Recensione ''Cronaca di una morte annunciata'' (Libro di Gabriel García Márquez) - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Cronaca di una morte annunciata”.
  • Titolo originale: "Crónica de una muerte anunciada".
  • Autore: Gabriel García Márquez;
  • Nazionalità Autore: Colombiana;
  • Data di Pubblicazione: prima edizione italiana nel 1982;
  • Editore: Mondadori;
  • Genere: Narrativa contemporanea;
  • Pagine: 120 p., tascabile;
  • Voto del Pubblico (IBS): 5 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Cronaca di una morte annunciata” di Gabriel García Márquez del 1982, genere Narrativa straniera moderna e contemporanea. Evidenzieremo il riassunto del libro “Cronaca di una morte annunciata”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Cronaca di una morte annunciata” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'':

Gabriel García Márquez, soprannominato Gabo, è nato in Colombia nel 1927 ed è morto a Città dl Messico nel 2014. È stato un grande scrittore, giornalista e saggista del suo paese e ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura nel 1982.

Le sue opere rientrano in quel realismo magico (dove elementi magici si inseriscono in un contesto assolutamente realistico) che ha rilanciato la letteratura latinoamericana.

Dopo un'infanzia vissuta con i nonni materni, Garcia Márquez intraprende gli studi di giurisprudenza e scienze politiche, che abbandonerà per scarso interesse. Durante la dittatura di Pinilla si trasferisce a Cartagena e inizia a lavorare come giornalista impegnato politicamente.

Segue un periodo di viaggi, tra il Sudamerica e l'Europa, alla fine del quale si reca a Cuba, dove conoscerà Che Guevara e stringerà una forte amicizia letteraria con Fidel Castro. Sposa nel frattempo Mercedes Barcha, dalla quale avrà due figli.

Dopo un breve periodo negli Stati Uniti perde il permesso di residenza per motivi politici e si trasferisce in Messico. È allora che inizia a dedicarsi con impegno alla scrittura.

L'opera che lo confermerà come esponente di spicco del realismo magico e di tutta la letteratura spagnola in generale, sarà Cent'anni d solitudine.

Tranne un breve periodo in cui abbandona la scrittura in segno di protesta per il colpo di Stato di Pinochet in Cile, continuerà a produrre opere che lo renderanno famoso in tutto il mondo, come L'autunno del patriarca, Cronaca di una morte annunciata, L'amore ai tempi del colera.

Passa gli anni successivi ad occuparsi di politica, cercando continuamente una mediazione tra il suo Governo, i narcotrafficanti e i guerriglieri, criticando aspramente il proibizionismo sulle droghe che secondo lui rafforzava i cartelli invece di indebolirli.

Nel 1999 un linfoma lo blocca per alcuni anni, in cui è impegnato in cure chemioterapiche. Ma già nel 2005 torna alla scrittura con Memorie delle mie puttane tristi. La sua salute però è ormai cagionevole e nel 2014 morirà per l'aggravarsi di una polmonite.

RIASSUNTO DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

La mattina in cui sarebbe morto, Santiago Nasar si sveglia alle 5.30, dopo una notte di baldoria seguita al matrimonio più sfarzoso della città, e si veste a festa per essere presente all'arrivo del vescovo al porto.

È l'unico, però, a non sapere che i fratelli Vicario lo stanno aspettando per ucciderlo.

È davvero l'unico. A parte la famiglia Marquez, la sola che lo avrebbe di certo avvertito se la notizia non le fosse arrivata con un paio d'ore di ritardo.

Lo sa infatti Victoria Guzmán, la cuoca della famiglia Nasar, che gli prepara la colazione e lo lascia uscire di casa.

Lo sa Clotilde Armenta, proprietaria dell'unico locale aperto all'alba, che sta dando da bere ai gemelli Vicario.

Lo sa l'alcalde, che si reca dai presunti assassini e si convince di aver fatto il suo dovere togliendo loro i coltelli e rimandandoli a letto.

Lo sa Padre Carmen Amador, che non prende la notizia seriamente perché troppo impegnato nei preparativi di benvenuto del vescovo.

Lo sa persino Prudencia Cotes, fidanzata di uno dei gemelli, che offre loro il primo caffè della mattina e poi li lascia andare a risolvere la scottante questione d'onore.

Perché così come in città si è sparsa voce dell'imminente assassinio, così velocemente la comunità ne scopre il motivo: la sposa Angela Vicario è stata riportata furtivamente, durante la notte, a casa dei genitori, con l'accusa di non essere vergine.

Messa alle strette dalla famiglia, provata dal disononore e dalle botte della madre, Angela dichiarerà il nome dell'uomo che l'ha disonorata: Santiago Nasar.

Un intero paese, a questo punto, potrebbe evitare la sciagura, decine di persone che farebbero in tempo ad avvertire il povero ragazzo e liberare i fratelli Vicario da un impegno d'onore di cui forse vorrebbero fare a meno.

Ma la fatalità non è amica dell'uomo e una serie di coincidenze funeste portano Santiago a quella porta dalla quale, quel giorno, non sarebbe dovuto passare.

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

- Santiago Nasar: ha 21 anni, è bello, giovane e ricco. Ha ereditato dal padre una fattoria con bestiame che “amministra con senno ma senza fortuna”. È descritto come un ragazzo agile, pallido e dai capelli ricci come quelli del padre arabo.

È promesso sposo di Flora Miguel e nonostante si diverta con tutte le giovani che gli capita di incontrare, è fedele al suo impegno e nessuno crederà fino alla fine che sia stato davvero lui a disonorare la sposa.

- Bayardo San Román: è un personaggio strano e silenzioso. Arriva dal nulla carico di ricchezze, in cerca di una moglie per la quale spende più del necessario. Nessuno sa niente né di lui né della sua famiglia, ma in poche settimane riesce a ottenere l'approvazione di tutte le donne che contano in città. È affascinante e seducente e il paese intero lo considera un uomo buono e di gran cuore.

- Angela Vicario: la promessa sposa è la moglie perfetta. Carina, educata, cresciuta secondo i migliori principi, bravissima donna di casa. È costretta dalla famiglia ad accettare un matrimonio con un uomo che non conosce nemmeno, perché come le dice la madre “anche l'amore s'impara”.

Alla fine, la sua indole onesta non le permetterà di vivere nella menzogna con Bayardo San Román, dando però l'avvio alla sciagurata giornata.

- Fratelli Vicario: “Avevano una così ben fondata reputazione di gente di buona indole, che nessuno li prese sul serio”. Pablo e Pedro sono due bravi ragazzi, di corporatura massiccia ma buoni e legati alla famiglia.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Tutto il paese li conosce così bene che nessuno crede davvero siano in grado di commettere un omicidio. Ma l'onore, per loro, è tutto e va difeso ad ogni costo. Il loro comportamento farà credere però che sarebbero stati lieti di essere sollevati dall'impegno gravoso.

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

La vicenda si svolge a Manaure, una cittadina costiera della Colombia. Gli ambienti principali del paese vengono descritti in modo frettoloso e scarno, come se le loro caratteristiche non avessero nessun impatto sullo svolgimento della storia.

Quasi tutta la giornata si svolge all'aperto, tra il porto, la piazza centrale e le vie della cittadina.

Qualche descrizione viene data però della casa di Santiago Nasar, di quella di Angela Vicario e di quella della famiglia Marquez.

Caratteristica comune a tutte le descrizioni è spesso l'uso, da parte dello scrittore, di odori, colori e profumi che associa ai personaggi e agli ambienti in cui vivono.

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

Il romanzo è ambientato di certo in epoca moderna, anche se gli anni non vengono mai dichiarati. Lo sappiamo però dalla presenza delle automobili, dei nuovi battelli a vapore e dalle armi che Santiago Nasar teneva custodite in casa.

La terribile vicenda si svolge tecnicamente in poche ore, da quando il ragazzo si sveglia alle 5.30 a quando lo trovano morto poco dopo le 7.

In realtà la narrazione, che alterna analessi e prolessi, copre un arco di quasi trent'anni, durante i quali il narratore cerca indizi e interroga tutti quelli che furono presenti quel giorno, nel tentativo di stilare una cronaca dei fatti il più possibile attendibile.

Il racconto non segue un ordine cronologico. Partendo dalla mattina dell'omicidio si barcamena tra il resoconto dei testimoni (alcuni decenni dopo) e l'esposizione dettagliata di quella giornata.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

Gabriel García Márquez ha una scrittura pacata e lenta, ma assai scorrevole. Il suo metodo sembra essere sempre quello di uno storico che racconti in modo dettagliato e preciso i fatti.

Il linguaggio qui è ricercato, ma facilmente comprensibile; è quotidiano, a volte volgare, e spesso usa termini di uso comune nelle popolazioni del Caribe.

È una scrittura molto pratica, ricca di analessi e prolessi che aiutano l'autore a dare un quadro più minuzioso degli avvenimenti e rendono il racconto più accattivante e gradevole.

NARRATORE DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

Il narratore di questo romanzo è interno e onniscente e pare essere lo stesso Marquez, almeno per quanto coincidono i nomi della madre e della sorella.

Sa tutto dei personaggi e della storia, anche se ne è stato solo testimone secondario, perché ha interrogato tutti i presenti per lungo tempo, cercandoli anche dopo un paio di decenni.

Racconta gli eventi con flashback e flashforward in modo chiaro e oggettivo, proprio come fosse una cronaca storica, spesso riportando le esatte parole dei testimoni. Essendo onniscente riesce a muoversi liberamente all'interno dell'intreccio non solo nel tempo ma anche nello spazio, raccontando quello che avviene contemporaneamente in luoghi diversi.

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

"Cronaca di una morte annunciata" rappresenta l'assurdità della vita, definita da una fatalità: una tragedia che poteva facilmente essere evitata sfocia nella più sanguinosa fine a causa di una funesta casualità.

Se la sposa fosse stata capace di ingannare Bayardo San Román, se il parroco avesse ascoltato con più attenzione quello che gli era stato detto, se l'alcalde non fosse stato tanto impegnato in altre faccende...ma soprattutto, se Santiago Nasar avesse ripetuto le operazioni che svolgeva ogni singolo giorno nello stesso modo di sempre e se quella porta (lasciata aperta come ultimo spiraglio di salvarlo) fosse stata chiusa e lo avesse costretto a passare dal retro.

Troppi "se" e troppi "forse". L'andamento della storia è stato un altro, perché la casualità della vita non può essre contrastata e nulla si può contro una combinazione di sfortunate coincidenze.

Ma quella di Santiago Nasar è anche una storia d'onore d'altri tempi. La sposa novella viene riportata dai genitori la prima notte di nozze, appena il marito scopre che la ragazza è stata disonorata prima del matrimonio.

Angela Vicario agli occhi della comunità è rovinata per sempre e la famiglia ha perso tutto. In una società ancora comandata da principi antichi e severi, qualcuno deve rimettere in ordine le cose.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

È così che i gemelli Vicario si trovano costretti ad uccidere Santiago Nasar. La loro volontà di commettere l'omicidio sembra scontrarsi con l'impegno ripetuto e puntiglioso che mettono nel dichiarare a chiunque incontrano sulla loro strada che stanno andando a uccidere il ragazzo. Il loro comportamento pare una richiesta d'aiuto, quasi volessero essere fermati in tempo.

Ma il paese tace, attendendo semplicemente che il delitto venga consumato in fretta, perché il fato non si può cambiare e perché in fondo, il delitto d'onore è accettato da questa società come l'unico modo per ripristinare il buon nome della famiglia Vicario.

COMMENTO DEL LIBRO ''CRONACA DI UNA MORTE ANNUNCIATA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''

Il giorno in cui l'avrebbero ucciso, Santiago Nasar si alzò alle 5.30 del mattino per andare ad aspettare il bastimento con cui arrivava il vescovo.

Se pensate che un simile incipit possa annullare la curiosità per una storia, allora non avete mai letto Garcia Márquez.

Sembra tutto detto: il protagonista verrà ucciso e non c'è niente che si possa fare per cambiare il corso della storia. E allora perché leggerla? Per lo stesso motivo per cui si leggono tutte le storie di questo scrittore: perché è un incantatore. Uno di quelli veri, uno di quelli magici, come i suoi personaggi.

La sua scrittura calma e serena, quasi storica, ha la capacità di portarti in un mondo dove la magia si fonde con la realtà in un modo così naturale, che non puoi evitare di credere a donne chiaroveggenti, segni del destino, miracoli inspiegabili.

Dopo “Cent'anni di solitudine” Garcia Márquez torna con questo racconto veloce e scarno che ha una potenza dirompente. Impossibile restare immuni al fascino di questa narrazione al contrario, dove riesci a sentire i profumi del Caribe, i rumori del porto, e non puoi non amare questi personaggi eterei e umani al tempo stesso, passionali, vivi, carnosi, dai nomi impossibili da ricordare perché intrecciati (come le loro storie) da vincoli familiari e d'onore.

Pur nella sua brevità, uno dei momenti più alti della scrittura di Gabriel Garcia Márquez.

Francesca Tessecini

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''Indice dell'Analisi del Libro ''Cronaca di una morte annunciata''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare