Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Cento giorni di felicità''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Cento giorni di felicità”.
  • Titolo originale: "Cento giorni di felicità".
  • Autore: Fausto Brizzi;
  • Nazionalità Autore: Iitaliano;
  • Data di Pubblicazione: in Italia nel 2013;
  • Editore: Enaudi (collana ''Stile libero'');
  • Genere: Romanzo;
  • Pagine: 393 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,50 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Cento giorni di felicità” di Fausto Brizzi del 2013, genere Romanzo. Evidenzieremo il riassunto del libro “Cento giorni di felicità”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Cento giorni di felicità” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''':

Fausto Brizzi nasce a Roma nel 1968.

Brizzi è figlio di un avvocato di origine pugliese e di una dirigente ministeriale, nel 1994 si diploma in Regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia. Inizia la sua attività realizzando cortometraggi e occupandosi di teatro ma inizia ben presto ad occuparsi di scrittura televisiva e cinematografica.

Il primo film che ha diretto è stato “Notte prima degli esami” che ha riscosso grande successo e vinto numerosi premi tra cui il David di Donatello. Dal 2006 Brizzi collabora con il giornale Messaggero scrivendo articoli e racconti. Nel 2007 vince il Nastro d'argento come personaggio dell'anno e scrive il suo primo film “Cemento Armato”. L'anno successivo nel 2008 riceve il secondo telegatto per “Notte prima degli esami-Oggi”. Sempre nel 2008 si occupa della sceneggiatura di “Oggi sposi" e il suo film “Natale in crociera” vince il biglietto d'oro per il numero di biglietti venduti al botteghino. Nel 2009 esce nelle sale il terzo film da lui diretto: “Ex” che riceve ben 10 nomination al David di Donatello e a cui è stato assegnato anche il nastro d'argento. Nel 2010 esce il film “Maschi contro femmine” a cui farà seguito “Femmine contro maschi” l'anno successivo con i quali si è aggiudicato anche dei premi cinematografici.

Ha realizzato inoltre il videoclip musicale “Vuoto a perdere” di Noemi.

Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo “Cento giorni di felicità” che riscuote un grande successo e viene tradotto in trenta paesi.

A questo fanno seguito “Se mi vuoi bene” e un romanzo autobiografico “Ho sposato una vegana”.

Si è sempre impegnato in polica e ha partecipato a diversi incontri alla Leopolda di Firenze occupandosi dei filmati promozionali. SI sposa nel luglio 2014 con l'attrice fiorentina Claudia Zanella con la quale ha lavorato in uno dei suoi film. Nel febbraio dello scorso anno, 2016, nasce la loro prima figlia Penelope Nina.

RIASSUNTO DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Lucio Battistini è un uomo di mezza età, di circa quarant'anni, un pò come tanti, ma c'è una cosa che lo distingue dagli altri: conosce la data della sua morte.

Lucio ha una moglie che ama e due figli, lavora in una palestra e allena un gruppo di ragazzini a pallanuoto. Tutto sembra procedere nel migliore dei modi fino a quando un giorno la moglie scopre che lui l'ha tradita e lo butta fuori di casa.

Lucio allora momentaneamente trova riparo nel retrobottega del suocero che è un famoso pasticcere romano che produce famose e buonissime ciambelle.

Ed è proprio qui che scopre la sua malattia: un cancro al fegato che non gli lascia scampo e che lui decide di soprannominare Amico Fritz. Il medico gli comunica che gli restano solo tre mesi di vita.

Lucio inizialmente è disperato, non sa come affrontare la malattia ed è molto spaventato. Passata questa prima fase Lucio però decide di prendere in mano la sua vita e che questi cento giorni che gli restano da vivere lui vuole goderseli al massimo. Ha deciso che non tenterà nessuna cura e non farà la chemioterapia: non vuole essere un peso per nessuno e vuole andarsene via lasciando un bel ricordo di sè.

Ha fissato degli obiettivi per questi ultimi mesi di vita: vuole riconquistare la moglie di cui è ancora molto innamorato, vuole rimettersi in forma prima del viaggio finale, vuole insegnare al figlio a nuotare e soprattutto vuole fare un ultimo viaggio con tutta la sua famiglia. Insomma in questi ultimi cento giorni vuole essere felice, ma felice veramente.

Durante questo periodo fa di tutto per realizzare i suoi desideri e i suoi sogni, conoscerà anche tante persone interessanti che lasceranno qualcosa nel suo cuore e che lo accompagneranno in questo viaggio straoridinario.

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Il protagonista di “Cento giorni di felicità” è Lucio Battistini. Viene descritto come un uomo comune di circa quarant'anni, con una moglie, due figli piccoli e un lavoro in una palestra.

A riempire le giornate poi c'è la squadra di pallanuoto di ragazzi che allena in quanto ex pallannuotista. Lucio ha anche un'amante con la quale ha tradito suo moglie ed è per questo che viene cacciato di casa.

Inizialmente Lucio è un ateo convinto ma mano a mano che si avvicina lo scadere dei cento giorni, la sua visione e la sua spiritualià cambiano.

Anche il carattere di Lucio cambia durante questi cento giorni. All'inizio infatti è sconvolto dalla notizia, quasi sperso e impaurito. Tuttavia ben presto Lucio cambia e acquista una consapevolezza definita e la serenità.

- Altro protagonista di questo libro è senza dubbio la malattia: il carcinoma epatocellulare che ha colpito il protagonista. Lui definisce questa malattia Amico Fritz.

- Altra protagonista è Paola, moglie di Lucio. Lei è molto innamorata del marito, ma in seguito al tradimento lo caccia di casa e si dimostra una donna forte e risoluta. Anche alla notizia della malattia del marito inizialmente non fa una piega e rimane distante. Solo in seguito riesce a riavvicinarsi al marito.

Tutto intorno alla storia di Lucio ruotano poi altri personaggi: gli amici, i figli, il suocero e i ragazzi della pallanuoto.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Per quanto riguarda i luoghi in cui è ambientato “Cento giorni di felicità” siamo a Roma. Lo si evince principalmente dal racconto del protagonista quando si sofferma sulla descrizione del lavoro del suocero: pasticcere di Roma. Gli ambienti principali sono quindi tutti a Roma.

Qui abbiamo la piscina in cui Lucio insegna due volte a settimana pallanuoto ai bambini. L'altro luogo è uno strano e bizzarro negozio, in cui non viene venduto niente, ma dove chiunque può entrare e fare ciò che vuole. L'ultima parte del racconto è invece ambientato in Svizzera, in una clinica, dove Lucio si reca per i suoi ultimi giorni di vita.

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Per quanto concerne la collocazione temporale nella quale è ambientato “Cento giorni di felicità” non è ben chiara e definita. Non viene infatti fornita una data specifica e non ci sono riferimenti temporali chiari e precisi.

Si sa sicuramente che siamo in un epoca moderna e questo lo si può evincere grazie alle descrizioni fornite dei luoghi e dei personaggi. L'unica cosa che sappiamo per certo è che l'intera vicenda si svolge in un arco temporale piuttosto breve, di circa tre mesi, i famosi cento giorni ripresi anche nel titolo del libro. Questi tre mesi, sono gli ultimi giorni di vita di Lucio, il protagonista.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Lo stile di scrittura di “Cento giorni di felicità” è semplice. Caratterizzato da molti dialoghi e dai pensieri del protagonista che è anche il narratore. Il modo in cui Brizzi scrive è una tecnica fresca e allo stesso tempo travolgente. Lo stile inoltre è a tratti ironico e a tratti tenero, a tratti malinconico e a tratti spensierato.

NARRATORE DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Il tipo di narratore di “Cento giorni di felicità” è un narraore interno ed è proprio il protagonista del libro Lucio Battistini a raccontare la sua storia in quella che sembra quasi un’autobiografia dei suoi ultimi cento giorni di vita.

Lucio dà vita ai suoi ricordi, ai suoi pensieri, sensazioni ed emozioni e lo fa in maniera talvolta allegra, talvolta triste ma sempre schietta e sincera.

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Le tematiche descritte e affrontate in “Cento giorni di felicità” sono molteplici.

La vita e la morte dapprima separate si fondono tra loro e divengono legate in maniera inscindibile. Viene trattato il tema dell'amore e della famiglia, della religione e della spiritualità ed infine soprattutto il tema della felicità nel vero senso della parola: questo è il tema che la fa da padrona e che unisce poi tutte le altre tematiche.

Il romanzo tocca dei punti profondi ma che vengono trattati con dolcezza e ironia. Abbiamo un inno alla vita in questi giorni prima della morte, che all'inizio viene vista dal protagonista come qualcosa di estremamente negativo ma che poco dopo si trasforma in un evento quasi positivo che gli permette di capire che la sua vita è importante e che lui ha il diritto e il dovere di essere felice. Quindi è la notizia della malattia e della morte che lo porterà a rivalutare la sua vita e a capirne la sua importanza.

Anche la religione fa la sua entrata in scena con le perplessità del protagonista inizialmente ateo, che dopo la scoperta della malattia inizia a riflettere anche sul suo rapporto con la spiritualità. Tutta la storia è comunque incentrata sulla scoperta della felicità e di come vivere felici e sereni anche negli ultimi istanti.

COMMENTO DEL LIBRO ''CENTO GIORNI DI FELICITA''': Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''

Ho trovato “Cento giorni di felicità” per caso curiosando nella libreria dei miei zii. Solitamente io e mia zia ci scambiamo i libri da leggere, quindi non appena ho notato questa strana copertina (che ritrae una ciambella morsicata), che tra l'altro faceva anche venire un certo languorino, ho deciso di farmelo prestare subito!

Leggendo la trama però ho pensato di essere incappata poi in un libro estremamente triste e serio. Nonostante le tematiche molto serie che vengono trattate il libro è una lettura estremamente piacevole, non è per niente pesante anzi, ti porta a riflettere in maniera quasi spontanea sui temi che emergono durante la vicenda.

A tratti commovente, a tratti leggero quasi comico, riesce con l'ironia e la semplicità a raccontare quello che prima o poi tutti noi siamo costretti ad affrontare: la morte. La morte ti porta inevitabilmete a fare i conti su quella che è la tua vita e sui tuoi sogni e le aspettative.

Tutti vogliono essere felici e allora quale è la ricetta della felicità? Forse non esiste una ricetta unica...ma ognuno a modo suo deve trovare qualcosa che lo rende felice e seguire poi quella strada. A me questo libro è piaciuto tanto e sicuramente lo consiglio a tutti, l'importante è essere pronti a commuoversi e a sorridere.

Klizia Antonelli

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Cento giorni di felicità''Indice dell'Analisi del Libro ''Cento giorni di felicità''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare