Recensione ''All’anima della musica!'' (Libro di Terry Pratchett) (Mondo Disco - Morte 3) - 4.5 out of 5 based on 4 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''All’anima della musica!''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “All’anima della musica!”.
  • Titolo originale: "Soul music".
  • Autore: Terry Pratchett;
  • Nazionalità Autore: Inglese; 
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Gran Bretagna nel 1994 e in Italia 2013; 
  • Editore: Salani; 
  • Genere: Fantasy umoristico; 
  • Pagine: 376 p., brossura; 
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,2 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': 

Terry Pratchett nasce nel 1948 a Beaconsfield, nella contea del Buckinghamshire, Inghilterra.

I suoi primi interessi includono l'astronomia, collezionava le figurine del tè Brooke Bond riguardo allo spazio, e possedeva un telescopio e voleva diventare un astronomo, ma mancava della necessaria abilità matematica.

Comunque, questo lo portò a leggere fantascienza britannica e statunitense. a sua volta questo lo portò a partecipare da circa il 1963/4 alle convention di fantascienza, fino a quando dovette smettere per gli impegni di lavoro qualche anno più tardi.

Le sue prime letture includono i lavori di H. G. Wells e di Arthur Conan Doyle trovati nella libreria della nonna materna, «Era una libreria molto piccola, ma conteneva ogni libro che deve essere letto» e ora lo considera come «avergli dato un'educazione».

Mostra precocemente una notevole attitudine alla scrittura, tanto che a tredici anni pubblica il suo primo racconto, The Hades Business nel giornale della scuola. Il racconto verrà ripubblicato commercialmente sulla rivista Science Fantasy due anni dopo, nel 1961.

La prima scelta di carriera di Pratchett fu il giornalismo e lasciò la scuola a 17 anni per iniziare a lavorare per il Bucks Free Press dove, tra le altre cose, scriveva diverse storie per la sezione Children's Circle firmandosi con lo pseudonimo Uncle Jim.

Il suo primo romanzo, “Il popolo del tappeto”, venne pubblicato nel 1981. 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

È principalmente noto per la sua lunga serie di romanzi ambientati nel Mondo Disco, il primo romanzo della serie, “Il colore della magia” fu pubblicato dal 1983 da Colin Smythe in un'edizione a copertina rigida, mentre i diritti di pubblicazione per il tascabile furono acquistati dalla Corgi, un marchio della Transworld, l'editore corrente. Ha scritto in media due libri all'anno, il suo ultimo romanzo Snuff è stata il terzo romanzo per rapidità di vendite nel Regno Unito, con 55.000 copie vendute nei primi tre giorni. 

Di "Mondo Disco" serie "Morte" fanno parte (in ordine): "Morty l'apprendista" (prima parte), "Il Tristo Mietitore" (seconda parte), e "All'anima della Musica" (terza parte). 

Nel 1990 ha scritto "Buona Apocalisse a tutti!" in collaborazione con Neil Gaiman, uno dei pochi romanzi di questo autore a essere staccato dall'universo di Mondo Disco.

Pratchett è stato l'autore più venduto degli anni novanta e al 2010 ha venduto complessivamente 65 milioni di copie dei suoi libri, tradotti in 37 lingue.

Terry Pratchett ha sposato sua moglie Lyn nel 1968. La loro figlia Rhianna Pratchett, a sua volta una scrittrice, nacque nel 1976. Nel 1993 la famiglia si trasferì in un villaggio a nord-ovest di Salisbury, Wiltshire, dove vivono dal 2012. Tra le sue attività ricreative elenca scrivere, camminare, usare il computer, vivere.

Nel dicembre 2007 ha pubblicamente annunciato di soffrire dei primi sintomi della malattia di Alzheimer. Successivamente ha fatto una sostanziale donazione pubblica all'Alzheimer's Research Trust e ha registrato un programma che racconta la sua esperienza con la malattia per la BBC.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

“All’anima della musica!” è il sedicesimo romanzo di Terry Pratchett ambientato nel Mondo Disco. Come in altri romanzi della serie, Pratchett introduce elementi della società moderna nel mondo magico e vagamente medievaleggiante del Mondo Disco, con conseguenze quasi disastrose. In questo libro compare per la prima volta Susan Sto Helit, figlia di Mort e Ysabell e nipote della Morte.

Il giovane musicista Imp Y Celyn, venuto in cerca di fortuna nella città di Ankh-Morpork, introduce inconsapevolmente la musica rock nel Mondo Disco, fatto cui segue una bizzarra alterazione della realtà: vecchi stregoni che assumono atteggiamenti giovanilistici, apparizioni di orde di fan, e, soprattutto, un sacco di gente che cerca di fare musica da sola; quest'ultimo è il fatto di gran lunga più grave, almeno dal punto di vista della Gilda dei Musicisti!

Avere sedici anni non è mai facile... soprattutto se come per Susan, c'è un Morte in famiglia. Dopotutto non è una passeggiata crescere normalmente quando hai un nonno che cavalca un cavallo bianco e impugna una gigantesca falce.

Specialmente se decide di prendersi una meritata pausa per andare alla ricerca del senso della vita e scoprire 'perché le cose vanno come vanno', e tu devi rilevare gli affari di famiglia sperando che la gente non continui a scambiarti per la Fatina dei Denti.

E soprattutto se ti trovi faccia a faccia con una musica che crea dipendenza che ha stregato l'intero Mondo Disco. È illegale. È contagiosa. Dà assuefazione. Indispensabile per chi vuole esibirsi in pubblico urlando e dimenandosi senza freno. Controindicata per chi non ha la minima intenzione di bruciarsi la gioventù.

Anche i maghi cercano di venire a capo dell'enigma di questa musica misteriosa. O meglio l'Arcicancelliere, Munstrum Ridcully, ne vuole venire a capo: gli altri, dal Bibliotecario fino al Decano, sono diventati dei fan sfegatati del nuovo ritmo!

Morte, nel frattempo, è intento a cercare di dimenticare, provando i molti e vari modi raccomandati dal volgo.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

Sono molti i personaggi presenti in “All’anima della musica!” uno dei principali è Imp Y Celyn, detto "Buddy" (in riferimento a Buddy Holly). Buddy è un musicista umano, inizialmente il suo strumento preferito è l’arpa, la cui musica viene giudicata un po' "elfica" (un gioco di parole tra "Elvis e "elfish"). Quando per un piccolo incidente la sua arpa si rompe finirà a suonare una sorta di chitarra, uno strumento molto particolare.

Gli altri due personaggi più importanti sono Susan Sto-Helit che vorrebbe essere una normale adolescente di Mondo Disco, ma con suo enorme disappunto è ben lontana da esserlo: tanto per cominciare ha degli strani capelli, bianchissimi con una sola striscia nera e propensi ad acconciarsi come vogliono loro.

In più è capace di rendersi invisibile quando non vuole farsi notare. E continua a vedere cose strane come la Fata dei Denti (anzi, una Fata dei Denti) quando tutte le persone dotate di buon senso sanno che cose simili non esistono. E Morte, lui è la rappresentazione antropomorfa della morte, uno scheletro alto più di due metri, vestito con una tunica nera e con in pugno una falce. Ha sviluppato una propria personalità, tanto da crearsi un'abitazione nella propria dimensione personale.

È ovunque in qualunque momento, da sempre e per sempre. E un giorno decide che non lo vuole più fare: stanco di avere il potere di cambiare le cose ma di non poterlo usare per via delle regole, e confuso da sentimenti che ha iniziato a provare ma che non sa gestire, il mietitore decide di lasciare il lavoro.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Come si collegano questi due personaggi, apparentemente lontani? Semplice, Susan è la nipote adottiva di Morte e per le strane leggi di Mondo Disco ha ereditato “i doni” di famiglia, così quando il nonno sparisce viene chiamata a sostituirlo.

Lias Bluestone, detto “Cliff” è un Troll, anche lui come Buddy è un musicista, per la precisione un percussionista, suona delle pietre, attentamente accordate qua e là da piccoli intagli sulla superficie.

Glod Glodsson è un altro musicista, un nano. Glod suona una tromba, ma anche qualsiasi cosa in cui si possa soffiare. Insieme a Buddy e Cliff formeranno un gruppo che introdurrà a Mondo Disco il rock ‘n roll.

Altri perosnaggi secondari ma comunque fondamentali allo svolgersi della storia sono: il Bibliotecario, un mago della scuola di magia, da tempo trasformato in Orango, in seguito a un incidente nella biblioteca. Suona l'organo e per una sola serata farà anche lui parte della band.

Mi-Voglio-Rovinare (M.V.R.) Dibbler è un manager di gruppi musicali che cerca sempre il miglio modo per guadagnare più soldi possibile, anche se spesso si è rivelato l’uomo d’affari più spettacolarmente fallimentare di Ankh-Morpork. Ridcully è un altro mago, per la precisione l’Arcicancelliere della scuola di magia e per qualche motivo è “immune” alla musica con le rocce dentro.

Albert (ovvero Alberto Malich) è il maggiordomo della Morte. Umano e mago che aiuta Morte nelle faccende umane come fare la spesa e chiamare l’idraulico.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

“All’anima della musica!” è ambientato, come tutti i romanzi del ciclo di Morte, su Mondo Disco. Il romanzo è ambientato quasi interamente nella frenetica metropoli di Ankh-Morpork, una grande città costruita sull’argilla.

Apparentemente è una città come tutte le altre, se non fosse per la grande varietà di individui che ci vivono, troll, nani, umani e maghi; ogni tanto si vede anche qualche elfo, ma solitamente cercano di tenersi alla larga da questa città in cui non sono apprezzati.

I luoghi di questa città che ci vengono meglio descritti sono l’Università Invisibile in cui vivono i maghi e il Tamburo Riparato dove La Band Con Le Rocce Dentro suona più spesso.

Quando la Band partirà per il tuor andranno a Pseudopolis, Sto Lat e Quirm e in ognuna di queste città continueranno a riscuotere grande successo.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

“All’anima della musica!” non ha una collocazione temporale precisa, infatti non ci vengono indicate una anno, un giorno ne una stagione. Possiamo solo intuire che la storia duri qualche giorno, forse un paio di settimane.

La difficoltà è data dal fatto che Morte è in qualsiasi posto, in qualsiasi momento, sempre. Questo quindi succederà anche a Susan mentre svolge il suo lavoro.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

“All’anima della musica!” è un libro molto interessante, estremamente piacevole e divertente da leggere. Terry Pratchett inserisce un numero enorme di elementi narrativi, di dettagli, di sottotrame, di personaggi. I dialoghi sono davvero spassosissimi!

L’unica pecca di questo romanzo non è dovuta allo stile dell’autore ma alla traduzione che in certi punti è un po’ pasticciata ad esempio: c'è un personaggio che ride ripetendo “Hat, hat, hat”.

Bene, va così per tutto il libro. Tranne un capitolo in cui comincia a ripetere ossessivamente “Cappello, cappello, cappello”.

Volendo c'è anche un personaggio che porta il nome di Raschio che a un certo punto torna a essere 'Scrub', come in originale.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

Il narratore in “All’anima della musica!” è esterno e onniscente, infatti conosce presente e passato di ogni personaggio anche se sono davvero poche le volte in cui ci fa intuire qualcosa. Una scelta obbligata per questo genere di romanzo fantasy, che altrimenti avrebbe perso molto del suo fascino se fosse stato raccontato in prima persona.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

Essendo “All’anima della musica!” un romanzo fantasy, presenta i tratti caratteristici del genere: magia, troll, nani, chitarre, rocce e borchie, tutto il set completo di ammenicoli utili per scatenarsi!

Come tipico dei suoi romanzi, Pratchett introduce elementi della società moderna in quel magico Mondo Disco e in questo caso sarà il Rock ‘n Roll (musica e celebrità) e le conseguenze saranno disastrosamente divertenti.

È fondamentale anche il ruolo di Susan, che oltre per farci conoscere meglio il personaggio di Morte, ci fa riflettere su cosa voglia dire “essere nei suoi panni”, avere un così grande potere e non poterlo usare come si vorrebbe perché le conseguenze potrebbero essere addirittura peggiori.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''ALL’ANIMA DELLA MUSICA!'': Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''

Il ciclo di Mondo Disco, è composto da oltre trenta libri (molti dei quali ancora inediti in Italia). L'elemento di base che accomuna ciascun romanzo è l'ambientazione, vale a dire il coloratissimo e surreale Mondo Disco, un posto che vi consiglio caldamente di "visitare" non appena ve ne capiterà l'occasione: vi assicuro che, lassù sul dorso della grande tartaruga che sostiene il creato, ci sarà senz'altro da divertirsi! Per riuscire a gustarsi come si deve un libro di sir Pratchett, ad ogni modo, NON è affatto necessario aver letto tutti i romanzi cronologicamente precedenti, dal momento che l'intera serie è suddivisa a propria volta in vari sotto-cicli narrativi, ciascuno dei quali incentrato su diversi protagonisti e personaggi. 

Nella fattispecie, “All'anima della musica!” appartiene al ciclo di Morte, e per me è stato il primo romanzo di Pratchett che ho letto e mi ha davvero entusiasmata, tanto che non vedo l’ora di leggere anche i due precedenti: “Il Tristo Mietitore” e “Morty l’apprendista” per recensirli e dirvi cosa ne penso!

Nella fattispecie, “All'anima della musica!” appartiene al ciclo di Morte, e per me è stato il primo romanzo di Pratchett che ho letto e mi ha davvero entusiasmata, tanto che non vedo l’ora di leggere anche i due precedenti: “Il tristo mietitore” e “Morty l’apprendista” per recensirli e dirvi cosa ne penso!

Pratchett è un goliardico genio. Uno che se cerchi di parlarne a qualcuno che non lo conosce iniziando a spiegargli il suo universo, prima ti si chiede conferma con sguardo incredulo e poi si scoppia a ridere. Uno che scrive bene, che costruisce storie sempre diverse partendo da uno stesso mondo fondato su leggi strane e ridoline.

Mi sono piaciuti moltissimo i ricordi di Morte e della piccola Susan, sono tenerissimi. E l’altalena che ha costruito per la nipotina, mostra semplicemente quanto provi, senza capire come fare, a essere umano.

Consigliato agli amanti del rock (per i molti riferimenti musicali) e ai frequentatori delle peggiori taverne di Ankh Morpork (in realtà non esistono taverne decenti) ma non solo… consigliato davvero a tutti perché davvero divertente!

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''All’anima della musica!''Indice dell'Analisi del Libro ''All’anima della musica!''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare