Search
Search Keyword:
Total: 7 results found.
Tag: Anno di Uscita:Dal 2011 al 2020
Article
"Mondo artificiale. L'antinatura dell'uomo": ovvero, critica alla presunta superiorità naturale dell'uomo!

Questo saggio è una critica alla presunta superiorità naturale dell'uomo. Questa riflessione fa risalire lo sviluppo della civiltà e della tecnica a mere esigenze legate alla sopravvivenza ed alla rielaborazione e realizzazione di immagini psichiche. L'uomo da una parte si crede essere superiore per natura o per diritto divino, dall'altra ha abbandonato lo stato di natura già da tempo camuffando questo definitivo allontanamento per valore distintivo rispetto agli altri esseri viventi.

Read more: "Mondo artificiale. L'antinatura dell'uomo": ovvero, critica alla presunta superiorità naturale dell'uomo!

Pensieri e Aforismi di Constantin Metha (pseudonimo di Stefano Lattari)
Pensieri, Aforismi e Massime del Poeta toscano Stefano Lattari - già autore de “L'improvvisazione delle ali” (2015) - che qui pubblica con lo pseudonimo di Constantin Metha.

 

Dunque è necessario che io mi conceda come le celebrità, consegnandovi queste impressioni generate da una violenta e improvvisa febbre interiore. Ma poiché non miro solamente al risultato pratico di rendere più tollerabile la mia temperatura interna, m’impegno, con una tensione costante, a rendere esteticamente accettabili le mie contese e le mie asimmetrie; ed è in ciò che fallisco ogni volta che scrivo con intenti artistici. Nel parossismo delle mie sensazioni, nella vastità di ciò che avverto, immagini e suoni volano perdendo assetto a contatto con l’aria luminosa delle prose che ambisco ottenere, o tra le incantevoli nubi di poesie che veleggiano in me senza che io possa riferirle adeguatamente.

Read more: Pensieri e Aforismi di Constantin Metha (pseudonimo di Stefano Lattari)

Antonio Azzerlini: Riflessioni e Pensieri
RIFLESSIONI E PENSIERI del Poeta toscano Antonio Azzerlini, già autore di “Solitudine” (2015).

 

PREMESSA

La presente esposizione non vuole essere una raccolta di saggi o di studi, cosa che implicherebbe una trattazione più ampia e corredata di note critiche e di un apparato bibliografico per ogni riflessione.

Al contrario, il mio intento è di far partecipe il lettore dei miei pensieri, delle mie personali riflessioni su varie problematiche che ritengo fondamentali e di indurlo a riflettere su di esse, a manifestare la propria approvazione o il proprio disappunto: in una parola, a compiere un’analisi, a ragionare.

Ribadisco che ciò che verrà fuori da queste pagine rappresenta il mio personale pensiero su determinati argomenti, e dunque opinabile. Nessuno deve pensare che stia esponendo delle verità assolute.

Auspico al contrario che le mie riflessioni rappresentino una spinta all’incremento di un atteggiamento critico-costruttivo da parte del lettore, che permetta la nascita di una serie di discussioni allo scopo di una crescita interiore, razionale e spirituale, in entrambi: scrittore e lettore.

Le riflessioni sono corredate della data in cui sono state messe per iscritto.

La distanza temporale che le caratterizza è dovuta non a mancanza di idee, quanto piuttosto a prudenza espositiva, dovuta ad un certo timore intellettuale, e ad una certa tendenza a meditare in maniera eccessiva su ciò che diviene di volta in volta per me oggetto di esame

Read more: Antonio Azzerlini: Riflessioni e Pensieri

Emersione dell'irrazionale: inconscio e ragione a confronto

Questa è una breve ma intensa riflessione in merito al rapporto tra conscio ed inconscio, tra razionale ed il mondo che ovviamente non lo è.

Lo scopo di questa riflessione, che chiamerei “Rivelazione”, è quello di «risvegliare le coscienze e cioè di portare a galla e di rendere manifesto al lettore quelle strutture psichiche e sociali (esistenziali) che costituiscono l'uomo ma di cui spesso l'uomo, per paura o per cultura, ne ignora l'esistenza».

Faranno seguito altre “Rivelazioni”, ma per ora dedichiamo attenzione a questa dal titolo “Emersione dell'irrazionale: inconscio e ragione a confronto”. 

 

Read more: Emersione dell'irrazionale: inconscio e ragione a confronto

Essere ed espansione: la decostruzione della Ragione - Analisi poetico-filosofica
La “poesia” è forse la più grande tra le “arti introspettive”, quelle che analizzano ed esprimono il proprio “Io interiore”. In questo saggio, il poeta toscano Emmanuel Gallo vuole discutere ed evidenziare la decostruzione della Ragione, vista come risultante conseguenza dell'Essere in espansione. Il tutto sempre visto in chiave filosofico-poetico come abbiamo già visto fare nel saggio intitolato "La Metafisica del Sentimento: ovvero, il rapporto tra l'Uomo e l'Universo nella Poesia". 

 

Gli organismi sani sono organismi in espansione; gli organismi che si chiudono in sé stessi si indeboliscono. 

(Friedrich Nietzsche)

 

Essere o non essere. Questo è il problema.

(William Shakespeare, "Amleto", 1600-1602)

 

Read more: Essere ed espansione: la decostruzione della Ragione - Analisi poetico-filosofica

La Metafisica del Sentimento: ovvero, il rapporto tra l'Uomo e l'Universo nella Poesia
La “poesia” è forse la più grande tra le “arti introspettive”, quelle che analizzano ed esprimono il proprio “Io interiore”. In questo saggio, il poeta toscano Emmanuel Gallo vuole discutere ed evidenziare il rapporto tra l'Uomo e l'Universo in campo poetico. La Metafisica del sentimento prodotto dal contatto tra lo spazio cosmico che ci circonda e noi stessi, è il tema e lo scopo di questo brillante saggio.

 

I fanciulli trovano il tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto

(Giacomo Leopardi, 19 gennaio 1821)

 

Che cosa si dice, di solito, ad un bambino quando muore qualcuno? “E' andato in cielo”; e diciamo così perché sappiamo che il bambino vede il cielo come un luogo misterioso, che non si conosce e, proprio per questo, meraviglioso.

Read more: La Metafisica del Sentimento: ovvero, il rapporto tra l'Uomo e l'Universo nella Poesia

Emmanuel Gallo: Aforismi e Massime
Aforismi e Massime del Poeta toscano Emmanuel Gallo, già autore di libri come “Cometa” (2013) e “Kosmos” (2014).

 

Il poeta cammina con un piede nella luce ed uno nell'ombra: la luce rimbalza tra le mura del buio.

 

La poesia è tale quando si ha come la sensazione che ci sia sempre stata; che sia sempre stata presente e che il poeta l'abbia rivelata, portata a conoscenza di sé e degli altri.

Read more: Emmanuel Gallo: Aforismi e Massime