Recensione ''Bar sport''(Libro di Stefano Benni) - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Bar Sport''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Bar Sport”.
  • Titolo originale: "Bar Sport".
  • Autore: Stefano Benni;
  • Nazionalità Autore: Italiana
  • Data di Pubblicazione: prima ed. Arnoldo Mondadori Editore 1976
  • Editore: Feltrinelli;
  • Genere: Narrativa italiana moderna e contemporanea (dopo il 1945);
  • Pagine: 129 p., tascabile;
  • Voto del Pubblico (IBS): 3,8 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Bar Sport” di Stefano Benni del 1976, genere Letteratura moderna e contemporanea (dopo il 1945). Evidenzieremo il riassunto del libro “Bar Sport”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Bar Sport” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''BAR SPORT'':

Stefano Benni nasce a Bologna nel 1947 ed è uno scrittore, umorista, giornalista, sceneggiatore e drammaturgo italiano. Non abbiamo una biografia dettagliata e certa dell'autore perché, con l'ironia che contraddistingue tutta la sua opera, Benni ha distribuito svariate storie sulla sua vita, non confermandone mai nessuna.

L'unica cosa certa è la sua infanzia sulle montagne dell'Appennino, da cui gli deriva il soprannome di "lupo" (che tornerà spesso nei personaggi delle sue opere). Pare non sia mai stato un ottimo studente e abbia intrapreso diverse facoltà universitarie.

Inizia la carriera come attore, senza guadagnare nulla. Dopo la pubblicazione di "Bar Sport" (grazie alla spinta di Fruttero e Lucentini) viaggia molto per il mondo e si dedica con più impegno alla scrittura. Tra i romanzi e le antologia di racconti più fortunati ricordiamo Elianto, Terra!, La compagnia dei celestini, Baol, Il bar sotto il mare e Comici spaventati guerrieri.

Ha collaborato con numerose riviste e settimanali, tra cui L'espresso, Panorama, La Repubblica e Il Manifesto. Agli inizi fu battutista per Beppe Grillo per il quale preparò il famoso teorema "Pietro Longo = P2", a causa del quale il PDI chiese alla RAI la rimozione del comico dalla TV.

È da sempre grande amico dello scrittore francese Daniel Pennac, il primo forse a credere davvero in lui e a convincere la Feltrinelli a pubblicare il suo romanzo.

Nel 2015 rifiuta il premio Vittorio De Sica, consegnato alle personalità che si sono distinte nelle arti, per protesta contro i tagli alla cultura e alla scuola del Governo Renzi.

È tornato, in un secondo momento, al teatro, lavorando con artisti famosi come Dario Fo e Franca Rame, Paolo Rossi, Angela Finocchiaro e molti altri.

RIASSUNTO DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Chi pensa che un bar sia solo un bar?

Ad una attenta osservazione scopriamo infatti che non tutti i bar italiani sono uguali: ci sono quelli comuni, e poi c'è il Bar Sport. Prima di tutto, al Bar Sport non si va per mangiare: le paste nella bacheca sono puramente ornamentali (infatti la Luisona sta lì dal 1959).

Un Bar Sport, per essere frequentato, deve avere una serie di attrazioni: uno o più flipper, il calcetto, il biliardo, i giochi di carte, il telefono a gettoni.

Il Bar Sport ha un numero di figure fisse che si può pensare vivano lì dentro. La prima è il tecnico di calcio: nonostante la sua specialità siano le discussioni calcistiche, il tennico (si, proprio con due n) interviene in qualunque discorso fra due qualunque avventori del bar. Su ogni argomento ne sa sempre più degli altri.

Il Professore, figura distinta e colta, che viene chiamata in causa, di solito, per porre fine ad una discussione. Nel Bar Sport le sue opinioni sono molto rispettate, nonostante le divagazioni sull'animo umano e sul significato dell'esistenza (che gli altri presenti normalmente non capiscono).

Il bimbo del gelato, “apparentemente innocuo, è uno dei più temuti dai baristi”. È capace di passare ore a cercare il gelato perfetto, per poi non trovarlo e ripiegare su un cono. Ma lo farà cadere inesorabilmente appena fuori dal bar, costringendo il barista a ricominciare da capo, in un circolo vizioso che può andare avanti per tutto il giorno.

Con il Bar Sport a fare da sfondo, nascono e si diffondono leggende che diventeranno storia: dal ciclista che riesce a finire le gare anche con le gomme bucate, al calciatore che con una sola pallonata può far crollare la sagrestia della chiesa.

È un luogo immutabile e al tempo stesso frenetico questo bar, che è il simbolo di tutti i bar d'Italia, dove non ci si annoia mai e si può trovare un'umanità eterogenea e divertente.

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

I personaggi di "Bar Sport" sono innumerevoli e le loro caratteristiche variano da bar a bar. Alcuni di questi sono però immancabili all'interno di questo ambente italiano così diffuso, e possono essere riconosciuti all'istante anche se non li si è mai visti.

- Il tennico: (con due n) nasce come tecnico calcistico, ma si intrufola in qualunque discussione, dichiarando una conoscenza superiore agli altri clienti riguardo qualsiasi argomento.

- Il Professore: figura colta le cui opinioni sono estremamente ricercate all'interno del bar, soprattutto per porre fine a un disaccordo.

- Il Cinno: ossia il ragazzo da bar, che dopo essere sopravissuto alle scuole dell'obligo, getta i genitori nella disperazione decidendo di lavorare come fattorino del bar.

- Il nonno da bar: quando entri è sempre di spalle, spesso fuma il sigaro (o comunque lo tiene nel taschino della giacca) e guarda sempre la tv. Non partecipa alle discussioni sul calcio, anzi le odia.

- Il playboy da bar: frequenta il bar a giorni alterni, per dimostrare che quando non è lì è sicuramente in compagnia di una nuova conquista. Racconta balle talmente bene che non solo ottiene l'approvazione di tutti, ma spesso si convince lui stesso di ciò che racconta.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

In "Bar Sport", ovviamente, il luogo principale in cui si svolgono i fatti è il bar, descritto attentamente dal narratore, dal bancone all'insegna, ai tavoli interni ed esterni.

Ogni piccolo episodio di questo romanzo ci offre un elemento in più per ricostruire un luogo di aggregazione che è stato tanto importante nell'Italia di quel decennio, così come, in parte, lo è ancora oggi. Il lettore che lo ha vissuto di persona, oltre alla irresistibile ironia con cui è raccontato, gode di un dolce ricordo di cose passate, dai gettoni del telefono ai gelati.

Fanno capolino, tra le varie vicende narrate sullo sfondo degli avventori del bar, anche la scuola della città, il vecchio cinema (che racchiude anch'esso personaggi enigmatici che lo frequentano assiduamente), il barbiere (psicologo più che esperto di capelli) nella cui bottega anche i più seri e contenuti si lasciano andare ad un momento di gioia e beatitudine.

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

Il periodo di tempo in cui si svolgono gli avvenimenti raccontati in "Bar Sport" non è precisato, anche se si intuisce che siamo negli anni 70 (esattamente quando Benni scrive il romanzo). Ci sono, infatti, molti indizi che ci portano a credere che sia l'Italia di quei decenni ad essere fotografata: c'è la lira, ci sono i telefoni a gettoni e i calciatori di cui si parla sono proprio quelli più famosi di quella decade.

Non c'è continuità di tempo nel racconto; Stefano Benni passa infatti dalla narrazione di quel periodo a flashback in cui racconta delle sue avventure scolastiche.

Gli avvenimenti non sono racchiusi in un lasso di tempo delineato, ma si volgono genericamente in giorni qualsisasi di un periodo che non ha né inizio né fine tempoale.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

Lo stile di scrittura di Stefano Benni in questo romanzo è semplice e scorrevole, ma soprattutto comico e realistico. Il linguaggio usato non sembra a una prima lettura particolarmente ricercato, forse per essere fruito da tutti e forse anche per rispecchiare un'Italia semplice e quotidiana che è quella che troviamo nel suo bar.

È uno stile molto descrittivo, con un largo uso del discorso diretto, ogniqualvolta l'autore deve riferire un dialogo avvenuto fra i protagonisti.

Eppure, nonostante la semplicità apparente, Benni sa usare le parole in modo da trasmettere al lettore non una descrizione di fatti e personaggi, ma emozioni. Il suo uso di termini ed espressioni gergali (spesso delle sue terre) non rallenta la lettura, anzi la rende ironica e divertente, così come il largo utilizzo di giochi di parole e invenzioni linguistiche.

NARRATORE DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

Il narratore di "Bar Sport" è interno e onniscente. Sembra sia stato presente a quasi tutti i fatti accaduti in quel particolare bar, e quelli a cui non ha assistito gli sono stati raccontati dagli altri clienti.

Parla poco di sé, ma descrive perfettamente sia il bar, sia le varie figure che lo popolano, rivolgendosi direttamente al lettore quando parla. Come testimone di ciò che accade nel bar è attendibile e preciso; le sue descrizioni sono cariche di particolari; riusciamo infatti non solo a vedere i personaggi come se fossimo presenti, ma anche a sentire le loro emozioni.

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

In "Bar Sport" non possiamo isolare una o più tematiche specifiche trattate dall'autore. In verità, il romanzo serve a Stefano Benni per mostrarci lo spaccato di un'Italia degli anni 70 che lui ben conosce e nella quale è cresciuto.

Il Bar Sport diventa il simbolo di tutti i bar del paese e gli avventori rispecchiano l'italiano di ogni classe sociale.

Quella di Benni è una satira genuina e ironica di un paese che ama, ma nel quale vede delle mancanze, degli errori, delle cattive abitudini.

Nessuno è escluso e salvo, dal benzinaio al grande avvocato, dal panettiere all'ingegniere. Tutti passano per la penna sarcastica e pungente dello scrittore che ne racconta vizi e consuetudini, deridendo mode e costumi dell'epoca.

Sotto il sorriso e la malinconia che una certa generazione prova nella lettura di un tempo passato, scorre una critica aspra e precisa della società, che tornerà poi costante in tutte le opere di Benni.

COMMENTO DEL LIBRO ''BAR SPORT'': Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''

Era la prima volta che mi accostavo a un libro di Stefano Benni e ho impiegato diverse pagine prima di capire che non è solo un romanzo leggero e divertente per passare qualche ora a ridere del nostro paese.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Il Bar descritto da Benni è tutti i bar d'Italia di un preciso periodo storico che, anche se non ho vissuto direttamente, posso ritrovare in alcune figure di oggi e posso sicuramente ricordare con notalgia alcuni particolari della mia infanzia che adesso sembrano così lontani (chi non ricorda il tanto temuto gettone che, arrivati davanti al telefono, scoprivi di non avere nel portafoglio?).

Dopo 40 anni, certe cose non cambiano granché. Ad una lettura più attenta si capisce che l'autore, ridendo con noi e di noi, sta criticando la società dell'epoca, con i suoi vizi, le sue abitudini, i suoi errori e le sue manie.

Lo fa in modo ironico e sagace, senza offendere mai nessuno; eppure la critica è aspra e colpisce a fondo. È un piacere leggere le sue pagine; il linguaggio è scorrevole e delizioso mentre ci mostra cose che alcuni di noi, troppo giovani, non possono ricordare, ma hanno interesse a sapere, e cose che abbiamo dimenticato ed è spassoso rivivere.

È un'ottima lettura che consiglio a tutti, specialmente ai patiti di calcio e ciclismo, che lo apprezzeranno in modo passionale.

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Bar Sport''Indice dell'Analisi del Libro ''Bar Sport''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare