida un team di scienziati.

È diventata una degli autori più famosi di romanzi gialli in Francia. Ha iniziato a scrivere da giovane nel 1990 con “The Boston”, un vero e proprio successo di critica che l'ha incoraggiata in questa direzione.

La sua carriera di scrittrice decollò con il libro “La femmina della specie”. Partecipa anche a scenari di film per la televisione e fumetti. Come autrice ha pubblicato numerosi romanzi, di polizia contemporanei, spesso con personaggi ricorrenti.

Come, ad esempio, la matematica Gloria Parker-Simmons e James Cagney a capo di quella che era l' Unità di Scienza del comportamento dell'FBI. Di recente ha anche iniziato a scrivere dei romanzi gialli storici oltre ai libri scientifici.

Dal 1995 traduce in francese i romanzi di Patricia Cornwell in cui il personaggio principale è Kay Scarpetta.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

James Irwin Cagney è il capo di quella che era l'Unità di Scienza del comportamento composta da lui, Jude Morris e Richard Ringwood.

Il sabato dopo capodanno James Cagney è nel suo ufficio della base militare di Quantico. Viene avvertito da Ringwood che vicino a Montreal era stata uccisa una donna americana da un altro americano che l'aveva seguita lì e poi era fuggito.

Dalle indagini scoprono che questa ragazza aveva l'AIDS e aveva un pessimo rapporto con la famiglia che viene interrogata dall'FBI ma vengono scartati. Scoprono anche che l'uomo che era andato in Canada seguendola in realtà era morto due anni prima di AIDS.

Durante le ulteriori indagini scoprono che quel delitto è in realtà collegato ad altri delitti anche recenti. Ma le cose sono complicate così Cagney decide che era il momento di chiamare Gloria Parker-Simmons, una matematica che aveva collaborato spesso con loro, per farsi aiutare.

Tutti i delitti che sono avvenuti sembrano collegati a una ditta farmaceutica che appartiene ad Edward Caine, la cui moglie era stata uccisa qualche tempo prima. Cagney e la sua squadra si recano a Boston dove parlano col signor Caine e poi insieme al poliziotto che aveva indagato sull'omicidio di una vittima vanno nella casa e perquisendola trovano videocassette e cassette dove si vedeva che lei si faceva “stuprare” da diversi uomini così ricominciano le indagini, che si erano arenate, da lì.

Tornati a Quantico Ringwood li informa che aveva scoperto che l'ultimo compagno dell'uomo che era morto di AIDS due anni prima era un uomo che lavorava nella ditta di Caine e si era “suicidato” dopo aver letto la minaccia da parte di un uomo con cui era stato.

Capiscono così chi è l'assassino per alcuni di quei delitti. Gloria informa Cagney che tutta quella serie di delitti partono dall'uomo morto in ospedale di AIDS. Mentre Cagney scopre chi è il responsabile di tutte quelle morti, Gloria scopre qual è il movente di tutto.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

In questo romanzo ci sono molti personaggi secondari ma i protagonisti della vicenda sono quattro: James Irwin Cagney, Gloria Parker-Simmons, Jude Morris e Richard Ringwood.

James Irwin Cagney, è il capo dell'Unità di Scienza del comportamento. Dopo il divorzio dalla moglie si è follemente innamorato di Gloria. Ha 56 anni e gli occhi azzurrissimi.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Gloria Parker-Simmons è una brillante matematica che collabora spesso con l'FBI. Ha 32 anni. È molto esile, piccola di statura e ha i capelli biondo castano tagliati all'altezza delle spalle. Ha gli occhi blu. Ha una figlia ritardata che ha partorito dopo essere stata violentata all'età di 13 anni dal compagno della madre.

Jude Morris ha 30 anni e fa parte della squadra di Cagney. Ha gli occhi marroni con dei riflessi dorati, è un bell'uomo ricco di charme.

Richard Ringwood lavora nella squadra di Cagney, è un esperto di computer ed è sul piano personale è stato abbandonato dalla moglie e ne soffre ancora. Ha 46 anni. È un uomo in declino, un po' sciupato, con la pancetta, troppo grasso e pallido e con le cosce troppo magre e segnate. Sta invecchiando male.

L'ultima componente della squadra è una donna Dawn Stevenson, ha 25 anni ed è arrivata da poco. Ha un caschetto di capelli castani corti e lisci, gli occhi scuri e il colorito olivastro. Muscolosa e atletica, con una specializzazione in psicologia criminale.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Da questo punto di vista è un romanzo molto movimentato. Infatti le indagini, e di conseguenza anche i protagonisti si spostano per verificare delle cose sui crimini commessi in quasi tutti gli Stati Uniti e anche in Europa. Si passa da una piccola cittadina del Massachusetts a Parigi, allo stato del Maine.

In Virginia, principalmente a Quantico dove si trova la base militare e dove ha sede l'FBI e dove vivono i componenti della squadra. Si arriva a San Francisco (dove vivono Gloria e la figlia), Boston, sede della ditta farmaceutica, e anche a Cambridge, una piccola città dell'Inghilterra.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

In questo romanzo non è mai specificato l'anno in cui i fatti avvengono. Viene solo detto da uno dei numerosi personaggi che si sta avvicinando il terzo millennio.

Al contrario, sia le date in cui i personaggi compiono delle azioni particolari, sia quelle nelle quali vengono trovate delle informazioni particolari che porteranno a degli sviluppi nell'indagine sono sempre scritte esplicitamente, insieme al luogo in cui quei fatti accadono.

Le vicende raccontate in questo libro partono dal 3 settembre (probabilmente un mercoledì) per terminare quasi un mese dopo l'inizio del nuovo anno. Si concludono, infatti il 24 gennaio, di sabato.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Andrea H. Japp ha una scrittura abbastanza complicata con numerosi termini specifici senza darne delle delucidazioni. Inoltre utilizza delle espressioni difficili e inusuali che non aiutano a rendere la lettura molto piacevole. In alcuni punti risulta essere anche abbastanza monotona, senza colpi di scena che riescano a sconvolgere il lettore.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Questo romanzo di Andrea H. Japp è narrato in terza persona da un narratore esterno alla vicenda raccontata. Inoltre non è onnisciente, infatti non sa cosa è successo ai personaggi in passato (le uniche cose che sappiamo le sappiamo perché le ricordano loro stessi o ne parlano a qualcuno) o cosa gli succederà nel futuro.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Le tematiche principali trattate dall'autrice in questo romanzo sono tutte molto importanti e sono tre: l'AIDS, i vaccini e l'avidità delle persone. Molti personaggi presenti in questa storia sono sieropositivi.

Per alcuni che personaggi che nel romanzo parlano di questa malattia è una “punizione divina” ma altri li smentiscono dicendo che se fosse così allora non ci sarebbero delle persone che sono state infettate in ospedale, ad esempio facendo dei trattamenti medici come la trasfusione di sangue.

Un altro tema molto importante è che ci sono moltissime persone che lavorano per creare e scoprire vaccini e cure che potranno servire a sconfiggere molte malattie contro le quali per ora non ci sono medicine.

L'ultima cosa fondamentale che tratta è l'avidità delle persone che pur di far soldi senza stancarsi troppo non pensano mai alle conseguenze che le loro azioni possono avere per gli altri. Tema trattato anche in “Ricorda Maggie Rose”. 

 

COMMENTO DEL LIBRO ''FATTORI DI MORTE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''

Questo è il primo libro che leggo di questa autrice nonostante sia un libro che non si avvicina di molto ai miei gusti "letterari" l'ho letto abbastanza velocemente e senza annoiarmi troppo.

Soprattutto grazie alla trama particolare, ma non straordinaria, che è stata rappresentata; anche se in alcuni punti è stata già scritta e riscritta, infatti non sembra per niente originale. Inoltre questo romanzo ha all'inizio un ritmo molto lento che arriva perfino a sembrare noioso.

In alcuni casi l'unica cosa che ti fa andare avanti nella lettura è sperare che nelle pagine seguenti il ritmo aumenti e che sia presente la suspense. Penso che sia un libro scritto in modo abbastanza monotono senza colpi di scena che coinvolgano il lettore all'interno della vicenda narrata, probabilmente perchè è uno dei primi romanzi dell'autrice.

È un libro molto "concentrato", vi sono narrati troppi fatti in poche pagine e secondo il mio modesto parere la stesura non segue un filo logico. Inoltre sono presenti troppi avvenimenti che sembrano tutti separati tra loro ma alla fine vengono riuniti tutti sotto un unico aspetto.

Nonostante i troppi nomi dei personaggi da ricordare è comunque un libro piacevole, che si legge abbastanza bene. "La speranza è la trappola per gli stupidi più insidiosa ed efficace che sia mai stata inventata".

 

+9k Lucia Raso

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Fattori di morte''Indice dell'Analisi del Libro ''Fattori di morte''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare