Recensione ''Avrò cura di te'' (Libro di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale) - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Avrò cura di tÈ'DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Avrò cura di te”.
  • Titolo originale: "Avrò cura di te".
  • Autore: Massimo Gramellini, Chiara Gamberale;
  • Nazionalità Autore: Italiana;
  • Data di Pubblicazione: novembre 2014;
  • Editore: Longanesi;
  • Genere: Narrativa italiana contemporanea;
  • Pagine: 186 p., rilegato;
  • Voto del Pubblico (IBS): 2,3 su 5.

DOVE COMPRARLO:

Recensione del Libro “Avrò cura di te” di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale del 2014, genere Narrativa italiana moderna e contemporanea. Evidenzieremo il riassunto del libro “Avrò cura di te”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Avrò cura di te” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'':

Massimo Gramellini è nato a Torino nel 1960 ed è stato sposato con Laura Rodotà, figlia del Presidente della Camera dei Deputati Stefano Rodotà. Inizia l’Università di giurisprudenza, ma la interrompe per collaborare alla redazione del Corriere dello Sport – Stadio.

Si trasferisce successivamente a Roma, dove inizia a scrivere per La Stampa, passando dal calcio alla politica. Sono gli anni in cui si farà conoscere per aver raccontato di Mani pulite e della Seconda Repubblica, e per aver lavorato come inviato di guerra a Sarajevo.

Torna a Milano dove cura una rubrica in prima pagina, il Buongiorno (commento a uno dei fatti della giornata), per cui riceverà una denuncia all’ordine dei giornalisti per istigazione all’odio etnico, da parte della comunità Sinta di Mantova.

Nel 2005 diventa vice-direttore de La Stampa e collabora con Fabio Fazio alla trasmissione Che tempo che fa. Nel frattempo pubblica alcuni saggi sulla società e sulla politica italiana, diversi racconti sulla squadra del Torino, ed esce il suo primo romanzo "L’ultima riga delle favole".

Nel 2012 esce Fai bei sogni, il romanzo più venduto di tutto l’anno, con oltre un milione di copie. Dal 2016 conduce un suo programma televisivo e passa al Corriere della Sera.

Chiara Gamberale nasce a Roma nel 1977 e si laurea al DAMS di Bologna. Ancora giovanissima pubblica il suo primo romanzo "Una vita sottile".

Inizia ben presto a lavorare come conduttrice televisiva, insieme a Luciano Rispoli per Parola mia, e come conduttrice radiofonica. Oggi collabora con La Stampa, Vanity Fair e IO donna. Tra i suoi romanzi più venduti si ricordano "La zona cieca", "Le luci nelle case degli altri", "L’amore quando c’era", "Per dieci minuti", "Adesso", "Qualcosa".

RIASSUNTO DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Giò (Gioconda, come sua nonna) è una insegnante di liceo. Il marito (Leonardo, per ironia della sorte) l’ha appena lasciata dopo cinque anni di matrimonio, scrivendole una mail in cui le intima di crescere. Dopo essersi rintanata nella casa dei nonni, morti entrambi, trova un biglietto in cui la precedente Gioconda ringrazia il suo Angelo Custode per averle fatto incontrare il suo vero amore.

Così, distrutta dal dolore, dalla rabbia, dall’incapacità di capire cosa sia successo, chiede aiuto con una lettera al “suo” angelo custode. La mattina dopo, incredula, trova la risposta di Filèmone, che le assicura che avrà cura di lei.

In una parte dell’Universo invisibile all'uomo, infatti, le anime degli Innamorati Eterni riescono finalmente a riunirsi e dal loro Chissà Dove, nella pace e nell’amore, vegliano sulle anime terrene che vengono loro affidate da Rafa-El, l’Arcangelo della Cura.

Con dolcezza e fermezza al tempo stesso Filèmone inizia così una conversazione epistolare che dura esattamente un anno. Figlia di una famiglia complicata, come la definisce lei, Giò è vissuta con genitori separati che hanno fortemente condizionato tutti i suoi legami. Tra un padre che non sa provare affetto e una madre che ha passato la vita a collezionare fidanzati, in cerca dell’uomo “che dà un significato a tutto quello che le è successo finora”, Giò è cresciuta all’ombra di un amore perfetto, quello dei nonni.

Dopo una serie di storie non importanti incontra finalmente l’uomo con il quale crede di aver superato il passato e di aver creato un rapporto stabile, ma rovina tutto con un tradimento che sa di fuga. E mentre l’ex-marito tenta un nuovo inizio con “Cosa Così”, Gioconda si perde in un dolore insopportabile, il dolore di un amore finito, dei sogni infranti, della vita di coppia non realizzata.

Raccontandole la storia del “suo” amore, Filèmone la porta a ragionare su cose che lei non ha mai voluto vedere. Per capire che “l'amore vero non esiste, quello reale è solo la somma di tante imprfezioni”, Giò deve scoprire e accettare se stessa, le sue paure, le sue insicurezze, la sua caparbietà nel fuggire davanti alla quotidianità di un sentimento. Solo così potrà accettare gli altri senza volerli cambiare, accettare i loro sbagli e le loro necessità.

Ma è davvero l’Amore Vero quello ha idealizzato per tanti anni? O è solo un’altra delusione? In un finale dolce quanto inaspettato, Gioconda arriverà a capire tutto e magari anche a gestire un sentimento importante

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Essendo un libro molto introspettivo, che si basa su una conversazione fitta tra i due personaggi, non ci dà molte indicazioni su come siano fatti Gioconda e Filèmone.

- Gioconda: Giò è una donna di 36 anni di cui non abbiamo una vera e propria descrizione fisica, perché né lei né Filèmone vi si soffermano mai. Per tutta la vita Giò ha rincorso il sogno di superare gli errori commessi dai propri genitori, vivendo un amore vero. Si ritrova invece bloccata dalle stesse paure e insicurezze, che la portano ad allontanarsi immancabilmente dagli uomini che le si avvicinano.

Cresciuta all'ombra di un matrimonio fallito, la donna ha idealizzato quello dei nonni e questo l'ha portata a cercare sempre la perfezione nella vita di coppia, rendendola insicura di se stessa e del suo compagno, insofferente nei riguardi delle debolezze e delle necessità altrui.

Una vita senza certezze le ha negato persino la forza di rincorrere i suoi sogni di bambina: il pallone, il desiderio di diventare arbitro. Dovrà scavare a fondo per conoscersi, prima di potersi accettare.

- Filèmone: l'Angelo Custode è uno spirito calmo e benevolo. Riesce sempre a trovare le parole giuste per confortare Giò, anche se a volte questo significa metterla davanti alla realtà che lei non vede. È un animo giusto e buono, che ha amato profondamente e tanto profondamente ha sofferto prima di ritrovarsi con la sua amata.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

La storia si svolge a Roma, dove Giò e Leonardo vivono, ma i luoghi non sono mai descritti in modo esaustivo dai protagonisti. Troppo impegnati nella loro conversazione senza sosta, Gioconda e Filèmone non ci mostrano mai i loro ambienti.

Filèmone vive “in qualche parte del'Universo dove esiste un mondo invisibile agli occhi...dove il cielo ha il colore degli oceani e le nuvole assomigliano a scogli innaffiati di schiuma.” È in questa sorta di Paradiso che vivono le anime degli Innamorati Eterni.

I luoghi da cui scrive Gioconda sono ancora meno descritti. Di solito scrive le sue lettere dalla casa dei nonni, che ora è sua. Giò accenna solo di essere nella camera da letto della nonna, mentre l'amica Kiki e il suo fidanzato-amante sono nel salone e in cucina. Persino quando scrive a Filèmone dal suo viaggio in SudAmerica, Giò non si sofferma che velocemente a parlarci delle città che sta visitando.

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Avrò cura di te” non dichiara apertamente l'anno in cui si svolgono le vicende, ma dal racconto si capisce che è ambientato ai nostri giorni. L'arco temporale del romanzo è un anno esatto, dal 14 febbraio, giorno di San Valentino in cui Gioconda lascia la prima lettera al suo Angelo Custode, fino al 14 febbraio dell'anno successivo, durante il quale scrive l'ultimo biglietto per ringraziarlo e salutarlo.

Ci sono nel romanzo alcuni flashback in cui Filèmone racconta l'infanzia della sua ultima incarnazione e la storia d'amore che l'ha segnata. Nonostante non dichiari mai che anni siano, rivela a Gioconda che sta parlando di alcuni decenni prima del tempo odierno.

Le lettere si susseguono in perfetto ordine cronologico, a pochi giorni di distanza una dall'altra, in un crescendo che impedisce al lettore di interrompere la lettura.

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Lo stile di scrittura di “Avrò cura di te” è quello tipico del romanzo epistolare; è quindi semplice e diretto, abbastanza scarno il più delle volte. I due autori si limitano a scambiarsi lettere abbastanza brevi che descrivono prevalentemente emozioni e non fatti.

Anche se gli scrittori sono due, la loro scrittura si amalgama molto bene, senza interruzioni. Quella della Gamberale è più diretta e descrittiva, con lo scopo principale di raccontare il fatto e le emozioni che ne sono derivate.

Lo stile di Gramellini è più introspettivo, più volto a rappresentare gli stati d'animo di Gioconda, come sono evoluti e a cosa hanno portato.

NARRATORE DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Nel testo sono presenti due narratori, ossia i due personaggi principali: Gioconda e Filèmone. Sono quindi entrambi narratori interni, che parlano in prima persona, raccontando e discutendo attraverso le loro lettere della storia travagliata dei sentimenti di Gioconda.

Ci troviamo, spesso, difronte a due punti di vista differenti, quando lo stesso episodio viene descritto da entrambi in modo diverso. Ciascuno di loro due, infatti, ci dà una spiegazione e una lettura diversa dell'animo di Gioconda e delle scelte che l'hanno portata ad un determinato comportamento.

Non esiste mai un narratore esterno che giudica in modo imparziale gli accadimenti, ma siamo costretti a farci un'idea della verità mettendo insieme i racconti dei due protagonisti.

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Avrò cura di te” è un testo profondo che in poche pagine riesce a portarci nell'animo di una donna distrutta dal dolore e dalla rabbia per un amore perduto.

Nel loro romanzo, diverse sono le tematiche affrontate dai due autori: sullo sfondo della storia ci fanno ragionare sul peso che una famiglia può avere sulla crescita sentimentale di una persona: i genitori di Gioconda con la loro sterilità/esuberanza di emozioni, hanno influenzato enormemente lo sviluppo dei suoi sentimenti e il modo in cui la donna si confronta con l'amore. Il desiderio umano di superare gli errori commessi dai propri genitori a volte ci porta esattamente dove non avremmo mai voluto arrivare.

Tematica fondamentale è il rapporto di coppia, analizzato in questo libro in modo puntiglioso, con tutte le sue problematiche e le sue gioie. La quotidianità dell'amore, che spaventa molte persone, può essere scambiata per una diminuzione dell'amore stesso. Ma forse siamo soltanto noi, con i nostri dubbi, le nostre insicurezze, la nostra incapacità di capirci e di capire cosa vogliamo veramente da un rapporto, a logorarlo.

Gramellini e Gamberale insistono nel tentativo di far capire a Gioconda che la prima cosa da fare è conoscere se stessi e accettarsi; solo così si potrà arrivare ad accettare egli altri, con tutti i loro difetti. Perché voler cambiare la persona amata non significa amarla davvero, ma solo volerla modificare per poterla amare di più. “Gli amori non finiscono col tempo. E se ci lasciano non è perché sono durati troppo, ma perché a un certo punto hanno incontrato il vuoto”.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Durante il racconto di Giò incontriamo una serie di figure di contorno che ci fanno ragionare su altre questioni. Dal padre anaffettivo con cui Gioconda dovrà trovare un equilibrio, a una madre alternativa che passa la vita in cerca del grande amore, affezionandosi a uomini appena conosciuti che la sfruttano o la dimenticano velocemente. C'è poi l'amica Kiki che vive una storia d'amore con un uomo sposato senza riuscire a costruirsi una vita propria; e Andrea, suo studente di liceo, che dopo la morte della madre si perde nella depressione.

COMMENTO DEL LIBRO ''AVRÒCURA DI TE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'

Il romanzo epistolare è per sua natura, particolarmente arduo da scrivere e da leggere. Si può cadere con facilità nella ripetizione degli stessi concetti e si può annoiare il lettore. “Avrò cura di te” è immune da questo pericolo.

Lo scambio di lettere tra Giò e Filèmone è veloce e interessante. Ci sono alcuni passaggi (più che altro nelle lettere dell'Angelo Custode) in cui si perde il filo, poiché la storia raccontata è scarna di avvenimenti e ricca di pensieri dei protagonisti.

La Gamberale è diretta e arriva velocemente al punto e non annoia mai. Gramellini, che rischierebbe di rallentare la lettura con il suo studio eccessivo della psicologia di Gioconda, riesce con estrema bravura a riprendere possesso dell'attenzione del lettore in passaggi brevi ma intensi in cui racconta della sua vita e delle sue emozioni.

È un romazo da leggere, impegnativo ma piacevole e sicuramente di breve lettura. La conversazione veloce e senza interruzione spinge infatti il lettore a voler passare immediatamente alla lettera successiva. L'idea dell'Angelo Custode è apprezzabile e funziona, unendo la realtà a volte dolorosa della vita, ad un poco di fantasia.

Il finale, dolce e assolutamente inaspettato, conforta il lettore di quei rari momenti in cui il testo è parso più lento.

Francesca Tessecini

+20k M.R.

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Avrò cura di tÈ'Indice dell'Analisi del Libro ''Avrò cura di tÈ'


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare