Recensione ''La morte nel villaggio'' (Libro di Agatha Christie) - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''La morte nel villaggio''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “La morte nel villaggio”.
  • Titolo originale: "Death at the Vicarage".
  • Autore: Agatha Christie
  • Nazionalità Autore: Inglese;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta in Gran Bretagna nel 1930;
  • Editore: Mondadori;
  • Genere: Giallo;
  • Pagine: 210 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,27 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro ''La morte nel villaggio'' di Agatha Christie del 1930, genere Giallo. Evidenzieremo il riassunto del libro ''La morte nel villaggio'', l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro ''La morte nel villaggio'' con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''LA MORTE NELVILLAGGIO'':

Agatha Mary Clarissa Miller nasce nel 1890 a Torquay, in Inghilterra da padre americano.

Tra le sue opere si annoverano, oltre ai romanzi gialli che l'hanno resa celebre, anche alcuni romanzi rosa scritti con lo pseudonimo di Mary Westmacott.

Quando la piccola è ancora in tenera età, la famiglia si trasferisce a Parigi dove la futura scrittrice intraprende fra l'altro studi di canto. Orfana di padre a soli dieci anni, viene allevata dalla madre.

L'infanzia della Christie sarebbe una normale infanzia borghese se non fosse per il fatto che non andò mai a scuola. Anche della sua educazione scolastica si incaricò direttamente la madre, nonché talvolta le varie governanti di casa.

Inoltre, nell'adolescenza fece molta vita di società fino al matrimonio, nel 1914, con Archie Christie.

Il discreto successo di “Poirot a Styles Court” convince la giovane scrittrice a insistere su quella strada, ma con risultati modesti fino al 1926 quando, con “Dalle nove alle dieci” (The Murder of Roger Ackroyd), Agatha Christie conosce il vero successo diventando una delle autrici più lette d'Inghilterra.

I suoi personaggi maggiori sono famosi in tutto il mondo: i più celebri, protagonisti di buona parte della sua produzione letteraria e di una serie corposissima di adattamenti cinematografici e televisivi, sono l'investigatore belga Hercule Poirot e la simpatica vecchietta, nonché acuta indagatrice, Miss Marple.

Dopo la morte della madre e l'abbandono del marito Archie Christie, Agatha scompare e, dopo una ricerca condotta in tutto il paese, viene ritrovata ad Harrogate nell'Inghilterra settentrionale sotto l'effetto di un'amnesia.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Un viaggio in treno per Bagdad le ispirò “Assassinio sull'Orient Express” (1934, Murder on the Orient Express) e la fece innamorare dell'archeologo Max Mallowan (di vari anni più giovane di lei!) che sposò nel 1930.

Inoltre nel 1930 fonda il Detection Club, un’associazione che riunisce i più grandi scrittori di libri gialli britannici, tenta un romanzo non poliziesco “Musica barbara”, scrive per il teatro l’opera “Akhenaton”, ambientata in Egitto.

La Seconda Guerra Mondiale ha non poche conseguenze sulla vita della scrittrice:

- i suoi diritti d’autore restano bloccati negli Stati Uniti per il conflitto;

- la figlia Rosalind si sposa e ha un bambino, ma resta ben presto vedova perché il marito cade in guerra; 

- deve momentaneamente abbandonare la residenza di Greenway Estate, ora trasformata in museo.

Anche se lo pubblicherà solo nel 1975, è proprio durante la Seconda Guerra Mondiale che la scrittrice scrive “Sipario” (1975, Curtain), il libro nel quale fa morire il suo personaggio più celebre, Poirot.

Dal 1950 scrive circa un romanzo l’anno e compone numerosi gialli teatrali.

I suoi libri sono stati tradotti in 103 lingue e ne sono stati venduti oltre 2 miliardi di copie. Fra i romanzi che ebbero più successo ricordiamo:

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

- “Poirot a Styles Court” (1920, The Mysterious Affair at Styles);

- “Aiuto, Poirot!” (1923, The Murder on the Links);

- “L'uomo vestito di marrone” (1924, The Man in the Brown Suit);

- “L'assassinio di Roger Ackroyd” (1926, The Murder of Roger Ackroyd);

- “Assassinio sull'Orient-Express” (1934, Murder on the Orient Express);

- “Poirot sul Nilo” (1937, Death on the Nile);

- “Il Natale di Poirot” (1938, Hercule Poirot's Christmas);

- “Dieci piccoli indiani” o “10 piccoli indiani” (1939, Ten Little Niggers);

- “È un problema” (1949, Crooked House);

- “Miss Marple: giochi di prestigio” (1952, They Do It with Mirrors);

- “Poirot e la strage degli innocenti” (1969, Hallowe'en Party);

- “Miss Marple: Nemesi” (1971, Nemesis);

- “Sipario: l'ultima avventura di Poirot” (1975, Curtain);

- “Addio Miss Marple” (1976, Sleeping Murder).

L'ultimo romanzo che ha come protagonista Hercule Poirot (Sipario) venne pubblicato poco prima della morte dell'autrice; è proprio in quel romanzo che (ironia della sorte!) Agatha Christie decide di far morire il suo famoso investigatore.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Il 12 gennaio 1976, all'età di 85 anni, Agatha Christie muore nella sua villa di campagna a Wallingford, vicino a Oxford, e ciò accade (ironia della sorte!) proprio quando lei stessa aveva decretato la morte dei suoi personaggi più celebri:

- pochi mesi prima si era decisa a pubblicare “Sipario: l'ultima avventura di Poirot” (o “Curtain”, pubblicato nel 1975, ma scritto 30 anni prima!) nel quale faceva morire il personaggio Poirot; 

- aveva terminato di scrivere “Addio Miss Marple” (o “Sleeping Murder”, pubblicato postumo nel 1976, Sleeping Murder) nel quale faceva morire il personaggio Miss Marple.

E’ sepolta nel cimitero di Cholsey e sulla sua lapide si può leggere l’epigrafe:

Tempo di riposo dopo tanto lavoro

Rifugio di pace dopo i giorni di tempesta

Riparo benedetto al termine della guerra

La morte è dolce dopo una vita così aspra”.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Una sera, Leonard Clement, vicario a St. Mary Mead, trova nella biblioteca di casa sua il corpo senza vita del colonnello Lucius Protheroe, un magistrato locale dai modi estremamente sgradevoli, che è stato assassinato con un colpo di pistola.

Ben due persone confessano il delitto, la moglie della vittima, Ann, e il suo amante, il pittore Lawrence Redding. Ma niente conferma le loro versioni dei fatti e la polizia brancola nel buio. Giunge così il momento per l’anziana Miss Marple di intromettersi nell’azione e di provare a risolvere il delitto.

Secondo l’investigatrice dilettante sette sono i possibili colpevoli con un possibile movente, oltre ai due rei-confessi: la giovanissima figlia del colonnello, Letizia; la misteriosa signora Lestrange arrivata da poco a St. Mary Mead; un archeologo, il Dottor Stone, e la sua segretaria, Gladys Cram, che stanno effettuando degli scavi sospetti all’interno della proprietà del colonnello, vicino alla canonica; il bracconiere Archer e la sua fidanzata Mary; infine il vicario stesso, che il Colonnello Protheroe sospettava di appropriazione indebita nei confronti dei fondi della chiesa.

Mentre proseguono le indagini, i Clements e l’anziana investigatrice dilettante diventano più intimi.

La polizia sottovaluta una serie di incongruenze sull’ora del delitto e di conseguenza colloca erroneamente gli indiziati e i loro alibi, ma Miss Marple non si lascerà fuorviare. E nonostante il problema della compatibilità degli orari, nonostante l’accavallarsi di una serie di segreti e di false piste lasciate dal colpevole per intorbidire le acque (come una valigetta marrone rinvenuta nel bosco), l’acuta vecchietta riuscirà a dipanare la matassa. Al suo spirito di osservazione non sfugge alcun dettaglio, per quanto insignificante, e Miss Marple consegnerà al lettore e alla giustizia un colpevole che nessuno avrebbe potuto immaginare.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Come sempre nei romanzi della Christie, anche “ Morte nel villaggio ” si popola di un vero e proprio universo di personaggi: alcuni appena abbozzati, altri schizzati con tratti rapidi, me efficaci e definiti a tutto tondo attraverso le loro conversazioni. Mi soffermerò solo sui principali.

– Fa qui la sua prima comparsa, Miss Marple, la celebre investigatrice dilettante, che insieme a Poirot diede il successo alla Christie. La sua entrata in scena è anticipata dalla conversazione a colazione tra il vicario e la moglie. La signora Clement la considera una simpatica vecchietta dotata di senso dell’umorismo; il prelato la considera la peggiore pettegola del paese.

I suoi modi timidi e mansueti, celano un’intelligenza acuta, estremamente pericolosa per chi è colpevole di qualche misfatto o per chi cela un segreto. Ma pochi si rendono conto della sua abilità e spesso viene considerata alla stessa stregua di tutte le altre pettegole del paese. E neanche questo è del tutto errato perché il pretesto del giardinaggio le permette di impicciarsi dei fatti di tutti a St. Mary Mead.

Tra i personaggi più interessanti ci sono:

Griselda Clement, una donna molto bella, vent’anni più giovane del marito e dalla personalità complessa: a volte può apparire vanesia e superficiale, ma in realtà è profondamente acuta e in grado di cogliere la psicologia delle persone. Vive nel vicariato spensierata e allegra, come se fosse un parco divertimenti.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Gladys Cramè una bella ragazza di venticinque anni, robusta, rumorosa, sempre allegra e sorridente". Sulla sua personalità e sul suo atteggiamento le opinioni dei cittadini di St. Mary Mead si dividono. Alcuni dicono che non sia una ragazza per bene, intenzionata per interesse a farsi sposare dal Dottor Stone venticinque anni più giovane di lei, altri la considerano un modello di virtù.

- La Signora Lestrange è una donna raffinata dai modi perfetti, alta, snella, con i capelli dorati che dimostra meno della sua età. Qualcosa in lei fa percepire “che non arretrerebbe di fronte a nulla”.

- Lawrence Redding è un pittore dalla personalità affascinante. Sulla trentina, bruno, ha occhi penetranti di un azzurro luminoso. Eccelle in tutti gli sport e in tutte le forme artistiche. Giustifica l’adulterio in termini quasi letterari come un’attrazione irresistibile tra due spiriti affini spiritualmente.

- Anne Protheroe è la seconda moglie del colonnello. Bella donna, dal seno prorompente e le labbra carnose. Vive una vita coniugale profondamente infelice e per questo sembra giustificare il proprio adulterio.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

St. Mary Mead, non esiste realmente. E’ una creazione di Agatha Christie, una tranquilla cittadina del Downshire, come ce ne sono tante altre. Una piccola stazione sorge alla fine dell’unica via principale, intorno alla quale si sviluppa l’intero paese.

La location in realtà non ha importanza, ciò che conta è che l’apparenza sonnolenta e fuori dal tempo possa celare una serie di misfatti: adulteri, identità rubate, furti, omicidi, proprio come un’apparenza rispettabile può celare un animo perverso. La fisionomia del villaggio evolverà nel corso della produzione della scrittrice fino a diventare apertamente meno rassicurante in “Assassinio allo specchio

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Siamo agli inizi degli anni ’30. In Inghilterra il crollo della brosa di Wall Street del ’29 fa sentire i suoi effetti economici e la nazione subisce una recessione tale che potrebbe condurre alla lotta violenta di classe.

Furono invece anni di manifestazioni pacifiche per il riconoscimento dei diritti e per ottenere riforme sociali. Tutto il contesto socio-politico nazionale resta però sullo sfondo di “La morte nel villaggio”.

Per quello che riguarda la moda, prevalgono abiti fascianti e femminili che sottolineano le forme e questa attenzione all’aspetto fisico è un elemento centrale nel romanzo.

Il tempo della narrazione è lineare: infatti fabula e intreccio coincidono, senza analessi o prolessi.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Le sequenze dialogiche prevalgono su quelle narrative e descrittive, come in tutti i gialli della Christie.

Il romanzo è una lunga analessi in cui il narratore riporta gli eventi delittuosi di cui è stato testimone.

La prevalenza delle coordinate sulle subordinate rende la prosa fluida e snella.

Il lessico è essenziale, ma rigoroso e attento alle sfumature.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Il narratore è interno e coincide con il personaggio del vicario Leonard Clement che narra la vicenda a posteriori quando gli eventi si sono conclusi.

Non è un narratore attendibile, perché coinvolto direttamente nell’azione e pertanto può fornire soltanto le informazioni in suo possesso.

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Ma la sua narrazione avviene quando il mistero è ormai stato risolto e quindi ciò che racconta acquisisce l’oggettività del passato.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''LA MORTE NEL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

Centrale nel romanzo è la tematica dell’uguaglianza tra uomini e donne. Il reverendo Clement si schiera apertamente in favore delle pari opportunità e afferma riferendosi a Gladys Cram “Al giorno d’oggi una ragazza può fare esattamente lo stesso lavoro di un uomo”.

L’Ispettore Slack è invece un convinto assertore dell’inferiorità del genere femminile, portato, secondo lui, ad agire in modo stupido.

La posizione della Christie è chiaramente in favore delle donne e lei, scrittrice di successo in un mondo dominato da personalità maschili, crea personaggi femminili dalla personalità complessa e accattivante, come Griselda e soprattutto Miss Marple.

Griselda è una donna moderna, di mentalità aperta, fuori dalle convenzioni, che vuole essere apprezzata e soprattutto amata per quello che è, anche e soprattutto per i suoi difetti, una femminista nel senso più ampio del termine. Lo dice senza mezzi termini al marito:

Sposai te per la sensazione di potere che provai. Tutti gli altri uomini mi trovavano bella e smaniavano dalla voglia di avermi, perché ero perfettamente adatta alla loro vita. Mentre per te… oh Leo, per te sono proprio tutto ciò che disapprovi e che ti urta i nervi; pure non potesti fare a meno di cedere alle mie attrattive

L’anziana Miss Marple ci dimostra infine che una donna può essere un investigatore acuto, determinato e attento ai dettagli quanto un uomo. Le emozioni non condizionano il suo giudizio, come invece è portato a credere un misogino come l’Ispettore Slack.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''MORTE AL VILLAGGIO'': Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''

La morte nel villaggio” è il romanzo in cui fa la sua prima apparizione il personaggio di Miss Marple ed è uno dei lavori più celebri della scrittrice, portato sul piccolo schermo per ben due volte, nel 1986 e nel 2004.

La personalità dell’investigatrice, che si delinea poco alla volta sulla pagina attraverso le sue osservazioni e le sue battute precise e taglienti, è una delle migliori creazioni letterarie dell’ultimo secolo.

Miss Marple parla solo quando è necessario, ma ogni sua frase è lapidaria. E’ la meno logorroica ed egocentrica degli investigatori della tradizione letteraria delle detective stories e certamente agli antipodi di Hercule Poirot.

La scrittrice amava Miss Marple e sicuramente altrettanto faranno i lettori.

Anche l’analisi psicologica dei altri personaggi è quella delle migliori opere della scrittrice, i dialoghi presentano l’immediatezza della realtà e spesso un umorismo sottile che rende la lettura ancora più gradevole.

Il mistero è di difficile soluzione e stimolante anche per gli appassionati del genere giallo più esigenti. Insomma “La morte nel villaggio” è un romanzo che non può mancare nella libreria dei cultori di detective stories.

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''La morte nel villaggio''Indice dell'Analisi del Libro ''La morte nel villaggio''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Entra per commentare