Recensione ''Althea & Oliver'' (Libro di Cristina Moracho) - 4.8 out of 5 based on 21 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Althea & Oliver''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Althea & Oliver”.
  • Titolo originale: "Althea & Oliver".
  • Autore: Cristina Moracho;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: 14 Ottobre 2014;
  • Editore: De Agostini (collana Le gemme);
  • Genere: Contemporary Romance/Young Adult;
  • Pagine: 430 p., rilegato.
  • Voto del Pubblico (IBS): 2,5 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Althea & Oliver” romanzo d’esordio di Cristina Moracho dell’ottobre 2014, genere Young Adult. Evidenzieremo il riassunto del libro “Althea & Oliver”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Althea & Oliver” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'':

Cristina Moracho ha completato il suo MFA in narrativa al Brooklyn College, dove il primo capitolo di Althea e Oliver ha ricevuto il Premio Fondazione Lainoff. Nel 2012, ha vinto una residenza presso la Fondazione Wurlitzer Helene a Taos, New Mexico.

Nata a New York, era un membro attivo del movimento Grrl Riot di New York come un adolescente.

A vent'anni ha preso un sacco di decisioni sbagliate, e ha scelto di recuperare trasferendosi in un ranch in Idaho.

Ora vive a Red Hook, Brooklyn, dove lavora come scrittrice e redattrice freelance, sta imparando da sola a suonare la chitarra e scrivere il suo prossimo libro.

I suoi libri solitamente parlano di decisioni difficili e scelte sbagliate, compie da sola le sue ricerche. “Althea & Oliver” è il suo primo romanzo.

La si può seguire su Twitter https://twitter.com/cherielecrivain

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Althea & Oliver sono vicini di casa, sono andati a scuola insieme e hanno condiviso tutte le loro prime esperienze: giocato insieme, guardato la tv e anche dormito insieme, si divertono anche solo stando in silenzio a vagare per la città in macchina sempre a condizione che siano insieme.

Nulla sembra turbarli, non c'è malizia, non c'è imbarazzo nei loro gesti: ognuno conosce alla perfezione e nei minimi dettagli l'altro, sono due amici che tutti potrebbero scambiare tranquillamente per fratelli... anche il loro aspetto fisico lo farebbe credere: due biondi con gli occhi azzurri, che sono cresciuti di pari passo anche in altezza.

Amano giocare a ipotizzare una situazione assurda per cui l'altro deve scegliere fra due soluzioni al limite, gioco che racchiude in se un po' il senso del libro: due ragazzi che si trovano a fare i conti con una realtà non più spensierata e posti di fronte all'esigenza di fare una scelta che cambierà per sempre le loro vite.

Oliver comincia a rendersi conto che Althea si sta trasformando in una donna, se pur quell'aspetto da maschiaccio farebbe credere l'opposto. Sono entrambi consapevoli che sono vicini ad una svolta. Ma mentre Althea sa ciò che vuole e si sente pronta, Oliver non è ancora pronto a sacrificare la loro amicizia e soprattutto non si sente pronto ad affrontare determinate prime volte se pur è convito che saranno con Althea.

Tutto procede nelle loro vite come uno dei più classici copioni di adolescenti pronti a crescere e ad affrontare il mondo, con mille dubbi, sbagli e emozioni ma una malattia si abbatte su di loro come un uragano e comincia a far crollare le loro certezze e incertezze, e l'intero universo di “Althea&Oliver”.

Oliver comincia a soffrire di una rarissima patologia che colpisce soprattutto adolescenti di sesso maschile che si chiama la sindrome di Klein Levin o KLS per la quale ancora oggi non c'è cura: ovvero accusa delle ipersonnie che lo mandano in letargo per settimane e settimane.

Durante questi "black out" Oliver è come in una specie di trans che gli fa svolgere le semplici funzioni vitali per poi tornare a dormire: a volte capitano episodi di veglia in cui fa gesti involontari e soprattutto quando questi attacchi finiscono lui non ricorda nulla di ciò che è accaduto.

Oliver sente al risveglio di essere rimasto indietro, di essersi perso un pezzo di vita e il suo primo pensiero è sempre lei, Althea. Ma quando durante uno di questi episodi succede una cosa che Althea non aveva inizialmente programmato ecco che tutto diventa ancora più complicato...

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

- Althea è la ragazza ribelle e dalla vena artistica, che non ha mai dovuto pensare ad altro se non alla sua bolla di sapone costituita dal legame speciale che ha con Oliver ma quando lui la lascerà sarà costretta a camminare solo con le sue gambe.

Determinare le scelte che la renderanno se stessa e non l'altra metà di un insieme, un insieme che la vedeva sempre in sintonia con Oliver, non più il ragazzo con cui faceva campeggio in giardino o con cui si appisolava sul divano nel seminterrato fin da quando era piccola, ma il ragazzo di cui è innamorata e che vorrebbe disperatamente che la ricambiasse.

Inizierà a vivere e fare le proprie scelte, a sbagliare e pagare e vedere la sua amicizia, l'amicizia che la rendeva se stessa sfumare giorno dopo giorno.

- Oliver è il ragazzo razionale, innamorato della fisica e dell'astronomia, il ragazzo che senza Althea non potrebbe vivere ma che inevitabilmente vede allontanare a causa di una malattia che non capisce ma controlla la sua vita mettendolo in ginocchio proprio quando era ad un passo dal ottenere quello che ha sempre desiderato ...

E quello che aveva sempre desiderato era vivere la vita che ha sempre voluto, quella che tutti gli adolescenti dell'ultimo anno di superiori ricercano, una vita spericolata senza doveri e preoccupazioni.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

LA storia di “Althea & Oliver” inizia in un paesino del North Carolina, quando i due ragazzi hanno 7 anni e fino ai loro 17 anni si svolge tra le loro due case (vicine), la scuola e i classici ritrtovi dei ragazzini di una piccola città.

Tutto cambia verso la metà del romanzo e, per motivi diversi, i due ragazzi finiscono a New York. Qui troviamo una Althea più “partecipe” perchè Oliver invece si trova in ospedale.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Le descrizioni, sia dell’ospedale che quelle dei vari luoghi della città in cui si trova Althea - Central Park, la sua auto o la casa in cui andrà a stare- sono sempre ben dettagliate e ci permettono di immedesimarci al meglio in ogni situazione.

Paragonata al caos di sotto, la camera di Matilda è minimalista. Niente pile di indumenti o libri, niente torri di CD che minacciano di crollare. Le pareti, invece, sono tutta un’altra storia.

Tutte e quattro sono di colore verde e ricoperte di nomi, numeri di telefono, un calendario improvvisato su cui vengono segnati i giorni per cucinare, riscuotere l’affitto e servire il cibo; annotazioni su chi sia di turno per comprare la carta igienica e su quando Mr. Serio abbia ricevuto le ultime cure.

...Tutt’intorno ci sono testi di canzoni e citazioni da film. Althea ne riconosce solo alcune.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Il romanzo ha una collocazione temporale contemporanea. Non ci vengono dati molti indizi per capire esattamente in che anno ci troviamo, comunque sappiamo che la vicenda presente di Althea e Oliver dura alcuni mesi e presumibilmente comincia a fine estate per proseguire fino alla fine dell’anno.

L’unico dato certo che abbiamo è quando si svolgono i fatti finali poichè i ragazzi festeggiano il capodanno. Durante la narrazione ci sono molti flash-back, che ci riportano all’infanzia dei due protagonisti e ci aiutano a conoscerli meglio.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Stile unico e molto giovanile quello utilizzato dalla scrittrice statunitense Cristina Moracho. 

Non si parla per mezzi termini, si usa un linguaggio diretto e giovane che scorre veloce sulla carta ma che allo stesso tempo trova una prosa molto incantevole e affascinante che arricchisce il libro con delle atmosfere di altri tempi e delle immagini uniche e suggestive che difficilmente lasceranno il lettore.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

In “Althea & Oliver” dopo la prima parte dove si assestano i personaggi, che si avvicendano in un doppio punto di vista, ci si alterna a racconti del passato che analizza l'amicizia unica dei due protagonisti, ad eventi del presente messo in crisi dalla malattia di Oliver.

Come sempre il punto di vista alternato dei narratori aiuta molto a entrare in sintonia con gli stessi e a comprenderne meglio alcune scelte, anche se ho fatto un po’ di fatica ad entrare in sintonia con il presente storico in terza persona.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Questo romanzo d'esordio di Cristina Moracho è uno scorcio di vita di due adolescenti che stanno lottando con le proprie emozioni, con i propri problemi, con le loro incertezze.

In questo libro l'autrice mette si sotto i riflettori il percorso di vita di due ragazzi che compiono i primi passi verso l'età adulta, ma non solo.

È un libro che parla della famiglia e dei rapporti con i genitori, quanto questi possano essere importanti e condizionare a volte anche le scelte che si fanno, ma è soprattutto un libro che parla dell'amicizia, di come i legami più importanti si possano spezzare, trasformare ed evolvere ma anche aiutarci a crescere e vedere il mondo sotto un'altra luce e cercare quella spinta che ci permette di lasciare indietro i ricordi e cercare di farne di nuovi e migliori.

Un ruolo importante lo riscuote anche la malattia di Oliver, che ha il nome di Sindrome di Kleine-Levin. Una malattia agghiacciante, che costringe le sue vittime -come ho speigato più in alto per lo più maschi adolescenti - a dormire per settimane intere, restando così scollegati dal mondo e rimanendo indietro dalla vita, da sé stessi. Ammetto che leggere questa cosa non mi ha lasciato indifferente.

Quando pensiamo a qualcosa di brutto viene da pensare sempre a malattie mortali o degenerative ma la Moracho mi ha messa di fronte ad un'altra realtà, che non conoscevo, e che mi ha fatto riflettere.

Infatti, lasciar scorrere la propria vita mentre si è incoscienti - come spenti - in un letto, completamente inconsapevoli di ciò che ci avviene intorno perchè in quei rari momenti in cui ci si sveglia (per lo più per espletare bisogni fisiologici) non se ne ha ricordo e si diventa anzi persone completamente diverse da quello che si è nella realtà; non è un quasi come morire?

Morire per qualche settimana, per poi continuare a vivere con la paura - che è anche una certezza - che prima o poi succederà di nuovo. Ancora e ancora... senza preavviso.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Senza avvertimento. Senza chiedere "permesso". Ci si addormenta. Si respira. Ci si spegne in un limbo letargico che non è più la realtà. E quando si "vive" si smette di aspettare le cose, perchè si perde la certezza di essere presenti quando succederanno.

Tutto diventa un grande punto interrogativo e non si ha più il potere di decidere niente, con tutto quello che ne consegue: i dubbi e le paure, le possibili soluzioni mediche -più o meno sperimentali- con tutte le controindicazioni possibili e la scelta se accettare i rischi o continuare questa “vita-non vita”.

Quello di dover prendere delle decisioni, per quanto difficili è un po’ il fulcro di tutto il romanzo, poichè certe scelte ci identificano e soprattutto ci “obbligano” a crescere.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''ALTHEA & OLIVER'': Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''

Althea & Oliver è il libro che non ti aspetti.

Non è semplice per me parlarne perché sono talmente molteplici e contrastanti le emozioni e le sensazioni che mi ha dato che sono quasi in conflitto con me stessa.

Sicuramente mi è piaciuto, anche perchè non può non piacere un libro scritto con tanto cuore e con uno stile così particolare. Sembra quasi incredibile che questa sia l'opera d'esordio dell'autrice Christina Moracho.

Ha un talento davvero raro nell'entrare nell'animo dei ragazzi che descrive e che sfiorano l'età adulta; ad intuirne le sfumature, facendole vivere e provare di riflesso ai lettori che, davanti ai propri occhi vedono - e conoscono - personaggi reali. Tanto reali, quanto fragili e imperfetti. Ma per questo, se possibile, ancora più vivi ed indimenticabili.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Una lettura intensa. Quasi "politicamente scorretta" per la piega che prende il finale: tanto inaspettato quanto assolutamente ragionevole, perfetto ed inevitabile. Un pugno in pancia per la disincantata realtà che ci pone continuamente davanti; per le decisioni difficili e le scelte sbagliate che vengono prese, che sanno essere giuste come solo quelle sbagliate sanno esserlo perchè, a volte, sono proprio le scelte sbagliate a farci sentire così bene...

Una vera scoperta questo libro che, sono certa, vi lascerà piacevolmente colpiti ma forse anche un po' ammaccati, come è successo a me!

Una storia dolorosamente reale sull'amicizia, la ricerca dell'identità, la malattia e l'amore.

"Come mi descriverai? La prima volta che racconterai a quello sfigato tatuato una storia in cui ci sono anch'io e lui ti domanderà "Chi è Oliver?", tu come gli risponderai?"

"Dirò che eri il mio preferito"

"Il tuo preferito che cosa?"

"Il mio preferito e basta."

"E tu? Che cosa dirai a quella ragazza quando per le vacanze sarai nervoso perché io torno a casa in visita?"

"Dirò che eri la mia quasi."

"Immagino che le piacerà un sacco!"

"Fatti suoi. Questa è la mia storia... E non la cambierò."

 

+27k Melissa Radice

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Althea & Oliver''Indice dell'Analisi del Libro ''Althea & Oliver''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare