Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Insolito e crudele''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Insolito e crudele”.
  • Titolo originale: "Cruel and Unusual".
  • Autore: Patricia Cornwell;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: per la prima volta negli Stati Uniti nel 1993 e in Italia nel 2002;
  • Editore: Mondadori;
  • Genere: Thriller;
  • Pagine: 431 p., brossura;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4,2 su 5.

 

DOVE COMPRARLO:

 

Recensione del Libro “Insolito e crudele” di Patricia Cornwell del 1993, genere Biografie e autobiografie. Evidenzieremo il riassunto del libro “Insolito e crudele”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Insolito e crudele” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'':

Patricia Cornwell è nata a Miami, in Florida, il 9 giugno del 1956.

Dopo un’infanzia difficile e una degenza in un ospedale psichiatrico, si laurea al Davidson College in Nord Carolina e nel 1980 sposa il suo ex professore di inglese Charles L. Cornwell, di diciassette anni più anziano di lei.

Divorzierà nel 1989 e da quel momento inizierà una serie di relazioni omosessuali fino al matrimonio nel 2005 con la psichiatra Staci Ann Gruber.

Per quanto riguarda le esperienze lavorative precedenti la carriera di scrittrice, la Cornwell è stata reporter di cronaca nera per il Charlotte Observer, poi è diventata analista informatico presso l’Ufficio di Medicina Legale della Virginia.

Ha esordito in ambito letterario nel 1990 con “Postmortem” e già con questo primo romanzo ha vinto l’Edgar Award americano e il premio per l’opera prima della British Crime Writer Association.

Il successo mondiale arriva con “Oggetti di reato” del 1992.

Della serie incentrata sull’anatomopatologa Kay Scarpetta fanno parte le opere (in ordine cronologico): “Postmortem” (1990), “Oggetti di reato” (1992), “Quel che rimane” (1993), “Insolito e crudele” (1993), “La fabbrica dei corpi” (1994), “Il cimitero dei senza nome” (1995), “Causa di morte” (1996), “Morte innaturale” (1997), Punto di origine (1998), Cadavere non identificato (1999), L'ultimo distretto (2000), Calliphora (2003), La traccia (2004), Predatore (2005), Il libro dei morti (2007), Kay Scarpetta (2008), Il fattore Scarpetta (2009), Autopsia virtuale (2010), Nebbia rossa (2011), Letto di ossa (2012), Polvere (2013), Carne e sangue (2014).

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Di minor successo altri due filoni:

- quello incentrato sui personaggi di Judy Hammer e Andy Brazil di cui fa parte “Il nido dei calabroni ” (1997), Croce del Sud (1999), L'isola dei cani (2001).

- e quello incentrato sul personaggio di Win Garano.

Nonostante il grande successo, soffre sempre più frequentemente di attacchi di depressione, fa abuso di farmaci fino a quando nel 1993 ha un brutto incidente di macchina ed è costretta ad una terapia di disintossicazione.

Risale invece al 1997 la sua prima relazione omosessuale con la moglie di un agente dell’FBI. La storia entrerà nella cronaca perché l’agente, Eugene Bennett, sarà condannato a ventitre anni di carcere per l’omicidio della donna e per l’occultamento del suo cadavere.

Nel 2004 o 2005 (la data non è certa perché allora in Massachussetts le unioni gay erano illegali) la scrittrice sposa la psichiatra Staci Gruber.

Tradotta in trentasei lingue, la Cornwell è Membro Emerito dell’Accademia Internazionale del John Jay College di Giustizia Penale dedicato allo studio delle scene del crimine.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Kay Scarpetta è in attesa di eseguire l’autopsia sul condannato a morte per sedia elettrica Ronnie Joe Waddell, quando riceve la telefonata del detective Joe Trent, che chiede la sua consulenza su una morte inquietante e sospetta.

Lo raggiunge all’Henrico Doctor’s Hospital ed esamina il corpo di un ragazzino, Heddie Heath, primo mutilato e poi ucciso con un colpo alla revolver alla nuca; infine abbandonato in un vicolo dietro un negozio di alimentari.

Soprattutto la dottoressa resta perplessa circa le mutilazioni. Al ragazzo sono stati asportati due pezzi di carne: uno sulla spalla e uno da un gluteo, ma senza una spiegazione plausibile.

Kay si convince che il killer voglia nascondere qualcosa. Ma esclude subito che si tratti di qualche segno particolare del ragazzo che possa collegarlo a lui come una cicatrice o un tatuaggio. Il ragazzo non ne aveva. Probabilmente il killer ha voluto eliminare qualche elemento incriminante, come un segno di morsi.

Al suo ritorno a casa, Kay scopre che alcuni files riservati sul suo computer sono stati violati ed è possibile che il reato sia stato commesso da qualcuno a conoscenza della sua password.

La nipote Lucy Farinelli , giovane genio dell’informatica, arriverà da Miami per darle una mano ad indagare nel cyberspazio . Ma gli attacchi alla carriera della dottoressa si moltiplicano: tra l’altro il suo operato viene messo in discussione da Nicholas Grueman, avvocato di Waddell.

Nel frattempo si verificano altri delitti inquietanti e di difficile soluzione come quello di Heddie.

Su tutte le scene del crimine vengono ritrovate una piuma e le impronte digitali di Ronnie Waddell, che evidentemente non ha potuto commettere gli omicidi. Ma qualcuno all’Istituto di Medicina Legale ha distrutto alcune prove e viene messa in dubbio l’identità del corpo proveniente dal carcere e sezionato da Kay.

Pete Marino, Benton Weasley, Kay e sua nipote Lucy saranno ancora una volta chiamati a fermare questa spirale di violenza che li minaccerà da vicino.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Tra i personaggi ritroviamo il quartetto storico della serie, già analizzato in “Postmortem” del 1990 e in “Quel che rimane” del 1993. Eccoli:

- Kay Scarpetta odia le esecuzioni capitali perché il suo lavoro le impone di aspettare la morte di qualcuno “per poi inciderne con il bisturi le carni ancora calde”. La sua specializzazione le ha insegnato cosa la vita dia e cosa tolga, ciò che è giusto e ciò che è sbagliato.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

È una donna e una professionista meticolosa, che studia i suoi casi anche nei loro aspetti pregressi. Ha abbastanza riconoscimenti e attestati da poter tappezzare un’intera parete.

Ha smesso di fumare da due mesi e la vista di una sigaretta la fa ancora impazzire. Inoltre soffre ancora per la morte del fidanzato Mark, morto per caso alla Victoria Station di Londra, mentre passava accanto ad un cestino di rifiuti in cui era stata piazzata una bomba.

Ma lo shock e il dolore le hanno tolto ogni desiderio di vendetta. La morte dell’uomo ha aperto uno squarcio nella sua anima, perché il suo senso d’identità dipendeva da quell’amore.

- Pete Marino è trascurato come sempre, con il trench sbottonato e la cintura che spazza per terra. Fuma in continuazione. È sempre più calvo e spesso sudato.

Ingiustizie e sofferenze hanno reso Marino quello che è. Ha vissuto un'infanzia dura e priva d'amore nella parte sbagliata del New Jersey, da cui la persistente sfiducia nei riguardi di chiunque abbia avuto un destino migliore del suo; non molto tempo prima, dopo trent'anni di vita coniugale, la moglie lo ha lasciato, e nessuno sembra sapere più nulla del figlio.

Nonostante la fedeltà all'arma e alla legge e un eccellente curriculum nella polizia, gli è impossibile andare d'accordo con i superiori. La vita gli ha riservato un cammino duro e irto di ostacoli. Marino è sempre arrabbiato per qualcosa.

- Benton Wesley compare tardi in questo romanzo, per collaborare alle indagini e la scrittrice ci fornisce di lui un’immagine diversa da quella abituale. Lo incontriamo in una dimensione privata e familiare. È a sciare con la moglie Connie a Hot Springs per le vacanze natalizie. Scopriamo che scia con una grazia particolare.

I pantaloni da sci neri gli fasciano le gambe perfettamente muscolose che nessuno avrebbe potuto immaginare sotto i vestiti formali con cui si reca al lavoro. La sua voce e il suo aspetto ricordano il fidanzato di Kay, Mark, di cui è stato collega e amico. Ha lineamenti taglienti.

- Infine Lucy Farinelli. Fin da piccola ha nutrito una vera adorazione per la zia. Bambina sgraziata con lunghi capelli rosso scuro e l’apparecchio ai denti, è ora diventata una giovane donna di sorprendente bellezza: capelli corti e deliberatamente disordinati sottolineano gli occhi verde chiaro e gli zigomi perfetti.

Indossa occhiali leggerissimi con una montatura in tartaruga che le conferiscono l’aspetto di una studentessa di Harvard. Il suo corpo è ora quello di una snella atleta inguainata in jeans aderentissimi. Non usa trucco.

È un genio dell’informatica, ma non conosce la diplomazia e si caccia spesso nei guai. È parecchio che non si incontrano con la zia e ora le si rivolge con il tono basso e pacato che si usa con i pari, senza gli scatti emotivi propri dell’adolescenza.

Interessanti sono anche alcuni nuovi personaggi:

- l’avvocato Nicholas Grueman, sempre desideroso di minare la credibilità professionale di Kay. È stato insegnante della dottoressa durante il primo anno di università e l’ha bocciata. Inoltre è celebre nell’ambiente universitario per il suo volto senza espressione e le sue pause di pesante silenzio che sottolineano l’inadeguatezza delle risposte degli studenti.

- l’assassino Temple Brooks Gault, narcisista e vanitoso più di quanto sia concepibile anche per un serial killer.

- il giustiziato Ronnie Joe Waddell, un uomo dalla corporatura imponente e massiccia, ora sul tavolo dell’obitorio di cui spesso Kay immagina la vita prima dei delitti di cui si è macchiato. E di cui si ripercorrono i misfatti.

I giornali lo avevano soprannominato il gigante gentile; Ronnie era un poeta dallo sguardo intenso, ma un tempo quelle mani enormi, quelle spalle e quelle braccia massicce che ora avevo davanti erano state usate per distruggere la vita di un altro essere umano” .

 

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Come “Postmortem” e “Quel che rimane”, anche “Insolito e Crudele” è ambientato a Richmond, in Virginia. Siamo in inverno e la neve ammanta il paesaggio.

Ritroviamo luoghi familiari, come l’abitazione di Kay Scarpetta, in cui la dottoressa si rintana per sottrarsi alla violenza della realtà contemporanea con cui il suo lavoro la mette continuamente in contatto. O l’Istituto di Medicina Legale con i suoi uffici saturi di deodoranti fino alla nausea e sigillati da porte d’acciaio: in particolare la sala autopsie con i tavoli inox che brillavano lucidi ed asettici.

Ma ci sono anche scorci nuovi della città. Nelle prime pagine le telecamere inquadrano il penitenziario di stato in cui sta per essere eseguita la condanna a morte di Ronnie Joe Waddell: “un tratto roccioso del James River, appena fuori dal centro della città, dove per duecento anni erano stati stipati i peggiori criminali della Virginia”.

O il quartiere di Charberlayne Avenue, un quartiere un tempo signorile e ora malfamato di Richmond, in cui viveva Eddie Heath: la “parte sbagliata della città, per dirla con Marino”. Come “Postmortem” e “Quel che rimane”, anche “Insolito e Crudele” è ambientato a Richmond, in Virginia. Siamo in inverno e la neve ammanta il paesaggio.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

L’attualità americana balza in primo piano dalle prime pagine del romanzo con il dibattito sempre aperto sulla legittimità della pena di morte. Davanti alla prigione in cui sta per essere eseguita la condanna capitale di Ronnie Joe Waddell, si agita infatti una folla di manifestanti divisi tra sostenitori e oppositori del massimo provvedimento giudiziario.

Il tempo della narrazione è il periodo prenatalizio. Kay sottolinea la forza irresistibile e il fascino del cambio delle stagioni in Virginia con la pienezza ma anche con le sfumature dei colori.

Talvolta nella narrazione si ricorre all’analessi: per esempio quando si ripercorre il caso della prima vittima del giustiziato avvenuto dieci prima, quando ancora Kay non si era trasferita a Richmond e ancora non era Capo Medico Legale della Virginia. O quando Kay ripensa all’ultimo incontro con il fidanzato Mark.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Lo stile è snello e lineare, escludendo quasi totalmente le subordinate.

Ma è tutt’altro che semplice vista la cura con cui la scrittrice sceglie i vocaboli e l’attenzione che pone nell’uso del linguaggio medico-scientifico.

Numerose sono le sequenze descrittive, anche se non particolarmente lunghe. Esse spesso sembrano acquisire anche una valenza simbolica, legandosi agli stati d’animo dei personaggi o alle vicende.

Tutte le descrizioni sono comunque “corpose”.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Quelle dei personaggi sembrano usare una lente d’ingrandimento che sottolinea la fisicità dei corpi: per esempio il loro fascino e la loro sensualità nel caso di Lucy e Benton, ma anche tutti gli aspetti sgradevoli di Marino. Di questo personaggio il lettore riesce a immaginare l’odore sgradevole: fuma una sigaretta dopo l’altra, suda molto, è trascurato nell’abbigliamento.

Le descrizioni dei luoghi si soffermano sull’aspetto sensoriale: visivo (colori), olfattivo (odori) e tattile (caldo-freddo).

 

NARRATORE DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Il narratore è interno e si identifica con il personaggio di Kay Scarpetta. I suoi pensieri, le sue paure, i suoi desideri e i suoi dolori s’impongono sulla pagina e si crea immediatamente uno stretto legame con il lettore, che non dubita neppure per un attimo che la dottoressa possa aver commesso un crimine.

Ma proprio per questo si tratta di un narratore poco affidabile, perché può fornire al lettore solo le informazioni di cui dispone. E così si mantiene viva la suspense, fondamentale per fare del romanzo un successo nel campo della letteratura gialla.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Il romanzo si apre sulla contestazione e sul dibattito scatenato dall’esecuzione sulla sedia elettrica di Ronnie Joe Waddell. Infatti una tematica centrale è quella della giustizia. La posizione della scrittrice è espressa dalla Dottoressa Scarpetta.

Non esiste giustizia a questo mondo.” Nulla avrebbe mai potuto cancellare quello che l’uomo aveva fatto, i suoi delitti, le sofferenze inflitte alle vittime e alle loro famiglie.

Connesso a questa tematica è il problema della privacy. I risultati delle nostre analisi restano documentati nelle strutture ospedaliere pubbliche e potenzialmente potrebbero essere trafugati e diventare di pubblico dominio.

Un’altra tematica centrale è quella dell’importanza dell’identità personale. Non è possibile ricavare le impronte digitali di Ronnie Joe Waddell e questo espone al sospetto l’operato di Kay Scarpetta e diffonde il terrore che l’uomo non sia morto e che stia uccidendo ancora.

Molti dei personaggi non sono quello che vogliono far credere di essere e celano turpi moventi: Susan, collaboratrice della dottoressa Scarpetta; l’avvocato Nigholas Grueman…

La stessa Kay acquisisce la drammatica e disorientante consapevolezza della fragilità del proprio senso di identità, troppo legato all’amore per l’ex fidanzato morto, Mark.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''INSOLITO E CRUDELE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''

Definito dal Publishers Weekly il romanzo più intrigato e con la migliore caratterizzazione dei personaggi tra quelli di Patricia Cornwell incentrati sull’anatomopatologa Kay Scarpetta, “Insolito e crudele” è davvero un capolavoro nel suo genere.

Il lettore resterà incollato alla pagina.

L’efferatezza dei crimini, l’incertezza sulla sorte della protagonista, l’inspiegabilità e l’originalità di determinati indizi dell’indagine (come le impronte del giustiziato Waddell sulla scena del crimine di nuovi delitti) sono gli ingredienti determinanti di questo thriller mozzafiato.

Non ci sono falsi indizi o dettagli esterni e anche il subplot che analizza il rapporto tra la dottoressa Scarpetta e la nipote e i flashbacks sulla storia d’amore con Mark sono essenziali e necessari per sviluppare meglio i personaggi.

La formula vincente ripropone una protagonista che ha ormai catturato la simpatia del pubblico, ma questo libro riempie l’analisi della sua personalità di dettagli che la rendono più complessa. Kay Scarpetta è una professionista meticolosa dalla carriera folgorante, ma anche una donna fragile che ama e soffre profondamente, che lotta sempre con tenacia: una canna che si piega ma non si spezza. Come non adorare un personaggio come questo?

 

+30k Ornella Rizzo

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Insolito e crudele''Indice dell'Analisi del Libro ''Insolito e crudele''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare