Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il Profeta''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il Profeta”.
  • Titolo originale: "The Prophet".
  • Autore: Kahlil Gibran;
  • Nazionalità Autore: Libanese;
  • Data di Pubblicazione: pubblicato in lingua inglese a New York nel 1923 dall'editore Knopf e in Italia nel 1936 con introduzione di A. Mancini, traduzione di E. Niosi-Risos, Carabba, Lanciano (CH);
  • Editore: Feltrinelli
  • Genere: Narrativa, Racconto in versi;
  • Pagine: 90 p., copertina flessibile
  • Voto del Pubblico (IBS): 4 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL PROFETA'': 

Kahlil Gibran (o Khalil), poeta, pittore e filosofo è nato nella città di Bsharri, in Libano, il 6 dicembre 1883.

Con la madre e i suoi fratelli si trasferisce nel giugno del 1895 a New York a casa dello zio materno e subito dopo a Boston, città in cui vive la seconda comunità siriana più grande d'America. A Boston la madre inizia l'attività di merciaia ambulante. Il padre invece resta in Libano dopo aver scontato una condanna per peculato e la confisca di tutti i beni.

Gibran non riceve un'educazione formale, ma studia la Bibbia, la lingua araba e quella siriaca. Studi che saranno poi d'ispirazione per i suoi primi scritti. A Boston dal settembre 1895 frequenta la sua prima scuola ed è il suo insegnante d'inglese a convincerlo a cambiare il suo nome da Khalil a Kahlil per meglio adattarlo alla pronuncia americana. Studia poi in un istituto d'arte presso cui è notato, per il suo talento, dal fotografo Fred Holland Day, il quale gli fa conoscere la scrittrice Josephine Peabody.

Nel 1899 Gibran ritorna in Libano e si iscrive al College la Sagesse di Beirut in cui studia corsi di letteratura araba e letteratura romantica francese e in cui fonda una rivista letteraria. Nel 1902, a causa di una difficile convivenza col padre e dopo aver terminato i suoi studi, fa rientro a Boston. In quello stesso anno muore per tubercolosi la sorella. L'anno seguente, per lo stesso male, muore anche il fratello e perde la madre per via di un tumore. Vende l'attività della merceria ed è l'altra sua sorella che pensa a mantenerli lavorando come sarta.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Tramite la scrittrice Peabody, con cui inizia una relazione sentimentale, entra a far parte di un circolo di intellettuali molto esclusivo. Relazione che però s'interrompe dopo poco tempo: Gibran durante la sua prima mostra conosce e s'innamora perdutamente Mary Elizabeth Haskell. Un amore platonico per via del fatto che lei ha dieci anni in più di Gibran e che dà luogo a una lunga serie di lettere scritte in inglese che sono, per lo scrittore, anche un ottimo modo per apprenderne la lingua. La loro corrispondenza si trova attualmente depositata presso la University of North Carolina Library.

Tra il 1904 e il 1908 collabora col giornale ''L'emigrante'' (al-Muhajir) occupandosi di scrivere articoli dedicati agli arabi. Nel 1908 Gibran riceve in dono dalla Haskell un viaggio a Parigi che gli permette di studiare arte per due anni con l'artista Auguste Rodin. Ma non studia solo arte: legge anche Nietzsche, Voltaire, Rousseau. Nel 1909 il padre, poco prima di morire, dà la sua benedizione al figlio che sarà per Gibran un importante conforto. Al suo rientro in America riprende gli studi d'arte a Boston ed espone le sue opere in numerosissime gallerie e la sua fama cresce ormai a livello mondiale.

Il 10 aprile 1931 Gibran muore a New York a causa di cirrosi epatica e di tubercolosi. Dall'anno successivo, come da suo desiderio, la sua salma si trova in Libano.

Per quanto riguarda le opere di Gibran sino al 1918 sono scritte in lingua araba poi quasi tutte in inglese. Nel 1918, pubblica ''The Madman'' (Il folle), contenente aforismi e parabole, scritto tra prosa e poesia. Nel 1923 esce ''Il Profeta'', una raccolta di 26 saggi poetici, il suo libro più famoso e tradotto in più di 20 lingue. Fra le altre opere più note ricordiamo: ''Le ali spezzate, Massime spirituali, La voce del Maestro, I segreti del cuore, Il Giardino del Profeta, Tutte le poesie e i racconti, L'educazione del cuore, Le parole non dette, Come fiori nella polvere, Le ninfee della valle, La notte ti parlerò d'amore''.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

''Il Profeta'' è una raccolta di saggi poetici in cui il protagonista, Almustafa detto il Profeta, ci racconta del suo congedo dalla città di Orfalese in cui ha vissuto per dodici lunghi anni.

Ogni saggio ha un suo titolo tematico e con parole e frasi che prendono la forma di un testo decisamente poetico, egli risponde alle domande che i cittadini gli pongono. Domande che richiedono risposte impegnative ma soprattutto sagge che il Profeta esplica come dei veri e propri sermoni.

Domande sull'amore, sull'amicizia, sul matrimonio, sulle leggi, sulla libertà, sulla ragione e la passione, sul dolore, sui figli e su tanto altro ancora alle quali egli risponde con toni pacati e contenuti validi e applicabili da chiunque e in ogni tempo. Risposte derivanti dalle sue esperienze e riflessioni compiute anche, e soprattutto, in quella stessa città che si accinge a lasciare per tornare alla sua isola natia.

Un uomo che è ora per loro un maestro, anche se non sempre ha goduto del loro apprezzamento, e a cui chiedono di donare la sua “verità. Un uomo che sta per iniziare un nuovo “viaggio” carico di un bagaglio fatto non solo di saggezza, ma anche di ricordi e di rimpianto.

''Il mare mi chiama, che tutto chiama a sé, e io devo imbarcarmi''.

Una nave lo attende al porto e ancora per un po' lo attenderà. Le ricchezze da lui acquisite richiedono di essere condivise ed egli non può esimersi da questo impegno.

''E poi verrò a te, goccia infinita in un oceano infinito''.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

L'unico personaggio di cui si può fare un'analisi è quello di Almustafa, il Profeta. Gli altri, tra cui quello della veggente di cui si sa solo il nome proprio (Almitra) e alcuni suoi concittadini che gli pongono le varie domande, sono da considerare delle vere e proprie comparse.

Di Almustafa però non si hanno descrizioni fisiche, ma psicologiche, ed è attraverso le sue risposte che egli si descrive: una persona molto saggia e dedita alla meditazione e alla ricerca dell'equilibrio col mondo e con la propria fede religiosa.

Almitra, una veggente, la prima che lo cerca e crede in lui è una donna che pone al Profeta alcune domande specifiche: sull'amore, sul matrimonio e sulla morte. Ella appare legata ad Almustafa da un sentimento d'affetto desumibile dal comportamento assunto nei suoi confronti rispetto a tutti gli altri abitanti della città di Orfalese.

I concittadini che gli pongono delle domande sono spesso identificati come: uomo, donna, contadino, muratore, giudice, mercante, sacerdote e sacerdotessa, e così via.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

La città in cui si svolgono i fatti avvenuti durante la giornata narrata ne ''Il Profeta'' è Orfalese. Il dialogo che s'instaura tra Almustafa e gli abitanti della città che si accinge a lasciare sorge in prossimità della costa. È dall'alto di una collina, fuori dalle mura della città, che il protagonista del racconto riesce a scorgere l'arrivo della nave che sta attendendo da tempo.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Non si hanno indicazioni che possano permettere una collocazione storica del racconto. È certa solo la durata della permanenza di Almustafa nella città di Orfalese. Egli vive in questa città da 12 anni e l'unica indicazione – che si suppone si riferisca a un fenomeno stagionale – è ''nel dodicesimo anno, nel settimo giorno di Ielool, il mese delle messi''.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Questa scelta stilistica ha una funzione “ornamentale” in quanto, anche se ''Il Profeta'' apparentemente è un testo in prosa è evidente la sua “contaminazione” poetica. Tant'è che, non a caso, è stato definito un racconto in versi. Il lessico è molto ricercato e la struttura sintattica delle frasi risente del fenomeno della dislocazione a sinistra che le conferisce un ritmo tipicamente poetico. Il linguaggio, che si avvicina al registro dell'aulico e del solenne, è composto da frasi che sono delle vere e proprie massime. Per ciò che concerne l'aspetto della struttura testuale, il libro si compone di un capitolo introduttivo, di 26 capitoli che – per il loro carattere moralistico e didascalico – sono assimilabili a dei veri e propri sermoni e da un capitolo conclusivo.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Nel testo compaiono due tipi di narratori.

Nella parte iniziale del libro il narratore è esterno e svolge la sua funzione in modo oggettivo, senza cioè intervenire personalmente nella narrazione e utilizzando il discorso diretto ma senza le canoniche virgolette.

In seguito troviamo un narratore di secondo grado con focalizzazione interna che utilizza anch'esso il discorso diretto senza virgolette.

La sua funzione è quella di dar luogo al dialogo che intercorre tra il Profeta e tutti coloro che gli pongono delle domande. Nella fase di chiusura ritroviamo invece la prima tipologia di narratore.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Le tematiche trattate nelle pagine de ''Il Profeta'' sono varie e diverse tra loro, ma tutte si riconducono essenzialmente all'uomo e al suo rapporto con gli altri uomini, con la Terra e con la propria Fede.

Al protagonista, Almustafa, vengono poste di volta in volta domande su particolari argomenti come per esempio l'amore, il matrimonio, la libertà, l'amicizia, la religione e altre ancora. Egli risponde puntualmente dedicando a esse almeno una pagina intera. Le sue risposte sono costruite da tante brevi frasi, similitudini, metafore ed esempi che paiono avere un crescendo continuo che va di pari passo col crescere del contenuto. È come se esse si “elevassero” allo stesso modo del loro importante insegnamento. Queste sue risposte sono, inoltre, valide e accettabili da chiunque e in ogni tempo a prescindere dal credo religioso professato. Un libro in cui le due culture antagoniste da sempre tra loro, quella occidentale e quella orientale, ci offrono un interessante sincretismo.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL PROFETA'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''

Leggibile in meno di due ore lascia dentro una speciale sensazione di serenità. La semplicità “apparente” del messaggio contenuto nelle sue pagine è disarmante. Gibran ha la capacità di riportare ordine tra i pensieri e le riflessioni che le domande rivolte al Profeta mettono in discussione. In questo libro si possono cogliere insegnamenti preziosi da fare propri o semplicemente da aggiungere come una sorta di breviario da consultare nei momenti di necessità.

Tra i 26 sermoni catalogati per argomenti di carattere decisamente universale e la poetica infusa dall'autore nel formare questi profondi contenuti, si possono – e aggiungo si devono! - cogliere dei validi esempi. Caratteristica distintiva è data, infatti, da due elementi ben miscelati tra loro: quello pedagogico e quello mistico. Una sorta di sincretismo, quindi, non solo dato da questi due elementi ma anche dalle diverse culture vissute dall’autore nel corso delle sue esperienze per il mondo. Un “risultato” che, nonostante l'anno di pubblicazione del libro, il 1923, è ancora attualmente e universalmente molto apprezzabile.

''Io vi parlo in parole di ciò che voi già conoscete in pensiero.''

Ecco perché leggere ''Il Profeta''...

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il Profeta''Indice dell'Analisi del Libro ''Il Profeta''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare