Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti”.
  • Titolo originale: "Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti".
  • Autore: Andrea Vitali. 
  • Nazionalità Autore: Italiana. 
  • Data di Pubblicazione: 2014. 
  • Editore: Rizzoli (collana ''Scala italiani''). 
  • Genere: Romanzo. Narrativa contemporanea.. 
  • Pagine: 447 p., rilegato. 
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,73 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': 

Andrea Vitali è uno scrittore italiano nato a Bellano nel 1956. Figlio di Edvige e Antonio, entrambi impiegati comunali, cresce sulle sponde del lago di Como insieme con altri cinque fratelli. Dopo il liceo consegue la laurea in Medicina nel 1982, si sposa e continua a vivere e a esercitare la professione di medico di base nel suo paese natale.

Sin da giovane avverte la necessità di scrivere, di utilizzare la penna per comunicare col mondo. Fu il padre a fargli comprendere in che direzione doveva indirizzare l’amore per la scrittura, con i suoi racconti di avventure che aveva vissuto in gioventù o che aveva sentito raccontare da altri.

L’esordio di Andrea Vitali come scrittore, nel 1990, con il romanzo breve “Il procuratore”, è, infatti, ispirato a vicende raccontategli dal padre. Nel 1996 vince il Premio letterario Piero Chiara con “L’ombra di Marinetti”, ma il successo arriva nel 2003 con “Una finestra vistalago”, un romanzo relativo a cinquant’anni di vita paesana. I romanzi di Andrea Vitali sono ambientati tutti sulle sponde del lago di Como e i suoi racconti parlano della provincia e dei suoi personaggi comuni ma allo stesso tempo singolari.

Nel 2004 ha vinto il Premio Dessì per il romanzo “La signorina Tecla Manzi” e, nel 2006, il Premio Bancarella per “La figlia del podestà”. Nel 2008 ha vinto il Premio Boccaccio per tutta la sua produzione narrativa e, in particolar modo, per “La modista” che ha vinto anche il Premio Hemingway.

Il romanzo “Almeno il cappello” è arrivato tra i finalisti sia al Premio Strega sia al Campiello 2009.

I suoi romanzi sono stati tradotti in ben undici lingue.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Siamo a Bellano, nel 1915. Una sera di fine novembre una fedelissima parrocchiana, la Stampina, si reca dal prevosto per parlare di un grave problema che l’affligge.

Suo figlio, Geremia Pradelli, un docile ragazzo di trentadue anni che non le ha mai dato problemi, minaccia di buttarsi nel lago se non gli permetteranno di sposare la donna di cui si è infatuato.

La destinataria delle sue attenzioni è Giovenca Ficcadenti, giunta da poco a Bellano insieme alla sorella Zemia Ficcadenti, per aprire una merceria.

La nuova attività delle sorelle Ficcadenti scatena molte curiosità e pettegolezzi in paese.

I primi ad agitarsi sono i titolari delle altre due mercerie di Bellano, che temono di perdere i clienti; oltre a loro il resto degli abitanti, incuriosito dalla singolarità delle due sorelle.

Sorellastre, in realtà, perché Giovenca Ficcadenti, la bella, è una trovatella adottata mentre Zemia Ficcadenti, la brutta, è figlia della seconda moglie del defunto Domenico Ficcadenti.

La bellezza e procacità di Giovenca Ficcadenti, unita all’eredità che la stessa sta per ottenere in seguito alla prematura morte del marito, la fanno diventare appetibile agli occhi di molti. Ma il docile Geremia Pradelli sembra a tutti il pretendente con meno possibilità. Finchè lo stesso non dichiara, lasciando tutti basiti di non voler sposare più Giovenca Ficcadenti bensì la sorella Zemia Ficcadenti.

Nel tentativo di dissuadere il giovane Geremia Pradelli dai suoi propositi matrimoniali, il prevosto, con l’aiuto della curiosa perpetua Rebecca, inizierà a indagare per scoprire cosa si nasconde dietro le intenzioni delle due sorelle e dietro i frequenti viaggi di Giovenca Ficcadenti.

In un paese dove tutti sembrano vedere e sapere tutto non sarà facile per il prevosto muoversi con circospezione.

Con ironia pungente e una carrellata di personaggi singolari e dai nomi inconsueti, Andrea Vitali da voce a quel coro d’invidie, segreti e pettegolezzi che è un paese, ricco di storia e di storie.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Geremia Pradelli, figlio di Stampina Credegna e Amerisio Pradelli, è un giovane di trentadue anni, col viso leggermente asimmetrico e le spalle da muratore prese dal padre, la fronte alta con a destra un bozzo, i capelli neri fitti e irti e il carattere docile preso dalla madre. Timoroso di Dio, buon lavoratore sebbene leggermente tonto, non aveva mai dato problemi alla famiglia, fino all’incontro con la bella Giovenca Ficcadenti.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Da quel momento il suo carattere subisce un’evoluzione: s’imputa, non mangia, si rifiuta di andare a lavorare, pendendo dalle labbra della sua amata. La sua ingenuità colpisce a tal punto da rendere la sua situazione quasi inverosimile.

La Stampina, madre di Geremia Pradelli, è una donna molto religiosa, che interpreta rigorosamente le Sacre Scritture, convinta che la fede, più delle medicine, possano salvare lei e la sua famiglia. La disperazione di questa donna aumenterà man mano che la vicenda procede, fino a convincerla che l’artefice di tutto sia il diavolo.

Giovenca Ficcadenti, la sorella bella, è una ragazza di ventotto anni, alta, formosa, con gli occhi neri, i denti perfetti e un sorriso sensuale. Appariscente nel vestire e negli atteggiamenti (veste in modo vistoso e fuma), sembra sempre sul punto di partire per una festa. La passione per il poeta Novenio Trionfa, e l’esigenza di sistemare la sorella, ricorrendo a sotterfugi e trucchetti, per poter vivere serenamente il suo amore, daranno il via a una serie di circostanze singolari, fino all’inatteso epilogo.

Zemia Ficcadenti, la sorella brutta, è una trentenne piccola, magra, rachitica, col colorito grigio come i vestiti che indossa e dal carattere ostile. Il suo obiettivo: trovare marito ad ogni costo. A tal fine metterà in piedi in piano articolato, insieme alla sorella, dimostrando però a differenza di Giovenca Ficcadenti, di riuscire, nonostante le sconfitte, a risollevarsi inaspettatamente.

Don Primo Pastore, prevosto di Bellano, ci appare come un uomo taciturno e in difficoltà, soprattutto quando costretto a occuparsi degli affari di cuore dei suoi parrocchiani. Tuttavia farà di tutto per salvare Geremia Pradelli dall’inganno delle sorelle Ficcadenti e per scoprire cosa le stesse stanno macchinando.

Rebecca, la perpetua, è una donna di cinquantacinque anni, impicciona e curiosa al punto da spiare dietro le porte e mettere il muso quando le vengono nascoste le novità. Tuttavia, pagina dopo pagina, vedremo anche il gran cuore di questa singolare pettegola, convinta che dietro ogni problema ci sia il demonio.

Novenio Trionfa, è un giovane di ventotto anni scartato dall’esercito ed espulso dal seminario. Convinto di essere un poeta, mentre in realtà copia i versi di Gabriele D’Annunzio adattandoli alle sue esigenze, s’innamorerà, ricambiato, di Giovenca Ficcadenti e metterà in piedi un piano per vivere con lei, piano che lo porterà a un epilogo infausto.

Editto Gioivo, notaro in Como, è un uomo di cinquant’anni grassi, sempre sudato, dalla scarsa igiene personale, cui il suocero di Giovenca Ficca denti affida le sue ultime volontà. Abituato a ingannare e a servirsi dell’ignoranza della gente, non ama i preti perché ritiene che con loro non si possano fare affari lucrosi. Anch’esso subirà il fascino di Giovenca Ficcadenti, finché la vicenda non assumerà una piega inaspettata.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Il romanzo è ambientato nei pressi del lago di Como. Durante la narrazione Andrea Vitali fa avanti e indietro, mescolando avvenimenti accaduti precedentemente a quelli del presente, quindi alle vicende che si svolgono nel paese di Bellano, si mescolano gli avvenimenti accaduti ad Albate, dove vivevano originariamente le sorelle Ficcadenti e dove inizia la storia della Premiata Ditta. Molto accurate le descrizioni dei paesaggi in cui si svolgono i fatti narrati, con la presenza del vento nel momento in cui la narrazione diventa più interessante, quasi come se lo stesso fosse la manifestazione di quel demonio che, in tanti, reputano artefice di tutti i problemi.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Il racconto inizia nel novembre del 1915 e si conclude pochi mesi dopo. Tuttavia, durante il racconto, vengono mescolati avvenimenti presenti e futuri.

In particolar modo la vicenda narrata si svolge durante tutto l’anno 1915 e Andrea Vitali ci racconta gli avvenimenti che hanno portato le sorelle Ficcadenti a trasferirsi a Bellano e narra anche la storia del loro padre, nato nel 1840, e la nascita e lo sviluppo della sua attività di produzione di bottoni.

Nonostante questa discontinuità temporale che caratterizza il romanzo, non vi sono tempi morti ma l’intreccio tra presente e futuro rende la narrazione dinamica e molto scorrevole.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

La scrittura di questo romanzo sembra un italiano d’altri tempi, con frequenti espressioni dialettali, uso di termini latini e parole ormai desuete per indicare malattie o oggetti. Nonostante queste caratteristiche è facile leggere questo romanzo perché lo stile di Andrea Vitali è scorrevole e la narrazione diventa pagina dopo pagina sempre più interessante. I personaggi sono descritti sottolineando le loro singolarità e l’ironia pungente dello scrittore fa assimilare questo libro a una piacevole operetta.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Il narratore è esterno alla vicenda e racconta gli avvenimenti, mescolando presente e passato, facendoci comprendere di volta in volta gli stati d’animo dei singoli protagonisti. Frequente l’uso dell’ironia, per descrivere sia i personaggi sia le situazioni, accentuando aspetti al limite del ridicolo, che strappano in chi legge più di una risata.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Il protagonista principale del libro è, a mio avviso, il piccolo paese, in cui tutti sanno tutto e nulla sfugge. La tematica ricorrente, tenendo presente anche l’ambientazione negli anni della prima guerra mondiale, è la difficoltà dei personaggi di muoversi per non scatenare pettegolezzi e curiosità generale. Questa è una caratteristica tipica ancora oggi dei piccoli paesi, ma accentuata nel romanzo dalla singolarità dei personaggi, motivo per cui il romanzo è per certi versi molto attuale. Altro tema presente è il matrimonio come sistemazione a vita quindi la scelta del futuro partner che deve essere ben vagliata e spinta più da interessi economici che non da vera attrazione. E anche in questo caso direi che c’è molta attualità in quello che Andrea Vitali scrive, quasi volesse sottolineare un istinto, presente in ogni uomo, di unirsi con la persona che, anche economicamente, può offrire il meglio. Inoltre le complicate macchinazioni per consentire a Zemia Ficcadenti, seppur brutta da far paura, di trovare marito e alla sorella di vivere liberamente la sua passione. Viene da pensare cosa non si faccia pur di non restare sole e a quali pazzie si possa arrivare per amore. Infine, come in ogni storia che si rispetti, la morale: quelli che alla fine vincono, nonostante non siano i buoni della storia, sono coloro in grado di rialzarsi nonostante le sconfitte, come Zemia Ficcadenti, e capaci di capovolgere la situazione, seppur inaspettata, a loro favore.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI'': Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''

Se cercate una lettura piacevole, scorrevole e soprattutto ironica, questo romanzo fa al caso vostro. Mi è piaciuto sin dalle prime pagine, per il modo di scrivere che è come le chiacchiere di paese: quando iniziano non si riesce più a fermarle. Sin dalle prime pagine mi ha colpito la scrittura fluida e di facile comprensione, sebbene vi siano spesso frasi in dialetto lombardo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

I personaggi sono tutti esilaranti, a partire dai nomi, finendo con le loro singolarità accentuate ai limiti del ridicolo. Naturalmente facevo il tifo per il docile Geremia Pradelli, sperando che scoprisse all’improvviso di avere un po’ d’ingegno, salvandosi da solo dalla macchinazione delle sorelle Ficcadenti, e per il preoccupatissimo prevosto, che non riusciva a darsi pace per la situazione.

E mi è piaciuta molto la descrizione dei paesaggi e il ritmo del racconto, al punto da immaginare mentre leggevo che lo stesso potesse diventare una commedia rappresentata, con tanto di attori, scenografia e sipario. Zemia Ficcadenti invece mi ha fatto un po’ pena, costretta a tutte queste macchinazioni per avere una persona accanto e, nonostante le sue azioni non meritino certo un applauso, mi è piaciuto il finale scelto dallo scrittore Andrea Vitali, che le riserva la possibilità di rifarsi una vita altrove.

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''Indice dell'Analisi del Libro ''Premiata Ditta Sorelle Ficcadenti''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare


Avatar di Ivana
Ivana ha risposto alla discussione #7 6 Anni 5 Mesi fa
Recensione interessante. Lo leggerò!
Avatar di Marianna Forelli
Marianna Forelli ha risposto alla discussione #11 6 Anni 5 Mesi fa
Grazie. Vedrai che ti piacerà.
Avatar di Calesse
Calesse ha risposto alla discussione #77 6 Anni 2 Mesi fa
ottima recensione, mi ha incuriosita molto!