Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Non siamo nati per soffrire''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Non siamo nati per soffrire”.
  • Titolo originale: "Non siamo nati per soffrire".
  • Autore: Raffaele Morelli;
  • Nazionalità Autore: Italiano; 
  • Data di Pubblicazione: In vendita dal 4 settembre 2007. 
  • Editore: Oscar Mondadori (collana Ingrandimenti).
  • Genere: Psicologia/Benessere.
  • Pagine: 134 p., rilegato. 
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,00 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': 

Raffaele Morelli nasce a Milano nel novembre del 1948.

Valente psichiatra e psicoterapeuta, medico innovativo e rivoluzionario se si considera anche il suo modo di approcciarsi all'influenza della mente sul corpo; aspetto che trova un chiaro esempio nel recente libro "Pensa magro".

Si occupa della direzione della rivista “Riza Psicosomatica”, il primo mensile dedito alla psicologia in Italia e in edicola a partire dal 1° di ogni mese, ed è presidente dell’omonimo istituto.

Investe anche la carica di vicepresidente nella Società Italiana di Medicina Psicosomatica.

Dirige, inoltre, “Salute naturale” e “Dimagrire”, pubblicate anch’esse dalle Edizioni Riza. È spesso coinvolto in trasmissioni radiofoniche e televisive: RTL, Matrix, Mattino 5, Maurizio Costanzo Show e molte altre.

Si occupa da tempo della formazione di medici e psicologi. Tutti i giovedì, presso il Centro Riza (Milano), dalle 17.00 alle 18.30 è solito tenere incontri terapeutici di gruppo volti alla condivisione dei più disparati disagi e disturbi psicosomatici.

Il suo lavoro si incentra principalmente sull'accettazione del proprio essere, sull’imparare a gestire le energie esterne che fanno già parte della vita umana e che emergono ogni qual volta si tenti di allontanarle.

Lo studio del Dottor Morelli è uno studio innovativo, rivoluzionario: uno studio lontano dalla dipendenza medicinale e farmaceutica.

Lavorare su se stessi senza sforzi e con amore, iniziare ad accettarsi davvero per come si è e comprendere che la nostra vita è come una pianta che deve germogliare e portare a compimento la sua natura, senza alcuna sofferenza.

È così che quest’autore di molti bestsellers, e valente medico, racchiude nell’amore per le anime il segreto del suo meritato successo.

Tra i suoi libri più celebri troviamo: “Ciascuno è perfetto: l'arte di stare bene con se stessi” (2004), “Pensa magro” (2014).

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Con "Non siamo nati per soffrire", Morelli pone le basi per iniziare una profonda e singolare analisi introspettiva.

Il Dottor Morelli in questo libro si sofferma principalmente su quello che è il significato e il senso del dolore: questa parola che fa così paura all’uomo. Ma il dolore cos’è? Come si vince? Il dolore può essere superato? E se sì, come si fa?

Sono tutte domande alle quali, questo grande psicologo, sa dare valenti risposte. All’interno di questo libro tanti sono gli aiuti che vengono forniti, e gli esercizi mentali da svolgere per non lasciarsi condizionare dalla negatività.

L’anima umana è costantemente soggetta a mutamenti, nonostante spesso ci si convinca di essere sempre la stessa persona. L’essere umano è soggetto ad una serie di energie esterne che non vanno respinte, ma accolte; queste sono le stesse energie che si trasformano in disagi ogni qual volta si tenti di allontanarle.

Sensazioni ed emozioni positive come gioia, serenità, senso di pace, amore, sono tutte energie esterne che accogliamo, a quanto pare, senza alcuna difficoltà.

Ad un’energia positiva, però, ne corrisponde anche una negativa e noi, non per nostra natura, ma per una condizione mentale creatasi nel tempo, tendiamo a rigettare e rifiutare qualunque sensazione o pensiero di tale genere, portando quest’ultimo a cronicizzarsi e a degenerare in disagi come depressione e attacchi di panico, tra gli altri.

Morelli, qui, ci aiuta a riequilibrare il nostro "buio interno" con le energie e le forze esterne.

"Non pensare, non ragionare, non giudicare gli stati d’animo è il primo obiettivo per chi vuole vedere arrivare lampi di gioia che prorompono dal buio interiore, suscitati da nessuna causa, se non dall’essere vivi e immersi nella propria consapevolezza di sé".

Pretendiamo troppo da noi stessi! Tante sono le dimostrazioni che vogliamo dare alle persone che ci circondano, e molti sono i casi in cui percepiamo il costante bisogno di "mettere per forza le cose al proprio posto".

Regole fondamentali e consigli di vita che potrebbero risultare banali o scontati, ma se compresi e fatti propri, come devono, equivalgono ad una vera e propria cura per l’anima.

 

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Talvolta, tramite esempi e riproponimenti di email ricevute, l'autore ci fornisce un'ampia gamma di vite, esperienze e disagi, ma non vi sono protagonisti.

Gli unici personaggi e protagonisti di questo libro siamo noi ed il nostro mondo interiore, guidati dall’esperienza ed i consigli del Dottor Morelli.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Il libro, in quanto testo di psicologia, non presenta alcuna ambientazione specifica. Si può avanzare, forse, l’idea che si tratti di un’ambientazione astratta, legata al mondo interno e alla nostra mente.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Non vi è una precisa collocazione temporale: il libro fu pubblicato nel 2007 e gli esempi presenti al suo interno sono riconducibili a quegli anni, o poco prima.

È privo, dato il suo genere, di una storia collocata in un ben definito spazio fisico e temporale.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Lo stile di scrittura di questo bestseller è semplice, conciso e lineare. Si tratta di uno stile di scrittura adatto a chiunque voglia accingersi ad una lettura di questo genere. Non presenta difficoltà o impedimenti nella comprensione.

Il Dottor Morelli, attraverso una serie di richiami mitologici e rimandi al mondo orientale, rende questo testo ricco di informazioni e amplia gli orizzonti della mente del lettore fino a portarlo a raggiungere un’ottima comprensione di quanto esposto.

Un libro chiaro, semplice e colmo di preziose informazioni da portare con sé nel percorso quotidiano della vita.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Il tipo di narratore che si ritrova in questo libro è espressamente interno: il Dottor Morelli, espone e chiarifica in prima persona quelle che sono le tecniche e le immagini della mente da seguire per “allontanare” il dolore, accettandolo ed accogliendolo in sé.

Si tratta di un narratore interno dedito a consigliare, aiutare ed indirizzare il lettore anche tramite una serie di rimandi mitologici e citazioni che si rifanno alla sfera della saggezza orientale.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Come accettare, accogliere in sé e convivere con il dolore fino a renderlo gioia: questa è la tematica portante dell’intero testo.

Dal dolore, asse portante, si ramificano altri temi indispensabili al raggiungimento dell’obiettivo.

Decine di consigli proposti dall’autore e psicologo italiano, affiancati da perle di saggi antichi, miti ed esperienze legate al mondo reale.

Come cedere al dolore, come liberarsi agli istinti, come fare per poter ritrovare un barlume di gioia nella sofferenza, come smettere di risolvere a tutti i costi ciò che non va, come imparare a non guardarsi indietro, ad accettarsi per come si è e a smettere di criticarsi.

Quali sono le amicizie benefiche e quali quelle letali; a quale compagnia dobbiamo dire “sì”. Come imparare a vivere nel buio interiore e accettando la presenza del vuoto che sa guarire. È questo ciò su cui si fonda lo studio di Morelli e ciò a cui mira il suo libro.

"Al tuo Sé non interessa se ti piaci o no, se ti hanno amato o meno, interessa soltanto che tu realizzi la tua Natura, la tua diversità. Non ti piaci, non ti accetti perché ti sei messo in testa un ideale, perché hai in mente un modello di te, un personaggio che vuoi diventare e che non c’entra niente con te."

È questo che ci viene ricordato più volte dall’autore; è questo il nucleo da cui tutto parte e si sviluppa. È questa la centralità del libro:

"Siccome i pensieri sono statici, fissi, ripetitivi, noi diventiamo come loro: abitudinari, pieni di certezze, ridondanti, ripetitivi, sempre uguali."

 

COMMENTO DEL LIBRO ''NON SIAMO NATI PER SOFFRIRE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''

"Non siamo nati per soffrire" è un libro che ho acquistato solo lo scorso anno, ma che ho letto più e più volte.

È uno di quei libri che non finiscono mai di raccontarti qualcosa di nuovo sul tuo modo di essere e di vivere la vita: leggerlo una volta dà una sensazione di pienezza, forza ed una nuova sicurezza, ma leggerlo più volte ti ricorda cosa fare per far sì che la sensazione raggiunta possa protrarsi nel tempo.

Non si dimenticano consigli e parole come quelli che vengono elargiti in questo libro.

Parole semplici che riportano alla luce consapevolezze forse assopite da tempo nel nostro inconscio.

Ho letto questo libro solo dopo aver terminato "Pensa magro" perché quella lettura mi aveva aiutata molto. L’ho scelto, tra i tanti, con molta curiosità perché l’idea di imparare  a raggiungere uno stato di non sofferenza anche nel dolore credo rientri tra i desideri più ambiti dall’essere umano.

Questo libro non mi ha delusa e non lo fa mai ogni volta che lo rileggo.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Innumerevoli esperienze, citazioni, rimandi al mondo classico, al mondo orientale, ad esperienze ancestrali che però preservano un’attualità senza confronti.

Consiglio questo libro a chiunque creda di essere sicuro di sé e a chiunque pensi di non esserlo. Consiglio questo libro a chiunque provi disagi di ogni genere: dal minimo al più serio. Consiglio questo libro perché ciò che vi è scritto, e il modo in cui ci si rivolge al lettore, è così diretto e sentito che non può che arrivare alle corde dell’anima e del cuore.

Infine, Morelli citando Cioran a sua volta ricorda che "non siamo realmente noi se non quando, mettendoci di fronte a noi stessi, non coincidiamo con niente."

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Non siamo nati per soffrire''Indice dell'Analisi del Libro ''Non siamo nati per soffrire''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare