Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Recensione, Analisi, Riassunto ed Opinioni del Libro ''Il vecchio e il mare''DATI ESSENZIALI:

  • Titolo: “Il vecchio e il mare”.
  • Titolo originale: "The Old Man and the Sea".
  • Autore: Ernest Hemingway;
  • Nazionalità Autore: Statunitense;
  • Data di Pubblicazione: 1952;
  • Editore: Oscar mondadori;
  • Genere: Romanzo;
  • Pagine: 94;
  • Voto del Pubblico (IBS): 4 su 5

 

DOVE COMPRARLO

 

Recensione del Libro “Il vecchio e il mare” di Ernest Hemingway del 1952, genere Biografie e autobiografie. Evidenzieremo il riassunto del libro “Il vecchio e il mare”, l’analisi dei personaggi, i luoghi d’ambientazione, la collocazione temporale, lo stile di scrittura ed il narratore. Infine analizzeremo le tematiche trattate nel libro “Il vecchio e il mare” con tanto di commento ed opinione del recensore articolista.

 

 

BIOGRAFIA DELL'AUTORE DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': 

Ernest Hemingway nasce a Oak Park nel luglio del 1899.

Grazie all’influenza del padre manifesta fin da subito una passione per le attività da svolgere all’aria aperta a contatto con la natura, tratto della sua personalità che poi si rifletterà anche su alcune tra le sue opere più famose.

Dimostra fin da giovane un’inclinazione per la scrittura e, dopo il diploma, comincia a scrivere per il Kansas City Star avviando un’attività di giornalismo.

Vive entrambe le guerre: la prima lo vede partecipare attivamente come volontario nei servizi di autoambulanze sul fronte italiano, mentre durante la seconda svolge la funzione di corrispondente di guerra in Estremo Oriente e in Europa.

Già nel 1937 aveva lavorato come corrispondente di guerra durante la guerra di Spagna a fianco degli antifascisti spagnoli.

L’interesse dello scrittore per i temi sociali e politici appare chiaro da alcuni tra i suoi lavori più importanti, sebbene il carattere di intellettuale che lo contraddistingue non manca di una vena di pessimismo e malinconia che si accentua con il passare del tempo.

Questo aspetto viene percepito particolarmente anche nello stesso libro “Il vecchio e il mare”, e successivamente lo porterà, nel 1961, al suicidio.

 

RIASSUNTO DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

Seguici su:

Condividi l'articolo su:

Il libro racconta la storia di un vecchio pescatore, Santiago, e delle sue avventure tra i mari del Golfo nel tentativo di catturare un pesce.

Un ragazzo, di nome Manolin, è un giovane apprendista che va a pescare insieme al vecchio, finché i genitori contrari, non glielo impediscono.

Con la sua presenza, il ragazzo porta una grande compagnia al vecchio, che arrivato ormai avanti negli anni, prova un senso di solitudine accresciuto dall’attività della pesca, che favorisce la riflessione e l’introspezione.

La decisione del vecchio di riuscire a prendere un grosso pesce lo porta lontano dalla riva per diversi giorni durante i quali si ritrova da solo, nell’oceano.

Mai come in quei giorni il senso di solitudine e di sconforto si acuisce in lui: sente la mancanza del ragazzo che con la sua giovane età e con il suo entusiasmo avrebbe reso più leggeri quei giorni di pesca.

In mare il vecchio Santiago, chiamato anche semplicemente il vecchio, si trova a fronteggiare diversi ostacoli come la solitudine, la sofferenza e il dolore, la lotta con i pescecani e il suo rapporto con tutte le creature a cui si considera unito da un legame di fratellanza, nonostante si trovi di fatto a doverle uccidere.

Finita la battaglia contro il pesce da catturare, stremato dalla lotta per la sopravvivenza in mare, il vecchio torna nella sua capanna.

È allo stremo delle forze ma riesce ancora a riconoscere il ragazzo. Quest’ultimo, preoccupato per la sorte del vecchio, non esita a soccorrerlo e a portargli cibo e coperte per permettergli di riposare e riprendere le forze.

Nonostante i genitori non lo vogliano, decide di tornare a pescare con il vecchio, rendendosi conto di avere ancora molto da imparare e apprendere da lui, prima che finisca la sua vita.

 

ANALISI DEI PERSONAGGI DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

I personaggi principali del romanzo sono due:

- Santiago è il protagonista, una persona anziana e sola, che vive del suo lavoro attraverso la pesca.

Ormai avanti negli anni è disilluso e ha avuto modo di passare diverse esperienze che lo hanno formato caratterialmente.

Compra il libro qui recensito al miglior prezzo

Apprezza la compagnia del ragazzo apprendista perché è portatore di un entusiasmo tipico della giovinezza che lui ormai ha perso; lo associa per questo ai leoni che spesso gli capita di sognare e che gli trasmettono una sensazione piacevole.

L’avventura che lo porta al largo alla conquista del pesce da pescare gli permette ancora una volta, nella sua vita, di mettersi alla prova e di misurarsi con il mondo e le sue sfide, trovando ancora dentro di sé un inesauribile coraggio.

- Manolin è il giovane ragazzo apprendista che frequenta il vecchio per imparare l’arte della pesca, finché i genitori non glielo impediscono.

È molto affezionato a Santiago e questo lo si capisce bene alla fine del libro, quando in un momento di commozione che lo porta alle lacrime alla vista del vecchio Santiago senza più forze, il ragazzo decide di voler tornare a prendere lezioni dal vecchio. Nonostante i genitori siano contrari a questa decisione, egli vuole essere presente ancora nella vita del vecchio e non perdere i suoi preziosi insegnamenti.

 

LUOGHI D'AMBIENTAZIONE DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

La vicenda narrata si svolge quasi tutta in acqua, nell’oceano nei pressi di Cuba. Il rapporto con gli elementi naturali come il mare, e gli animali come i pesci, gli squali e le creature marine è molto forte e costituisce gran parte del libro.

All’inizio e alla fine del libro l’ambientazione si inquadra anche a terra, tra la capanna di Santiago e la riva; qui l’approfondimento sulla solitudine si percepisce di meno, per la presenza di altri esseri umani.

 

TEMPO (COLLOCAZIONE TEMPORALE) DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

La vicenda non è collocata in un preciso attimo temporale, sappiamo però che si sviluppa nel corso di alcuni giorni.

La battaglia in mare con il marlin, il pesce avversario di Santiago, dura tre giorni, mentre gli altri giorni sono necessari per il viaggio di andata e ritorno.

Dalle parole del ragazzo rivolte a Santiago possiamo capire che ci troviamo nel mese di settembre, mentre possiamo collocare lo svolgimento della vicenda nel periodo di maggiore fama del giocatore di baseball Joe Di Maggio, citato più volte in alcuni passaggi delicati della lotta contro il pesce, quasi ad infondere coraggio.

 

STILE DI SCRITTURA USATO NEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

Il libro è scritto in modo fluido e semplice, sebbene talvolta il monologo interiore e il flusso di coscienza necessitino attenzione per esser seguiti.

Emerge chiaramente l’interiorità del pescatore che, su una barca spinta al largo, si trova ad esaminare i suoi stati d’animo e a sondare i suoi pensieri.

 

NARRATORE DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

Compra Kindle di Amazon al miglior prezzo

Il narratore è totalmente esterno e racconta fino alla fine della narrazione, da un punto di vista distaccato e in terza persona.

Talvolta i pensieri vengono riferiti dai personaggi ad alta voce, interrompendo la tecnica del monologo interiore e introducendo discorsi diretti e dialoghi, anche se questi rimangono numericamente pochi in tutto il libro.

 

TEMATICHE TRATTATE NEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

Tra i temi affrontati dal libro, quelli che acquistano maggiore importanza ed evidenza sono la solitudine e il rapporto uomo-natura.

Il primo tema prende come punto di partenza la figura di Santiago, un uomo anziano, ormai rimasto al mono senza più persone a lui care tranne il giovane apprendista.

Questo ragazzo è quindi per lui, una scintilla di vita ancora accesa nel mondo che ormai crede di conoscere e da cui pensa di non potersi aspettare più nulla di entusiasmante.

La solitudine dell’uomo si accentua maggiormente quando va a pescare completamente solo con se stesso e i suoi pensieri. La mancanza di qualcuno con cui poter scambiare una parola si fa sentire in modo amplificato tanto che, per farsi compagnia, il vecchio pronuncia frasi per sentire il suono della sua voce e farsi coraggio.

È in questa situazione difficile che l’uomo deve portare avanti la lotta contro il pesce: Santiago percepisce questo animale quasi come un fratello e come lui tutte le altre creature.

Questo lo porta a chiedersi se sia giusto uccidere un fratello nella pesca e a porsi domande a cui non trova risposta.

Se quindi il vecchio percepisce un senso di solitudine amplificato in mare, al contempo si sente parte nella vita di un unica unità con la natura e tutte le creature che ne fanno parte.

 

COMMENTO DEL LIBRO ''IL VECCHIO E IL MARE'': Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''

Di questo libro ho apprezzato la profondità dei temi nascosti all’interno di quello che può sembrare un semplice racconto di pesca.

Trovo interessante come l’autore abbia posto un uomo di fronte ai suoi limiti e di fronte a delle sfide con cui è portato a confrontarsi.

L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non sconfitto” è la frase che il vecchio pescatore in uno dei momenti per lui più difficili dice a se stesso ed è la sintesi della riflessione sul coraggio che l’autore introduce nel libro.

E la lotta contro il pesce porta inevitabilmente il pescatore a cercare tutto il proprio coraggio e la propria tenacia nel non lasciarsi sconfiggere dalla debolezza ma nel continuare nonostante tutto, a continuare la propria lotta.

Ho trovato interessante lo spunto di riflessione per cui Santiago si sente parte di un’unica realtà con la natura intera e anche con quelli che lui considera i propri nemici, perché percepisce un filo superiore che comunque li unisce.

[...] Santiago stabilisce, forse per la prima volta, una vera fratellanza con le forze incontenibili della natura e, soprattutto, trova dentro di sé il segno e la presenza del proprio coraggio, la giustificazione di tutta una vita”.

 

COMMENTA questa Recensione del Libro ''Il vecchio e il mare''Indice dell'Analisi del Libro ''Il vecchio e il mare''


«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Accedi per commentare


celeste100 ha risposto alla discussione #177 5 Anni 5 Mesi fa
Ho letto questo libro, che mi ha veramente appassionata e che ho tuttora nella mia libreria.

La trama del libro parla del vecchio Santiago, che dopo ottantaquattro giorni durante i quali non è riuscito a pescare nulla, vive nel suo villaggio e nei confronti di se stesso , la condizione di isolamento di chi è stato colpito da una maledizione.
Solo la solidarietà del giovane Manolo e il mitico esempio di Jo di Maggio, imbattibile giocatore di baseball, gli permetteranno di trovare la forza di riprendere il mare per una pesca che rinnova il suo apprendistato di pescatore e ne sigilla la simbolica iniziazione.
Nella disperata ricerca di un enorme pesce spada dei Caraibi, nella lotta, quasi letteralmente a mani nude contro gli squali che un pezzo alla volta gli strappano la preda, lasciandogli solo il simbolo della vittoria e della maledizione sconfitta.
L'ambientazione è fatta inizialmente in un paesino vicino a Cuba, poi successivamente in aperto Oceano vicino alle coste Cubane.
La collocazione storica si pensa sia quella in cui ha effettivamente vissuto l'autore.
(1899-1961)



Commentando la trama di questo libro, mi verrebbe da dire che il vecchio Santiago ritrova con la sua vittoria, una vera fratellanza con le forze incontenibili della natura,ritrova il suo coraggio e da un nuovo senso alla sua vita.
Non ha trionfato del tutto,
ma ha ritrovato dignità e saputo combattere contro le forze della natura e l'autore sa trasmettere tutto questo con immediatezza e semplicità, talvolta immedesimandosi negli stessi personaggi.
Lo stesso autore, Ernest Hemingway, fu iniziato ai rituali della pesca e della caccia dal padre.